Home Manufacturing Additive Manufacturing La stampa 3D stereolitografica: Precisione, innovazione e applicazioni reali

La stampa 3D stereolitografica: Precisione, innovazione e applicazioni reali

Alla fine degli anni ’80, tre innovatori – Scott Crump, Chuck Hull e Carl Deckard – si sono imbarcati in ricerche separate per superare i confini della progettazione e della produzione. Scott ha inventato Modellazione a deposizione fusa Chuck è stato il pioniere della stereolitografia e Carl ha creato la sinterizzazione laser selettiva.

I loro percorsi individuali hanno portato a un impatto collettivo che ha rimodellato il mondo, lasciando un segno indelebile nella progettazione, nella prototipazione e nella produzione. Oggi i loro contributi sono utilizzati in diversi settori, dai beni di consumo all’esplorazione spaziale. Queste tre tecnologie rivoluzionarie convergono collettivamente per creare ciò che oggi conosciamo come stampa 3D.

Questo articolo si concentrerà principalmente sulla stereolitografia.

Cos’è la stereolitografia e come funziona?

Stereolitografia è un metodo di stampa 3D che utilizza un laser per polimerizzare una resina fotosensibile (sensibile alla luce UV). Ingegneri, progettisti e produttori lo utilizzano per realizzare prototipi dettagliati, modelli complessi e parti funzionali con elevata precisione e finiture superficiali uniformi.

Come tutti i metodi di stampa 3D, la stereolitografia inizia con un modello 3D dell’oggetto che si desidera creare. Questo modello può essere creato con un software CAD o da Scansione 3D un oggetto esistente. Il modello 3D viene quindi tagliato digitalmente in strati sottili (in genere 50-200μm (0,05-0,2 millimetri)). Come riferimento, un foglio standard di carta per fotocopie ha uno spessore di circa 100μm.

Una vasca di resina liquida fotosensibile viene quindi riscaldata a una temperatura specifica e poi si utilizza un laser per tracciare la sezione trasversale di ogni strato sulla superficie della resina. La resina si indurisce istantaneamente nel punto in cui viene toccata dal laser, mentre il resto rimane liquido. La piattaforma di costruzione viene quindi abbassata e viene applicato un nuovo sottile strato di resina liquida.

Il processo viene ripetuto fino alla creazione dell’intero oggetto. L’oggetto viene quindi rimosso dalla vasca di resina e sottoposto a post-elaborazione. La post-elaborazione può comprendere la pulizia dell’oggetto, la rimozione dei supporti e l’applicazione di una finitura.

    • Tecnologie di post-processo La serie DEMI 4000 è una soluzione scalabile di post-stampa per la produzione stereolitografica in grandi volumi. Scoprite la gamma completa qui.

 

Stratasys Neo: un cambio di paradigma nella tecnologia della stereolitografia

Cogliere un’opportunità: Innovazione post-brevetto

Tra il 2013 e il 2015 sono scaduti diversi brevetti iniziali della stereolitografia. Questo ha segnato un momento cruciale per la stampa 3D, aprendo le porte all’innovazione di una tecnologia consolidata. Riconoscendo questa opportunità e grazie a un team di menti brillanti, Stratasys si è espansa strategicamente nella stereolitografia, dedicando anni a perfezionare e migliorare la tecnologia. Il loro approccio e le acquisizioni strategiche sono culminate nella creazione della rivoluzionaria serie Neo.

Elevare l’affidabilità e l’esperienza dell’utente

Il Serie Neo di Stratasys rappresenta un progresso rivoluzionario nella tecnologia della stereolitografia che ridefinisce l’esperienza dell’utente. Realizzata da un team di ingegneri che conoscono a fondo le problematiche delle stampanti stereolitografiche tradizionali, Neo presenta una soluzione completa per migliorare l’affidabilità, la produttività e le prestazioni complessive.

Stampanti 3D Stratasys Neo SL

Eccellenza ingegneristica: Dove la semplicità incontra l’affidabilità

Il cuore del Neo è l’impegno per l’eccellenza ingegneristica. Eliminando inutili complessità, Neo vanta un design semplificato che incorpora solo i migliori componenti. Questa fusione di semplicità e qualità si traduce in un’affidabilità senza pari, garantendo che Neo fornisca costantemente risultati eccezionali, stampa dopo stampa.

Sofisticatezza del software: Controllo intuitivo

La navigazione in Neo è un’esperienza senza soluzione di continuità, grazie all’interfaccia software sofisticata ma semplice. Progettato con principi di design incentrati sull’utente, il software offre un controllo intuitivo, una solida reportistica e funzioni avanzate di tracciabilità. In questo modo si garantisce agli utenti una supervisione completa dei progetti, dall’inizio alla fine, con il minimo sforzo.

La precisione personificata: Qualità della fornitura

La qualità dei pezzi è sempre stata un problema nella stampa 3D. Neo annulla queste preoccupazioni grazie alla sua precisione e all’impareggiabile ripetibilità da strato a strato. Ciò si traduce in finiture superficiali uniformi, riducendo drasticamente gli sforzi di post-elaborazione ed elevando la fedeltà delle parti stampate.

Progettazione e materiali in resina aperta: Liberare la libertà

Mentre alcuni sistemi di stereolitografia limitano gli utenti a materiali specifici, Neo offre una libertà di scelta unica. Gli utenti possono scegliere tra un’ampia gamma di resine disponibili in commercio, adattando la selezione dei materiali alle esigenze di ogni singolo progetto. Questo approccio favorisce l’efficienza, la flessibilità e l’economicità, liberandosi dai vincoli spesso imposti da sistemi di materiali chiusi.

Realizzato con precisione per Neo: svelata la linea di resine SOMOS

La linea di materiali SOMOS di Stratasysprogettata per integrare la serie Neo, offre una varietà di resine ad alte prestazioni. Queste resine hanno qualità uniche che estendono le capacità della stereolitografia. Grazie a caratteristiche come la chiarezza ottica, la resistenza all’umidità, la durata e la tolleranza al calore, i materiali SOMOS diventano la forza motrice che trasforma le vostre idee in realtà, incarnando innovazione e praticità.

Esempi di materiali per stereolitografia di Stratasys

Materiali per stereolitografia Stratasys Somos BioClear, Somos Waterclear Ultra e Somos WaterShed XC. Visualizza tutti qui.

Elevare la piattaforma della stampante: La forma incontra la funzione

Neo non eccelle solo nelle prestazioni, ma anche nel design. Con un profilo elegante, un ingombro ridotto e una piattaforma di stampa più ampia, Neo ottimizza lo spazio a terra e offre un’area di costruzione più ampia. Sia che si scelga Neo800 per i progetti più grandi o Neo450 per gli spazi compatti, questa linea offre una soluzione per diverse applicazioni, mantenendo una qualità senza compromessi.

Un esempio del mondo reale: Riduzione dei tempi di prototipazione fino al 90%.

Tecnologie rapide Paragon è un’azienda di supporto alla progettazione e allo sviluppo di prodotti con sede nel Regno Unito. Ha utilizzato le stampanti 3D stereolitografiche Neo di Stratasys per generare prototipi funzionali, modelli complessi e parti essenziali in vari settori. L’integrazione della tecnologia Neo ha semplificato i loro processi produttivi, dando risultati tangibili.

Paragon Rapid Technologies Stratasys Neo

La significativa area di costruzione di Neo800, 800 x 800 x 600 mm, consente a Paragon di produrre pezzi di grandi dimensioni in un’unica stampa.

Ad esempio, quando si è trovata di fronte all’urgente necessità di realizzare un prototipo di paraurti per auto – un processo che tradizionalmente richiede molto tempo e che comporta settimane di lavorazione, post-elaborazione e attrezzaggio – Paragon ha adottato la stampante 3D Neo800. Il risultato è stato notevole. Il tempo di produzione del prototipo di paraurti per auto è stato drasticamente ridotto a soli tre giorni, con una riduzione del 90%. Questo dimostra come la serie Neo contribuisca a una produzione efficiente e rapida e all’innovazione pratica.

Articolo precedenteRilasciato l’aggiornamento 2 di Vectorworks 2024
Articolo successivoSOLIDWORKS eDrawings – Visualizzazione dei passi di esplosione ruotati