Tariffa Oraria Media per Lavorazioni Meccaniche

ggg

Utente poco attivo
Professione: Designer
Software: Fusion360
Regione: Veneto
Buongiorno a tutti,

Sto cercando di raccogliere dati sulla tariffa oraria media per tipologia di lavorazioni meccaniche, specificamente fresatura e tornitura di metalli, e tipo di macchina. Con tariffa oraria intendo il costo totale (manodopera, ammortamento macchina, etc...) che viene poi utilizzato per calcolare il prezzo finale in base a quanto tempo ci si impiega per produrre la commessa.

Ad esempio, la tariffa oraria per una lavorazione complessa come la fresatura di una parte con un centro di lavoro a cinque assi sarà diversa da una semplice lavorazione di tornitura o fresatura a due assi, quindi mi aspetterei che un'ora di lavorazione al tornio costi meno che una lavorazione a cinque assi. Mi rendo conto che questi valori possono variare molto a seconda della regione geografica, dimensione officina etc...ma cercavo un intervallo medio indicativo (per esempio, tornitura semplice 40-50 euro/ora).

Grazie mille!
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
Da quel poco che ricordo, i torni tradizionali i prezzi orari si aggirano a 30/40€ (anche i centri di lavoro a 3 assi)
Per il resto dipende,avevo un documento dettagliato una volta. Se lo ritrovo lo posto volentieri.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Varia molto da dimensione azienda, livello macchine utensili, livello di tecnologia, costo infrastruttura, materiali, precisioni ecc....siamo da 20€ a 150€....meglio calibrare con costi sui propri fornitori.
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2020
Regione: lombardia
ma per curiosità come li ricavano questi valori? e visto che siamo in tema come li potrei calcolare ad esempio per il tempo di assemblaggio?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Sono tutti valori campionati, cronometrati, costificati, spese generali ecc. Facendo così ti ricavano dei prezzi plausibili.
Io ho un foglio excel che tiene conto di tutto ciò e se cerchi trovi pure un post dedicato però è ritagliato sulle aziende che lavorano per noi o le nostre macchine utensili....con buona dose di focomelia oraria...puoi partire da lì....visto che questa è una replica del mio post.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Io parto dal fatto che l'operatore costa 30€/ora qualunque esso sia. Poi ci sono costi orari per le macchine a seconda degli assi da sommare al costo operatore e andiamo da 5€/h per una fresatrice manuale, 15€/h per una fresatrice 3assi cnc per arrivare a 65€/h per un centro di lavoro.
Ma quello che serve è determinare i tempi per le forature e le lavorazioni, usando i volumi di asportazione medi per sgrossatura e finitura....e sul totale aggiungere il tempo di presetting e piazzamento.
Normalmente non sbaglio a confrontare i preventivi a questa maniera. Spesso lo uso per valutare costi di prodotti ricavati in modo diverso per fare la stessa cosa.... soprattutto quando mi danno un budget e devo fare ricerca e sviluppo.
 

rinato

Utente Standard
Professione: creo problemi
Software: visi
Regione: veneto
suppongo si stia parlando di lavorazioni in serie, per lo meno piccola serie.
Se si ha a che fare con una serie di pezzi singoli tocca fare delle medie al rialzo, e spesso non basta.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
suppongo si stia parlando di lavorazioni in serie, per lo meno piccola serie.
Se si ha a che fare con una serie di pezzi singoli tocca fare delle medie al rialzo, e spesso non basta.
Io parlo di uno...due pezzi....fatti per fare una macchina non prodotti di serie. Se va bene ho le serie di 10 rondelle....
 

ggg

Utente poco attivo
Professione: Designer
Software: Fusion360
Regione: Veneto
Grazie a tutti per le risposte!

Da quel poco che ricordo, i torni tradizionali i prezzi orari si aggirano a 30/40€ (anche i centri di lavoro a 3 assi)
Per il resto dipende,avevo un documento dettagliato una volta. Se lo ritrovo lo posto volentieri.
Penso che sarebbe molto utile consultare un documento dettagliato, facci sapere se lo trovi.

Io parto dal fatto che l'operatore costa 30€/ora qualunque esso sia. Poi ci sono costi orari per le macchine a seconda degli assi da sommare al costo operatore e andiamo da 5€/h per una fresatrice manuale, 15€/h per una fresatrice 3assi cnc per arrivare a 65€/h per un centro di lavoro.
Queste sono il tipo di informazioni che cercavo, potresti ripostare qui il file excel di cui parli? Non riesco a trovarlo nel forum.

Da quello che leggo ho alcune considerazioni/domande:

  • La mia domanda é inerente solo alla tariffa oraria per tipologia di macchina/lavorazione, non al costo totale della parte.
  • Se da una parte la tariffa oraria puó variare molto a seconda di diversi fattori (dimensione azienda, costi infrastrattura, etc..), allo stesso tempo ho come l’impressione che sia il mercato stesso il fattore piú determinante e questo fa si che la variazione non possa essere eccessiva. Mi spiego meglio: se chiedo a due officine di produrmi una parte e, a paritá di qualitá, una mi applica una tariffa oraria il doppio dell’altra per ragioni varie non legate alla parte stessa, mi sembra evidente quale sará la mia scelta finale.
  • Ci sono delle fonti statistiche che raccolgono questo tipo di dati? Come si fa a calcolare la tariffa oraria (non i tempi di lavorazione etc..) in modo che non differisca completamente da un’altra officina della zona? Se sbagli la tariffa oraria, puoi calcolare anche i tempi di lavorazione al millesimo ma la commessa la perdi.
Per ora abbiamo:
  • Fresatrice/Tornio Manuale: 35 €/h (meccanicamg), 30/40 €/h (antonio_sc)
  • Fresatrice 3 Assi: 45 €/h (meccanicamg), 30/40 €/h (antonio_sc)
  • Centro di lavoro 5 assi: 95 €/h (meccanicamg)
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Le aziende che fanno lavorazioni meccaniche conto terzi sanno bene le spese generali e il visto di tutte le attività, quindi sanno quanto aumentare sul costo puro del lavoro da eseguire. I cantinari ci mettono su un 30/40%.
Può anche costare circa uguale all'ora ma se non hai la macchina grande devi ripiazzare più volte e il costo diventa un +200% in fretta.
Ci son moti fattori da valutare e occorre sapere come si lavora davvero.
 

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
se si parla di lavorazioni " ovvie" , p.es la tornitura di un alberino semplice, il costo orario è una buona indicazione, anche se non certo l'unica per determinare il costo del pezzo; basta immaginare, su una lavorazione di una cinquantina di pezzi, la differenza di tempo di lavorazione tra un tornio con avanzamento automatico della barra e uno senza. Ma sulle lavorazioni più complesse, per esempio la fresatura con più di 2 assi in interpolazione e più facce da lavorare, la differenza è fatta dalla capacità del fornitore di trovare il modo ottimale di eseguire il pezzo e dalla qualità della macchina di cui dispone.
 

IronMike87

Utente standard
Professione: Ufficio Tecnologie
Software: Solidworks 2019
Regione: Lombardia
Buongiorno a tutti,

Sto cercando di raccogliere dati sulla tariffa oraria media per tipologia di lavorazioni meccaniche, specificamente fresatura e tornitura di metalli, e tipo di macchina. Con tariffa oraria intendo il costo totale (manodopera, ammortamento macchina, etc...) che viene poi utilizzato per calcolare il prezzo finale in base a quanto tempo ci si impiega per produrre la commessa.

Ad esempio, la tariffa oraria per una lavorazione complessa come la fresatura di una parte con un centro di lavoro a cinque assi sarà diversa da una semplice lavorazione di tornitura o fresatura a due assi, quindi mi aspetterei che un'ora di lavorazione al tornio costi meno che una lavorazione a cinque assi. Mi rendo conto che questi valori possono variare molto a seconda della regione geografica, dimensione officina etc...ma cercavo un intervallo medio indicativo (per esempio, tornitura semplice 40-50 euro/ora).

Grazie mille!
La risposta che chiedi è molto più complessa di quanto possa far presagire la domanda.

Innanzitutto servirebbe capire un paio di cose:
  • Stiamo parlando di lotti significativi o di pezzi "ad hoc" una tantum?
  • Chi vi fornisce i pezzi è soggetto ad un controllo di benestare ad avvio produzione, oppure vi affidate completamente alla sua certificazione del pezzo?

Già con queste 2 semplici domande ci si può fare un'idea dei pezzi che richiedete e di conseguenza il target della potenziale azienda fornitrice.

Il costo poi dipende tantissimo dal pezzo da realizzare e dalle macchine a disposizione di un'azienda.


Caso banale: tornitura in asse di un pezzo lungo e sottile.
L'azienda F.lli Rossi ti chiede 20€/pz
L'azienda F.lli Bianchi ti chiede 40€/pz.
Non è detto che i Bianchi stiano cercando di fregarti. Magari più semplicemente non hanno un tornio con lunette motorizzate e quindi son costretti a lavorare il pezzo in più riprese, con ovvio incremento del tempo di lavorazione. Cercare di standardizzare il tutto, è un lavoraccio, e non credo sia neanche fruttuoso. Meglio conoscere le strutture dei potenziali fornitori e tararsi su di loro.

Detto questo, fare il preventivista è un lavoraccio
 

TorMec

Utente Junior
Professione: Progettista meccanico
Software: SolidWorks
Regione: Piemonte
Sono tutti valori campionati, cronometrati, costificati, spese generali ecc. Facendo così ti ricavano dei prezzi plausibili.
Io ho un foglio excel che tiene conto di tutto ciò e se cerchi trovi pure un post dedicato però è ritagliato sulle aziende che lavorano per noi o le nostre macchine utensili....con buona dose di focomelia oraria...puoi partire da lì....visto che questa è una replica del mio post.

Ciao parlavo di questo argomento proprio pochi giorni fa con i colleghi, potresti gentilmente inviarmi una copia del tuo file excel? Mi sarebbe utile per parlarne con l'officina.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ciao parlavo di questo argomento proprio pochi giorni fa con i colleghi, potresti gentilmente inviarmi una copia del tuo file excel? Mi sarebbe utile per parlarne con l'officina.
Molto sudato e faticato.....i parametri e la logica li ho scritti nei vari post. Le cifre sono adeguate alla realtà aziendale....potresti metterti anche tu a farlo 👍🏼
Screenshot_20200226_185734.jpg
 
Ultima modifica:

TETRASTORE

Utente attivo
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Chiedo scusa se riesumo questa vecchia discussione ma vorrei porre alcuni quesiti visto che la mia esperienza è riferita a produzioni di serie, quindi con una gestione diversa dei costi delle commesse citate nei post precedenti.

Caso 1 -costruttore
Quando il cliente vi chiede un preventivo per una nuova macchina o dispositivo mai costruiti prima, vi fornisce già lui i disegni, oppure dovete fare voi prima un progetto, anche approssimativo, per poter valutare i costi delle singole parti?

Caso 2 - Studio esterno di progettazione
In questo caso il committente sicuramente vi chiederà l'esecuzione di un progetto sulla base delle sue indicazioni di base per cui gli verrà preventivato il solo costo di questa attività.
Oltre al costo del progetto, vi può chiedere a volte anche la preventivazione per la costruzione anche se la farà lui internamente o con propri fornitori?

Grazie.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Chiedo scusa se riesumo questa vecchia discussione ma vorrei porre alcuni quesiti visto che la mia esperienza è riferita a produzioni di serie, quindi con una gestione diversa dei costi delle commesse citate nei post precedenti.

Caso 1 -costruttore
Quando il cliente vi chiede un preventivo per una nuova macchina o dispositivo mai costruiti prima, vi fornisce già lui i disegni, oppure dovete fare voi prima un progetto, anche approssimativo, per poter valutare i costi delle singole parti?

Caso 2 - Studio esterno di progettazione
In questo caso il committente sicuramente vi chiederà l'esecuzione di un progetto sulla base delle sue indicazioni di base per cui gli verrà preventivato il solo costo di questa attività.
Oltre al costo del progetto, vi può chiedere a volte anche la preventivazione per la costruzione anche se la farà lui internamente o con propri fornitori?

Grazie.
Mi spiace non poterti rispondere, nel senso che mi colloco in un caso 3, progettiamo e costruiamo le attrezzature / macchine speciali per il nostro uso interno.
Facciamo uno studio preliminare ed un preventivo di massima per la richiesta del budget necessario, se approvato, facciamo il progetto definitivo preventivando i costi dei particolari costruiti internamente e richiedendo le offerte per quelli costruiti da fornitori esterni e per il materiale da commercio.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Caso 1.
Ci si deve arrangiare. Si fa il presidio. Il cliente non fornisce mai nulla....magari si riesce a vedere qualche foto della concorrenza.
Io sono parecchio abituato a fare cose nuove e strane e quindi si deve fare per forza lo studio di massima, farsi fare il preventivo e quindi offrire un costo valutato.
 

Gioan

Utente Junior
Professione: Progettazione
Software: SolidE
Regione: Lombardia
Ciao ti parlo da costruttore.
Le grosse aziende clienti, hanno al giorno d'oggi, spostato quasi tutte le attività produttive a fornitori esterni, tenendo in casa solo il montaggio finale (a volte neppure quello) ed il collaudo. Si ritrovano ad avere giovani progettisti del tutto inesperti sui processi produttivi e sui relativi costi (non per colpa loro ci mancherebbe, ma perché non li possono più vedere e sperimentare all'interno). In questa situazione è sempre necessaria un'attività di co-progettazione tra cliente e fornitore in modo da fornire un preventivo mirato sulla reale necessità del cliente.
 

TETRASTORE

Utente attivo
Professione: Founder di TETRAPOWER SRL
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Grazie Gioan. A questo punto vedo un'analogia fra @Gioan e @meccanicamg; in pratica un numero sempre maggiore di aziende preferisce concentrarsi più sulle vendite, il marketing ed il servizio, delegando all'esterno fra le altre funzioni, anche la progettazione e gli acquisti dei singoli componenti. Questo significa che il committente ha sicuramente un notevole vantaggio perchè si trova il costo della macchina finito, mentre il fornitore deve farsi carico di tutte le problematiche tipo scelta fornitori e trattative su centinaia di componenti.

Si ritrovano ad avere giovani progettisti del tutto inesperti sui processi produttivi e sui relativi costi
Per quanto concerne la progettazione, penso che a questo punto toccherà sempre di più agli studi tecnici esterni indipendenti formare nuove figure professionali preparate nell'ambito non solo della progettazione meccanica ma anche con conoscenze approfondite sui metodi di produzione..