Home Articoli Hardware Novità: presentata la versione 4 del SEH UTN Manager

Novità: presentata la versione 4 del SEH UTN Manager

Maggiore sicurezza e facilità di gestione dei dispositivi USB in rete

SEH, lo specialista di Bielefeld per la stampa in rete e l’utilizzo di dispositivi USB in rete, ha presentato la versione 4 del suo UTN Manager. L’ultima versione del collaudato strumento di gestione dei dispositivi USB in rete di SEH supporta ora l’attuale sistema operativo Apple macOS Sonoma 14 e riunisce in una versione standardizzata le versioni UTN Manager 3.3.x e 3.4.x precedentemente in commercio.

Con il passaggio a OpenSSL 3.0 e il supporto per i proxy SOCKSv5, SEH UTN Manager 4 garantisce una maggiore sicurezza nella gestione dei dispositivi USB. Con l’ultimo ramo di supporto a lungo termine 3.0 (LTS) di OpenSSL, SEH può garantire il supporto fino al 2026. Questo garantisce che i clienti continueranno a beneficiare dei miglioramenti e delle patch di sicurezza in futuro e quindi significa protezione degli investimenti per i clienti oltre agli aspetti di sicurezza. Il passaggio a OpenSSL 3.0 non è stato effettuato solo nell’UTN Manager, ma anche su altri prodotti SEH, come i server di dispositivi e dongle.

Il supporto per i proxy SOCKSv5 è stato integrato in risposta alle richieste dei clienti del settore pubblico, dove il traffico dati UTN deve essere instradato attraverso un server proxy.

Sono stati inoltre apportati numerosi miglioramenti alla facilità d’uso. Tra questi: la ricerca rapida (live filtering), la creazione di preferiti per i dispositivi USB utilizzati di frequente e l’attivazione tramite scorciatoie da tastiera dal sistema operativo. Con l’Attivazione dinamica, i dispositivi USB definiti nella rete vengono attivati automaticamente e integrati nel sistema non appena UTN Manager li riconosce su una porta USB gestita, semplificando ulteriormente il funzionamento.

Jörg Hecke, Product Marketing Manager di SEH: “Con la nuova versione di UTN Manager, rafforziamo la sicurezza dal lato dell’amministratore e semplifichiamo ulteriormente l’accesso ai dispositivi USB e ai dongle in rete per gli utenti. Per noi è importante che i nostri clienti ricevano da noi tecnologie all’avanguardia per ridurre al minimo l’impegno amministrativo e i rischi per la sicurezza, aumentando al contempo la produttività degli utenti.”

Grazie alla fusione delle versioni 3.3.x e 3.4.x nell’ultimo UTN Manager, i clienti con ambienti di sistema eterogenei composti da Windows, Linux e MacOS non devono più installare versioni diverse. Ciò semplifica la manutenzione delle versioni del software da parte dei clienti e di SEH.
Grazie alla fusione delle versioni 3.3.x e 3.4.x nell’ultimo UTN Manager, i clienti con ambienti di sistema eterogenei Windows, Linux e MacOS non devono più installare versioni diverse. Ciò semplifica la manutenzione delle versioni del software da parte dei clienti e di SEH.

https://www.seh-technology.com/de/

Articolo precedenteAltair lancia HPCWorks 2024
Articolo successivoLa guida definitiva al calcolo Abaqus