Revit, fasi di lavoro, gestisci stratigrafia

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
Infatti io consideravo il solido vuoto solo come un "aggiunta" all'apertura.... tipo se devi fare i sguinci.... poi ho visto il casino per renderli parametrici e ho deciso che le mie case sono belle anche senza sguinci.:wink:
Adesso ripassare le famiglie me vien la nausea.
grazie
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
L'apertura ha un'unica dimensione e quindi non puoi creare le mazzette.
 

fabio.revit

Utente Junior
Professione: architetto
Software: revit
Regione: piemonte
L'apertura è più semplice da realizzare ma meno versatile; sarà sempre e solo un foro a forma di parallelepipedo.
Col solido di sottrazione sei tu che ne decidi la reale forma, ma ovviamente le cose si complicano soprattutto se devi parametrizzarlo questo vuoto.
Nelle mie prove di esportazione IFC ho notato una cosa: se una finestra è realizzata con una "apertura" il software che importa riconosce correttamente la famiglia come finestra, e la sostituisce con elementi parametrici della giusta categoria, se è una solido di sottrazione invece fa un semplice foro nel muro non parametrico.
E' una bella grana...
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
ho risolto, però non mi piace, allego foto: ho inserito 1 nuova finestra dove avevo precedentemente demolito le stesse (si vedono i tamponamenti in rosso) e fin qui tutto ok o quasi. Poi nel momento in cui aggiungo un pezzo di cappotto indicato dalla freccia succede il finimondo. Deduco che prima devo fare tutto il cappotto e poi inserire le finestre ma non mi sembra che sia proprio l'ideale che alla prima modifica non vengono piu riconosciuti i fori. E' normale?
1.png
2.png:confused:
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
In teoria no ma non ho sottomano una versione così "vecchia" per fare delle prove
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
[MENTION=47696]preben[/MENTION]: se non ricordo male a me succedeva un fatto simile quando all'interno della famiglia "finestra" vi erano più di 2 vuoti. Normalmente risolvevo con lo spostare la nuova finestra di pochi mm, oppure eliminando il terzo vuoto.
Potrebbe anche essere il fatto del "giunto automatico" del muro cappotto: prova a selezionare "impedisci giunto".
Poi le ipotesi possono essere tante altre, ma senza il file originale è difficile aiutarti
PS: ma lavori con la base nera?
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
no. ma non va bene. la finestra è semplice con un foro e collaudata. tra l'altro guarda cosa succede togliendo la finestra e mettendone una piu grande (vedi bagno) e addirittura togliendola del tutto (locale letto). cè qualcosa che non va (mi da l'idea che il problema qui sia nelle fasi). comunque mi sa che anche quest'anno il sistema fasi con Revit lo faccio l'anno prossimo.:smile:
base nera forever :cool:
perchè.png
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
Poi le ipotesi possono essere tante altre, ma senza il file originale è difficile aiutarti
per me non è un problema girare il file, dipende se hai tempo da perdere
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
[MENTION=47696]preben[/MENTION] ho dato velocemente un'occhiata al tuo file. Come volevasi dimostrare uno dei tuoi problemi sono i vuoti nelle famiglie finestre. Come accennato in precedenza (non so per quale motivo) ma revit non digerisce bene l'unione muri se all'interno della famiglia vi sono più di 2 vuoti (dai 3 in su). Nel tuo caso di vuoti ne hai circa 5-6 e quindi ti genera quell'errore.
Per ovviare al tutto dovrai: rivedere le famiglia togliendo i vuoti (tra l'altro la famiglia dovrebbe essere composta da nidificate e non tutto un'accozzaglia unica), ricaricare la famiglia corretta, unire i monconi della demolizione finestre con il muro principale, dove invece hai una nuova finestra occupata dal moncone dovrai spostare leggermente la finestra a lato e riposizionarla correttamente.
E' pista, ma purtroppo l'errore è generato dalla famiglia finestra.
Inoltre nel filtro delle fasi non hai un filtro "attuale" (o chiamalo come vuoi tu) che ti faccia vedere solo solo quello che è esistente nella fase visualizzata (quindi "per categoria" in nuovo ed in esistente e "non visualizzato" in demolito e temporaneo).
Effettivamente lavori con una versione un pò obsoleta.
Aggiornami!
Finestra1.jpg
Finestra2.jpg
Finestra3.jpg
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
come gia detto ieri ti ringrazio per il supporto.
punto 1) famiglia finestra: nel computo dei vuoti che rompono le palle tu allora consideri anche quelli di elementi accessori, quali nel mio caso le scanalature dei scuretti (vedi immagine). Io neanche li avevo considerati. Comunque sia la famiglia la ripulisco del tutto.finestra.png
punto 2) le fasi sono impostate come da prassi: per il comune (dalle mie parti) serve lo stato attuale con i gialli e lo stato di progetto con i rossi, niente di piu. Se hai il file e cè ancora la tavola lo vedi bene. :rolleyes:

ho la versione LT 2015 ancora impacchettata, ma lavorando conto terzi devo usare per forza la versione 2011 preistorico:frown:
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
I vuoti si considerano nel contesto della famiglia finestra e quindi... si anche quelli degli elementi accessori. A rigor di logica però (per evitare questi problemi ed avere più versatilità) bisognerebbe nidificare le famiglie degli elementi accessori all'interno della famiglia finestra. Come dicevo però qualche post fa, oramai ho preso l'abitudine a scompattare gli elementi vari della finestra in più famiglie singole da inserire all'interno del mio progetto.
IMHO non ho capito come gestisci le fasi: hai una fase "Stato di fatto" una fase "Stato di progetto" ed una fase intermedia "Stato di lavoro". Dalle tavole sembrerebbe che usi la fase "Stato di lavoro" per visualizzare la comparativa (i rossi nel tuo caso) mentre utilizzi la fase "Stato di progetto" per visualizzare il tuo progetto senza i rossi (ricostruzioni). E' così?
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
finestre: la nidificazione delle famiglie è complicata nel mio caso, in quanto lavoro conto terzi e devo mantenere un livello del progetto semplice. Tra l'altro è utile (per le finestre) quando per ogni progetto ti dicono di cambiare il profilo del serramento o la lavorazione del marmo o altro. Personalmente per il mio lavoro le variabili sono solo lo spessore del marmo esterno di cornice e il sistema di oscuramento. dunque è solo per scelta personale. tieni presente che la family andava bene; le problematiche sono sorte con le fasi di lavoro (c...zzo!!)

fasi: ho creato la fase di lavoro dove ci sono sia i gialli sia i rossi (che possono esssere visti separati o in comparazione) per avvicinarmi di più alla prassi del disegno tecnico tradizionale. Tra l'altro se non ricordo male, se tenevi i gialli e i rossi (sempre intesi come demolizioni e costruzioni) in due fasi diverse il revit non li divide bene (o come vuole la prassi) soprattutto le forometrie (ripeto questo ultimo concetto vado un pò a memoria).
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
In riferimento alle fasi... stai facendo un lavoro inutile. Revit ha già quello che occorre in un'unica fase, basta solo gestire correttamente i filtri. Come prevedevo la "fase di lavoro" è un qualcosa in più che non serve. Creando il corretto filtro "attuale" come ti ho indicato, hai tutti gli elementi su un'unica fase. Nella tavola di progetto puoi settare i filtri su gialli se vuoi vedere le demolizioni, su rossi se vuoi vedere le costruzioni e su attuale se vuoi vedere il disegno pulito del tuo progetto (stessa cosa per la fase "Stato di fatto"). Non ho capito bene l'ultimo concetto, ma il discorso delle fasi è che le puoi comparare solo tra fasi consecutive, ovvero nel tuo caso puoi solo comparate lo "stato di fatto" con lo "stato di lavoro" e poi lo "stato di lavoro" con lo "stato di progetto". Non puoi comparare lo "stato di fatto" con lo "stato di progetto" perchè non sono, appunto, consecutivi.
Io non ho mai avuto problemi con le fasi anche su file complessi o file linkati tra loro. L'unico problema l'ho avuto ai tempi proprio come te, ovvero l'errata gestione dei vuoti/pieni delle finestre a causa dei vuoti presenti all'interno della famiglia finestra.

Per le finestre,da come mi stai dicendo, a questo punto, non sarebbe più corretto separare i vari elementi in famiglie indipendenti l'una dall'altra? Devi cambiare lo scuro perchè al committente non va bene? Perfetto cambio solo lo scuro e non mi ricostruisco l'intera finestra! Devo modificare il davanzale perchè il cliente preferisci il mezzo toro? Cambio solo il davanzale che senso ha avere l'intera famiglia finestra da sostituire? Come ti comporti se sotto il davanzale interno della finestra vi è il classico vuoto con il termosifone ed in progetto lo vuoi chiudere perchè hai tolto il termosifone? Rifai l'intera finestra senza il vuoto? Oppure sarebbe più semplice "demolire" il solo vuoto sottofinestra?
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
il mio obiettivo è avere lo stato attuale con tutti i gialli (anche dove demolisco per creare le finestre) e lo stato di progetto con tutti i rossi e se non ricordo male (ripeto vado a memoria) il revit non distingueva bene o come volevo io. In piu devo avere sempre pronta la pianta di comparazione perchè in comune sempre piu spesso la chiedono (non serve a un c..zo ma la chiedono). se ho una stampa recente di questo lavoro la allego.
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
Per le finestre,da come mi stai dicendo, a questo punto, non sarebbe più corretto separare i vari elementi in famiglie indipendenti l'una dall'altra? Devi cambiare lo scuro perchè al committente non va bene? Perfetto cambio solo lo scuro e non mi ricostruisco l'intera finestra! Devo modificare il davanzale perchè il cliente preferisci il mezzo toro? Cambio solo il davanzale che senso ha avere l'intera famiglia finestra da sostituire? Come ti comporti se sotto il davanzale interno della finestra vi è il classico vuoto con il termosifone ed in progetto lo vuoi chiudere perchè hai tolto il termosifone? Rifai l'intera finestra senza il vuoto? Oppure sarebbe più semplice "demolire" il solo vuoto sottofinestra?[/QUOTE]

no, non hai capito, io non ho particolari esigenze sulle rifiniture. nel caso finestre: o metto le finestre con le tapparelle (una famiglia) o metto quelle con i scuri (un'altra famiglia) . La seconda variabile è la cornice (visibile o meno). se poi qualcuno mi chiede qualcosa di specifico allora prendo la family piu simile e la modifico per lui. tutto qui.
Per la parte interna ancora meno problemi perchè di rendering interni ne faccio 1 ogni forse 5/6 progetti.
Per quanto riguarda le fasi le sto collaudando ora, perche come un'anno fa, non mi convincono ancora.
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
Nel post #29 hai le tre "vedute" sulla stessa fase (Stato di lavoro, come puoi vedere dalle proprietà della vista) con il filtro "attuale" hai la veduta dello stato progettato; con il filtro "rossi" hai la ricostruzione; con il filtro "gialli" hai la demolizione!
Non è la stessa cosa che vuoi rappresentare tu?
Poi a livello comunale ognuno interpreta la normativa a proprio piacimento con le richieste più strane... quindi auguri!
Purtroppo (anzi fortunatamente!) le fasi in Revit sono a mio giudizio indispensabili! Se riesci a capire come gestirle ti si apre un mondo! E non riguardano solo finestre e porte, ma ad esempio gli abachi tanto per capirci, dove in quattro e quattrotto ti ritrovi ad avere le superfici stato attuale e di progetto, o i locali, ecc. poi se dovessi utilizzare i file linkati allora è l'unico modo per gestire il tutto con semplicità.
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
oddio... richieste strane..... è da una vita che chiedono così, e il problema è che i tecnici comunali non cambiano mai:frown:
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
fai una prova perchè non ci capisco +:
nello stato attuale metti un muro con una finestra.
nello stato di progetto aggiungi il cappotto e sposta la finestra di un paio di metri.

nella tavola finale ci deve essere:
stato attuale: gialli
stato di progetto: rossi

e poi vediamo che succede.

mi si è intrippatto il cervello :eek:
 

MTR

Utente poco attivo
Professione: n/a
Software: Revit
Regione: Emilia-Romagna
Buongiorno a tutti!
Mi trovo anch'io a dover gestire una situazione simile ed ho ripescato questo vecchio post, anche se nel frattempo sono cambiate diverse cosa su Revit (es. gestione della stratigrafia per fasi) e... Magari qualcuno ha trovato una valida soluzione al problema!
(sono su versione 2019)

Il mio caso: progetto di riqualificazione con isolamento a cappotto e sostituzione del serramento (con chiusura del sotto finestra e adeguamento del vano e del cassonetto al monoblocco per il serramento di progetto).
Per il muro: creo il muro definitivo e attribuisco al cappotto la fase di creazione: fase di progetto.
Per la finestra (e mo so' c***i): ho creato una famiglia con solidi di sottrazione (ahia) per cassonetto, vano finestra (per fare la mazzetta) e cassonetto. Gli elementi del serramento sono nidificati e condivisi (le estrusioni di sottrazione no).
Quando demolisco e filtro la vista, i vuoti rimangono comunque al loro posto, e non vengono compensati da alcun elemento di riempimento.
Ho letto le (interessanti) strategie di manuel ma non riesco a gestire indipendentemente le fasi di creazione/demolizione degli elementi condivisi nidificati all'interno della famiglia finestra, quindi vorrei capire:
- dovrei usare famiglie separate ed eventualmente raggrupparle all'interno del progetto per gestirle meglio in termini di fasi?
- per creare una famiglia di solidi di sottrazione parametrici uso il template generico o uno su host?
- avete dei suggerimenti?

Allego la finestra
Grazie mille!
 

Allegati