Stipendio progettista meccanico R&D

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
#41
Io invece smentisco, anche se forse sono l'eccezione :)
Per la posizione di disegnatore cerchiamo (dietro mia richiesta) SOLO diplomati. Anche freschi di scuola, se necessario.
Gli ingegneri che abbiamo assunto recentemente (dedicati alle commesse) disegnano abbastanza raramente, e si occupano principalmente di calcoli e verifiche, sia fredde che calde!
 

Jovanz

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Autocad 2D e 3D, Autodesk Inventor
Regione: Veneto
#42
Posso chiederti qualche info in più? Mansione nel dettaglio, dimensione dell'azienda e settore: mi sembra incredibilmente (e oltraggiosamente) basso per uno di 15 anni di esperienza.
In effetti i colloqui che ho sostenuto erano di piccole imprese o comunque al di sotto dei 15 o 20 operai. Le figure che cercavano erano prevalentemente disegnatore 3D...da chi si trovava senza tecnico d'ufficio perché questo se n'era andato da un giorno all'altro lasciando i disegni a metà ...a chi cercava semplicemente un disegnatore/tecnico che seguisse le commesse e le opere di carpenteria. Ripeto, poco importava se avevo15 anni d'esperienza in altre azienda o laureato...a loro serviva una figura che sapesse gestire l'ufficio e capisse qualcosa di disegno CAD. Ah...e ti parlo della provincia di Milano.
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
#43
Ok, ma non cercavano una mansione da laureato (posto che si tratta a mio avviso di uno stipendio molto basso anche per un diplomato), a meno che non ti chiedessero anche la verifica strutturale delle carpenterie.
Probabilmente in un settore/azienda diversi troveresti stipendi migliori e mansioni più consone al percorso di studi, senza nulla togliere al disegno (se uno fa progettazione, specie R&D, ritengo sia fondamentale conoscerlo per chiunque).
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#44
Ma se ti candidi per una posizione da disegnatore, per di più in una piccola azienda, come pretendi che la tua qualifica di ingegnere venga esaltata, nella mansione e nello stipendio ? Se vuoi più di 1300€ al mese dovresti proporti per lavori che “solo tu” sai fare, non per posizioni da disegnatore. All’azienda frega ZERO che sei laureato e lavori da 15 anni, quando un diplomato con 5 anni di esperienza probabilmente sa fare le stesse cose con meno pretese.

Io su questo forum continuo a scontrarmi su questa questione e a me sembra assurdo che, nel 2020, gente che ha studiato non capisca quali dovrebbero essere i propri sbocchi occupazionali.
 

Jovanz

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Autocad 2D e 3D, Autodesk Inventor
Regione: Veneto
#45
Beh in realtà, non sono io che mi candido come disegnatore, ma sono le aziende che vedendo il mio profilo di ingegnere con esperienza in analisi FEM e calcolo strutturali con tanto di timbro e firma mi cerchino per la posizione di progettista/disegnatore (nonostante poi secondo loro essere progettista è fare il disegnatore). Poi sai, conosco diversi ragazzi in gamba, laureati, con esperienza e professionalità, lavorare in piccole imprese ed essere messi a fare altro o guadagnare poco rispetto ai loro titoli e capacità...poveretti...forse come dici te hanno tutti confuso i loro sbocchi professionali, o forse sei te che nel 2020 non ha ancora capito come funziona il mondo del lavoro in questo paese.
 
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#46
Beh in realtà, non sono io che mi candido come disegnatore, ma sono le aziende che vedendo il mio profilo di ingegnere con esperienza in analisi FEM e calcolo strutturali con tanto di timbro e firma mi cerchino per la posizione di progettista/disegnatore (nonostante poi secondo loro essere progettista è fare il disegnatore). Poi sai, conosco diversi ragazzi in gamba, laureati, con esperienza e professionalità, lavorare in piccole imprese ed essere messi a fare altro o guadagnare poco rispetto ai loro titoli e capacità...poveretti...forse come dici te hanno tutti confuso i loro sbocchi professionali, o forse sei te che nel 2020 non ha ancora capito come funziona il mondo del lavoro in questo paese.
Io non sono ingegnere, però ho oltre 30 anni di esperienza nella meccanica, molti dei quali negli stampi per materie plastiche.
Anche a me capita che aziende o agenzie di selezione mi contattino per alcune posizioni.
Dopo alcune occasioni in cui "ho perso tempo" ho imparato a filtrare questi contatti.
Innanzitutto chiedo informazioni sui tipo di figura cercata, poi metto in chiari fin da subito quali soni i punti fermi. Tipo di contratto e stipendio, ad esempio.
Quando faccio presente che ho un contratto a tempo indeterminato, uno stipendio X e sotto a quelle condizioni non mi muovo scremo un bel pò di situazioni in cui è ricercata una figura con professionalità inferiori alla mia.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#47
Io non sono ingegnere, però ho oltre 30 anni di esperienza nella meccanica, molti dei quali negli stampi per materie plastiche.
Anche a me capita che aziende o agenzie di selezione mi contattino per alcune posizioni.
Dopo alcune occasioni in cui "ho perso tempo" ho imparato a filtrare questi contatti.
Innanzitutto chiedo informazioni sui tipo di figura cercata, poi metto in chiari fin da subito quali soni i punti fermi. Tipo di contratto e stipendio, ad esempio.
Quando faccio presente che ho un contratto a tempo indeterminato, uno stipendio X e sotto a quelle condizioni non mi muovo scremo un bel pò di situazioni in cui è ricercata una figura con professionalità inferiori alla mia.
Mai accettare offerte inferiori all'attuale, anche se vengono promessi mari e monti e l'azienda si propone come "leader mondiale in bla bla bla etc"...
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#48
Io sinceramente faccio un lavoro da ingegnere meccanico, che i diplomati (almeno da noi) non hanno le competenze per fare e sono pagato il giusto per la mia anzianità.

Però sono io che non ho capito come va il mondo ...
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#49
Giusto per essere chiari:
Lavoro in una azienda che fa sistemi di automazione industriale.
La mia mansione è quella di effettuare analisi dinamiche, interfacciandomi con il testing per ricavare i parametri dei componenti che acquistiamo e simulare il comportamento del sistema assemblato.
Saltuariamente sviluppo logiche di controllo in collaborazione con gli elettronici e nei ritagli di tempo sviluppo piccoli codici per velocizzare alcune procedure di verifica.
Software utilizzati: 10% CAD (ptc) , 90% matlab (o python quando la licenza matlab non permette di approfondire determinati aspetti).
Passo il tempo a scrivere sistemi di equazioni. Ho studiato quello. Faccio quello.
Probabilmente non saprei mettere in tavola correttamente la puleggia che nelle mie simulazioni è un disco con un’inerzia, ma fortunatamente ho dei colleghi, diplomati, che hanno un’esperienza decennale nel farlo.

Mia esperienza nel ruolo: 2 anni scarsi.
RAL: 28000
 

PierArg

Moderatore
Staff Forum
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
#50
Concordo con il buon @paulpaul .
Anche il fattore geografico gioca un ruolo importantissimo.
Due anni fa ho fatto colloqui per assumere i due attuali progettisti junior in azienda e mi sono imbattuto con profili quasi tutti neolaureati che guadagnavano mediamente circa 1800€ netti per 13 mensilità (comprensivi di straordinari però).
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad
Regione: Lombardia
#51
Ho letto tutti i post, o quasi, e mi viene una domanda spontanea, siamo qui tutti a discutere se è giusto o no che un ingegnere prenda più di un operai o no. La risposta è ovvia certo che si perché se no uno si fa il mazzo per 5 barra 7 anni.....
Il punto focale però è un altro: secondo il grafico di cacciatorino un ingegnere o diplomato e quindi una persona che ha studiato che non va solo a chiudere le scatole in fondo alla linea di montaggio(con tutto il rispetto) che si fa come minimo 40 ore alla settimana prende come media 1650 euro mensili.
Ora mettetelo in una famiglia di 3 persone, questo muore di fame o giù di li, se il secondo membro della famiglia non lavora, e allora sai che bella vita di ........
Qui nessuno si è arrabbiato per questo......ed è scandaloso...
le generazioni future se la passeranno sempre peggio, la verità e che in Italia, con sta scusa della crisi, (che è generalizzata) lo stipendio diminuisce e le aziende fanno sempre più soldi....ed è ora di finirla con certe affermazioni che fanno solo incazzare del tipo "No, quelli sono privilegi dei dipendenti. Io per adesso mi diletto a fare le sgommate con la mia Fiat JTD Euro 3. :D" perché allora non chiudi la ditta e vai a fare il dipendente visto che è cosi bello e affascinante e guadagni un sacco di soldi.....

scusate ma quando sento ste cose mi scaldo un po'.....

PS io sono un diplomato e per mia fortuna lavoro in una azienda che alla fine dell'anno ridistribuisce i guadagni a i suoi dipendenti rispetto ad altre realtà....ma siamo una realtà molto rara sentendo in giro...
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#52
"No, quelli sono privilegi dei dipendenti. Io per adesso mi diletto a fare le sgommate con la mia Fiat JTD Euro 3. :D" perché allora non chiudi la ditta e vai a fare il dipendente visto che è cosi bello e affascinante e guadagni un sacco di soldi.....

scusate ma quando sento ste cose mi scaldo un po'.....
Abbi pazienza, forse ci sono liberi professionisti piu' di successo di me. Io lavoro da autonomo non tanto per il guadagno, che al momento e' veramente scarsissimo una volta detratte le spese ma per la liberta' di orario che mi permette di gestire personalmente certi aspetti della vita privata che altrimenti dovrei delegare ad altri (poi recupero nei festivi o in ore normalmente destinate al riposo).

Pero' qui' fra uffici acquisti che ti propongono ribassi del 40% e uffici amministrativi che ti pagano a 60/90 DFFM che poi sistematicamente diventano 80/110 (dopo che tu invece i dipendenti li hai pagati al momento giusto) la situazione non e' quella che pensi. Forse lo e' per le aziende vere e proprie, non per i liberi professionisti.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad
Regione: Lombardia
#53
Abbi pazienza, forse ci sono liberi professionisti piu' di successo di me. Io lavoro da autonomo non tanto per il guadagno, che al momento e' veramente scarsissimo una volta detratte le spese ma per la liberta' di orario che mi permette di gestire personalmente certi aspetti della vita privata che altrimenti dovrei delegare ad altri (poi recupero nei festivi o in ore normalmente destinate al riposo).

Pero' qui' fra uffici acquisti che ti propongono ribassi del 40% e uffici amministrativi che ti pagano a 60/90 DFFM che poi sistematicamente diventano 80/110 (dopo che tu invece i dipendenti li hai pagati al momento giusto) la situazione non e' quella che pensi. Forse lo e' per le aziende vere e proprie, non per i liberi professionisti.
Guarda ho tutta la pazienza che vuoi, detto questo non finiremo mai; quindi direi di chiudere qui la discussione ....

saluti
 
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
#54
Il discorso e' che avete ragione tutti e due nelle diverse posizioni! Purtroppo negli ultimi anni le cose sono peggiorate per chi lavora, che siano dipendenti o autonomi!
Sara' la globalizzazione, dimostrazione e' che la classe media in tutto il mondo si e' impoverita, e i ricchissimi sono sempre pochi e piu' ricchi!
Un tempo se lavorava il capofamiglia si viveva, oggi anche se si lavora in due si deve tirare la cinghia!
Questa non e' sociologia ma e' la realta'!
Purtroppo qui siamo tutti sulla stessa barca e finiamola di fare la querra tra "poveri"!
 

Eros1992

Utente registrato
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solidedge, Proengineer,Creo
Regione: Lombardia
#55
Io invece smentisco, anche se forse sono l'eccezione :)
Per la posizione di disegnatore cerchiamo (dietro mia richiesta) SOLO diplomati. Anche freschi di scuola, se necessario.
Gli ingegneri che abbiamo assunto recentemente (dedicati alle commesse) disegnano abbastanza raramente, e si occupano principalmente di calcoli e verifiche, sia fredde che calde!
Anche io mi ritrovo a smentire, sono perito meccanico e ho circa 4 anni di esperienza nella progettazione meccanica. Attualmente lavoro in ut con ingegneri e periti in una ditta di costruzione di macchine e spesso mi capitano offerte di lavoro nell'ambito ut progettazione anche se il CV parla chiaro che non sono laureato... anche io vedo le offerte che citano ingegnere meccanico o perito meccanico... poi sono d'accordo che un perito non potrà mai fare certi studi e calcoli che può fare un ing. perché d'altronde ha un altro tipo di formazione... dipende sempre cosa fa l'azienda.... se costruisce mobiletti in lamiera probabilmente può andare bene un perito, se costruisce carro ponti forse è meglio avere un progettista laureato
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
#56
@Eros1992

Esatto, dipende da cosa si progetta. Credo che per il settore macchine automatiche in genere (che dalle mie parti è sviluppatissimo) un buon perito, ben preparato e con passione, possa comunque aspirare a ruoli di primissimo piano in UT senza nessun problema.
Ritengo comunque che anche in altri settori il diplomato sia una figura indispensabile, in virtù della sua conoscenza del disegno, della tecnologia e della scelta delle parti standard: queste caratteristiche lo rendono idoneo al ruolo di disegnatore più di un ingegnere, con maggior soddisfazione di entrambe le figure.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#57
Ho letto tutti i post, o quasi, e mi viene una domanda spontanea, siamo qui tutti a discutere se è giusto o no che un ingegnere prenda più di un operai o no. La risposta è ovvia certo che si perché se no uno si fa il mazzo per 5 barra 7 anni.....
Il punto focale però è un altro: secondo il grafico di cacciatorino un ingegnere o diplomato e quindi una persona che ha studiato che non va solo a chiudere le scatole in fondo alla linea di montaggio(con tutto il rispetto) che si fa come minimo 40 ore alla settimana prende come media 1650 euro mensili.
Ora mettetelo in una famiglia di 3 persone, questo muore di fame o giù di li, se il secondo membro della famiglia non lavora, e allora sai che bella vita di ........
Qui nessuno si è arrabbiato per questo......ed è scandaloso...
le generazioni future se la passeranno sempre peggio, la verità e che in Italia, con sta scusa della crisi, (che è generalizzata) lo stipendio diminuisce e le aziende fanno sempre più soldi....ed è ora di finirla con certe affermazioni che fanno solo incazzare del tipo "No, quelli sono privilegi dei dipendenti. Io per adesso mi diletto a fare le sgommate con la mia Fiat JTD Euro 3. :D" perché allora non chiudi la ditta e vai a fare il dipendente visto che è cosi bello e affascinante e guadagni un sacco di soldi.....

scusate ma quando sento ste cose mi scaldo un po'.....

PS io sono un diplomato e per mia fortuna lavoro in una azienda che alla fine dell'anno ridistribuisce i guadagni a i suoi dipendenti rispetto ad altre realtà....ma siamo una realtà molto rara sentendo in giro...
Quando dici "perchè non chiudi la ditta e vai a fare il dipendente ?" dai per scontato che si possa trovare lavoro dall'oggi al domani, in un'azienda che si ritiene valida dal punto di vista lavorativo e retributivo, etc.
Beh non credo sia così, oggi in Italia ad 2020...

Per quanto riguarda il basso valore medio delle retribuzioni italiane questo è un problema conosciuto...
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad
Regione: Lombardia
#58
Quando dici "perchè non chiudi la ditta e vai a fare il dipendente ?" dai per scontato che si possa trovare lavoro dall'oggi al domani, in un'azienda che si ritiene valida dal punto di vista lavorativo e retributivo, etc.
Beh non credo sia così, oggi in Italia ad 2020...

Per quanto riguarda il basso valore medio delle retribuzioni italiane questo è un problema conosciuto...
Per la prima parte se uno predilige tanto il lavoro da dipendente con tutta calma ne trova uno e poi chiude la ditta....non deve mica farlo domani può anche prendersi qualche anno .....certo nel 2020 non è facile ma non impossibile......

Invece per quanto riguarda la frase conclusiva "cioè è cosi e quindi va bene..." è questo l'atteggiamento sbagliato.....è un atteggiamento che dal punto di vista lavorativo verrebbe inteso come menefreghismo....
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#59
Non ho detto che "va bene così" , non va bene per niente.
Il problema è abbastanza complicato e non è responsabilità delle aziende, se non in minima parte.
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#60
Non ho detto che "va bene così" , non va bene per niente.
Il problema è abbastanza complicato e non è responsabilità delle aziende, se non in minima parte.
Beh, in minima parte non mi pare proprio la definizione giusta.
Ci sono aziende che pagano stipendi ridicoli, sfruttando ogni cavillo, tipo contratti a termine, somministrazione, stage ecc.
Altre che hanno dipendenti stabili e stipendi adeguati.
Se ce la fanno le seconde perchè non dovrebbero farcela le prime?
Scelte diverse? Anche di mercato? Ovvero, fai un prodotto "povero" e vuoi fare concorrenza ai cinesi?