Ricerca lavoro progettazione meccanica

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
Salve a tutti,

sono un ingegnere meccanico come molti, immagino, in questo blog, e voglio sottoporre alla vostra attenzione la mia situazione, per chiedere dei consigli.
Ho quasi 33 anni, ho terminato la magistrale a 30, e da ormai due anni lavoro per un'azienda di consulenza informatica, il mio primo impiego.
Al colloquio, mi dissero di essere una realtà impegnata nella progettazione meccanica di impianti industriali. La verità è che siamo (purtroppo o per fortuna ne faccio ancora parte) una piccola società che fornisce consulenti (leggasi bodyrental) ad un'azienda produttrice di software, impegnata soprattutto nel mondo oil&gas, per mansioni squisitamente IT sui software che tale software house produce.
All'inizio ho pensato di essere stato comunque fortunato ad aver trovato lavoro a 3/4 mesi dalla laurea, subito dopo l'abilitazione alla professione di ingegnere, quindi mi sono impegnato a colmare le lacune informatiche che mi attanagliavano e a cimentarmi in questo mondo nuovo e diverso da quello che avrei voluto fosse, ragion per cui non ho mai fatto il progettista meccanico per come lo intendono i progettisti, quelli veri.
Sono stato assunto per utilizzare un software che cura la gestione dei materiali di un progetto, molto simile a SAP;
esperienza abbastanza deludente; mi ha "formato" un senior non informatico, ma aspirante tale, preparatissimo sul mondo oil&gas e sull'applicativo, ma col quale non sono riuscito ad instaurare nessun feeling, e che dopo pochi mesi è andato via.
Successivamente mi hanno spostato all'utilizzo di un software di progettazione 3D, da amministratore, il che vuol dire andare a fare le impostazioni software per realizzare i plants e le units dove i modellatori andranno a disegnare il modello del progetto e i cataloghi di dati dai quali attingeranno per modellare componenti, pipe lines e robe di questo genere, e pochissimo se non mai a livello modellazione (comunque più interessante, ma meno redditizio da un punto di vista economico per i miei datori di lavoro; le consulenze dei modellatori vengono pagate meno dalle grosse società).
Poi sono passato all'utilizzo di un software che gestisce le strumentazioni dei suddetti impianti, poco dopo a un altro software, e adesso sto usando un software molto simile ad autocad, e mi occupo di modellazione e revisione di modelli 2-D degli impianti.
Dunque, dopo due anni (ma anche molto prima il sentore è stato quello) sento solo di aver perso tempo e di aver capito cosa non voglio.
Vorrei cambiare, entrare più nel merito di ciò che ho studiato, che sia meccanica calda o meccanica fredda.
Situazione in sintesi:
-ho 33 anni, nessuna esperienza sul campo che intendo intraprendere (anche se devo dire di avere le idee ancora non troppo chiare a riguardo, sicuramente vorrei fare qualcosa di più confacente con i miei studi e con quello che ho visto e studiato per 10 anni, ovvero il disegno e la progettazione meccanica 3D di componenti meccanici, l'analisi FEM, degli stessi, NVH, il calcolo degli sforzi, delle tensioni, delle deformazioni..l'ingegneria meccanica, insomma!
-desidero ardentemente andare via dal mio attuale impiego ma non posso rinunciare alla seppur misera entrata di cui dispongo attualmente per inseguire le mie aspirazioni (non posso licenziarmi), e soprattutto non vorrei passare dalla "padella" attuale a una possibile "brace".
-a tal proposito, invio curriculum vitae da mesi oramai, usando i classici infojobs, linkedin, manpower, dovunque legga annunci titolati con "ingegnere meccanico", "disegnatore meccanico", "progettista meccanico" ricevendo molto blandamente chiamate da recruiter che, alla fine, hanno solo letto distrattamente il CV e in realtà cercano persone già skillate, o che magari mi chiedono il consenso sul poter girare il mio CV a una qualche grossa azienda di cui poi non ho mai notizie nel seguito.
-pensavo di comprare un corso FEM/FEA e acquisire delle competenze che mi rendano più appetibile al mercato del lavoro per un futuro impiego, e nel frattempo rafforzare la capacità di modellazione 3D, completando i tutorials presenti nella libreria di Solidworks (il tutto in un tempo giornaliero limitato, perché comunque dovrò lavorare durante la giornata).
-non so come agire, sarebbero graditissimi dei consigli, degli hints, degli sproni.
Help! Ogni consiglio sarà ben accetto.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: System Engineer
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
Leggo dal tuo profilo che risiedi in Lombardia .. mi sembra stranissimo (per esperienza personale) tu non riesca a trovare lavoro nell’ambito dell’ingegneria meccanica pura. In Brianza, in provincia di Varese e di Bergamo ci sono tantissime attività attivissime nel settore industriale, dalle macchine utensili, all’automazione industriale, alla componentistica più disparata .. secondo me è solo questione di tempo e perseveranza. Per il resto è difficile sbilanciarsi in consigli. Non sappiamo se magari vai ai colloqui pretendendo garanzie strane o restringi le tue ricerche a 5 km da casa, per citare due delle cose che tipicamente impediscono alla gente di trovare lavoro.
 

Calender

Utente standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: Inventor
Regione: Friuli Venezia Giulia
Ciao,ti capisco molto...io sono quasi un tuo coetaneo ed ho lottato un bel po' prima di arrivare a qualcosa che si avvicina al mio sogno professionale (di cui credo essere ancora ben lontano) ...tuttavia ho capito una cosa :eek:ggi ,per chi vende,la differenza la fa sempre di più il servizio offerto, anziché il prodotto..per cui se proprio ti dovessi dare un consiglio "freddo" ti direi di restare dove sei (se i servizi di cui ti occupi sono molto richiesti) o di puntare ad una carriera commerciale,che ti assicuro non e per niente male, oppure provare la strada degli application engineer ad esempio (una via di mezzo)....almeno da quello che vedo tutti i giorni...te lo dicon perché nonostante la "giovane" età sono stato in moltissime aziende e sono poche quelle in cui hai veramente occasione di crescere come progettista (almeno questa e la mia esperienza) ...Rischieresti di ritrovarti nelle seguenti situazioni:

-Azienda grandissima con 70 persone in UT :secondo te e più facile che cresci professionalmente o che ti mettono a fare il "tappabuchi" e spostare fori sulle lamiere tutti i giorni mentre le figure senior (gente che sta lo fa 30 anni ed ha avuto modo di crescere come si deve perché il mercato allora glielo permetteva ) si occupano della vera progettazione?
-Azienda piccola,padronale,fondata da qualcuno veramente capace 50 anni addietro ma con relativo passaggio della corona da generazione in generazione ( quasi sempre accompagnato da un peggioramento a livello aziendale)...mamma, papà ,nipotino/figlio quasi sempre saccente,egocentrico ,ignorante e investito di autorità ( di solito non sanno neanche cosa siano i Mpa)..questa figura sarà la tua alba e il tuo tramonto ... E quasi sempre non e ben disposta ad ascoltare..
- Azienda media (80-200 dipendenti), fatturato di 30-40 milioni di euro..azienda abbastanza grande da dotarsi di una strutturalita ed organizzazione,tuttavia hai possibilità più di emergere rispetto alle mega aziende ... Nel caso ti direi di puntare a queste..

Comunque ,se da un lato c' e questo dall' altro ci sono i tuoi sogni..io alla fine ho girato ,provato,riprovato ed ora faccio quello che mi piace fare...per cui un consiglio da amico e quello di seguire sempre e comunque le tue aspirazioni...

Un posto come piace a te vi sarà,e solo questione di tempo...pero devi essere veramente fortunato per avere tutto quello che desideri....Sta a te decidere pro e contro,quanto sei disposto a rischiare e sacrificarti? Magari conta di più anche la vita no? Quanto saresti disposto a spostarti e cambiare regione,nazione ecc pur di inseguire i tuoi sogni? Non e meglio stare vicino alla famiglia, amici,ragazza ecc?
E comunque tutto quello che ho detto prima e frutto della MIA esperienza,un qualcosa di soggettivo...per cui non voglio deviarti nei tuoi pensieri..solo darti coraggio (e qualche mio modesto parere) ! :D

A te ardua sentenza ;)
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
Leggo dal tuo profilo che risiedi in Lombardia .. mi sembra stranissimo (per esperienza personale) tu non riesca a trovare lavoro nell’ambito dell’ingegneria meccanica pura. In Brianza, in provincia di Varese e di Bergamo ci sono tantissime attività attivissime nel settore industriale, dalle macchine utensili, all’automazione industriale, alla componentistica più disparata .. secondo me è solo questione di tempo e perseveranza. Per il resto è difficile sbilanciarsi in consigli. Non sappiamo se magari vai ai colloqui pretendendo garanzie strane o restringi le tue ricerche a 5 km da casa, per citare due delle cose che tipicamente impediscono alla gente di trovare lavoro.

Ciao, grazie della risposta.
Eppure è la reale mia situazione. Sono convinto che il requisito età sia limitante, o se nn quello, sbaglio qualche altra cosa (ma mannaggia non riesco a individuare cos'altro). In Brianza ho pure inviato qualche CV, ma mai un colloquio conoscitivo.
No, non cerco lavoro a 5 km da casa mia, ma nemmeno in Germania. Tra Lombardia e Piemonte tutto m andrebbe bene.
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
Ciao,ti capisco molto...io sono quasi un tuo coetaneo ed ho lottato un bel po' prima di arrivare a qualcosa che si avvicina al mio sogno professionale (di cui credo essere ancora ben lontano) ...tuttavia ho capito una cosa :eek:ggi ,per chi vende,la differenza la fa sempre di più il servizio offerto, anziché il prodotto..per cui se proprio ti dovessi dare un consiglio "freddo" ti direi di restare dove sei (se i servizi di cui ti occupi sono molto richiesti) o di puntare ad una carriera commerciale,che ti assicuro non e per niente male, oppure provare la strada degli application engineer ad esempio (una via di mezzo)....almeno da quello che vedo tutti i giorni...te lo dicon perché nonostante la "giovane" età sono stato in moltissime aziende e sono poche quelle in cui hai veramente occasione di crescere come progettista (almeno questa e la mia esperienza) ...Rischieresti di ritrovarti nelle seguenti situazioni:

-Azienda grandissima con 70 persone in UT :secondo te e più facile che cresci professionalmente o che ti mettono a fare il "tappabuchi" e spostare fori sulle lamiere tutti i giorni mentre le figure senior (gente che sta lo fa 30 anni ed ha avuto modo di crescere come si deve perché il mercato allora glielo permetteva ) si occupano della vera progettazione?
-Azienda piccola,padronale,fondata da qualcuno veramente capace 50 anni addietro ma con relativo passaggio della corona da generazione in generazione ( quasi sempre accompagnato da un peggioramento a livello aziendale)...mamma, papà ,nipotino/figlio quasi sempre saccente,egocentrico ,ignorante e investito di autorità ( di solito non sanno neanche cosa siano i Mpa)..questa figura sarà la tua alba e il tuo tramonto ... E quasi sempre non e ben disposta ad ascoltare..
- Azienda media (80-200 dipendenti), fatturato di 30-40 milioni di euro..azienda abbastanza grande da dotarsi di una strutturalita ed organizzazione,tuttavia hai possibilità più di emergere rispetto alle mega aziende ... Nel caso ti direi di puntare a queste..

Comunque ,se da un lato c' e questo dall' altro ci sono i tuoi sogni..io alla fine ho girato ,provato,riprovato ed ora faccio quello che mi piace fare...per cui un consiglio da amico e quello di seguire sempre e comunque le tue aspirazioni...

Un posto come piace a te vi sarà,e solo questione di tempo...pero devi essere veramente fortunato per avere tutto quello che desideri....Sta a te decidere pro e contro,quanto sei disposto a rischiare e sacrificarti? Magari conta di più anche la vita no? Quanto saresti disposto a spostarti e cambiare regione,nazione ecc pur di inseguire i tuoi sogni? Non e meglio stare vicino alla famiglia, amici,ragazza ecc?
E comunque tutto quello che ho detto prima e frutto della MIA esperienza,un qualcosa di soggettivo...per cui non voglio deviarti nei tuoi pensieri..solo darti coraggio (e qualche mio modesto parere) ! :D

A te ardua sentenza ;)

Ciao, grazie tante della risposta.
è davvero il mio terrore incappare in una nuova situazione che si riveli poi poco favorevole, come quelle che elenchi.
Mi sa che è un problema molto diffuso, che esula dalla volontà individuale di realizzazione e sviluppo di competenze. D'altronde chi ha studiato, ha già dimostrato di avere la propensione al sacrificio del tempo per lo sviluppo di competenze e la crescita professionale; credo sia logico che gli unici motivi per i quali si verifichino le situazioni che menzioni siano legati:
-alla difficile situazione lavorativa contemporanea
-a questioni di specifiche esigenze aziendali, quindi a seconda di dove vai a finire. Bisognerebbe tastare il territorio in sede di colloquio, farsi un'idea già prima di essere assunto, che è una cosa molto difficile se i recruiter riescono a vendere la propria realtà come oro anche essendo consapevoli di essere di fatto, per esempio, ghisa.
Due domande, cosa fanno gli application engineer? e cosa cambierebbe col contratto commerciale?
Il sacrificio, ahimè, lo ho già effettuato da tempo (sono lucano). Meglio la vita, ma per vivere servono i soldi. E credo che il modo per guadagnarsi da vivere e al contempo essere accettabilmente soddisfatto sia rimanere coerente con le scelte. La mia scelta è stata l'ingegneria meccanica, e ho intenzione di perseguirla in qualche modo.
Grazie dell'incoraggiamento, anche io mi mantengo ottimista, non demordo e continuerò ad agire in merito.
Mi ha fatto piacere avere, anche se non dei consigli precisi, uno scambio con qualcuno che riesce a comprendere.
Ciao.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: System Engineer
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
L’application è l’ingegnere che cura lo sviluppo della commessa richiesta dal cliente. Se contatti la bonfiglioli per aiutarti a scegliere un loro riduttore, non risponderà un ingegnere della ricerca e sviluppo, ma un application che ti aiuterà nel fare tutte le valutazioni tecniche per scegliere il prodotto giusto.
Per quello che ho visto io, non è un ruolo a cui si accede senza aver fatto prima esperienza in altre mansioni dell’ufficio tecnico. Almeno nelle aziende strutturate. Sei la prima linea verso il cliente, non è uno scherzo.

Io penso che più che la tua età, sia il tuo inizio di carriera a limitarti. 3 anni di esperienza in mansioni non tecniche “spaventano” i selezionatori.

Perché dovrei prendere te, piuttosto che qualcuno che ha la tua stessa età, ma anni di esperienza da disegnatore/analista FEM/programmatore?

Dovresti proporti a pari condizioni contrattuali di un neolaureato: stage/periodo di prova/stipendio ridotto ecc ecc.. il fatto è che un venticinquenne tendenzialmente accetta queste condizioni pur di imparare.

Tu ?
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
L’application è l’ingegnere che cura lo sviluppo della commessa richiesta dal cliente. Se contatti la bonfiglioli per aiutarti a scegliere un loro riduttore, non risponderà un ingegnere della ricerca e sviluppo, ma un application che ti aiuterà nel fare tutte le valutazioni tecniche per scegliere il prodotto giusto.
Per quello che ho visto io, non è un ruolo a cui si accede senza aver fatto prima esperienza in altre mansioni dell’ufficio tecnico. Almeno nelle aziende strutturate. Sei la prima linea verso il cliente, non è uno scherzo.

Io penso che più che la tua età, sia il tuo inizio di carriera a limitarti. 3 anni di esperienza in mansioni non tecniche “spaventano” i selezionatori.

Perché dovrei prendere te, piuttosto che qualcuno che ha la tua stessa età, ma anni di esperienza da disegnatore/analista FEM/programmatore?

Dovresti proporti a pari condizioni contrattuali di un neolaureato: stage/periodo di prova/stipendio ridotto ecc ecc.. il fatto è che un venticinquenne tendenzialmente accetta queste condizioni pur di imparare.

Tu ?
Ad essere onesto, chiaramente, fossi un selezionatore, a controllo visivo sui CV non mi porrei nessuno scrupolo a scegliere un ragazzo di 25 anni fresco di laurea o con esperienza e buttare nell'immondizia il mio CV. Ma non per questo devo arrendermi, altrimenti ho già perso. Una delle mie armi, che difendo a spada tratta, checchè ne dica chiunque, è il mio percorso di studi. Ho studiato, so cosa vuol dire, e sono disposto a farlo ancora, se questo vorrà dire soddisfazione, crescita e costruzione di un profilo competente. Inoltre, cosa fondamentale per me, dovrò avere accanto qualcuno che riesca a guidarmi, da neofita...sotto queste condizioni, e pianificando un percorso di crescita insieme all'eventuale azienda durante il tempo, non mi porrei limiti riguardo al tipo di contratto che mi proporrebbero.
Un'altra mia arma, reputo di essere una persona volenterosa (credo più della media, per quello che ho visto), e tendente all'analisi dei problemi sotto diversi aspetti.
Non so se questo possa risultare sufficiente, ma è quello che ho da dire di me stesso.
Riuscirei a convincere con questi argomenti? :)
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Leggo dal tuo profilo che risiedi in Lombardia .. mi sembra stranissimo (per esperienza personale) tu non riesca a trovare lavoro nell’ambito dell’ingegneria meccanica pura. In Brianza, in provincia di Varese e di Bergamo ci sono tantissime attività attivissime nel settore industriale, dalle macchine utensili, all’automazione industriale, alla componentistica più disparata .. secondo me è solo questione di tempo e perseveranza. Per il resto è difficile sbilanciarsi in consigli. Non sappiamo se magari vai ai colloqui pretendendo garanzie strane o restringi le tue ricerche a 5 km da casa, per citare due delle cose che tipicamente impediscono alla gente di trovare lavoro.
Io risiedo nella zona indicata e non per essere pessimista, ma tutto questo pullulare di aziende in crescita e sviluppo non lo vedo sinceramente.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Io tifo per te!
Sembri una persona seria e volenterosa! Sicuramente in generale non e' un periodo facile, sarebbe magari piu' semplice spiccare il volo ed andare all'estero...con tutti i pro e i contro.
Ma l'importante e' che non rinunci ai tuoi sogni e cerchi di tenerti aggiornato!
Buona fortuna!
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
Io tifo per te!
Sembri una persona seria e volenterosa! Sicuramente in generale non e' un periodo facile, sarebbe magari piu' semplice spiccare il volo ed andare all'estero...con tutti i pro e i contro.
Ma l'importante e' che non rinunci ai tuoi sogni e cerchi di tenerti aggiornato!
Buona fortuna!
Già, l'estero. Mai preso in considerazione, ma mi sa dovrò farlo a breve. Vedremo.
Intanto ti ringrazio per il tifo! :D
 

Calender

Utente standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: Inventor
Regione: Friuli Venezia Giulia
Prima di andare fuori comunque provaci qui..anche perchè fuori tendono ad assumere con una certa facilità profili già abbastanza "skillati",altrimenti preferiscono i locali .. alcune aziende fanno anche corsi di lingua (se sono veramente interessati alla persona)...
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
Prima di andare fuori comunque provaci qui..anche perchè fuori tendono ad assumere con una certa facilità profili già abbastanza "skillati",altrimenti preferiscono i locali .. alcune aziende fanno anche corsi di lingua (se sono veramente interessati alla persona)...
ciao, certamente. Se nn avrò riscontri nel medio periodo, causa età e tempo tiranno, dovrò valutare l'estero. Per fortuna l'inglese lo so, non C1/C2, ma lo parlo e lo capisco decentemente, anche qualcosa di tecnico.
 

Fulvio Romano

Utente Senior
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
Scusate se faccio lo stronxxo.
Tu mandi i curriculum e non ricevi risposta. Quanto spesso arrivi ad avere un colloquio di persona? E allora secondo te il problema è nella tua persona o nel curriculum?
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Scusate se faccio lo stronxxo.
Tu mandi i curriculum e non ricevi risposta. Quanto spesso arrivi ad avere un colloquio di persona? E allora secondo te il problema è nella tua persona o nel curriculum?
Ho intuito a cosa ti riferisci, però...
Secondo me il problema principale è legato al fatto che l'Italia (ma anche il resto d'Europa inizia a non passarsela tanto bene, e l'avevo previsto...) sono in una fase di forte deindustrializzazione, iniziata almeno 20 anni fa...
Di conseguenza che bisogno c'è di figure tecniche? Sempre meno...
Al contempo è aumentata la richiesta di figure commerciali, ovviamente con p.iva (se vendi ti do qualcosa, altrimenti 2 dita negli occhi e via andare...)
Da queste figure tecniche (poche) cosa è richiesto? Spesso non lo sanno nemmeno i datori di lavoro.
Principalmente che costino poco (e già qui ci si scontra col fatto che ad un 30 enne non si può proporre uno stage a 600 euro al mese), magari che abbiano esperienza da vendere nel settore (e qui c'è l'altro problema che avendo pochi anni lavorativi in settori diversi da quelli richiesti non risulta appetibile) e che non rompano gli zebedei con aumenti salariali, miglioramenti contrattuali, ferie, malattie,etc.
Insomma il sogno proibito del (im)prenditore medio italiano è quello di avere qualcuno con 30 anni di esperienza nel settore, che mandi avanti baracca e burattini, pagarlo come uno stagista, e alla bisogna dargli una bella pedata per toglierselo dai piedi.
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
Scusate se faccio lo stronxxo.
Tu mandi i curriculum e non ricevi risposta. Quanto spesso arrivi ad avere un colloquio di persona? E allora secondo te il problema è nella tua persona o nel curriculum?
Ciao.
Tre volte, una di persona (colloquio con esito positivo, ma per mancanza di mansioni confacenti col mio profilo, mi hanno messo in standby. Aspetto da più di 6 mesi), una non proprio di persona (su skype, era per una posizione all'estero e non ero convinto, quindi colloquio con esito positivo, detto dalla recruiter, ma la cosa non è andata avanti, anche per colpa mia) e una al telefono, cercavano a brevissimo termine un disegnatore e non volevo dare le dimissioni in maniera troppo repentina dal mio attuale lavoro (tornassi indietro....).
Questo non dimostra che sono la migliore persona del mondo...ma una persona nella norma, sì, mi sento di poterlo affermare.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
A questo punto ti conviene imparare bene almeno un CAD, magari con qualche corso fatto bene.
 

TwntySx

Utente poco attivo
Professione: Consulente
Software: Smrlt suite
Regione: Lombardia
A questo punto ti conviene imparare bene almeno un CAD, magari con qualche corso fatto bene.
a dire il vero oltre a questo, avevo intenzione di frequentare qualche corso di Analisi FEM. Ad ogni modo, avresti qualche suggerimento in merito a un corso di disegnazione?
Considera che posso raggiungere facilmente Milano, e ne ho visti di corsi disponibili...dalla tua esperienza (suppongo tu ne abbia) tra, per esempio, solidworks (ho fatto diversi tutorials a suo tempo su questo), Inventor, autocad 3D, quale ti sentiresti di indicarmi?
 

Calender

Utente standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: Inventor
Regione: Friuli Venezia Giulia
Scusate se faccio lo stronxxo.
Tu mandi i curriculum e non ricevi risposta. Quanto spesso arrivi ad avere un colloquio di persona? E allora secondo te il problema è nella tua persona o nel curriculum?
Dipende da tante cose...dalla sorte,dal momento storico, da dove vivi oltre che dalle skill specifiche del candidato..

Tu sei Campano da quanto leggo, contestualizzando, il problema può essere anche vivere in una parentopoli, tipo Napoli..dove se non hai il santo in paradiso e non sei fortunato finisci per fare lo schiavo oppure non ci arrivi neanche al colloquio.."chi ti conosce" giustamente?

Scusa se faccio lo stronxxo anche io :D
 
Ultima modifica:

Calender

Utente standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: Inventor
Regione: Friuli Venezia Giulia
a dire il vero oltre a questo, avevo intenzione di frequentare qualche corso di Analisi FEM. Ad ogni modo, avresti qualche suggerimento in merito a un corso di disegnazione?
Considera che posso raggiungere facilmente Milano, e ne ho visti di corsi disponibili...dalla tua esperienza (suppongo tu ne abbia) tra, per esempio, solidworks (ho fatto diversi tutorials a suo tempo su questo), Inventor, autocad 3D, quale ti sentiresti di indicarmi?
Ciao ^_^ , prima di spendere soldi controlla se la regione fa qualche corso gratuito con qualche Ente affidabile (anche non strettamente collegato al disegno CAD,tipo corsi per lavorazioni CNC , CAD-CAM, saldatura ecc..), comunque aggiungeresti qualcosa al tuo bagaglio culturale ... di solito li fanno per persone disoccupate,però non si puo mai sapere ;)..

Comunque ti auguro ogni bene e fortuna e spero veramente tu possa realizzare le tue aspirazioni :D
 

ale47p

Utente attivo
Professione: reverse/cad/cam
Software: CopyCad/PowerShape/PowerMill/VeriCut
Regione: Veneto
non so se nella tua posizione un corso (per quanto serio e fatto bene) possa migliorare il tuo curriculum. dico "non so" proprio perché io mi sono diplomato nel 2002 ed il giorno dopo ho iniziato a fare le cose che ho scritto qui sotto la mia foto...
secondo me devi trovare un'azienda che ti faccia fare la gavetta in quello che desideri fare.
se già dopo due anni che fai questa cosa non ti piace (ed è già un pezzo che ci pensi su...) io fossi in te proverei il salto dalla padella, magari rinunciando a qualcos'altro, magari andando a vivere in comune con altri studenti eccetera. sempre che tu non abbia figli, allora il discorso sarebbe diverso.
in ogni caso fissa un obiettivo (che è il cambio lavoro) e continua a navigare senza perderlo troppo di vista...in bocca al lupo!