Uso della tavoletta grafica in AutoCAD

Pier46

Utente poco attivo
Professione: Archeologo
Software: Autocad
Regione: Puglia
Buona sera mi chiamo Pierluigi, nella vita sono un archeologo.
Apro questo post perchè ho un problema, per lavoro uso Autocad, uno dei comandi principali sono polilinea e schizzo.
Fatta questa premessa mi hanno regalato una tavoletta grafica (modello Gaomon S260) collegata al pc funziona al posto del mouse è abbastanza easy. I problemi sorgono quando provo a usarla su autocad, da visualizza > tavoletta > se faccio on mi dice che il dispositivo non può essere riconosciuto come tavoletta. Non sarebbe un problema in se dato che comunque il puntatore si muove quando muovo lo stilo della tavoletta. Ma se provo a usare un comando non va proprio mi traccia i segmenti a caso o disegna le forme con dimensioni che io non imposto.
Qualcuno può aiutarmi i ha avuto problemi simili??
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
C'è ben poco da fare. Le tavolette moderne non funzionano con AutoCAD. Queste erano le tavolette compatibili
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
Cosa ti pare strano? Che in AutoCAD ormai le tavolette non si usino più da un pezzo? Se i comandi principali che usi sono polilinea e schizzo, forse AutoCAD non è lo strumento migliore per il tuo mestiere
 

Tristus

Utente attivo
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
mi pare un po' strano però
Un studio tecnico professionale userà tavolette come quella nella foto postata da Tristan. Tutte le altre servono a dipingere coi programmi tipo Photoshop.
La prima volta che vidi una digitalizzazione di una mappa catastale lavoravano proprio con tavolette come quella nella foto. Parecchi anni fà.

Pero' all'epoca i programmi per vettorizzare i risultati di una scansione erano limitatissimi e a seconda della mappa i risultati erano pessimi, si faceva prima con la tavoletta grafica.
Ma il "mouse" di quella tavoletta è molto preciso e il lavoro andava avanti spedito.
 
Ultima modifica:

Pier46

Utente poco attivo
Professione: Archeologo
Software: Autocad
Regione: Puglia
il punto è che il programma dovrebbe vedermi la tavoletta come il mouse, il fatto che io mi occupo di archeologia e capita che devo lavorare su piante di strato, o lucidatura di fotogrammetria muraria e non sempre gli elementi architettonici sono regolari ecco perché uso schizzo. Quindi pensavo che la tvoletta poteva essere utile. resta il fatto che il programma dovrebbe vedere la penna come il mouse, e infatti funziona ma quando prendo un comando sfarfalla
 

Tristus

Utente attivo
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
La tavoletta che hai tu si sostituisce effettivamente al mouse, al punto che è possibile addirittura aprire il browser e navigare con l'uso della penna. E cosi' immagino la stessa penna ti consenta di aprire i menu' di autocad. Ma un conto è navigare nei menu' ed un'altro è appropriarsi di un comando specifico (come schizzo o polilinea). Infatti Autocad ti dice subito che la tavoletta non è compatibile, ovvero ti consente di esplorare i menu' ma non comprende il comando che selezioni.

Conviene utilizzare utilizzare Photoshop per creare le linee a mano libera con la penna della tua tavoletta, vettorizzare il risultato (sempre con Photoshop) e importare il risultato vettorizzato su Autocad.

Qualcosa del genere
 

Tristus

Utente attivo
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
Questo video è forse piu' esplicativo.
Egli prende una immagine (una icona qualsiasi) e la vettorizza. Cioè trasforma quell'immagine (che puo' essere una foto o un insieme di linee disegnate con la tavoletta grafica) in qualcosa che possa essere importato su Autocad in formato vettoriale. Egli usa Adobe Capture ma si puo' fare anche con Photoshop.
A meno che tu non abbia esigenze particolari, puoi fare a meno di Autocad, perchè Autocad è il programma meno indicato per lavorare "a mano libera". Pero' puoi fare quel lavoro in Photoshop ed importarlo su Autocad in formato vettoriale, qualora ti venisse richiesto di visualizzarlo su Autocad.

 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
Senza andare su Photoshop, potrebbe bastarti un GIMP o Inkscape (meglio quest'ultimo che esporta direttamente in DXF) entrambi opensource
 

Pier46

Utente poco attivo
Professione: Archeologo
Software: Autocad
Regione: Puglia
Il fatto che io faccio tutto con autocad perché lo trovo più performante dal disegno archeologico dei reperti alla trasposizione dei rilievi e poi perchè in sovrintendenza vogliono il formato sia il formato cad sia il pdf di tutto i, va bhe la tavoletta grafica non sa da fare peccato. Grazie mille
 

stefanobruno

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: Progettazione caotica e notturna e Seguace Anonimo di Shiren :) [ Ma dove sei finito ? ]
Software: Inventor 2019 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
Un studio tecnico professionale userà tavolette come quella nella foto postata da Tristan. Tutte le altre servono a dipingere coi programmi tipo Photoshop.
Non è proprio così, ho cominciato con le tavolone come da foto di Tristan, poi ho preso delle Wacom A5 con un template che replicava il layout delle tavolone, mi ostinavo a non voler usare il menù a schermo.
Tempo 2 settimane, ho tolto il template ed usato la tavoletta come un mouse estremamente preciso, passando definitivamente al menù a schermo.
Le tavolette Wacom consentono di definire il rapporto area tavoletta / area schermo, non conosco quella citata da Pier46.
Sono sicuro che non puoi riconoscerla come " tavoletta ", ma la vedi solo come mouse.
Sono decenni che uso Autocad, Inventor, Rhino e tutto il resto con questo puntatore, mai avuto problemi.
 

Pier46

Utente poco attivo
Professione: Archeologo
Software: Autocad
Regione: Puglia
Non è proprio così, ho cominciato con le tavolone come da foto di Tristan, poi ho preso delle Wacom A5 con un template che replicava il layout delle tavolone, mi ostinavo a non voler usare il menù a schermo.
Tempo 2 settimane, ho tolto il template ed usato la tavoletta come un mouse estremamente preciso, passando definitivamente al menù a schermo.
Le tavolette Wacom consentono di definire il rapporto area tavoletta / area schermo, non conosco quella citata da Pier46.
Sono sicuro che non puoi riconoscerla come " tavoletta ", ma la vedi solo come mouse.
Sono decenni che uso Autocad, Inventor, Rhino e tutto il resto con questo puntatore, mai avuto problemi.
Anche la mia mi fa definire il rapporto area di lavoro come ho detto come mouse me lo riconosce solo che quando prendo un comando sfarfalla proprio in maniera incomprensibile. Che ho provato su una versione 2015 e funziona benissimo!!! Quindi me ne vado con l'idea che sia la mia versione il vero problema
 

Tristus

Utente attivo
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
I drivers sono installati?
Io qualche settimana fà ho provato con una Wacom Bamboo di mio nipote, ma devo dire onestamente che non mi trovo per nulla a mio agio. Non su Autocad perchè non l'ha installato, ma su Photoshop.
Certo, per tracciare a mano libera la penna è l'ideale, ma per tutto il resto personalmente lo trovo scomodo. Ma sicuramente bisogna prenderci la mano.

Comunque non mi scoraggerei. Piuttosto che lasciare inutilizzata la tavoletta e dannarmi col mouse ed il comando schizzo aprirei subito un programma per vettorizzare le immagini e lavorerei con quello per poi importare il risultato della vettorizzazione su Autocad.
Dico questo in linea di massima, non conoscendo la modalità con cui attualmente acquisisci i vettori.
Prima hai parlato di lucidatura di fotogrammetria. Importi il file immagine (o raster) su Autocad e ricalchi sopra? E' possibile vedere qualche immagine relativa al lavoro che devi svolgere? In maniera che si possa essere piu' precisi nei consigli
 

Pier46

Utente poco attivo
Professione: Archeologo
Software: Autocad
Regione: Puglia
I drivers sono installati?
Io qualche settimana fà ho provato con una Wacom Bamboo di mio nipote, ma devo dire onestamente che non mi trovo per nulla a mio agio. Non su Autocad perchè non l'ha installato, ma su Photoshop.
Certo, per tracciare a mano libera la penna è l'ideale, ma per tutto il resto personalmente lo trovo scomodo. Ma sicuramente bisogna prenderci la mano.

Comunque non mi scoraggerei. Piuttosto che lasciare inutilizzata la tavoletta e dannarmi col mouse ed il comando schizzo aprirei subito un programma per vettorizzare le immagini e lavorerei con quello per poi importare il risultato della vettorizzazione su Autocad.
Dico questo in linea di massima, non conoscendo la modalità con cui attualmente acquisisci i vettori.
Prima hai parlato di lucidatura di fotogrammetria. Importi il file immagine (o raster) su Autocad e ricalchi sopra? E' possibile vedere qualche immagine relativa al lavoro che devi svolgere? In maniera che si possa essere piu' precisi nei consigli
Allora ho aggiornato a Autocad 2021 e adesso funziona quasi bene, non mi riconosce bene per esempio i tasti sulla penna (avevo messo il pan per spostarmi e quello ogni tanto non lo prende).
Esatto come documentazione noi usiamo la fotgrammetria e su quella disegniamo il rilievo. Purtroppo non esiste nessun programma di vettoralizzazione in grado di trasporre un muro medievale. Le murature sono fatte di conci fortemente irregolari. Purtroppo il rilievo fa parte della documentazione di scavo quindi va fatto, e questo ci riporta alla tavoletta. Io so usare solo autocad magari ci sono programmi più efficienti per questo tipo di lavoro ma sicché io quello so usare (anche perchè non ci faccio solo rilievo degli alzati ma anche rilievo architettonico) e quello uso. Comunque con la tavoletta e il comando schizzo mi sono trovato molto bene!! magari le wacom sono più compatibili con il AC che la marca che ho preso io!
 

Tristus

Utente attivo
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
magari ci sono programmi più efficienti per questo tipo di lavoro
Per il rilievo architettonico, cosi' come per quello archeologico, viene incontro la fotogrammetria.
Come è possibile altrimenti ottenere un rilievo 3d col metodo che hai descritto tu?
Questo è un esempio di un tratto di una mantovana che rilevai per dei test, scattando 35 fotografie e dandole in pasto al programma Zephir3d (ma ne sarebbero bastate molte di meno) da una distanza di 3 mt circa, da sotto. L' elaborazione dura qualche decina di minuti.
Il risultato che si ottiene è un modello 3d consultabile anche da Autocad.
E' possibile anche esportare il pdf 3d.
 

Allegati

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
Per il rilievo architettonico, cosi' come per quello archeologico, viene incontro la fotogrammetria.
Come è possibile altrimenti ottenere un rilievo 3d col metodo che hai descritto tu?
Probabilmente a loro basta generare un fotopiano da ricalcare con AutoCAD. Tecnologia del secolo scorso ma per gli archeologi magari è sufficiente
 

Tristus

Utente attivo
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
Probabilmente a loro basta generare un fotopiano da ricalcare con AutoCAD. Tecnologia del secolo scorso ma per gli archeologi magari è sufficiente
Si, ma a questo punto Autocad adoperato per tracciare col comando schizzo diventa quasi un ostacolo che fa perdere del tempo. Si potrebbe ottenere lo stesso risultato di "lucidatura" con un programma di foto-ritocco che vada a tracciare i contorni della foto per poi vettorizzare il risultato, magari ripulendolo dalle linee in eccesso.

Oppure scattando una serie di fotografie e dandole in pasto ad un programma di fotogrammetria si potrebbe, una volta ottenuto il modello 3d, visualizzarlo con la stessa prospettiva di ciascuna delle foto scattate. Si potrebbe poi ottenere una figura non 3d che includa sia la foto che il modello 3d visualizzato pero' come tutto su un piano. Il foto piano di cui parlavi.

https://www.archeodigital.it/rilievi-archeologici/
 

Pier46

Utente poco attivo
Professione: Archeologo
Software: Autocad
Regione: Puglia
che è esattamente quello che facciamo, fotopiani ( io uso metashape ) ma il problema sono che noi studiamo anche le murature perché vengono rilevate (io nello specifico mi occupo anche di metrologia antica) non esiste nessun programma che è in grado di vettorializzare gli elementi di unav muratura e molte cose si notano molto meglio dopo che abbiamo disegnato il rilievo. proprio sta mattina mi sono accorto lucidando una muratura che c’era un passaggio murato molto bene che non avevamo notato sul cantiere ne da modello 3d