Vendere un progetto

mulder71

Utente Junior
Professione: Disegno e progettazione meccanica
Software: Solidworks 2016, Autocad
Regione: Piemonte
Saluti a tutti, spero di postare nella sezione corretta, ecco il mio quesito: un committente mi ha incaricato di progettare una macchina di movimentazione particolari stampati, offerta, ordine e fatto il progetto. Ad un certo punto il committente mi dice: guarda non la costruisco più, ci accordiamo sul costo del progetto e finisce così. La mia domanda: io posso vendere il progetto ad un terzo soggetto pur non avendo avuto modo di costruire la macchina? Ed io non sono nelle condizioni di costruirla, quindi qualcuno potrebbe dire compro un progetto di un qualcosa che non so se funziona.
Grazie a tutti per chiarimenti e/o consigli.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Saluti a tutti, spero di postare nella sezione corretta, ecco il mio quesito: un committente mi ha incaricato di progettare una macchina di movimentazione particolari stampati, offerta, ordine e fatto il progetto. Ad un certo punto il committente mi dice: guarda non la costruisco più, ci accordiamo sul costo del progetto e finisce così. La mia domanda: io posso vendere il progetto ad un terzo soggetto pur non avendo avuto modo di costruire la macchina? Ed io non sono nelle condizioni di costruirla, quindi qualcuno potrebbe dire compro un progetto di un qualcosa che non so se funziona.
Grazie a tutti per chiarimenti e/o consigli.
Ma vorresti vendere lo stesso progetto a due aziende diverse, di cui una che e' il tuo committente e una che presumibilmente sara' loro concorrente?

Comunque credo di no perche' la proprietà intellettuale e' del tuo committente, e poi sarebbe una pratica professionale molto scorretta e se si venisse a sapere (e si viene a sapere tanto il mondo e' piccolo) ti scaveresti la terra sotto i piedi da solo.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
se l'idea è del progettista e non si è firmato nessun contratto di riservatezza, non credo ci sia un veto di vendita della propria idea.
 

mulder71

Utente Junior
Professione: Disegno e progettazione meccanica
Software: Solidworks 2016, Autocad
Regione: Piemonte
Grazie a tutti per i contributi, infatti il progetto è una mia idea e non c'è nessun contratto di riservatezza, ma come dice cacciatorino potrebbe essere una pratica poco corretta, ed in futuro potrei passare come persona poco affidabile.
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX1953 TC12.2
Regione: veneto
Se, come capisco, il progetto ti è stato pagato diventa proprietà del primo committente, che ha tutto il diritto di avere tutta la documentazione e i file nativi del progetto che dovrebbero essere cancellati da ogni tuo supporto.
 

mulder71

Utente Junior
Professione: Disegno e progettazione meccanica
Software: Solidworks 2016, Autocad
Regione: Piemonte
Se, come capisco, il progetto ti è stato pagato diventa proprietà del primo committente, che ha tutto il diritto di avere tutta la documentazione e i file nativi del progetto che dovrebbero essere cancellati da ogni tuo supporto.
Grazie del chiarimento, si mi è stato pagato anche se ci siamo accordati con qualcosa in meno, ed ovviamente ho consegnato tutto ciò che riguarda il progetto.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
se il progetto ha idee rivoluzionarie.. è di proprietà del progettista anche se è stato pagato.
credo di avere capito questo.
vi allego il link per avere anche il vostro parere della mia interpretazione

link
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX1953 TC12.2
Regione: veneto
se il progetto ha idee rivoluzionarie.. è di proprietà del progettista anche se è stato pagato.
credo di avere capito questo.
vi allego il link per avere anche il vostro parere della mia interpretazione

link
Non ho capito dove possono essere queste idee rivoluzionarie se anche l'autore dice
Ed io non sono nelle condizioni di costruirla, quindi qualcuno potrebbe dire compro un progetto di un qualcosa che non so se funziona.
Grazie a tutti per chiarimenti e/o consigli.
poi non è certo la parola del progettista che garantisce la 'rivoluzionarietà' dell'opera.
 

Vittorio

Utente Standard
Professione: progettista
Software: CatiaV5-6R27 HyperMill_2021.1
Regione: Lombardia
si "l'idea" è un mondo complicato da interpretare.
di sicuro non si può vendere ,ad altri, lo stesso progetto pari pari.
ma una semplice variante esclude l'identicità del progetto mantenendo l'idea originale.
Poi c'è il discorso etico... ed in questo caso non c'è spazio per le interpretazioni.
 

DrBarde

Utente
Professione: Progettista meccanico
Software: Inventor 2020, AutoCAD Mechanical 2020, Fusion360, Solidworks 2013
Regione: Piemonte
Probabilmente non mi spiegherò bene ma ci provo.
Eticamente, per come la vedo io, il progetto in se per se non è corretto rivenderlo.
Però, se nel farlo hai fatto tuoi alcuni concetti, meglio ancora se ridotti ai minimi termini, riutilizzarli è un pregio.
Nello specifico (per quanto, credo, non sia così reale come situazione), se nel progetto per la movimentazione hai creato un dinamismo concettualmente nuovo e unico, e riesci a ridurlo ad uno schema di forze e logica, potresti riproporlo, senza copiarlo, bensì migliorandolo dopo un ulteriore studio.
 

scalva

Utente Standard
Professione: PFC
Software: SW2020+AUTOCAD LT
Regione: Piemonte
se non hai vincoli scritti con l'ex committente, che a quanto pare, non è neanche + interessato, e il progetto lo hai in mano tu, secondo me puoi fare quello che vuoi.
 

giotama

Utente Standard
Professione: Ingegnere
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Potresti provare ad accordarti con il committente per proporre INSIEME il progetto ad altri potenziali clienti magari salvando per te una royalties o provvigione e per lui la gestione della produzione e commercializzazione. lui potrebbe rientrare di questo costo che ha sostenuto e tu potresti arrotondare mettendo nuovamente a frutto un lavoro già fatto.
Il tuo committente potrebbe anche trarne un vantaggio per il futuro potendo contare sull'esperienza fatta durante la produzione e la messa in funzione del primo prototipo e potendosi costruire un domani lo stesso attrezzo con le successive migliorie ed evoluzioni funzionali e produttive.
 

wert

Utente Junior
Professione: Manufacturing Design
Software: NX - Inventor - Thinkdesign - Cimatron
Regione: Emilia Romagna
A parte il discorso etico, che ritengo predominante, dico che ci vuole un bel coraggio a tentare di vendere un'idea che potrebbe non funzionare correttamente. Chi vende brevetti, di solito ci spende soldi per realizzare un prototipo funzionante. Ed in ogni caso, un compenso per il suo lavoro il nostro amico lo ha avuto. Un dipendente che sviluppa un progetto per l'azienda che lo paga, non può certo vendere l'idea ad un altro solo perché poi l'azienda ha deciso di non realizzare/produrre quel prodotto/dispositivo.
 

scalva

Utente Standard
Professione: PFC
Software: SW2020+AUTOCAD LT
Regione: Piemonte
dove dice che l'ha fatto da dipendente ?
 

wert

Utente Junior
Professione: Manufacturing Design
Software: NX - Inventor - Thinkdesign - Cimatron
Regione: Emilia Romagna
dove dice che l'ha fatto da dipendente ?
No, non è un dipendente ma è stato un lavoro remunerato. Non credo che chi lo ha pagato sia d'accordo se poi lui vende il progetto ad altri. Voglio credere che in fattura si sia fatto mettere la causale del pagamento... io perlomeno lo avrei richiesto.
 

scalva

Utente Standard
Professione: PFC
Software: SW2020+AUTOCAD LT
Regione: Piemonte
mulder71 scrive:

Ad un certo punto il committente mi dice: guarda non la costruisco più, ci accordiamo sul costo del progetto e finisce così.


se uno mi commissiona un lavoro (a volte ci si fida della parola), ci spendo del tempo e a un certo punto questo cambia idea e mi dice ciao è stato bello ma ho cambiato idea e mi offre una mancia, io mi ritengo autorizzato a usare il mio progetto, magari facendo delle modifiche

ripeto, se invece c'è un accordo o un contratto scritto tutto cambia.

poi c'è il discorso etico, ma quello appunto è un altro discorso, si potrebbe scrivere un libro, tenendo conto he la categoria dei liberi professionisti, nel settore meccanico, è una tra le + " etiche" che esista.
 

mulder71

Utente Junior
Professione: Disegno e progettazione meccanica
Software: Solidworks 2016, Autocad
Regione: Piemonte
Grazie a tutti per i chiarimenti e consigli, come detto prima il progetto mi è stato pagato a mo' di indennizzo per il tempo speso, in quanto il committente per suoi motivi ha deciso di non realizzarlo più.
Ma a parte il discorso etico e di correttezza, che io preciso ci tengo molto, con questo progetto in mano che purtroppo non ho visto realizzato fisicamente, e quindi vederlo funzionante, ad un'altro soggetto che potrebbe essere interessato io potrei proporglielo? E' questo il mio dilemma, tutto per non incappare in discorsi etico-professionali, che sarebbero dannosi a me personalmente. Appellandomi alla vostra esperienza, un terzo soggetto potrebbe essere interessato ad un'idea che non è stata ancora realizzata?
 

TETRASTORE

Utente attivo
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
un terzo soggetto potrebbe essere interessato ad un'idea che non è stata ancora realizzata?
Sì, se riuscirai a convincerlo che la soluzione da te proposta gli potrà portare dei vantaggi dal punto di vista produttivo, qualitativo ed economico.
 

Fulvio Romano

Utente Senior
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
Se, come capisco, il progetto ti è stato pagato diventa proprietà del primo committente, che ha tutto il diritto di avere tutta la documentazione e i file nativi del progetto che dovrebbero essere cancellati da ogni tuo supporto.
In realtà la situazione è estremamente complessa. Il suggerimento è sempre fare a monte dei contratti che chiariscano le proprietà in gioco.
Se io pago un progetto, poi questo è mio solo solo se l'ho scritto in un contratto, altrimenti no. Se però poi chi lo ha progettato se lo rivende si comporta in modo irreprensibile dal punto di vista giuridico, ma pessimamente dal punto di vista deontologico, il che gli scava la terra sotto i piedi come scriveva qualcuno più sopra.

In generale i contratti si fanno definendo:
1. NRE (costi non ricorrenti, ovvero la progettazione)
- di chi è la proprietà intellettuale?
- vengono consegnati i disegni di assieme? I particolari? i 3d? I file gerber? I sorgenti del codice?
- di chi è il progetto (magari il progetto è mio, ma la proprietà è tua, quindi posso toglierti la produzione pagando delle royalties)
- chi può/non può brevettare se ne fosse interessato

2. Attrezzature per la produzione
- chi le produce?
- chi le paga?
- di chi sono (se ti tolgo la produzione posso prendermi gli stampi ad esempio? Sono miei? Posso portarli da un altro stampatore? Mi dai anche i parametri di processo o devo rifare i prototipi)?
- chi paga la manutenzione?

3. costi dei prototipi
- soprattutto con l'elettronica i prototipi possono costare anche un ordine di grandezza in più della produzione. Chi li paga?
- di chi sono?
- quali di quelli fungono da golden sample? A chi restano? Sì, ma la proprietà di chi è? Chi paga le tasse a fine anno sul loro valore di magazzino?

4. costi della produzione
- C'è esclusiva? Per quanto tempo?
- lotto minimo e massimo (attenzione che di solito si pensa solo al minimo e se il mercato va bene il fornitore chiede soldi per incrementare la capacità produttiva)?
- chi detiene gli oneri di marcatura (CE, Atex, PED, ecc.)
- come è gestita la garanzia?
- come vengono gestite le non conformità? Chi paga il non conforme? Chi paga la gestione del non conforme?
- come vengono gestiti i reclami da parte del cliente finale? Come si configurano i diversi attori?

Esiste una figura professionale apposita, l'industrial surveyor, di cui umilmente provo a fare parte. Per riassumere, è gente che pone le domande alle due parti al fine di aiutarli a chiarire e mettere per iscritto tutti i dubbi prima di partire.