Revisione disegno e cartiglio

biXel

Utente standard
Professione: Progettista meccanico
Software: NX, TC, SAP
Regione: Emilia Romagna
Buon di a tutti.

Mi piacerebbe avere un vs. parere in merito ai balloon utilizzati per identificare quote che hanno subito modifica.
Se la modifica impattasse su dei dati contenuti all'interno del cartiglio ( es il materiale del particolare o altra informazione comunque all'interno del cartiglio ), è esaustiva la sola descrizione nel campo della modifica che cita 'modificato materiale' o è anche necessario aggiungere il balloon della nuova revisione all'interno del cartiglio, dentro il campo del materiale?

Lo trovo 'invadente' e reputo sufficiente la nota ( che quindi mi comunica che il materiale è stato modificato ).

Pareri e/o indicazioni utili?

Grazie mille.
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Il balloon della modifica può essere usato anche per identificare parti del cartiglio modificati.
Sulle descrizioni delle modifiche, è bene essere più esaustivi possibile, compatibilmente con lo spazio a disposizione (evitando gli abbreviamenti tipo "mod. qtà" o "mod. sald. perim.").

Per quanto mi riguarda modifiche di materiale, trattamenti superficiali, grezzo di partenza o similari che non impattano sulle geometrie del disegno, le segno esplicative balloon o meno presenti, se il disegno non è così "denso" da lasciare lo spazio opportuno attorno al cartiglio e sono quindi sicuro che non ci siano male interpretazioni, metto anche i balloon.

Parto dal presupposto che prima di guardare il disegno, ogni operatore, DEVE leggere prima il cartiglio nella sua completezza.
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
a mio parere il balloon ha lo scopo di identificare subito la revisione, quindi all'interno della geometria facilita la lettura, ma quando è riferita al cartiglio lo trovo inutile perché nella descrizione si identifica già il campo modificato
 

biXel

Utente standard
Professione: Progettista meccanico
Software: NX, TC, SAP
Regione: Emilia Romagna
si li però parlavo in generale ( in effetti potevo continuare la comunque).
qui chiedevo specificatamente il coinvolgimento dei balloon all'interno del cartiglio.
:unsure:
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
come scrive 320iS la descrizione deve essere chiara; se nel cartiglio hai modificato 4 campi (materiale, colore, finitura, trattamento) e nella descrizione della revisione non ti stanno allora metti i balloon specificando di cercarli nel cartiglio ( ad esempio: modifica del cartiglio nei campi indicati)
 

biXel

Utente standard
Professione: Progettista meccanico
Software: NX, TC, SAP
Regione: Emilia Romagna
io sono concorde con voi.
è che alcuni colleghi vorrebbero scrivere i poemi nel campo descrizione delle modifiche.
meno si scrive meglio è ( se non è assolutamente necessario ).
ho visto colleghi cinesi con testi tradotti in maniera imbarazzante...

dal mio punto di vista, se la modifica è eloquente non serve:
metti i balloon sulle dimension modificate e fine ( se vuoi vedere le differenze ti apri il disegno precedente ).
per quanto riguarda le modifiche nel cartiglio, dato che non impatta la geometria la descrizione è sufficiente e necessaria.
vedrò di convincere i 'dinosauri' d'ufficio.

grazie per il vs contributo.
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Non è il punto se scrivere o non scrivere, ma essere chiari e non lasciare a libera interpretazione.
Il dono della sintesi è per pochi, ma se non si è chiari, è in ogni caso il fallimento dell' obiettivo.