Responsabilità da organigramma

tartufon80

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: Volevo fare il tecnico....
Software: Solidworks 2016 SP5, Creo 2.0+PDMLink 10.1 (ricordi)
Regione: Abruzzo
........Se si sveglia una mattina e dice che le responsabilità sono mie come dimostro che le decisioni le prendeva lui?
No' ......... sapessi quante cose ho fatto a voce :rolleyes:
Ecco appunto è la parte in grassetto quella critica :mixed: come lo dimostri ? :confused:
Buona serate e buona notte a tutti.

Buongiorno a tutti!

Ed il tutto credo converga nuovamente in una precedente discussione aperta da TECNOMODEL (qui).
 

TECNOMODEL

Utente Senior
Professione: Progettista/Disegnatore
Software: Cimatron E/Inventor/Creo Direct Modeling
Regione: Emilia Romagna
Già, siam sempre lì.

Ad ogni modo parlando con i colleghi è venuto fuori che il problema esisteva anche con chi mi ha preceduto, anzi è stato il motivo per cui se n'è andato.

Infatti aveva fatto inserire nel manuale della qualità che nel piano progetto venisse esplicitato il responsabile tecnico dello stesso.

Quindi dovrei aver risolto almeno il problema di avere le spalle coperte. Nei verbali di inizio progetto e nei piani espliciterò che la responsabilità tecnica è assunta dalla direzione generale.

Poi ho creato una relazione di progetto in cui indico le varie decisioni prese e chi le ha prese, unitamente alle relazioni in cui segnalo eventuali problematiche direi che posso star tranquillo.
almeno nei riguardi della legge, poi so già che l'ottuagenario dirà che ho mentito, falsificato i documenti o capito male:mad:
 

Fulvio Romano

Utente Senior
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
Comunque non confondiamo gli incarichi con le deleghe.
Se io ti do un incarico a voce, e tu sbagli, mi incacchio con te. Se voglio denunciarti devo IO poter dimostrare di averti delegato, ho io l'onere della prova.
Come lo dimostro? Semplice, ti faccio firmare una delega, e la mia prova è la tua firma.
Per le deleghe importanti (ceo, coo, cfo, ecc) si va dal notaio, non so se mi spiego.
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
No' ......... sapessi quante cose ho fatto a voce :rolleyes:.
beh, dai...
queste non sono fuffigne!
mica ti incaricano così. Non accetterei un incarico così detto "a voce".


Ecco appunto è la parte in grassetto quella critica :mixed: come lo dimostri ? :confused:
Buona serate e buona notte a tutti.
vedi appunto l'altra discussione di Tecnomodel...
 

numero1

Utente Senior
Professione: Non lo sò + nemmeno io
Software: Tavoletta cuneiforme ....... ACAD, MStation, PDS/PDMS, Autoplant ed un poco di NX
Regione: Da qualche parte
beh, dai...
queste non sono fuffigne!
mica ti incaricano così. Non accetterei un incarico così detto "a voce".
Ma vedi MBT, io sinceramente ti ammiro e sono felice per te ........
La differenza principale tra te e Tecno è che tu, evidentemente, sei riuscito ad entrare in una società che ha le basse sfere.
Questo ha degli svantaggi ma anche dei vantaggi ....... ma complimenti a te.
Tecno, evidentemente e pur essendo bravo, invece ha trovato lavoro in una società di tipo diciamo ..... "padronale".
Io, ho lavorato in entrambi i tipi di società, ma mi sono trovato a che fare molto più spesso con ditte del tipo di quelle indicate da Tecno.
E' per questo che capisco, credo meglio di te, ciò che lui sta' passando.
Ed è sempre per questo che non considero così strane certe dinamiche che lui racconta.
;)

vedi appunto l'altra discussione di Tecnomodel...
Sono d'accordo ........
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX1872 TC12
Regione: veneto
Faccio un esempio: il capo decide di realizzare un componente con uno spessore X e sottoporlo a Y Bar di pressione.
Verifico e mi accorgo che è sottodimensionato con rischio di rottura. Segnalo la cosa ma la riposta è " si fa come dico io".

Andiamo in banco prove ed il componente si rompe, con perdita di olio in pressione e pezzi che schizzano in ogni dove.
Il mio collega che lavora al banco viene colpito. Di chi è la responsabilità?
La responsabilità è dell'ufficio test e del responsabile della sicurezza, in quanto deve approntare tutte le misure necessarie a prevenire lesioni in caso di rottura o scoppio o qualsivoglia altro malfunzionamento.
D'altra parte i test servono proprio a questo ed è possibile, se non altamente probabile, che un pezzo si rompa. Supponi di fare una prova di compressione di un pezzo, si rompe e una scheggia colpisce l'addetto: la responsabilità non è del progettista del pezzo bensì di chi non ha messo le protezioni alla macchina.
Se il pezzo si rompe in esercizio allora è un altro paio di maniche perché è l'azienda che una volta che mette in circolazione il prodotto ne diventa responsabile.