Trasferimento

Professione: Ufficio tecnico
Software: Solidwork 2016
Regione: Lombardia
#1
Salve a tutti colleghi.
Vi spiego brevemente la mia storia in modo che possiate capire a grandi linee la situazione:

Azienda nata a Trento con distaccamento produttivo a Brescia e ufficio commerciale a Milano.
Sono stato assunto nella sede di Milano (abito qui) con contratto d'apprendistato per 3 anni con il ruolo di disegnatore tecnico.

A distanza di 2 anni (24/09/2019), quindi ancora sotto contratto d'apprendistato, l'ufficio chiude.

LETTERA DI TRASFERIMENTO
"Con la presente le comunichiamo il suo trasferimento presso sede aziendale di Trento a decorrere dal giorno 01/10/2019 per le ragioni di carattere tecniche, organizzative e produttive discusse e approfondite nell'ultimo incontro collettivo.
Le comunichiamo inoltre che tale trasferimento non comporterà alcuna modifica delle condizioni economiche e normative attualmente applicate."


____
Allo stato attuale, eccomi qui che scrivo a voi per una mano su come comportarmi in questa situazione.
La sede dove mi hanno spostato è a 214km da casa mia, cosa che mi lascia capire che entro una settimana o mi trasferisco a Trento o sono disoccupato. (direi che 3ore di viaggio andata e 3ore di viaggio ritorno siano pazzia)

- Quali sono i termini di preavviso per una lettera di trasferimento?


- Domani svuotano gli uffici, pc sul quale io lavoro compreso, come mi comporto per quanto riguarda il resto della settimana a lavoro?
Non ho modo di lavorare dato che porteranno via il pc sul quale posso esercitare la mia mansione, eppure io sono obbligato per contratto a venire comunque nella mia sede di lavoro (che fino a fine settimana è ancora a Milano)

- Informandomi su internet ho letto che oltre i 50/60km posso rifiutare il trasferimento (cosa che aimè dovrò fare dato che non posso permettermi con lo stipendio attuale anche solo di pensare di andare in affitto, ne tanto mento voglio farlo) potendo chiedere comunque la naspi ma per quanto riguarda il preavviso, posso far richiesta di buona uscita?


Ringrazio chiunque mi dedichi un po' del suo tempo. E' stato un piacere comunque aver trovato così tanta gente disponibile su questo forum e spero di ritrovare un impiego che mi permetta di aiutare e farmi aiutare da gente come voi.

Simone
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019/AutoCadLt.
Regione: Veneto
#2
Salve a tutti colleghi.
Vi spiego brevemente la mia storia in modo che possiate capire a grandi linee la situazione:

Azienda nata a Trento con distaccamento produttivo a Brescia e ufficio commerciale a Milano.
Sono stato assunto nella sede di Milano (abito qui) con contratto d'apprendistato per 3 anni con il ruolo di disegnatore tecnico.

A distanza di 2 anni (24/09/2019), quindi ancora sotto contratto d'apprendistato, l'ufficio chiude.

LETTERA DI TRASFERIMENTO
"Con la presente le comunichiamo il suo trasferimento presso sede aziendale di Trento a decorrere dal giorno 01/10/2019 per le ragioni di carattere tecniche, organizzative e produttive discusse e approfondite nell'ultimo incontro collettivo.
Le comunichiamo inoltre che tale trasferimento non comporterà alcuna modifica delle condizioni economiche e normative attualmente applicate."


____
Allo stato attuale, eccomi qui che scrivo a voi per una mano su come comportarmi in questa situazione.
La sede dove mi hanno spostato è a 214km da casa mia, cosa che mi lascia capire che entro una settimana o mi trasferisco a Trento o sono disoccupato. (direi che 3ore di viaggio andata e 3ore di viaggio ritorno siano pazzia)

- Quali sono i termini di preavviso per una lettera di trasferimento?

- Domani svuotano gli uffici, pc sul quale io lavoro compreso, come mi comporto per quanto riguarda il resto della settimana a lavoro?
Non ho modo di lavorare dato che porteranno via il pc sul quale posso esercitare la mia mansione, eppure io sono obbligato per contratto a venire comunque nella mia sede di lavoro (che fino a fine settimana è ancora a Milano)


- Informandomi su internet ho letto che oltre i 50/60km posso rifiutare il trasferimento (cosa che aimè dovrò fare dato che non posso permettermi con lo stipendio attuale anche solo di pensare di andare in affitto, ne tanto mento voglio farlo) potendo chiedere comunque la naspi ma per quanto riguarda il preavviso, posso far richiesta di buona uscita?


Ringrazio chiunque mi dedichi un po' del suo tempo. E' stato un piacere comunque aver trovato così tanta gente disponibile su questo forum e spero di ritrovare un impiego che mi permetta di aiutare e farmi aiutare da gente come voi.

Simone
Ciao, al di la delle tue scelte controlla se nella lettera di assunzione è indicata la clausula di eventuali trasferimenti presso altre sedi. Teoricamente la mettono sempre di prassi però verifica.

Auguri.
 
Professione: Ufficio tecnico
Software: Solidwork 2016
Regione: Lombardia
#3
controlla se nella lettera di assunzione è indicata la clausula di eventuali trasferimenti presso altre sedi. Teoricamente la mettono sempre di prassi però verifica.
Ciao New Rider.
Si stasera controllerò il contratto per assicurarmi, ne avevo già l'intenzione.

al di la delle tue scelte
Premetto che ho 24 anni, vivo con i miei e devo solo pagare 184€ al mese di rata della macchina + assicurazione e bollo. Prendo questa scelta perché non voglio cambiare vita, tutto qui.
Sono cosciente che fossi stato un padre di famiglia (aldilà dei 5 giorni di preavviso, sabato e domenica inclusi) avrei pensato e ripensato a tutte le possibilità.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019/AutoCadLt.
Regione: Veneto
#4
Se posso darti un consiglio, giusto o sbagliato, valutando bene i costi di un trasferimento in base al tuo guadagno mensile potresti prendere la palla al balzo ed affrontare questa esperienza magari per un breve periodo che ne so 3/4/5 mesi. Potrebbe aprirsi un mondo diverso da quello in cui sei abituato a vivere. Magari avrai nuove opportunità di carriera in Trentino piuttosto che avere una scusa per cambiare lavoro e ritornare vicino a casa tua ma almeno non resti senza lavoro. Credo che se dovessi tornare a casa dopo un periodo di lontananza in fase di ricerca di lavoro suona meglio alle orecchie di un titolare la scelta di cambiare lavoro per motivi di lontananza dagli affetti.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#5
Se posso darti un consiglio, giusto o sbagliato, valutando bene i costi di un trasferimento in base al tuo guadagno mensile potresti prendere la palla al balzo ed affrontare questa esperienza magari per un breve periodo che ne so 3/4/5 mesi. Potrebbe aprirsi un mondo diverso da quello in cui sei abituato a vivere. Magari avrai nuove opportunità di carriera in Trentino piuttosto che avere una scusa per cambiare lavoro e ritornare vicino a casa tua ma almeno non resti senza lavoro. Credo che se dovessi tornare a casa dopo un periodo di lontananza in fase di ricerca di lavoro suona meglio alle orecchie di un titolare la scelta di cambiare lavoro per motivi di lontananza dagli affetti.
Purtroppo penso che vivere da soli in Trentino con la paga del contratto di apprendista sia molto duro...
 

Meteor02

Utente Standard
Professione: Tecnico stampaggio plastica
Software: Solidworks 2016
Regione: Emilia romagna
#6
direi che se ha chiuso la sede hai poco da fare o accetti il trasferimento o ti rivolgi al sindacato, perderai il lavoro ma forse riuscirai a ottenere un indennizzo. secondo la lettera che ti hanno inviato puo intendere che hai avuto un preavviso nell ultimo incontro collettivo.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#7
Forse mi sbaglio ma credo che una settimana scarsa di preavviso per essere trasferito a Trento sia un po pochina...io non avendo niente da perdere un salto dal sindacato lo farei.
Hai qualche collega? Cosa dicono loro? Non credo che uno che ha famiglia la prenda tanto leggera come stai facendo tu...
 
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#8
Purtroppo credo ci sia poco da fare.
Anni fa dalle mie parti erano attive 3 cartiere. Con la crisi la proprietà di una di queste decise di chiudere uno stabilimento. Per "liberarsi" dei lavoratori fece la stessa cosa, li trasferì a Mantova nell'altro stabilimento del gruppo.
Mise anche in funzione un servizio pullman per i lavoratori, per far vedere che non voleva mandarli a spasso.
Gli è bastato aspettare, piano piano si sono licenziati TUTTI.
Comunque un giro dal sindacato fallo, forse potresti almeno ridurre il danno al minimo.
 

PierArg

Moderatore
Staff Forum
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
#9
Anche mia moglie ha vissuto una situazione del genere...solo che il nuovo ufficio si trovava in Slovenia.
Ti lascio immaginare l'epilogo.
 

gil

Utente Senior
Professione: Scarabocchiatore
Software: Cadsauro (il cad con la clava)
Regione: Italia
#10
Ti resta 1 hanno di contratto. Io andrei a Trento, in un residence o simile, ma nel frattempo cercherei altri approdi. Appena hai una proposta ragionevolmente vantaggiosa passerai ad altro, com'è normale per ogni lavoratore.
 

haga78

Utente Junior
Professione: progettista meccanico
Software: SolidWorks, SolidEdge, AutoCAD
Regione: Italy
#11
Forse è tardi per scrivere, visto che si parlava del 1° ottobre.

Se hai contratto CCNL Metalmeccanico c'è poco da fare, il trasferimento rientra in esso (non mi ricordo i tempi di preavviso, puoi cercare sulla rete il CCNL), ti salvi solo se sul contratto che hai firmato con l'azienda c'è esplicitamente una clausola che in deroga al CCNL ti esonera dal trasferimento.

Comunque un'azienda che fa un'azione simile è per diminuire il personale, inutile girarci intorno.
Quindi trasferirti significherebbe sacrificare famiglia/affetti + buona parte dello stipendio per affitto e spese vive per poi ritrovarti magari tra qualche mese fuori comunque (futuro piano di riduzione del personale, mobilità etc....).

Vivi a Milano, credo che di occasioni tra città e zone limitrofe (Bergamo, Brianza...) tu possa trovarne abbastanza.
 
Ultima modifica:

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#12
Forse è tardi per scrivere, visto che si parlava del 1° ottobre.

Se hai contratto CCNL Metalmeccanico c'è poco da fare, il trasferimento rientra in esso (non mi ricordo i tempi di preavviso, puoi cercare sulla rete il CCNL), ti salvi solo se sul contratto che hai firmato con l'azienda c'è esplicitamente una clausola che in deroga al CCNL ti esonera dal trasferimento.

Comunque un'azienda che fa un'azione simile è per diminuire il personale, inutile girarci intorno.
Quindi trasferirti significherebbe sacrificare famiglia/affetti + buona parte dello stipendio per affitto e spese vive per poi ritrovarti magari tra qualche mese fuori comunque (futuro piano di riduzione del personale, mobilità etc....).

Vivi a Milano, credo che di occasioni tra città e zone limitrofe (Bergamo, Brianza...) tu possa trovarne abbastanza.
E' chiaro che l'intento di un'azione simile è quello di ridurre il personale, quindi inutile inseguire gli spostamenti.
Rimane il fatto che un'azione del genere denota una considerazione dell'azienda verso i dipendenti praticamente nulla...
 

PierArg

Moderatore
Staff Forum
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
#13
D'accordissimo con Haga78, ma avrei da fare una precisazione: una cosa è cercare lavoro da disoccupato, un'altra è cambiare lavoro da occupato.
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#14
D'accordissimo con Haga78, ma avrei da fare una precisazione: una cosa è cercare lavoro da disoccupato, un'altra è cambiare lavoro da occupato.
Spiega meglio cosa intendi.
Cercare lavoro è di per sé un lavoro impegnativo. Farlo da disoccupato è certamente più semplice. Tuttavia un disoccupato ha molte meno leve in sede contrattuale rispetto ad un occupato. E' da considerare però che tra un occupato a tempo indeterminato di un'azienda solida ed un contratto d'apprendistato con un'azienda che sta per chiudere, le leve hanno braccio diverso.
La situazione ha mille facce.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#15
Spiega meglio cosa intendi.
Cercare lavoro è di per sé un lavoro impegnativo. Farlo da disoccupato è certamente più semplice. Tuttavia un disoccupato ha molte meno leve in sede contrattuale rispetto ad un occupato. E' da considerare però che tra un occupato a tempo indeterminato di un'azienda solida ed un contratto d'apprendistato con un'azienda che sta per chiudere, le leve hanno braccio diverso.
La situazione ha mille facce.
Aggiungiamoci anche che dal punto di vista psicologico la differenza è enorme.
 

PierArg

Moderatore
Staff Forum
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
#16
Significa che contrattualmente un disoccupato non è "attraente". Brutto da dire ma è così.
E sinceramente, avendo fatto anche io colloqui per assumere collaboratori, quando si presentava gente momentaneamente non occupata (ma veramente brava e con esperienza) dall'HR Manager non era visto di buon occhio.

La prima cosa che pensano quelli delle risorse umane è:
"è un ingegnere, con tutta questa richiesta di profili tecnici mi meraviglio come ancora non abbia trovato lavoro".