Simulazione non lineare in Optistruct - Analisi in campo plastico

ale_.93

Utente Junior
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Hypermesh-Nastran-NX-Solidworks-NX10-Autocad-Matlab-Simulink
Regione: Italia
#1
Ciao a tutti,
in questi giorni ho dovuto eseguire un'analisi a rottura di un componente per dimensionarlo in modo che faccia da elemento debole e si rompa sotto un certo carico. Ho lavorato in Hypermsh con il solutore Optistruct.
Ovviamente ho eseguito l'analisi in campo non lineare andando ad inserire la curva del materiale.
Ho interpretato i risultati andando a vedere il plastic strain della sezione sollecitata e la tensione che veniva fuori quindi ho fatto un'interpretazione un pò (lasciatemi passare il termine) "manuale" del risultato, andando a confrontare questi valori con la curva del materiale.
Questo perché nel risultato ho ottenuto la convergenza anche nei casi in cui ho riscontrato delle deformazioni e quindi delle tensioni che superavano il limite di rottura. Sapete dirmi se c'è nascosto in qualche card il modo di impostare una limitazione in termini di strain e/o stress?
Grazie
 

Sampa

Utente Junior
Professione: Addetto ufficio tecnico
Software: Creo
Regione: Piemonte
#2
Quale card hai usato per fare la modellazione del materiale?
Comunque in generale dovrebbe esserci. Io conosco un po' radioss.
 

GiCor

Utente registrato
Professione: Ingegnere
Software: Inventor; FEM vari; Python
Regione: Puglia
#3
Salve, la sola curva true stress - true strain del materiale non implementa il meccanismo di frattura, duttile o fragile che sia, che si innesca a livello rispettivamente microstrutturale o cristallografico portando poi alla rottura macroscopica del componente. Abaqus, per dire di un FEM commerciale mainstream, consente di implementare oltre alla curva true stress - true strain anche vari modelli di frattura, ad esempio il Gurson-Tvergaard-Needleman per la frattura duttile che permette di intercettare il punto di nucleazione dei vuoti microstrutturali che avviene ad un certo valore del true plastic strain ricavato sperimentalmente tramite provino comparabile standard, vuoti che poi crescono e si uniscono fra loro a livello microstrutturale portando a rottura del componente in esame, nel suo punto macroscopicamente piu’ debole.
 

ale_.93

Utente Junior
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Hypermesh-Nastran-NX-Solidworks-NX10-Autocad-Matlab-Simulink
Regione: Italia
#4
Quale card hai usato per fare la modellazione del materiale?
Comunque in generale dovrebbe esserci. Io conosco un po' radioss.
Ho utilizzato MATS1:
Tid=Tabella con i due valori
Type=Plastic
Typstrn=1