Sistemi antisvitamento, rosetta elastica e dado auto-bloccante

marulanda

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Catia V5, Nastran Patran
Regione: Campania
#1
Salve vorei un consiglio, devo applicare dei collegamenti bullonati in una zona sottoposta a vibrazioni, sono ideciso tra due configutazioni:

1 Testa bullone, rosetta, elementi, dado, dado auto-bolccante da usare come contro dado.

L'altra configurazione prevede di aggiungere alla configurazione sopra, una rosetta elastica sotto la testa.

La quatione è, usare un controdado auto-bloccante di solito è piu che sufficente come sistema anti-svitamento in caso di vibrazioni?
Ho il sospetto che la rosetta elastica dia un contibuto misero come anti-svitamento, rispetto all'autobleccate e che quindi sia superflua.

Grazie.
 
Professione: Technical manager - Mechanical engineer 🔩📐
Software: SolidWorks, FreeCAD, Nanocad, Me10, Excel
Regione: Lombardia
#3
Due configurazioni sbagliate.

Quello che devi sapere é:
- antisvitamento lo si fa con dado autobloccante, non con un dado normale e uno autobloccante
- le rondelle piane se più dure del materiale delle piastre aiuta a diffondere il cono di sforzo a 45 gradi
- antisvitamento forte lo si fa con dado basso e dado normale che fa da controdado (consigliato)
- rondelle dentate, spaccate, grower e simili sono inefficaci per le vibrazioni che innescano sollecitazioni assiali di trazione/compressione sulle bullonature
- indubbiamente la bullonatura deve avete precarico
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
#4
Salve vorei un consiglio, devo applicare dei collegamenti bullonati in una zona sottoposta a vibrazioni, sono ideciso tra due configurazioni:
La mia esperienza di antisvitamento in presenza di vibrazioni (per dare un'idea fino a 25 mm/s RMS in ogni direzione) è molto positiva con le rosette Nord-Lock. Attenzione tra le altre cose alla durezza delle superfici da accoppiare (deve essere inferiore a quella del materiale della rondella) e all'eventuale rimontaggio: sul sito trovi indicazioni.
 

marulanda

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Catia V5, Nastran Patran
Regione: Campania
#5
Grazie a tutti per i consiglio, perdonate l'ignoranza ma nel caso di sistema dado basso più dado normale, data la coppia di serraggio di progetto come ci si comporta al montaggio?
Si serrano i dadi in sequenza applicando la coppia di progetto in modo controllato?
Il contro dado si serra con coppia maggiore o cosa ?

Vi ringrazio nuovamente
 

marulanda

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Catia V5, Nastran Patran
Regione: Campania
#7
meccanicamg
Ho letto attentamente tutta la discussione che mi hai proposto, mi restano un paio di dubbi:
Se devo serrare con precarico (a causa delle vibrazioni) ho un vincolo sulla coppia al "dado basso" che deve essere tale da garantire il precarico che mi serve a carantire in non strisciamento (coppia di progetto).
Dato tale vincolo per non avicinarmi troppo allo snervamento del materiale posso applicate al "controdado alto" una coppia al max 10-20% superiore a quella applicata in prima battuta (sul dado corto).

In queste condizioni secondo voi è efficace un controdado come anti svitamento?

Grazie!
 
Professione: Technical manager - Mechanical engineer 🔩📐
Software: SolidWorks, FreeCAD, Nanocad, Me10, Excel
Regione: Lombardia
#8
Il dado basso é in grado di tenere le coppie di serraggio che si usano a livello normato. Non é vero che il dado basso tiene meno carico. Il controdado può avere un carico sicuramente vicino al 100% di snervamento ed esso garantisce allungamento passo filetti e pressione di contatto tra i dadi che non fa svitare.
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#9
Giusto per aggiungere qualcosa a quanto già detto da meccanicamg:
Se devo serrare con precarico (a causa delle vibrazioni)
Il precarico con le vibrazioni non c'entra niente. Il precarico serve a generare l'attrito necessario tra le parti e a garantire una corretta trazione nel gambo della vite in tutte le condizioni di servizio.
ho un vincolo sulla coppia al "dado basso" che deve essere tale da garantire il precarico che mi serve a carantire in non strisciamento (coppia di progetto).
Dato tale vincolo per non avicinarmi troppo allo snervamento del materiale posso applicate al "controdado alto" una coppia al max 10-20% superiore a quella applicata in prima battuta (sul dado corto).

In queste condizioni secondo voi è efficace un controdado come anti svitamento?

Grazie!
La coppia del secondo dado è spesso superiore a quella del primo. Con tale coppia i filetti del dado basso cambiano faccia di contatto con i filetti della vite a seguito dell'allungamento della vite stessa. Questo comporta che in caso di vibrazioni ciascun dado tenderà a ruotare nel verso di scivolamento dei filetti in presa, ma uno sarà in senso orario (primo dado inserito) e l'altro in senso antiorario (secondo dado). E i due dadi di bloccano a vicenda.

Se non avviene questo non hai dado e controdado, ma un singolo dado alto il doppio.
 

marulanda

Utente Junior
Professione: Ingegnere
Software: Catia V5, Nastran Patran
Regione: Campania
#10
Il precarico con le vibrazioni non c'entra niente. Il precarico serve a generare l'attrito necessario tra le parti e a garantire una corretta trazione nel gambo della vite in tutte le condizioni di servizio.
In realtà il precarico c'entra con le vibrazioni perché come tu stesso ai detto garantisce l'attrito tra le parti, in una struttura fortemente soggetta a vibrazioni è di primaria importanza che il taglio tra le superfici in contatto venga trasmesso attraverso l'attrito e non attraverso il gambo del bullone.

Tornando all'argomento centrale seguirò i vostri consigli usando una coppia di progetto par a 0.6-0.7S_snervamento per il precarico di progetto (dado corto), che nel mio caso garantisce presa sufficente, e 0.9S_snervamento per il controdado.

Grazie a tutti.
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#11
In realtà il precarico c'entra con le vibrazioni perché come tu stesso ai detto garantisce l'attrito tra le parti, in una struttura fortemente soggetta a vibrazioni è di primaria importanza che il taglio tra le superfici in contatto venga trasmesso attraverso l'attrito e non attraverso il gambo del bullone.
Il precarico, in un collegamento bullonato CORRETTAMENTE MONTATO, non c'entra niente con le vibrazioni.

Ovviamente se lo serri accazzodicane, come farebbe René Ferretti, si smonta tutto anche senza vibrazioni!
 

volaff

Utente Senior
Professione: Studente
Software: Solidworks 2016,Ansys APDL
Regione: Campania
#12
Per curiosità se avessi lo spazio solo (da un lato) solo per montare la vite e dall'altro non avessi spazio per inserire il dado, come posso realizzare l'antisvitamento?
 
Professione: Technical manager - Mechanical engineer 🔩📐
Software: SolidWorks, FreeCAD, Nanocad, Me10, Excel
Regione: Lombardia
#13
Per curiosità se avessi lo spazio solo (da un lato) solo per montare la vite e dall'altro non avessi spazio per inserire il dado, come posso realizzare l'antisvitamento?
Se ci posti un disegno....

Sicuramente con la loctite fermafiletti.
 

volaff

Utente Senior
Professione: Studente
Software: Solidworks 2016,Ansys APDL
Regione: Campania
#14
We buongiorno.
Grazie per la info che non conoscevo tra l'altro.
In pratica il bullone B si trova tipo a 2 mm dalla superficie A; qualora non fosse possibile montare vite + bullone prima del montaggio con A, ero curioso di sapere se c'erano dei metodi alternativi per un sistema antisvitamento in spazi piccoli tipo quello.
Di soluzioni magari ce ne saranno diverse da quelle canoniche scritte sui libri di testo.

Grazie mille.

PS: ma la loctite frenafiletti deve essere comunque distribuita sulla superficie della vite dove poi andrà sempre in serito il dado oppure ho capito male dal sito?
 

Allegati

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#15
We buongiorno.
Grazie per la info che non conoscevo tra l'altro.
In pratica il bullone B si trova tipo a 2 mm dalla superficie A; qualora non fosse possibile montare vite + bullone prima del montaggio con A, ero curioso di sapere se c'erano dei metodi alternativi per un sistema antisvitamento in spazi piccoli tipo quello.
Di soluzioni magari ce ne saranno diverse da quelle canoniche scritte sui libri di testo.

Grazie mille.

PS: ma la loctite frenafiletti deve essere comunque distribuita sulla superficie della vite dove poi andrà sempre in serito il dado oppure ho capito male dal sito?
dipende da che problematiche e che esigenze hai
* dado autobloccante con inserto in nylon
* dado a corona con sedi per coppiglia
* montare il dado, forare dado e vite e inserire una spina
* Frenafiletti (che va messo in adeguata quantità sui filetti della vite prima dell'inserimento del dado)
* saldatura (o brasatura) della dado sulla vite
 

volaff

Utente Senior
Professione: Studente
Software: Solidworks 2016,Ansys APDL
Regione: Campania
#16
dipende da che problematiche e che esigenze hai
* dado autobloccante con inserto in nylon
* dado a corona con sedi per coppiglia
* montare il dado, forare dado e vite e inserire una spina
* Frenafiletti (che va messo in adeguata quantità sui filetti della vite prima dell'inserimento del dado)
* saldatura (o brasatura) della dado sulla vite
Grazie mille per i vari suggerimenti.
Il dado è "obbligatorio"? Mi spiego meglio.
Se non potessi inserire un dado, o meglio, se dal lato opposto della vite non posso mettere niente, come posso bloccare lo svitamento della vite?
Forse la domanda è strana ed è più curiosità che praticità, ma non si sa mai!
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#17
mah, se non puoi inserire il dado, c'è da chiedersi se ha senso mettere la vite....
a meno che tu non filetti il pezzo sul quale poi avviterai la vite
Se non hai spazio... mettici un perno liscio con rosetta di spallamento e anello seeger, però il risultato è ovviamente diverso
 

volaff

Utente Senior
Professione: Studente
Software: Solidworks 2016,Ansys APDL
Regione: Campania
#18
mah, se non puoi inserire il dado, c'è da chiedersi se ha senso mettere la vite....
a meno che tu non filetti il pezzo sul quale poi avviterai la vite
Se non hai spazio... mettici un perno liscio con rosetta di spallamento e anello seeger, però il risultato è ovviamente diverso
Lo avevo immaginato; eventualmente perno liscio e seeger di arresto.
Poiché non ho mai visto come si monta un seeger eventualmente è possibile inserir la pinza senza problemi anche in spazi stretti?
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
#19

volaff

Utente Senior
Professione: Studente
Software: Solidworks 2016,Ansys APDL
Regione: Campania
#20
We grazie tante.
Spazi ristretti tipo 2 mm dal fine perno ad un altro componente ma la distanza aumenta poiché il seeger lo monterei prima della fine del perno.
Era solo una mia curiosità.
Ti ringrazio ancora.