Riduttori per motori brushless

PiE81

Utente poco attivo
Professione: Ufficio tecnico
Software: Autocad, Catia V5, Solidworks, Kissoft
Regione: Campania
Ho errato, sono sempre i 250 Nm in uscita. Pardon
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ho errato, sono sempre i 250 Nm in uscita. Pardon
Allora la soluzione equilibrata è quella al post 7 qui.
Eventualmente senti un tecnico commerciale di Rossi, gli spieghi la storia e gli fai vedere cosa abbiamo selezionato...e in funzione di questo di dirà se l'applicazione può funzionare oppure se ci vuole qualcosa di taglia superiore (ma non credo).
 

PiE81

Utente poco attivo
Professione: Ufficio tecnico
Software: Autocad, Catia V5, Solidworks, Kissoft
Regione: Campania
Grazie mille domattina telefonerò.

Riguardo il rapporto di trasmissione avevo scritto un range, poichè ero partito dalla velocità di traslazione della chiocciola 40x6, come target 15mm/s, ovvero 129 rpm.
Considerando un riduttore 1:15 ottenevo una motore brushless da 1930 rpm.
Ma visto che molti brushless mi pare che funzionino a 3000 rpm, una possibilità era quella di aumentare il rapporto di trasmissione scegliendo un motore con un rating di coppia più basso.
Grazie ancora
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Se proprio vuoi mettere un brushless si tende a farlo ruotare a un alto numero di giri e accoppiarlo con un riduttore con alto rapporto di riduzione, stando pero' attenti a rispettare il coefficente Lambda che tiene conto dei momenti d'inerzia del motore e del carico applicato.
Un motore che gira veloce da la medesima potenza di uno che gira piu' lento ma la taglia dell'azionamento e' piu' piccola e di conseguenza il costo e' inferiore. Per il calcolo degli azionamenti trovo molto utile il programma Cymex ( riduttori Alpha ).
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2016
Regione: lombardia
Ok i 250 nm erano in uscita non in ingresso.
Un servomotore da 250 nm è una bella bestia.
Con quei dati in ingresso non ho trovato nulla neanche nel sito della wittestein.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Ok i 250 nm erano in uscita non in ingresso.
Un servomotore da 250 nm è una bella bestia.
Con quei dati in ingresso non ho trovato nulla neanche nel sito della wittestein.
Forse non hai guardato bene, se non erro hai detto 250Nm all'uscita del riduttore non in entrata.. mi sbaglio?
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2016
Regione: lombardia
All'inizio aveva detto all'ingresso del riduttore. Sono 7000 Nm in uscita per un servoriduttore bistadio che dovrà essere torsionalmente rigido e con bassa inerzia. 250 Nm in uscita li fa una taglia media e se ne trovano a bizzeffe.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
sono sempre piu' confuso..sono 250 o 7000 ?
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2016
Regione: lombardia
Aveva scritto inizialmente riduttore i 30 con ingresso 250 Nm io avevo guardato quei dati. Poi ha chiarito che intendeva 250 in uscita.