Revit, fasi di lavoro, gestisci stratigrafia

maubrando

Utente poco attivo
Professione: architetto
Software: revit
Regione: sardegna
Buonasera a tutti,
vorrei sapere come poter gestire l'intonaco nelle fasi di lavoro di una ristrutturazione. Dopo aver creato il modello e impostato i filtri e le fasi vorrei capire come gestire la demolizione del solo intonaco (ad esempio nella fase: settimana 4) e il nuovo intonaco (ad esempio nella fase:settimana 5). Ho realizzato il modello utilizzando il muro di base con la relativa gestione della stratigrafia. Non vorrei gestire l'intonaco duplicando il tipo muro.

grazie
 

fabio.revit

Utente Junior
Professione: architetto
Software: revit
Regione: piemonte
Ad oggi Revit non gestisce le fasi sulle singole stratigrafie.
E comunque non è la funzione delle fasi quella di essere usate come una sorta un diagramma di gantt.
Se proprio vuoi gestire inq uesto modo le stratigrafie, devi fare dei muri dello spessore dell'intonaco che unisci a quelli dietro "stutturali" per la gestione delle forature (sperando che gòli elemnti dilibreria finestre etc siano stati realizzati usando i solidi di sottrazione e non le aperture).
Considera che dopo un po'comunque le fasi si incasinano e la gestione diventa confusa
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
mi attacco qui, anche se il problema è sollevato anche in altra discussione (finestra su due muri uniti). Io devo fare la classica ristrutturazione dove metto il cappotto isolante su muro esistente. Ecco che le finestre non si adattano alla nuova unione dei due muri (muro esistente + "muro cappotto"). Il problema è che imposto il file rvt con le fasi e quindi non posso creare neanche un muro con strato cappotto colorato in rosso. Qualcuno ha idee? stato attuale.pngstato progetto.png buona estate
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
hai provato ad unire i muri?
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
E' giusto che sia così!
Provo a risponderti con una domanda: come fa il muratore?
Semplice: toglie la soglia, toglie la persiana (se c'è persiana), mette il cappotto, mette la nuova soglia, riposiziona la persiana!
Et voilà! Nello stesso modo deve fare Revit! Quindi la finestra che tu stai usando non va bene! Hai due possibilità:
la prima (la più semplice e brutale) demolisci la finestra e la riposizione sul Muro+cappotto; funziona il tutto la nuova finestra si adegua all'unione muro+cappotto, in questo caso però nella comparativa ti troverai in rosso e giallo l'intera finestra;
la seconda più fine e più corretta è quella di demolire la soglia, demolire la persiana (se esiste) e riposizionarli nella nuova fase. Tutto procede correttamente ed anche in comparativa tutto è corretto.
Di fatto però per procedere in questo modo devi "scomporti" la finestra in più famiglie separate da inserire opportunamente, ovvero: la sola finestra, il solo davanzale, la sola persiana.
Oramai è da diverso tempo che utilizzo questo metodo: la mia famiglia non è più una cosa unica (finestra, persiana, soglia interna, soglia esterna), ma ho diverse famiglie separate (quattro o più a seconda dei casi).
E' vero che ti fai "più pista" ad inserire una "semplice finestra" (quattro famiglie anzichè una), ma con il tempo scoprirai che la cosa è molto più versatile e ti togli d'impiccio successivamente (ad esempio se devo solo sostituire le persiane - oppure le sostituisco con le tapparelle - la mia finestra rimane invariata e non ho famiglie diverse di finestre - con persiana, senza persiana, con tapparella, alla piemontese a pannello unico, ecc. - ma ho diverse famiglie "scuri", così come diverse famiglie "soglia", ecc.
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
[MENTION=9930]Tristan[/MENTION], la domanda di [MENTION=47696]preben[/MENTION] secondo me era sul perchè la soglia e le persiane non si adattano al vuoto Muro+cappotto. Nell'immagine vi è il vuoto tra i muri uniti
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
I muri sono uniti. La finestra (anche inserita nuova e di libreria ufficiale) non si adatta al muro piu largo. Ricordo che siamo in un modello costruito con le fasi di lavoro. Non vorrei che fosse come dice fabio.revit che la famiglia finestra è da gestire con il foro solido di sottrazione!!!
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
Allora sono io che non capisco. Dalle immagini sembra che il foro sia corretto, mentre la finestra non ha adeguato la sola soglia. Comunque le finestre di sistema non usano il vuoto per fare "il buco", ma il comando "apertura". L'apertura non permette la gestione dei vuoti tra muri uniti, mentre il vuoto si, con l'unica accortezza che il vuoto (all'interno della famiglia finestra) non venga vincolato al profilo del muro esterno, ma venga "allungato" oltre il muro
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
ti metto le viste. tieni presente che cè una sopraelevazione mantenendo le stesse finestre e cappotto esterno. La finestra così comè fora il muro ma la cornice e i scuretti rimangono vincolati dal filo esterno del muro esistente (in pianta era grigio) anche unendolo con il cappotto. Tra l'altro inserendo una finestra ex novo non calcola il muro doppio.
vista attuale.pngvista progetto senza unione muri.pngvista progetto con unione muri.png
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
comè possibile:
cito manuel - la prima (la più semplice e brutale) demolisci la finestra e la riposizione sul Muro+cappotto; funziona il tutto la nuova finestra si adegua all'unione muro+cappotto.
non capisco ma non mi risulta
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
[MENTION=47696]preben[/MENTION]: effettivamente hai ragione ho scritto una "cavolata". Non è possibile! L'unica maniera quindi è procedere con il punto 2, oppure ridefinire la finestra con la posizione degli scuri e la profondità della soglia data da un parametro (spessore cappotto ad esempio). Effettivamente nei miei primi progetti avevo fatto così: regolavo la posizione dello scuro e la profondità della soglia in base ad un parametro "spessore cappotto" che azionavo con un flag Si/No. Scusami per l'indicazione errata, ma ricordavo questo procedimento.
Quindi l'unica è prendere in mano nuovamente la famiglia del serramento ed adeguarla alle tue esigenze
Finestra.jpg
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
rifare la stessa famiglia con il parametro cappotto in modo da poterla allargare a piacimento?! ok, premesso che sono PRO revit tutta la vita, ma duplicare tutte le famiglie di finestre e porte finestre e altre forometrie mi sembra esagerato. Non è che stiamo sbagliando qualcosa?:confused:
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
ma duplicare tutte le famiglie di finestre e porte finestre e altre forometrie mi sembra esagerato.
Perchè duplicare? Modifichi la famiglia che andrà poi bene sia per il nuovo che per le ristrutturazioni
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
duplicare inteso come riprendere e ripassare di nuovo tutte le family.
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
ma adesso guarda qui: stesso muro da 30cm affiancato e unito su cui ho inserito due famiglie di libreria rvt:
confronto.png
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
Un po' per volta...non ha senso secondo me mettersi a fare tutto subito; fai in base alle esigenze del momento e una volta fatta è fatta ;)

- - - Aggiornato - - -

Una è fatta con un vuoto (a destra), l'altra con un apertura (a sinistra)
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
Purtroppo con revit c'è il rischio di volere il "tutto in uno" e quindi il volere un'unica famiglia finestra con la possibilità di scegliere tra il serramento unica specchiatura, assieme a quello a doppia specchiatura, ecc, con lo scuro pieno quello alla piemontese, ecc, con il davanzale tutto toro, mezzo toro, ecc, con la maniglia rotonda, squadrata, ecc. Insomma una finestra "all-in-one", comoda che con un semplice flag modifichi a piacimento.
Purtroppo così è un "macello", quella volta che ti serve un pò più diversa è un "casino" gestirla. Io, appunto, sono arrivato al massimo (per me) con la creazione di famiglie separate ovvero famiglie di soli serramenti, di sole soglie, di soli scuri, di soli "vuoti sotto finestra", fasciature, ecc.
E' più macchinoso dover inserire più volte un elemento (minimo 4 passaggi per finestra -serramento+scuro+davanzale interno+davanzale esterno), ma più versatile successivamente (anche in base alle esigenze del cliente). Basta solo avere l'accortezza di lucchettare tutto per bene.
In questo modo sei sicuro di avere tutte le combinazioni possibili secondo il tuo uso.
Se pensi, alla fine, le famiglie non sono tantissime (considera eventualmente che finestra e portafinestra possono essere la stessa famiglia) e comunque alcune famiglie (ad esempio soglie e fasciature) possono essere utilizzate per altre esigenze (porte delle autorimesse?)
 

manuel

Utente Junior
Professione: geometra
Software: Autocad, Revit e poco 3dsmax
Regione: Piemonte
quoto [MENTION=9930]Tristan[/MENTION]... per entrambe le risposte: le due finestre sono state realizzate con elementi "vuoti" diversi: apertura e vuoto. Aggiorno solo con il dire che quella realizzata con il "vuoto" ha il vincolo del vuoto (appunto) alla faccia del muro (basterebbe modificare l'estrusione).
[MENTION=47696]preben[/MENTION] non si tratta di ripassare tutte le famiglie... ma creare da 0 la TUA famiglia (secondo quindi le TUE esigenze)
 

preben

Utente Junior
Professione: geometra
Software: autodesk
Regione: verona
sicuramente un po per volta!
cè un motivo per il quale il foro viene fatto con sistema "solido vuoto" e "apertura"? forse con il sistema "solido vuoto" posso regolarne la dimensione e creare delle nicchie?
grazie per i chiarimenti

le famiglie le ho fatte nascere io in base alle esigenze ed il fatto che non si adeguasse a muri sovrapposti mi è scappato, fregato anche dall'ultima immagine che vedi.
 

Tristan

Moderatore Civil 3D
Membro dello Staff
Professione: Application Engineer
Software: AutoCAD Civil 3D, Revit e altre amenità
Regione: Trentino
L'apertura è più semplice da realizzare ma meno versatile; sarà sempre e solo un foro a forma di parallelepipedo.
Col solido di sottrazione sei tu che ne decidi la reale forma, ma ovviamente le cose si complicano soprattutto se devi parametrizzarlo questo vuoto.