Tesi Ing Meccanica Magistrale

predatore

Utente poco attivo
Professione: Studente/Futuro Ingegnere/Pilota
Software: AutoCAD
Regione: Umbria
Buonasera a tutti,
apro questa discussione per chiedere un consiglio a chi ha molta più esperienza di me per poter raccogliere un po' di impressioni. Arrivato ormai alla fine del mio percorso accademico, mi trovo a dover sostenere la tanto agognata tesi.
Il professore al quale mi sono rivolto mi ha fatto due proposte molto interessanti, entrambe nel campo delle imbarcazioni a vela (che personalmente non conosco per niente):
- una tesi in progettazione un po' più "classica", nella quale bisogna disegnare al CAD, scegliere materiali (anche compositi) ed effettuare calcoli FEM. In particolare gli ostacoli maggiori sono costituiti dal riuscire a identificare nel miglior modo possibile la forze agenti (sia esterne che interne) e dalle geometrie complesse che il pezzo potrebbe assumere.
- tesi in dinamica pura, una specie di modello multibody di un'imbarcazione a vela (da realizzare in collaborazione con un'azienda).

I miei dubbi risiedono sostanzialmente in quale dei due settori andare a specializzarmi: dinamica o progettazione meccanica. In vostra opinione la progettazione meccanica è "morta" ?? Sento tanti colleghi che si sono laureati che mi dicono che i progettisti sono bistrattati e malpagati, mentre del mondo dei dinamici non ho praticamente informazioni perchè a livello lavorativo non conosco nessuno.

(A me piacciono entrambi gli aspetti, motivo per cui faccio fatica a prendere una decisione definitiva)

Vorrei solo delle opinioni, vi ringrazio per la vostra attenzione!
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, SpaceClaim, Ansys Mechanical, e altri ancora
Regione: Veneto
Il mondo del lavoro è diverso da quello accademico.
Fai la tesi che ti piace e poi valuta. Se hai un'azienda che ti propone un compito, vai ma non aspettarti grandi cose.
Quando feci io la tesi, simulai un modello numerico in regime non stazionario fluidodinamica: è stato solo d'aiuto per chi si è laureato dopo di me! ;-)
Non ho più fatto fluidodinamica numerica perché è cosa di pochi!
Nella realtà si fanno anche calcoli ma spesso si fa un dimensionamento di massima e poi si va di esperienza! Solo aziende strutturate possono permettersi costi per simulazioni ma il mercato è fatto dalla piccola e media impresa dove si inventano tante cose nuove senza troppi calcoli: è questa la realtà!
Ciao
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Concordo pienamente. Fai la tesi che più ti piace in questo momento.
Nel mondo del lavoro tutto è diverso.
Io sono un progettista meccanico che fa il capo dell'ufficio tecnico e con me lavorano uno po' di persone. Nel settore impianti industriali di processo in ambito siderurgico si lavora come dannati...e c'è chi progetta le macchine, ingranaggi, chi fa fem alle carpenterie, chi fa CFD su impianti di aspirazione a medio/alto grado di vuoto per sollevare tonnellate di ferro....per ora le sto facendo tutte a seconda degli impianti da sviluppare.
Quindi non diciamo cavolate sui rami morti...la crisi....è solo dei perdenti che non sanno e non hanno saputo organizzarsi .... altrimenti non si venderebbero impianti siderurgici....di cofani per le auto ne fanno un sacco.... materiali nuovi e strani....le auto le guidiamo tutti....cosa vuoi che si fermi?
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2020
Regione: lombardia
il mercato italiano macchine automatiche e packaging è in ottimo stato
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
I miei dubbi risiedono sostanzialmente in quale dei due settori andare a specializzarmi: dinamica o progettazione meccanica. In vostra opinione la progettazione meccanica è "morta" ?? Sento tanti colleghi che si sono laureati che mi dicono che i progettisti sono bistrattati e malpagati, mentre del mondo dei dinamici non ho praticamente informazioni perchè a livello lavorativo non conosco nessuno
Ribadisco quello che ti hanno detto altri: fai quello che ti piace, la tesi può essere una delle ultime occasioni per farlo realmente, e non ti preclude assolutamente nulla nel mondo del lavoro (l'esperienza te la fai poi comunque sul campo, indipendentemente dalla tesi).
E' chiaro che se l'azienda con cui la fai ha intenzione di continuare ad investire in quel progetto potresti avere una motivazione in più: però, per mia esperienza, spesso si passa comunque a fare altro dopo poco tempo ;)
Se sei appassionato di calcoli strutturali e (fluido)dinamici, questi possono dare un contributo fondamentale in certe aziende anche medio/piccole che però si occupino di macchine di un certo tipo: devi però spesso svilupparli tu fuori dagli orari lavorativi e inizialmente "a gratis", in quanto in ufficio il tempo sarà dedicato ad altro. Magari poi qualcuno te li riconoscerà (e soprattutto, riesci a capire realmente come funzionino le cose)!