sovralimentazione motore gruppo elettrogeno

snaroz

Utente Standard
Professione: studente
Software: carta e penna
Regione: Lazio
#1
Buonasera, in attesa di concludere gli studi di ingegneria ho trovato un lavoretto presso un gruppo elettrogeno che produce energia elettrica immessa nella rete Enel. Si tratta di aiutare un operaio a fare manutenzione al motore (alternativo a V a 12 cilindri) alimentato a grasso animale, potenza 400 kW. Su ogni bancata è installato un grosso turbocompressore e da quel che ho visto vengono sostituiti spesso (c'è un vero e proprio cimitero di turbo Garrett nel piazzale). Ovviamente i turbo costano e stavo pensando a un altro metodo per la sovralimentazione. Non si potrebbe ricorrere a un compressore azionato dall'albero motore oppure iniettare l'aria compressa nel condotto di aspirazione prelevata da un serbatoio fisso (ricaricato ovviamente da un motore ad esempio elettrico)? Magari così la manutenzione è meno esosa....voi che dite?

Non ho visto di preciso che danno si crea nei turbo, però l'altro giorno l'operaio li ha sostituiti con due nuovi di pacca perchè aveva visto una variazione delle temperature/pressioni. Facendo girare a mano l'alberino del turbo usato, non ho notato impuntamenti o giochi, forse si impastano a contatto con i fumi.....
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
#2
Prima di avventurarsi in follie tecnologiche sarebbe opportuno cercare di capire cosa distruggere i turbocompressori
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#4
Buonasera, in attesa di concludere gli studi di ingegneria ho trovato un lavoretto presso un gruppo elettrogeno che produce energia elettrica immessa nella rete Enel. Si tratta di aiutare un operaio a fare manutenzione al motore (alternativo a V a 12 cilindri) alimentato a grasso animale, potenza 400 kW. Su ogni bancata è installato un grosso turbocompressore e da quel che ho visto vengono sostituiti spesso (c'è un vero e proprio cimitero di turbo Garrett nel piazzale). Ovviamente i turbo costano e stavo pensando a un altro metodo per la sovralimentazione. Non si potrebbe ricorrere a un compressore azionato dall'albero motore oppure iniettare l'aria compressa nel condotto di aspirazione prelevata da un serbatoio fisso (ricaricato ovviamente da un motore ad esempio elettrico)? Magari così la manutenzione è meno esosa....voi che dite?

Non ho visto di preciso che danno si crea nei turbo, però l'altro giorno l'operaio li ha sostituiti con due nuovi di pacca perchè aveva visto una variazione delle temperature/pressioni. Facendo girare a mano l'alberino del turbo usato, non ho notato impuntamenti o giochi, forse si impastano a contatto con i fumi.....
bentornato

il fatto che girino liberamente a mano non vuol necessariamente dire che a 200'000 giri funzionino perfettamente.
Al di la di ciò, prima di cercare metodi alternativi di sovralimentazione va giustamente capito perchè i turbo muoiono così frequentemente, ammesso e concesso che muoiano. Io ho una idea in testa, ma se non ho informazioni sicure me la tengo per me....
comunque, se per il puro gusto accademico vuoi pensare a un metodo alternativo di sovralimentazione, ti invito prima di tutto a fare due calcoli
Calcola, a spanne ma con sufficiente approssimazione, la quantità d'aria che questo turbo deve soffiare e la pressione. Da qui, calcola la potenza che questo compressore assorbe (e che in questo caso viene "prelevata" a gratis dai gas di scarico)
quando hai questi numeri in mano, se non sei caduto dalla sedia, ci ragioniamo su
 

maxopus

Mod. Creo e Reverse Eng.
Staff Forum
Professione: Progettista meccanico
Software: Creo Parametric
Regione: Marche (PU)
#5
Quel grasso animale ... quanti residui lascia ?
I turbo in genere funzionano con gas di scarico da Gasolio BTZ o benzina. In quali condizioni sono i turbo "deceduti" ?