Stipendio medio Disegnatore CAD

TAURUS77

Utente Standard
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: ...più vado avanti più li dimentico
Regione: Piemonte
#61
Adesso non voglio fare polemica o buttarla troppo sul personale, penso che in tutta Italia la situazione economica e riguardante il potere d' acquisto degli stipendi e' vergognosa...ma io scopro l' acqua calda, ho aperto gli occhi solo adesso che mi sono sposato e ho messo su casa, forse voi lo sapevate gia'...
Tranquillo per me non è polemica ma solo una semplice costatazione della realtà.
Continuo a ripetere che oltre metà del mio team dove lavoravo prima è andato a lavorare in inghiltera e alcuni in germania con una paga doppia e a volte tripla. Per dovere di cronaca io mi sono rotto i maroni e ho cambiato lavoro.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#62
@genesis1975 scusa la franchezza, ma se sei laureato (magistrale? probabilmente vecchio ordinamento se il numero nel tuo nick è la tua data di nascita) è stata poi una tua scelta, suppongo, cercare posto come disegnatore, che è una mansione ricopribile tranquillamente con il diploma. Ci sono tante figure che un ingegnere può svolgere, non accessibili ai diplomati se non con pluriennali esperienze, che vengono pagate non dico adeguatamente, ma sicuramente più di 1200 euro netti .... che sono una miseria ..
 
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#63
Adesso io non conosco gli importi precisi, ma sono al livello piu' basso, al 2°....un cinese che imbrocca tutto il giorno in produzione prende uguale...almeno un terzo livello io penso lo meriterei...un terzo livello e' di meno di 1500....credo poco piu di 1400 euro...comunque rimane sempre una grande fregatura, non immaginavo che un disegnatore laureato potesse percepire uno stipendio cosi misero...la situazione e' quasi tragica....e non esagero...mi conveniva studiare molto meno e prendevo di piu...io parlo con conoscenti che con la terza media fanno gli operai e definiscono una miseria 1600 euro...che incubo
Questo discorso è già stato affrontato, i conoscenti di cui parli quanti anni di lavoro anno alle spalle?
Che tipo di lavoro fanno? C'è una bella differenza tra un operaio che cambia il pezzo sulla macchina e schiaccia un bottone e quello che prende un disegno, un pezzo di acciaio grezzo e ci tira fuori un pezzo finito.
Forse sarebbe ora di rendersi conto che TUTTI i lavori sono interconnessi, senza il disegnatore non ci sarebbe l'operaio che fabbrica quanto progettato, ma senza l'operaio non ci sarebbe nulla da disegnare.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#64
Scusa @TECNOMODEL ma cosa centrerebbe che i lavori sono tutti interconnessi, con la questione retributiva ? Le mansioni sono tutte interconnesse in ogni settore, non solo in quello metalmeccanico.

E' ormai un cliché che in qualsiasi azienda ci sia un signorotto cinquantenne che a fatica parla italiano, ma è un drago con la fresa e sbroglia mille matasse ed errori degli inesperti progettisti; e benedetto il fatto che ci sia. Ma la responsabilità funzionale, strutturale ed economica del progetto è comunque dell'ingegnere e la sua fattibilità del disegnatore (figure che possono coincidere).

Seguendo il tuo ragionamento, comunque eticamente condivisibile, la segretaria dovrebbe guadagnare quanto l'avvocato, il muratore quanto l'architetto, l'infermiere quanto il medico, l'analista finanziario quanto il manager e il comis quanto lo chef. I primi che ho nominato si fanno tutti il triplo del c**o dei secondi, ma la responsabilità intellettuale del prodotto o servizio fornito è sempre dei secondi.

Solo nel settore metalmeccanico gira la solfa che l'operatore alle macchine utensili o il saldatore forniscano un contributo pari all'ingegnere e gli vada riconosciuto lo stesso stipendio. Ripeto, eticamente discorso che non fa una piega, ma che all'atto pratico, in qualsiasi altro settore lavorativo, non vale.

E allora un po ti girano.
 
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#65
Scusa @TECNOMODEL ma cosa centrerebbe che i lavori sono tutti interconnessi, con la questione retributiva ? Le mansioni sono tutte interconnesse in ogni settore, non solo in quello metalmeccanico.

E' ormai un cliché che in qualsiasi azienda ci sia un signorotto cinquantenne che a fatica parla italiano, ma è un drago con la fresa e sbroglia mille matasse ed errori degli inesperti progettisti; e benedetto il fatto che ci sia. Ma la responsabilità funzionale, strutturale ed economica del progetto è comunque dell'ingegnere e la sua fattibilità del disegnatore (figure che possono coincidere).

Seguendo il tuo ragionamento, comunque eticamente condivisibile, la segretaria dovrebbe guadagnare quanto l'avvocato, il muratore quanto l'architetto, l'infermiere quanto il medico, l'analista finanziario quanto il manager e il comis quanto lo chef. I primi che ho nominato si fanno tutti il triplo del c**o dei secondi, ma la responsabilità intellettuale del prodotto o servizio fornito è sempre dei secondi.

Solo nel settore metalmeccanico gira la solfa che l'operatore alle macchine utensili o il saldatore forniscano un contributo pari all'ingegnere e gli vada riconosciuto lo stesso stipendio. Ripeto, eticamente discorso che non fa una piega, ma che all'atto pratico, in qualsiasi altro settore lavorativo, non vale.

E allora un po ti girano.
Non ho detto che devono prendere di più, ho detto che ci sono situazioni in cui è giusto che l'operaio, con tot anni di esperienza e grande professionalità, prenda più del disegnatore appena entrato in azienda e che sa a malapena redigere una tavola corretta,
Mi riferivo al fatto che, per alcuni, il solo fatto di essere un disegnatore implichi stipendi più alti rispetto a tutto il personale operativo.
A mio avviso lo stipendio va commisurato alle capacità e non al titolo.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#66
Non ho detto che devono prendere di più, ho detto che ci sono situazioni in cui è giusto che l'operaio, con tot anni di esperienza e grande professionalità, prenda più del disegnatore appena entrato in azienda e che sa a malapena redigere una tavola corretta,
Mi riferivo al fatto che, per alcuni, il solo fatto di essere un disegnatore implichi stipendi più alti rispetto a tutto il personale operativo.
A mio avviso lo stipendio va commisurato alle capacità e non al titolo.
Che lo stipendio debba essere commisurato alle reali capacità e competenze è una cosa che non dovrebbe nemmeno essere messa in discussione...
Il problema vero è che in uno scenario economico dove i posti di lavoro stabili sono in continua diminuzione, e i pretendenti a tali posti in continuo aumento (ringraziamo a tal proposito le scellerate riforme universitarie del 3+2...3x2...prendi 3 e paghi 2...) è normale che la retribuzione sia in caduta libera.
Ed il discorso della capacità e competenza aiuta fino ad un certo punto, perché per quello che vedo nelle aziende italiane il 90% di quello che viene definita "progettazione" è qualcosa di livello medio-basso.
Questo genera il diffuso fenomeno della sotto-occupazione...se sei un mega esperto e in analisi strutturale ma io ho bisogno semplicemente di disegnare dadi e tiranti non puoi pretendere 5000 euro al mese...se ti accontenti dei 1500 va bene altrimenti arrivederci ed avanti il prossimo...
È triste ma è la cruda realtà.
 
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
#67
Che lo stipendio debba essere commisurato alle reali capacità e competenze è una cosa che non dovrebbe nemmeno essere messa in discussione...
Il problema vero è che in uno scenario economico dove i posti di lavoro stabili sono in continua diminuzione, e i pretendenti a tali posti in continuo aumento (ringraziamo a tal proposito le scellerate riforme universitarie del 3+2...3x2...prendi 3 e paghi 2...) è normale che la retribuzione sia in caduta libera.
Ed il discorso della capacità e competenza aiuta fino ad un certo punto, perché per quello che vedo nelle aziende italiane il 90% di quello che viene definita "progettazione" è qualcosa di livello medio-basso.
Questo genera il diffuso fenomeno della sotto-occupazione...se sei un mega esperto e in analisi strutturale ma io ho bisogno semplicemente di disegnare dadi e tiranti non puoi pretendere 5000 euro al mese...se ti accontenti dei 1500 va bene altrimenti arrivederci ed avanti il prossimo...
È triste ma è la cruda realtà.
Purtroppo anche il mondo del lavoro risponde alla legge della domanda e dell'offerta.
In più, oltre a quello che hai detto, ci mettiamo l'attitudine di molti imprenditori italiani di vedere il dipendente solo come un costo e di volerlo tenere il più basso possibile.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#68
Che lo stipendio debba essere commisurato alle reali capacità e competenze è una cosa che non dovrebbe nemmeno essere messa in discussione...
Il problema vero è che in uno scenario economico dove i posti di lavoro stabili sono in continua diminuzione, e i pretendenti a tali posti in continuo aumento (ringraziamo a tal proposito le scellerate riforme universitarie del 3+2...3x2...prendi 3 e paghi 2...) è normale che la retribuzione sia in caduta libera.
Ed il discorso della capacità e competenza aiuta fino ad un certo punto, perché per quello che vedo nelle aziende italiane il 90% di quello che viene definita "progettazione" è qualcosa di livello medio-basso.
Questo genera il diffuso fenomeno della sotto-occupazione...se sei un mega esperto e in analisi strutturale ma io ho bisogno semplicemente di disegnare dadi e tiranti non puoi pretendere 5000 euro al mese...se ti accontenti dei 1500 va bene altrimenti arrivederci ed avanti il prossimo...
È triste ma è la cruda realtà.
Condivido in pieno. Sento in giro sempre più laureati magistrali che vedono come unico sbocco lavorativo la mansione di disegnatore, semplicemente perché il tessuto industriale della loro zona richiede solo quello.
Ci tengo a ricordare che la mansione di disegnatore è tranquillamente svolgibile con il diploma. I diplomati invece a fatica trovano lavoro come operai generici, soprattutto nel centro-sud. C’è una sottovalutazione delle competenze ad ogni livello.
 

ANKONPROJECT

Utente poco attivo
Professione: Ing. meccanico
Software: C
Regione: Marche
#69
il problema è, che tanti imprenditori italiani li vedono i laureati come una spesa in più e cercano di trovare le persone di basso livello per tenere i costi contenuti, non pensano a spendere un po nell'innovazione, dare di più alle persone laureate, differenziare un pò, per questo tante aziende italiane vanno a rottoli, poi vogliono affrontare la Cina e India con questo basso profilo.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#70