Home Comunicati stampa Superbonus: riparti con Blumatica al 110%!

Superbonus: riparti con Blumatica al 110%!

I primi effetti del Superbonus 110% introdotto dal Decreto Rilancio iniziano a farsi sentire: aziende, imprese, tecnici, amministrazioni di condominio ormai sono sommersi da tantissime richieste di committenti che non vogliono perdere questa grandissima opportunità!

Blumatica ti offre tutti gli strumenti per prepararti al meglio ed essere già pronto per il 1° Luglio!

Infatti, anche se occorre attendere la pubblicazione delle linee guida dell’Agenzia delle Entrate e le nuove FAQ Enea, occorre sottolineare che il provvedimento, essendo un decreto legge, è già pienamente in vigore dalla data della sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Va inoltre sottolineato, che nel comma 1 del Decreto Rilancio si parla esplicitamente di una detrazione al 110% per le “spese documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal 1° Luglio 2020 fino al 31 dicembre 2021”. Ciò significa che per la fruizione delle detrazioni fiscali al 110% fa fede la data di effettivo pagamento e non la data di inizio lavori: pertanto, nell’attesa, si può già partire con i lavori, o quanto meno con tutte le attività accessorie (sopralluogo, calcolo energetico per capire quali sono gli interventi più convenienti da intraprendere, computo metrico, ecc.). Pertanto, analizziamo le caratteristiche del Superbonus e gli strumenti che ti consentiranno di ripartire al 110%!


Gli interventi agevolabili

Per poter usufruire della detrazione al 110% è necessario eseguire almeno uno degli interventi riportati al comma 1 dell’art. 119:

  • Interventi di isolamento termico delle superficie opache verticali e orizzontali che interessano l’involucro dell’edificio con un’incidenza superiore al 25% della superficie lorda dell’edificio medesimo. La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 60.000 € moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio.
  • Interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a condensazione, con efficienza almeno pari alla classe A di prodotto prevista dal regolamento delegato (UE) n. 811/2013, a pompa di calore, ivi inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici (con relativi sistemi di accumulo) e con impianti di microcogenerazione. La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 30.000 € moltiplicato per il numero delle unità immobiliari che compongono l’edificio ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito;
  • Interventi sugli edifici unifamiliari per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti per il riscaldamento, il raffrescamento o la fornitura di acqua calda sanitaria a pompa di calore, inclusi gli impianti ibridi o geotermici, anche abbinati all’installazione di impianti fotovoltaici (con relativi sistemi di accumulo) e impianti di microcogenerazione. La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo delle spese non superiore a 30.000 € ed è riconosciuta anche per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dell’impianto sostituito.

Se eseguiti congiuntamente ad almeno uno degli interventi appena elencati, è possibile usufruire dell’aliquota del 110% anche per i seguenti interventi:

  • interventi di efficientamento energetico previsti dall’articolo 14 del D.L. 63/2013 (come ad esempio infissi, schermature, ecc.), nei limiti di spesa previsti dalla legislazione vigente;
  • installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica: fino ad un ammontare complessivo delle spese non superiore a 48.000 € e comunque nel limite di spesa di 2.400 € per ogni kW di potenza nominale dell’impianto solare fotovoltaico;
  • installazione contestuale o successiva di sistemi di accumulo integrati negli impianti solari fotovoltaici: alle stesse condizioni e limiti di importo dell’impianto fotovoltaico e comunque nel limite di spesa di 1.000 € per ogni kWh di capacità di accumulo;
  • installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

Chi ha diritto all’agevolazione 110%?

I beneficiari della detrazione al 110% sono:

  1. Condomini
  2. Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti e professioni, su unità immobiliari;
  3. Istituti autonomi case popolari (IACP) comunque denominati nonché dagli enti aventi le stesse finalità sociali dei predetti Istituti, istituiti nella forma di società che rispondono ai requisiti della legislazione europea in materia di “in house providing” per interventi realizzati su immobili, di loro proprietà ovvero gestiti per conto dei comuni, adibiti ad edilizia residenziale pubblica;
  4. Cooperative di abitazione a proprietà indivisa, per interventi realizzati su immobili dalle stesse posseduti e assegnati in godimento ai propri soci.

Cessione del credito e sconto in fattura

Le spese sostenute per gli interventi di efficientamento energetico possono essere recuperate in fase di dichiarazione dei redditi come detrazione IRPEF, dividendo la detrazione maturata in 5 quote annuali di pari importo.

Tuttavia tra le novità più importati del decreto c’è la possibilità di poter usufruire della Cessione del Credito o Sconto in fattura, che consentono alla committenza che ha sostenuto le spese, di attualizzare immediatamente la detrazione a cui avrebbe diritto, cedendola ad altro soggetto: ad es. fornitori, impresa che ha eseguito i lavori o agli istituti di credito e intermediari finanziari.

Il ruolo del tecnico

L’ecobonus 110% rappresenta sicuramente un’importante opportunità per tutti gli attori coinvolti nella filiera edilizia: committenti, imprese, fornitori e soprattutto i tecnici che, in virtù dei requisiti previsti per accedere al Superbonus, rivestiranno un ruolo chiave, in quanto dovranno:

  • valutare la situazione attuale dell’edificio, in modo da suggerire gli interventi più opportuni, che consentano all’edificio di avere un miglioramento di 2 classi energetiche (o arrivare alla classe più alta possibile);
  • valutare il rispetto di tutti i requisiti tecnico normativi del progetto al fine di poter usufruire delle detrazioni: ad esempio, il rispetto del decreto requisiti minimi (trasmittanze componenti, verifica condensa e muffa anche dei ponti termici, ecc.), utilizzo di materiali isolanti conformi ai CAM;
  • contabilizzare e verificare la corretta esecuzione dei lavori;
  • valutare la situazione post intervento e redigere un’asseverazione tecnica attesti la conformità dei lavori alle richieste di legge e, soprattutto, la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

Come sempre Blumatica è al tuo fianco con soluzioni semplici e accessibili che ti consentono di formarti in tempi molto rapidi e produrre una documentazione professionale e completa!

In tal senso Blumatica mette a disposizione il software “Blumatica Detrazioni Fiscali (Ecobonus)“ che, in un’unica soluzione, consente il calcolare e la gestione delle pratiche di detrazione fiscale per gli interventi di risparmio energetico degli edifici.

Il software gestisci qualsiasi tipologia di intervento (involucro e impianto), sia su singole unità immobiliari che su condomini (con e senza la riduzione della classe di rischio sismico).

Anche combinando tra di loro gli interventi (es. coibentazione involucro, installazione nuovo generatore, installazione schermature, installazione schermature, ecc.), il software in automatico elaborerà le pratiche secondo le modalità previste per la corretta trasmissione sul portale ENEA.

Per ciascuna pratica, il software elabora:

  • Verifica dei requisiti tecnici sia per l’accesso alle detrazioni che per il rispetto del D.M. 26/06/2015 (“Requisiti Minimi”), per la redazione delle ex. Legge 10. Nel caso qualche verifica risulti essere non soddisfatta puoi ottimizzare rapidamente il progetto attraverso il Wizard di Blumatica APE e L10 fast (EGE);
  • Calcolo automatico del risparmio di energia primaria non rinnovabile, richiesto sul portale ENEA;
  • Calcolo della detrazione massima fruibile con l’intervento;
  • Stampa di tutta la documentazione tecnica necessaria:
    • Istruzioni pratiche necessarie per compilare correttamente il portale ENEA, comprensiva dei dati dell’APE (pre e post intervento) e del risparmio di energia primaria;
    • Asseverazione del tecnico competente, con le schede di calcolo e i dettagli prima e dopo l’intervento;
    • Schede di dettaglio dei componenti utilizzati;
    • APE (pre e post intervento) e Relazione tecnica (ex. Legge 10).

Grazie alla perfetta integrazione con Blumatica Energy e Blumatica BIM Energy, da un qualsiasi progetto energetico (APE, ex. Legge 10, diagnosi energetica, ecc.), semplicemente indicando quali sono le strutture e/o impianti interessati dall’intervento, il software elabora in automatico le pratiche di detrazione fiscale da trasmettere all’ENEA. Puoi operare sia su progetti realizzati mediante l’input tabellare che attraverso l’input grafico (2D e 3D).

Ecco tutte le soluzioni Blumatica per ripartire con il Superbonus 110%:

  • Blumatica Pitagora
    Computi Metrici e Contabilità dei lavori. Gratis per te! Maggiori dettagli
  • Blumatica SismicAPP
    Classificazione rischio sismico delle costruzioni e stampa della documentazione. Gratis per te! Maggiori dettagli
  • Blumatica Energy WEB
    Per la registrazione facile e veloce dei dati durante la fase di sopralluogo. Gratis per te! Maggiori dettagli
  • Blumatica Energy
    APE, AQE, ex. Legge 10, relazione di calcolo, annunci commerciali, interventi migliorativi, esportazioni XML regionali e tanto altro ancora! Maggiori dettagli
  • Blumatica Detrazioni Fiscali (Ecobonus)
    Calcolo e gestione delle pratiche di detrazione fiscale per gli interventi di risparmio energetico degli edifici. Maggiori dettagli
  • Blumatica APE e L10 Fast (EGE)
    Calcolo automatico degli interventi che ti consentono di migliorare la classe energetica (con relativo computo metrico estimativo). Calcolo agevolazioni Conto Termico 2.0. Maggiori dettagli
  • Blumatica Ponti Termici FEM
    Calcolo agli elementi finiti e verifica muffa di qualsiasi tipologia di ponte termico. Una corretta progettazione dei ponti termici può fare la differenza nel calcolo del miglioramento della prestazione energetica richiesta dall’Ecobonus 110%. Maggiori dettagli
  • Blumatica BIM ArchIT e Blumatica BIM Energy
    Progettazione architettonica ed energetica in ambiente BIM.
    Maggiori dettagli BIM ArchIT  Maggiori dettagli BIM Energy