Vantaggi e svantaggi del file di stampa .ctb

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
Molti professionisti con cui mi capita di confrontarmi impostano gli spessori dei layer su file .ctb.
Il risultato è che quando ci scambia file, con passaggi anche di persone non avvezze, il file ctb non arriva mai, o se arriva è quello sbagliato.
Personalmente preferisco impostare gli spessori dai layer.

Da ctb si può impostare la stampa in modo tale che il colore stampato sia diverso da quello a monitor. Ma forse il vantaggio principale è nella centralizzazione delle configurazioni utile in grandi studi dove ci sono mandrie di disegnatori impegnati in lavori simili. Ma per tanta gente non vedo l'utilità. Mi sbaglio?

Perché usare il .ctb? Voi come fate?
 

thelittlesniper

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Auto CAD, Revit
Regione: Alto Adige
Io negli studi in cui ho lavorato ho sempre utilizzato il ctb anche se erano uffici di poche persone.
Effettivamente potresti anche impostarti un modello dwt con una lista layer predisposta giá di tutto ció che ti serve: spessori e tipi linea, colore ecc; e ogni progetto partire da quel file. Non é una regola l'uso di un sistema piuttosto di un altro ma una comoditá di utilizzo se disegni tutto da zero.
Se invece hai necessitá di lavorare su disegni di export effettuati da altri programmi e per risparmiare tempo non vuoi ogni volta cambiarti le impostazioni dei layer, allora in quest'ultimo caso il ctb (o stb) é, oserei dire, d'obbligo.
 

ragnol

Utente poco attivo
Professione: geometra
Software: autocad 2012, Dietrich's, Sema
Regione: trentino
Per quel che vale, vi do la mia esperienza.

Io ricevo da uno a molti file dxf/dwg per ogni lavoro, anche da tecnici diversi, ovviamente ognuno con le proprie preferenze di colori ecc.

Beh, "vigliacca la maremma" se ce n'è uno che manda il file ctb/stb assieme al file cad. Ogni volta devo richiederlo o cercare di ricostruire colori e spessori da impostare per non avere stampe illeggibili.
 
  • Like
Reactions: gil

thelittlesniper

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Auto CAD, Revit
Regione: Alto Adige
Per quel che vale, vi do la mia esperienza.

Io ricevo da uno a molti file dxf/dwg per ogni lavoro, anche da tecnici diversi, ovviamente ognuno con le proprie preferenze di colori ecc.

Beh, "vigliacca la maremma" se ce n'è uno che manda il file ctb/stb assieme al file cad. Ogni volta devo richiederlo o cercare di ricostruire colori e spessori da impostare per non avere stampe illeggibili.
Quello é lo svantaggio per quando i file entrano o escono tra diversi studi.
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
Beh, "vigliacca la maremma" se ce n'è uno che manda il file ctb/stb assieme al file cad
Stessa stuazione, e se lo mandano è quello sbagliato.

potresti anche impostarti un modello dwt con una lista layer predisposta giá di tutto ció che ti serve: spessori e tipi linea, colore ecc; e ogni progetto partire da quel file.
Io preferisco questa soluzione.

Se invece hai necessitá di lavorare su disegni di export effettuati da altri programmi
Qual'è sarebbe il vantaggio? Io non ho altri programmi quindi manco di esperienza diretta, ma se esporto da altri programmi farei cosi. Ad esempio se disegno un frullatore, nel programma di partenza imposto i layer con dei nomi che saranno gli stessi per ogni frullatore che disegno.

Poi da autocad apro un modellopredisposto per disegni di frullatori, in cui ci sono layer con gli stessi nomi del cad principale già configurati. Copio il disegno originale qui dentro e sono a posto.

Non potrebbe funzionare?

Vorre ianche chiedere, ma i file ctb, sono guali per tutte le versione di autocad? Se uno usa Autocad 2021, può prendere il suo ctb e ficcarlo dentro autocad 2000 e funziona? Oppure si deve convertire, come avviene con i file dwg? Come si converte un ctb?
 

thelittlesniper

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Auto CAD, Revit
Regione: Alto Adige
Qual'è sarebbe il vantaggio? Io non ho altri programmi quindi manco di esperienza diretta, ma se esporto da altri programmi farei cosi. Ad esempio se disegno un frullatore, nel programma di partenza imposto i layer con dei nomi che saranno gli stessi per ogni frullatore che disegno.

Poi da autocad apro un modellopredisposto per disegni di frullatori, in cui ci sono layer con gli stessi nomi del cad principale già configurati. Copio il disegno originale qui dentro e sono a posto.

Non potrebbe funzionare?

Vorre ianche chiedere, ma i file ctb, sono guali per tutte le versione di autocad? Se uno usa Autocad 2021, può prendere il suo ctb e ficcarlo dentro autocad 2000 e funziona? Oppure si deve convertire, come avviene con i file dwg? Come si converte un ctb?
Partiamo dal semplice: il formato ctb vale per tutte le versioni di autocad.

Per quanto riguarda invece gli export da altri programmi io parlavo in generale. Ovvio che se hai un programma in cui puoi preimpostarti il formato layer per l'autocad finale, il ctb potrebbe non aver senso, sempre che l'utility dei layer sia minimamente impostabile e standardizzabile... non che ogni volta mi devo impostare 200 layer diversi per fare l'export.
Altri programmi magari ti buttano fuori di base un'accozzaglia di linee o elementi con layer non impostabili dal principio e quindi il ctb o stb ti torna utile per attribuire particolari opzioni per la stampa.

Qui dei chiarimenti su cosa sono ctb e stb in una vecchia discussione: LINK cad3d.it
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
Grazie per aver condiviso le vostre esperienze e conosce.
 

x11start

Utente Standard
Professione: Disegnatore prefabbricati
Software: Autocad
Regione: Piemonte
Quella è una buona soluzione, ma a livello interno dell'ufficio.
Sarebbe auspicabile anche per lo scambio di dwg, ma se sbagliano addirittura a mandarti il ctb, credi siano in grado di eseguire la procedura per incorporarlo?
Nel lontano 2002 (!) feci un lisp chiamato "COLORI.LSP": l'intento era quello di prendere un disegno nel quale erano stati adottati determinati colori per le varie entità... e trasformarlo in modo da poterlo stampare con il CTB da noi utilizzato.
Il lisp leggeva il file di testo COLORI.TXT (in allegato ho messo COLORIOK.TXT, ma è solo per mantenerne la versione originale: si può copiare e rinominare).
In COLORI.TXT, con blocco note, andavo a sostituire i n. dei colori che volevo variare e poi lanciavo il lisp.
Come spiegato dettagliatamente in COLORI_LEGGIMI.TXT, venivano anche inseriti - eplosi - modificati e ricreati i blocchi contenuti nel dwg.

Provatelo ... (Ma non mi assumo responsabilità: da parecchio non lo uso!)
 

Allegati