Tracciare in AutoCAD linee e polilinee da coordinate su file Excel o CSV

enzoibba

Utente poco attivo
Professione: Dottore Agronomo
Software: AUTODESK MAP
Regione: SARDEGNA
#1
Buongiorno
Utilizzo autocad map da diverso tempo
Vorrei sapere se esiste il modo per tracciare automaticamente e volocemetne delle linee le cui coordinate di inizio e fine sono indicate in una tabella di Excel, come tale esportabile in un file CSV, e di cui allego un esempio?
Grazie
 

Allegati

GP.

Utente Senior
Professione: Nientologo
Software: uozapp
Regione: Vercelli
#2
1) in una cella scrivi LINEA
2) nella cella a destra scivi =CONCATENA(D1;",";E1) ovvero la coordinata d'inizio linea
3) nella cella ancora a destra scrivi =CONCATENA(F1;",";G1) ovvero la coordinata di fine linea
4) nella cella ancora a destra fai uno SPAZIO che equivale, in AutoCAD a premere INVIO
5) seleziona le quattro celle, poi il + nero che compare in basso a destra della selezione e trascina in basso fino a all'ultima riga che contiene dati
6) CTRL+C di tutta la selezione
7) in AutoCAD, da riga di comando, CTRL+V

Se ci prendi la mano bastano 10 secondi.

617.jpg
 

enzoibba

Utente poco attivo
Professione: Dottore Agronomo
Software: AUTODESK MAP
Regione: SARDEGNA
#3
Grazie mille della risposta!
avevo letto qualcosa di simile, ma non riuscivo a procedere perchè le indicazioni davano sempre per scontato qualche passaggio o concetto minimale, che però per coloro che non masticano ogni giorno questi argomenti, così scontati non lo sono.
Le tue indicazioni erano invece di una chiarezza e completezza esemplari!
Grazie mille davvero
Aggiungo però due cose
1) è necessario adeguare in excel il separatore di sistema per i decimali: io avevo settato la virgola per cui alcune linee le tracciava altre divenivano punti ecc. una volta cambiato ilseparatore per i decimali da virgola al punto, è stato un attimo tracciare le linee!
2) Ad un certo punto benchè nelle colonne delle coordinate tutti i numeri fossero approssimati alla seconda cifra decimale, tra la riga 111 e la riga 112 ad un certo punto nelal colonna concatena l'arrotondamento è sparito e dalla seconda cifra decimale è comparso un nove periodico! Non sono riuscito a capire perchè, ho dovuto applicare la funzione arrotondamento aòla formula contenuta nella cella che originava il comportamento misterioso! per capire meglio allego le immagini
Grazie di nuovo e buon lavoro a tutti
1561192678030.png
1561192762641.png
Comunque chi volesse provare c'è il file originale che avevo postato nell'aprire la discussione
ciao
 

Allegati

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#4
l'arrotondamento è sparito e dalla seconda cifra decimale è comparso un nove periodico!
Come quando si utilizza un cacciaviti o un tornio, anche per uno strumento come Excel, bisogna sapere cosa si prende in mano, sia per fare un lavoro sensato, sia anche per non farsi male.

Excel non è uno strumento matematico, e per utilizzarlo bisogna essere coscienti delle sue limitazioni. Nel caso specifico, bisogna conoscere il modo con cui memorizza le variabili e come la somma ripetuta di piccole quantità a numeri anche non particolarmente grandi, significhi andare incontro ad accumulazioni di errore.

Purtroppo, per comprendere questi meccanismi è necessaria un po' di matematica che, dalla maggior parte delle persone (e anche da qualche ingegnere) è ritenuta materia inutile o addirittura sfoggio di spocchia da chi ne illustra la necessità.

La propagazione degli errori è materia squisitamente matematica e chi l'ha studiata (e compresa) sviluppa subito l'allarme interno quando vengono accostati numeri dimensionalmente molto diversi, quando si eseguono sottrazioni tra numeri molto simili e per altri casi un po' più complicati.

Quando poi queste operazioni sono ripetute sulle stesse variabili per un numero di volte elevato (com'è il caso dell'OP), il risultato è scontato. In realtà, sono situazioni che si risolvono facilmente, ma è necessario comprendere dove l'errore si è generato (memorizzazione della variabile in formato binario) e come lo stesso si sia propagato (somma di numeri di ordine di grandezza diverso).

Nella maggior parte dei casi, è sufficiente arrotondare, ma qualche volta l'arrotondamento mette una pietra tombale sopra errori di calcolo che non si sarebbero dovuti trascurare (vedi il caso delle sottrazioni...) e si ottiene un risultato completamente errato.

Excel è uno strumento adatto a fare i conti della spesa e poco più. L'utilizzo da parte degli ingegneri (tra cui alcuni che lo hanno eletto a unico strumento per la soluzione dei calcoli universali) è un rischio che la maggior parte assume senza rendersene minimamente conto, partendo dal presupposto che un calcolatore non sbaglia le somme e che se la formula inserita è corretta, così sarà anche il risultato.

L'arrotondamento automatico nella presentazione dei risultati è uno tra i peggiori difetti di questo strumento (causa del problema rilevato dall'OP). L'altro è l'insufficiente precisione della memorizzazione delle variabili (64 bit).

Esistono altri strumenti (Matlab, per dirne uno) che sono invece realizzati appositamente per i calcoli scientifici. Sfortunatamente (per alcuni, ma fortunatamente per altri) sono strumenti più complessi da adoperare, ma fanno anche la differenza tra gli ingegneri "Excel-based" e gli altri.
 

GP.

Utente Senior
Professione: Nientologo
Software: uozapp
Regione: Vercelli
#5
...l'arrotondamento è sparito e dalla seconda cifra decimale è comparso un nove periodico...
E' l'ultimo dei tuoi problemi, puoi lasciarli tranquillamente senza alcun arrotondamento.
AutoCAD visualizza al massimo 8 decimali, quindi anche impostandoli tutti vedresti comunque il numero arrotondato.
A meno che tu ti occupi di ingegneria genetica e DNA... :)

Excel è uno strumento adatto a fare i conti della spesa e poco più. L'utilizzo da parte degli ingegneri....
Forse la prima affermazione è un po' esagerata, ma sti ingegneri...:p
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#6

Cristallo

Utente Standard
Professione: Leggo e confronto
Software: Lettura critica
Regione: Fuori dalla cerchia
#7
Quando mi sono diplomato (eoni fa) iniziarono ad uscire le prime calcolatrici elettroniche a "10 digit", intese che rappresentavano un numero con ben 10 cifre, tra la parte intera e quella decimale. Non scrivevano, né passavano dati altrove. Il numerino lo trascrivevi sulla carta.
Poi dopo qualche anno sul mercato arrivarono le 12 digit, e fu allora che mi accorsi effettivamente che 2 digit in più ti permettevano di fare cose strabilianti :D
La cosa assurda è che qualche tempo prima, NASA con un calcolatore la cui memoria era a nuclei di ferrite, ha portato sulla Luna delle persone con un display da 3 linee di 5 cifre, sprovviste di decimali. Che arroganti spacconi, giocare con la vita delle persone con 5 cifre...
Più tardi conobbi un ingegnere che progettava con il regolo calcolatore, e pensai: che ciarlatano, tira su un'edificio con un righello dove non si distingue nulla. Che mentecatto costui che si azzardava a costruire ponti con uno stumento che non è adatto neanche a contare le patate nella cesta. Ma si sà oggi (e solo oggi) gli ingegneri sono tali, prima erano un pò come quegli accattoni con il sale e la polverina che si spacciano per medici :D
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#8
Leggere i commenti ai miei post è sempre istruttivo... la miopia che traspare da alcuni di essi è di per sé una conferma delle mie stesse affermazioni.

Pensa, Cristallo, che il regolo lo ho adoperato anch'io... Chi ha imparato davvero a usare il regolo (o le tavole numeriche) ha ben chiaro il concetto di approssimazione e di propagazione degli errori. Chi invece pensa che dieci cifre, dodici, o addirittura sedici "bastino e avanzino", è come il cieco che attraversa l'autostrada fidandosi del proprio bastone.
 

Cristallo

Utente Standard
Professione: Leggo e confronto
Software: Lettura critica
Regione: Fuori dalla cerchia
#9
Se davvero lo avessi usato, non ci sarebbe bisogno di filosofeggiare sulla propagazione degli errori.
La tavole numeriche di cui tu parli, riportano una stampa generalmente a 6-8 decimali (evidentemente più che soddisfacente per l'utilizzo a cui sono rivolte).
Dire di uno strumento che gestisce 2^64 cifre (oltre 18 miliardi di miliardi) che è buono per fare la spesa, vuol dire che quando usavi il regolo o le tavole numeriche stavi pesando 4 atomi di ossigeno con la stadera. Mah.
Ma il concetto è abbastanza chiaro ai più: hai sbagliato indirizzo di studio. Sei più umanista, vista la tua smodata propensione alla filosofia.
In tutti i casi, chi ha assorbito i concetti della teoria degli errori, ha ben presente che l'errore non è eliminabile, che molte volte si autocompensa con un errore successivo di segno contrario e che essendo non eliminabile deve essere gestito per fare in modo che rienti in quel range che non ha un impatto significativo sul risultato finale cercato (non nullo, ma poco significativo).
In realtà l'immagine che mi sto facendo del tuo modo di ragionare è questa:
, e credo di non essere il solo.

P.S. noto una somiglianza tra l'avatar ed il personaggio... ma non è che ci stai a pija per i fondelli??
 

ale47p

Utente registrato
Professione: reverse/cad/cam
Software: CopyCad/PowerShape/PowerMill/VeriCut
Regione: Veneto
#10
Leggere i commenti ai miei post è sempre istruttivo... la miopia che traspare da alcuni di essi è di per sé una conferma delle mie stesse affermazioni...
io dai tuoi post "tecnici" posso solo imparare, ma quando scrivi che "excel va bene per fare i conti della spesa e poco più" è palese che stai solo provocando.
ok che ci godi, e ti auguro che la gente continui a darti retta, a quotarti, a risponderti...

noi excel lo usiamo massivamente, sia stand-alone che interfacciato con software scritti da noi in visual basic, e ne traiamo un vantaggio immenso nel lavoro quotidiano rispetto ad altre aziende in cui ho lavorato, dove si fa in altri modi. e non lo sfruttiamo neanche per il 5% (forse) rispetto alle sue potenzialità.

gli altri fanno senza? noi lo usiamo, e ci guadagniamo. non potremmo più farne a meno.
evidentemente i software più specialisti per i calcoli non ci servono, non per questo va snobbato excel, per cortesia. OP sta lavorando, potrebbe essere offensivo nei suoi confronti.
dubito che faccia il consulente alle casalinghe che fanno la spesa, in ogni caso avrebbe cmq il mio rispetto.

è l'utente semmai che deve saper usare bene il software ed essere in grado di verificarne i risultati.
qui non si è dubitato dell'importanza della matematica applicata alla meccanica. quella è fuori discussione.
il resto sono solo frecciatine rivolte ad alcuni utenti legate ad altre discussioni qua e là nel forum.

p.s. noto che il tuo cervello confronta troppo spesso mele con pere, OP deve tirare delle linee in autocad partendo dalla lettura dei valori di alcune celle di excel, non sta usando excel per i calcoli che tu pensi che la gente si aspetti che excel sia in grado di fare al posto loro, senza saperli fare con carta e penna. uno ha un dubbio sul perché di una cella con un arrotondamento "sballato"...e si rompe la diga...più o meno come nella tua risposta dell'altro giorno nella discussione nella quale un ragazzo vuole disegnarsi il case del pc...tu subito avvelenato contro le stampanti 3d, arduino, youtube e photoshop crackkato... :ROFLMAO: fatti una canna, rilassati...buona domenica (y)
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#11
Mi ripeto, facendo presente che gli insulti da parte di sconosciuti mi scivolano sopra. Sono semmai un interessante mezzo per vedere le reazioni di una certa parte della moderazione del sito che utilizza più pesi e più misure. Cose comunque piccole...

Veniamo invece alla parte tecnica, molto più interessante.

Dire di uno strumento che gestisce 2^64 cifre (oltre 18 miliardi di miliardi) che è buono per fare la spesa, vuol dire che quando usavi il regolo o le tavole numeriche stavi pesando 4 atomi di ossigeno con la stadera.
Vedi, se sei convinto che Excel "gestisca" 2^64 cifre... allora è chiaro il motivo per il quale non riesci a comprendere il senso dei miei interventi. Purtroppo (per te), quei 64 bit sono utilizzati per la memorizzazione delle variabili in modo decisamente più complesso di una semplice codifica binaria.

Dubito che ti possa davvero interessare, ma nel caso dovresti cercare le specifiche IEEE 754, da noi europei recepite come IEC 60559:1989. Scopriresti che l'ampiezza dei valori rappresentabili con quei 64 bit è molto più ampia di quanto tu creda (da circa 10^-308 a 10^308), ma forse coglieresti anche che questo non è l'unico parametro di cui tenere conto, e sopratutto che la precisione non ha nulla a che vedere con il numero qui sopra.

Per chi invece è realmente interessato alla questione, vediamo di dare qualche informazione di qualche valore.

Come avevo accennato sopra, il problema di Excel è la memorizzazione di tutte le variabili con un unico formato dati, virgola mobile a 64 bit (il "double" dei linguaggi di programmazione). Per evitare che nei calcoli contabili (target dei fogli di calcolo), la rappresentazione in virgola mobile creasse numeri "non pieni", ogni cella contiene un distinto sistema di rappresentazione arrotondata, che accontenta l'occhio del ragioniere.

Va senza dirlo che tale sistema di calcolo e visualizzazione ben poco si adatta al calcolo scientifico, ma i più sembrano ignorarlo. Tutti i linguaggi di programmazione, e i programmi di calcolo prettamente scientifici (vedi Matlab citato sopra), permettono invece la scelta della tipologia di variabile in funzione al suo utilizzo. Scelta che resta in capo al programmatore che, ovviamente, deve sapere ciò che sta facendo.

Excel nasconde queste "quisquilie" semplificando al massimo l'approccio al calcolo numerico, un po' come Arduino nasconde tutte le problematiche della progettazione "embedded", rendendo facile a chiunque stupire amici e parenti con un po' di effetti speciali.

Microsoft non nasconde i limiti di Excel, anzi, scrive articoli con titoli del tutto inequivocabili

"Floating-point arithmetic may give inaccurate results in Excel".

Articoli nei quali ammette anche candidamente che il loro sistema di memorizzazione in virgola mobile segue le specifiche IEEE 754 "quasi interamente". Nei suoi documenti descrive anche come certi numeri siano "adattati" al momento per ridurre (a loro parere...) gli errori più evidenti.

Va detto che il problema di base (non gli "adattamenti" di cui sopra) non è... colpa di Excel, ma è un comportamento prevedibile del sistema di codifica in virgola mobile. Un calcolo eseguito con Excel o con un programma diverso che memorizzi i dati su variabili con identica codifica, darà gli stessi risultati. La "colpa" sta nel non avere altre codifiche (integer, decimal, ecc.) e nel nascondere questa necessità all'utente che crede siano inutili (vedi commenti precedenti).

Facciamo un esempio: se valutiamo l'espressione

d = ( a + b + c )

con

a = 1.2
b = -1.1
c = -0.1

è facile fare il calcolo "a mente" e affermare che il risultato è zero. Proviamo con Excel

E1.PNG

L'errore è evidente. Proviamo la stessa cosa in VB.NET

B1.PNG

Utilizzando lo stesso tipo di variabili (double), il risultato è lo stesso.
E' sufficiente però utilizzare un diverso tipo di variabile (decimal) per i numeri... incriminati, e il risultato diventa quello che ci si dovrebbe aspettare.

B2.PNG

Un penultimo commento per quelli che diranno che di un errore pari a 10^-16 se ne fregano perché è piccolo: l'errore deve essere valutato rispetto al valore vero, non in termini assoluti. Se da un'operazione mi aspetto un valore pari a 2x10^-16 e mi ritrovo un errore di 1x10^-16, l'errore è del 50%.

Un ultimo commento per quelli che diranno che loro lavorano con metri e chilogrammi e che dei valori piccoli non si interessano: se il risultato di una di quelle operazioni dovesse essere moltiplicato per il numero di Avogadro (6.022x10^22) o diviso per la carica dell'elettrone (1.602x10^-19), l'errore non sarebbe più così insignificante...

Concludo facendo notare che tutto quanto sopra non significa che Excel non debba essere utilizzato, ma che le sue limitazioni dovrebbero essere conosciute prima di affidarcisi come se fosse il Nirvana del calcolo automatico, perché non lo è. Stupirsi e chiedersi il perché nelle celle compaiano "magicamente" dei numeri imprevisti è indice di non avere chiari i limiti di utilizzo di questo strumento. Questo è ciò che ritengo sbagliato, non il suo utilizzo.
 

Cristallo

Utente Standard
Professione: Leggo e confronto
Software: Lettura critica
Regione: Fuori dalla cerchia
#12
Per chi invece è realmente interessato alla questione, vediamo di dare qualche informazione di qualche valore.
Non avevo nessun dubbio sul fatto che salivi in cattedra. Ci vai con la toga, oppure con il vestito bianco ed il borsello alla Furio?

Facciamo un esempio: se valutiamo l'espressione

d = ( a + b + c )

con

a = 1.2
b = -1.1
c = -0.1

è facile fare il calcolo "a mente" e affermare che il risultato è zero. Proviamo con Excel
Ebbe è ovvio... confrontare il valore 1.2 con in -1.38 ^-16, lo trovo altamente significativo, come ti avevo detto ed hai volontariamente e bellamente glissato.
Tu non capisci!! L'errore di 1/18 di miliardesimo di miliardesimo. O madonna santa.
Se quell'errore da te indicato fosse riferito ai metri, l'errore sarebbe della dimensione di un singolo protone, che ricordiamo per i non addetti, è circa 1/1000 del nucleo dell'atomo, che a sua volta è 1/10000 dell'atomo stesso.

In queste condizioni se spariamo un proiettile da qui, rischiamo di non centrare Marte. Poi che ci frega che un batitto d'ali di una rondine nel paese vicino manda a putt... tutto il calcolo al sedicesimo decimale. La rondine non c'è nel calcolo (peccato ci sia nella vita).

Ma... ... ... ... ...perchè non hai riportato lo stesso esempio in excel, decuplicando tutti i valori? La natura del calcolo non cambia. Ti prego, riportalo, vediamo se ne hai la "sostanza". Tu ce l'hai la "sostanza" vero?
Poi parla di Arduino e degli effetti speciali... gli effetti speciali li vuoi fare tu, Vuoi presentarti come il Leonardo degli anni 2000. Vuoi fare lo splendido il tuo interese è solo questo, Furio.
Ma stai inanellando solo una serie di magre figure di natura sociale.


Vuole moltiplicare l'approssimazione del calcolo di Excel con la costante di Avogadro. Effettivamente all'ingegnare cambia di brutto la vita se una trave contiene 1000 atomi di ferro in piu o in meno.
In tutti i casi basta inserire la funzione "=arrotonda (NUM;15)" per riportare tutto alla normalità assumendosi un'incertezza nell'ordine di un milionesimo di miliardesimo.

Purtroppo (per te), quei 64 bit sono utilizzati per la memorizzazione delle variabili in modo decisamente più complesso di una semplice codifica binaria.
Non è una semplice codifica binaria, è semplicemente una long word, usata in VBNET, in C, in PHP.

Ciao Furio.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#13
Peccato non ci siano i presupposti per uno scambio informativo di qualche valore...

Fatti solo questa domanda: se uno strumento semplice come Excel che utilizza i "double" arrotondati fosse più che sufficiente per tutti i calcoli con le precisioni che dici, perché mai si dovrebbero utilizzare strumenti più complessi (vedi Matlab) con una curva di apprendimento molto più ripida? Solo per spocchia di chi ne fa uso? Mhhh... a me sembra strano, ma di certo a te no.
 

Cristallo

Utente Standard
Professione: Leggo e confronto
Software: Lettura critica
Regione: Fuori dalla cerchia
#14
Furio...
perchè l'uso dell'applicativo è in funzione del risultato che ti serve.
Ma tu non lo comprenderai mai, dall'alto della tua spocchia filosofica.
E' altamente inutile (non sconsigliato, inutile proprio) pensare di riparare un'automobile con il cacciavite da orologiaio. Cosi' com'e' inutile riparare un orologio con il cacciavite a croce da meccanico.

Le palle (stavolta te lo dico per esteso) di riportare il tuo stesso esempio su Excel con i numeri ingranditi di un ordine non ce l'hai vero?
a=12
b= -11
c= -1
risultatod di Excel e' ???? su su fa uno sforzo


E' che ti piace esplorare gli angoli infiniti ed infinitesimali per proferire i tuoi "resta di stucco è un barbatrucco". Sarà mica una forma psicologica di compensazione? Indaga.

 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#15
Le palle (stavolta te lo dico per esteso) di riportare il tuo stesso esempio su Excel con i numeri ingranditi di un ordine non ce l'hai vero?
a=12
b= -11
c= -1
risultatod di Excel e' ???? su su fa uno sforzo
Vedi, ti avevo già risposto prima, scrivendoti che purtroppo non c'è la possibilità di una discussione costruttiva.

Se tu avessi compreso come vengono memorizzati i numeri in virgola mobile, capiresti che l'esempio che porti è privo di significato: sono solo alcuni dei numeri che vengono memorizzati con approssimazione, e solo alcune operazioni rendono queste approssimazioni pericolose per i risultati finali.

Non ti crucciare, sono cose complesse. Continua a postare i video che sono sempre divertenti.
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#17
se non lo sai usare excel ti credo
a me viene zero la tua somma,non ti svelo il segreto:
excelImmagine2.jpg
non l'ho ritoccato a mano
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#18
l'ho fatto anche così:
excelImmagine.jpg
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#20
a te te veniva -1,3877...........................................