Scarico dati da stazione totale

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#1
Ho cercato un po' dappertutto pero' non sono riuscito a trovare granchè. Cerco una utilità che mi consenta di scaricare dati da una stazione totale direttamente da Autocad. Percio' una utilità che si colleghi ad una determinata porta Com e gestisca i parametri di trasmissione (baud, ecc ecc) e alla fine crei un dxf dei punti (mi sarebbe sufficiente solo il dxf dei punti).
Ho delle utilità per lo scarico dati, ma sarebbe molto pratico lavorare da Autocad.

Al limite mi basterebbe una utilità che leggesse le coordinate dei punti in un disegno su Autocad e scrivesse dette coordinate in un file di testo, separando i campi con un punto e virgola ed assegnasse un valore numerico ad ogni punto, cosi' che non sia obbligato ad aprire il file e correggerlo affinchè risulti digeribile allo strumento (un Nikon dtm 330) quando lo preparo per la ricezione dati. Esiste una utilità in lisp che possa aiutarmi in questo tipo di lavoro?
 

x11start

Utente Standard
Professione: Disegnatore prefabbricati
Software: Autocad
Regione: Piemonte
#2
Molti anni fa scrissi un lisp per estrarre i dati di rilevamento dello spostamento dei capisaldi di frana: mi andai a guardare il file (in formato testo apribile con notepad... benchè con un'estensione strana) per cercare di capire in che modo fossero scritte le coordinate.... Tuttavia il mio amico che mi aveva "commissionato" il lavoro riuscì a esportare il file in formato DXF e da quel momento risultò molto più semplice creare il DXF e poi importarlo su Autocad, anzichè "dannarsi l'anima" a trovare un modo di fare la stessa cosa con un lisp!
Quindi il mio consiglio è quello di trovare il modo di esportare in DXF: quasi sicuramente il tuo strumento è in grado di farlo.
Giusto per non lasciarti insoddisfatto, ti allego il lisp che feci all'epoca (noterai che il file risale al 1996!), magari può esserti utile come punto di partenza....
 

Allegati

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#3
Ti ringrazio. Provero' il tuo lisp.
Purtroppo lo strumento non esporta direttamente in dxf, ma in formato raw oppure coordinate (entrambi i files sono comunque in formato testo, percio' editabili con un comunissimo programma per testi). Per ottenere il dxf è necessario un programma per scarico dati corredato dall'utilità per la creazione del dfx.

Quello che volevo evitare era di rimanere schiavo di questi programmi. Infatti se dovessi disinstallare quello che attualmente uso di piu', dovrei riscaricarmelo dal sito della casa per ottenere una nuova password di installazione. Sono programmi che vengono forniti gratuitamente, almeno la parte che riguarda lo scarico dei dati. Il guaio è che spesso questi siti dopo qualche anno spariscono oppure cambiano versione al software e spesso mi ritrovo con un programma che non mi è piu' funzionale.
 

dieva

Utente Standard
Professione: CAD Manager - AutoCAD sw developer
Software: AutoCAD | BricsCAD | 3DSMax | Revit
Regione: puglia
#4
Ti ringrazio. Provero' il tuo lisp.
Purtroppo lo strumento non esporta direttamente in dxf, ma in formato raw oppure coordinate (entrambi i files sono comunque in formato testo, percio' editabili con un comunissimo programma per testi). Per ottenere il dxf è necessario un programma per scarico dati corredato dall'utilità per la creazione del dfx.

Quello che volevo evitare era di rimanere schiavo di questi programmi. Infatti se dovessi disinstallare quello che attualmente uso di piu', dovrei riscaricarmelo dal sito della casa per ottenere una nuova password di installazione. Sono programmi che vengono forniti gratuitamente, almeno la parte che riguarda lo scarico dei dati. Il guaio è che spesso questi siti dopo qualche anno spariscono oppure cambiano versione al software e spesso mi ritrovo con un programma che non mi è piu' funzionale.
prova ad utilizzare un programma che sto sviluppando (è in beta!!).
allego il vlx da caricare con appload.
digita RAD e poi inviami il 'codice macchina' che viene visualizzato.

L'idea è che il programma legga i file di dati (in formato ASCII) del registratore di dati e disegni oggetti 2D in base ai codici assegnati ai punti. Il tutto personalizzabile.

in questa pagina l'animazione per capire l'utilizzo: http://www.domenicoieva.com/RAD-dal-rilievo-al-disegno.htm
 

Allegati

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#5
digita RAD e poi inviami il 'codice macchina' che viene visualizzato.
Grazie! Ho visto l'animazione nel tuo sito. Trovo davvero interessante la gestione dei codici e la possibilità di assegnare un'azione a ciascun codice. Ma sopratutto la possibilità di scegliere il separatore tra i campi del record. Il mio Nikon, infatti, in fase di ricezione dati, non accetta alcuni simboli come separatori, percio' sono costretto (quando vado in ricezione) ad aprire il file di testo per cambiare detti separatori. Se il lavoro è corto poco male, ma quando i punti battuti sono tanti questo lavoro di sostituzione puo' diventare frustrante.

Mi spiego meglio. Una volta effettuato il rilievo in campagna e tornati in ufficio per scaricare dallo strumento, spesso si ha la necessità di elaborare il dxf risultante andando ad aggiungere (sempre su cad) punti aggiuntivi che identifichino, ad esempio, nuove dividenti nel caso di frazionamenti di lotti. A questo punto, per poter tornare in campagna e materializzare su terreno i nuovi punti studiati a tavolino col Cad, è necessario che lo strumento acquisisca un nuovo lavoro comprensivo del vecchio rilievo piu' i punti studiati a tavolino, per effettuare la fase di picchettamento. E a questo punto incontro le difficoltà di cui parlavo prima; cioè lo strumento non digerisce determinati separatori. Perchè, sia che io usi Autocad o un'altra utilità con la quale esportare le coordinate dei punti del dxf... lo strumento, quando vado in ricezione me li rifiuta, costringendomi ad aprire il file di testo per sostituire i separatori con quelli graditi al mio Nikon.
Beninteso, parlo dei records contenenti le 3 coordinate xyz di ciascun punto e relativi codici.



Il codice che viene visualizzato è il seguente:
B1262821184

Lo strumento era collegato alla Com5
I settaggi (nel caso potessero essere utili) per il trasferimento dati sono:
baudrate 9600
bit di dati 8
parità nessuna
bit di stop 1
 
Ultima modifica:

dieva

Utente Standard
Professione: CAD Manager - AutoCAD sw developer
Software: AutoCAD | BricsCAD | 3DSMax | Revit
Regione: puglia
#6
Ti ricordo che RAD legge un file di dati già presente sull'HD e non si collega allo strumento.
Con i manuali dello strumento dovresti capire bene la struttura di dati che accetta... se vuoi mandami un file dati di esempio cosi lo guardo.
codice: 1600a7993879179225263
 

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#7
Ho aperto un lavoro precedentemente registrato sullo strumento. Il programma mi chiede di definire i codici. Pero' non faccio mai uso di codici, preferendo io fare alla vecchia maniera e segnando le descrizioni su un taccuino. Ad ogni modo non c'è problema, faro' qualche libretto di prova registrando sullo strumento anche i codici delle descrizioni di ciascun punto. (questi strumenti hanno i tastini troppo piccoli per scrivere dei testi)

Ho scaricato il lavoro e questi sono i files corrispondenti. Ho usato Xpad Office per il trasferimento.

Il primo file, (progetto 13) contiene i dettagli per ciascun punto.
Ovvero, stazione dalla quale è stata fatta la lettura, altezza strumentale, nome punto battuto, angolo orizzontale, angolo zenitale, distanza inclinata, altezza prisma, distanza ridotta, dislivello.

Il secondo file (progetto 13a) contiene le coordinate xyz di ciascun punto

A questo punto, se io dovessi studiare su cad una dividente per poi materializzarla sul terreno andando a picchettarla con lo strumento, dovrei fare i seguenti passaggi.

Da Autocad estrarre le coordinate di tutti i punti salvandole in un file di testo. Dopodichè lasciare che Autocad assegni un suo numero identificativo per ogni punto.
Aprire il file appena creato da Autoca, cancellare i nomi dei punti precedentemente assegnati da Autocad, compreso il simbolo separatore immediatamente seguente al nome cancellato ed infine predisporre lo strumento per il carico dati.
Il mio Nikon a questo punto mi accetta tutto. Come procedura è laboriosa, pero' ho avuto modo di testarla e funziona.
 

Allegati

Ultima modifica:

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#8
In pratica, quando vado a predisporre lo strumento in ricezione, questo mi accetta solo ed unicamente un file che contenga records con 3 coordinate (xyz).
Percio' quando estraggo con Autocad le coordinate di ciascun punto, dal file di testo risultante sono costretto a cancellare gli identificativi dei punti, lasciando solo ed unicamente le coordinate.
Quando vado a richiamare un punto dallo strumento (ovvero quando sono in fase di picchettamento) lo strumento assegna a ciascun punto l'identificativo che Autocad gli assegna. Un identificativo che puo' essere diverso da quello che io assegnai originariamente al punto nel momento della sua registrazione su strumento.
Come questo avvenga non lo so', pero' questa cosa è riportata anche in un video tutorial che il rivenditore Nikon mi diede al momento dell'acquisto dello strumento.

La cosa non mi crea problemi. Il problema è quello di dover aprire il file per cancellare i dati di cui dicevo prima. Se i dati sono pochi non c'è problema, ma quando i punti battuti cominciano ad essere tanti, il lavoro puo' risultare frustrante.
 

x11start

Utente Standard
Professione: Disegnatore prefabbricati
Software: Autocad
Regione: Piemonte
#9
Grazie Dieva: non avrei avuto il tempo in questi gg di mettermi a "buttare giu' un lisp" per Tristus!
 

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#11
Grazie Dieva: non avrei avuto il tempo in questi gg di mettermi a "buttare giu' un lisp" per Tristus!
Capisco lo spavento, in effetti dopo tutto cio' che ho scritto chiunque si spaventerebbe, per colpa anche della mia prolissità nello scrivere, il che spesso non mi agevola nel riassumere la mia richiesta e fa sembrare il tutto piu' complicato di quello che in realtà è.
A riassumere il tutto, quello di cui ho bisogno non è molto complicato.
Per la fase di scarico dati mi posso arrangiare con i programmi che ho.

E' sopratutto la fase di invio dati allo strumento che è un problema.
Per me sarebbe di grande aiuto una utilità che mi prepari un file di testo nel quale scrivere le 3 coordinate di ciascun punto, mi visualizzi su video gli identificativi che Autocad assegna ad ogni singolo punto .

Ecco il formato che il mio strumento accetta, quando riceve dati. (cioè un identificativo e le 3 coordinate, il tutto separato da una virgola).
100,0.000,0.000,0.000,
101,-4.02,6.34,0.76,
102,-3.51,13.09,1.05,
103,0.37,6.24,1.36,
104,0.83,10.94,0.87,
 
Ultima modifica:

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#12
Non utilizzo questo tipo di programmi... ma hai provato groundcad?

https://sourceforge.net/projects/groundcad/
Grazie, lo provero' senz'altro. Sperando che non mi chieda di connettermi al loro sito per ottenere la chiave di installazione. Purtroppo quasi tutti i programmi di questo tipo chiedono, in fase di installazione, di collegarsi al sito per ottenere la suddetta chiave di installazione.
 

dieva

Utente Standard
Professione: CAD Manager - AutoCAD sw developer
Software: AutoCAD | BricsCAD | 3DSMax | Revit
Regione: puglia
#13
Grazie, lo provero' senz'altro. Sperando che non mi chieda di connettermi al loro sito per ottenere la chiave di installazione. Purtroppo quasi tutti i programmi di questo tipo chiedono, in fase di installazione, di collegarsi al sito per ottenere la suddetta chiave di installazione.
Comunquie se devi esportare le coordinate di oggetti (punti linee cerchi...) da autocad in un file puoi provare il mio programma free COORDINATE... ci sono parecchi parametri configurabili.
http://www.domenicoieva.com/coordinate.html
 

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#15
Comunquie se devi esportare le coordinate di oggetti (punti linee cerchi...) da autocad in un file puoi provare il mio programma free COORDINATE... ci sono parecchi parametri configurabili.
E' quello che adopero per inviare i dati allo strumento! Va benissimo.
Esporto i numeri dei punti e le coordinate.
In fase di esportazione delle coordinate, metto la spunta su "CDF dati separati da virgola". Dopodichè assegno un nome al file. Il tuo programma crea quindi un file .txt.
FIle che io rinomino in .csv unicamente per farlo riconoscere al programma Data Tranfer, il quale lo invia allo strumento.

Una particolarità di questi programmi è che fanno la ri-numerazione dei punti. Ovvero, in fase di invio dati allo strumento, non posso piu' far affidamento alla numerazione del rilievo originario. Beninteso, questo avveniva anche con il vecchio programma di trasferimento dati che mi diedero col Nikon (Wintop scarico dati, che con WIndows 8 non gira bene).
Ma non ha importanza. Col tuo programma seleziono i punti e lui mi visualizza a video la nuova numerazione dei punti. Percio' le coordinate e i nuovi identificativi dei punti verranno scritti correttamente, separati da virgole.

Quando vado in campagna per effettuare il picchettamento dei nuovi punti studiati a tavolino, mi porto la stampa del rilievo con la nuova numerazione. Pero', come ho già detto prima, ero costretto a fare la stessa cosa' anche con il Wintop Scarico Dati.
 
Ultima modifica:

Tristus

Utente registrato
Professione: Geometra
Software: Autocad, 3ds Max
Regione: Sardegna
#16
Non so' se è chiedere troppo, e non vorrei abusare della vostra gentilezza, pero' non sarebbe male se vi fosse la possibilità di far assegnare il nome contenuto nel testo posto a fianco del punto, come identificativo del punto stesso... faccio un po' l'analista programmatore.

Mi spiego: se io, da Autocad, disegnassi 4 punti (solo 4 punti) che descrivono un perimetro qualsiasi, Autocad assegna automaticamente un numero progressivo a ciascun punto. Ovvero se ne frega altamente se io quel punto lo avevo registrato col nome 100 (oppure Pf47) sullo strumento.
Al primo punto da me digitato egli assegna il valore 1, al secondo il valore 2 e via dicendo.
Infatti come vado ad estrarre le coordinate con "estrai dati" quei nomi dei punti vengono scritti sul file di esportazione.
Non sarebbe male se si potesse riassegnare i vecchi nomi a quei punti.