quotatura zigrinatura

biz

Utente attivo
Professione: disegnatore-progettista
Software: Solid Edge,PTC
Regione: Lombardia
Mi chiedo se il diametro del pezzo su cui verrà impressa la zigrinatura vada quotato come diametro nominale o come diametro di rullatura.
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
Visto che la zigrinatura avviene per deformazione esterna secondo me va quotato il diametro nominale.
Per l zigrinatura invece si usa la normativa UNI 149
 

biz

Utente attivo
Professione: disegnatore-progettista
Software: Solid Edge,PTC
Regione: Lombardia
La normativa la conosco,solo che, come saprai, non indica se sul disegno vada quotato il diametro nominale o quello di rullatura
 

biz

Utente attivo
Professione: disegnatore-progettista
Software: Solid Edge,PTC
Regione: Lombardia
comunque grazie.
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
La normativa la conosco,solo che, come saprai, non indica se sul disegno vada quotato il diametro nominale o quello di rullatura
Non è che possa sapere cosa sai e cosa no; comunque ho specificato che la normativa serve per indicare la zigrinatura, ma non è escluso che nella norma, che non possiedo, sia specificato anche come quotare il diametro.
Per quanto riguarda il diametro mi correggo perché per diametro nominale si indica il diametro esterno della zignrinatra mentre con diametro di rullatura il diametro di partenza; quindi, sempre secondo me, va quotato il diametro di rullatura che in funzione del tipo di zigrinatura, in rilievo o incavata, può anche essere lo stesso di quello nominale.
Il fatto che il diametro di rullatura dipenda dal diametro nominale, dal tipo di zigrinatura significa che deve essere dimensionato a priori e quindi indicato a chi dovrà preparare il pezzo.

UN PAIO DI PDF INTERESSANTI... CREDO
https://www.galvagni.eu/public/img/sotto_pagine/2016413_122808_XUK1TL.pdf
 

biz

Utente attivo
Professione: disegnatore-progettista
Software: Solid Edge,PTC
Regione: Lombardia
insomma indico il diametro di rullatura.
Però dissento sul fatto che il diametro di rullatura potrebbe essere uguale a quello nominale...in questo la norma mi pare chiara:dicesi diametro nominale il diametro finale,dopo la lavorazione....dicesi diametro di rullatura il diametro iniziale...prima della zigrinatura.
Il dubbio rimane,perchè se indico il diametro iniziale di certo aiuto il costruttore, ma non rispecchia il pezzo finito, mentre se dovessi indicare il diametro finale non aiuto il tornitore (anche se a parer mio il tornitore dovrebbe districarsi agilmente fra queste normative).
Quindi boh...adesso guardo i pdf che hai allegato.
Grazie.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
insomma indico il diametro di rullatura.
Però dissento sul fatto che il diametro di rullatura potrebbe essere uguale a quello nominale...in questo la norma mi pare chiara:dicesi diametro nominale il diametro finale,dopo la lavorazione....dicesi diametro di rullatura il diametro iniziale...prima della zigrinatura.
Il dubbio rimane,perchè se indico il diametro iniziale di certo aiuto il costruttore, ma non rispecchia il pezzo finito, mentre se dovessi indicare il diametro finale non aiuto il tornitore (anche se a parer mio il tornitore dovrebbe districarsi agilmente fra queste normative).
Quindi boh...adesso guardo i pdf che hai allegato.
Grazie.
Chi fa il disegno secondo me indica il diametro finito, il costruttore in base alla sua esperienza ed alle attrezzature che ha a disposizione parte dal diametro opportuno al fine di arrivare al risultato che tu chiedi!
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Si credo anche io @PIETRO2002 anche se mi pare di capire che @MassiVonWeizen non sia d'accordo
Se sai chi ti costruira' i pezzi puoi chiedere al fornitore la quota di partenza... ma se poi per enne motivi cambi fornitore, cosa fai una revisione di disegno per ogni terzista? Non mi sembra la strada giusta, tu indichi quello che ti serve, magari chi te lo fa, ha inventato una nuova tecnologia e te lo da di fusione! Con buona pace di Massi :)
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
Però dissento sul fatto che il diametro di rullatura potrebbe essere uguale a quello nominale
Se hai una zigrinatura incavata di fatto il diametro esterno è lo stesso; forse sarebbe più corretto definirlo diametro di cresta (anche se non so come sia possibile misurarlo in questo caso)
anche se a parer mio il tornitore dovrebbe districarsi agilmente fra queste normative
Su questo sono io che dissento perché richiederebbe al tornitore che debba stare a spulciarsi la norma e farsi calcoli per definire il diametro prelavorato; l’officina non è sempre così ambientalmente idonea per farsi i calcoli, inoltre credo sia raro che a bordo macchna siano disponibili le normative tra cui destreggiarsi. A mio parere è compito del disegnatore dare tutte le informazioni per eseguire il pezzo senza obbligare l'operatore a farsi calcoli o sfogliare manuali. Inoltre potrebbe avere necessità di conoscere prima di iniziare tutte le lavorazioni di che diametro si tratta per ottimizzare la sequenza di tornitura.
Chi fa il disegno secondo me indica il diametro finito, il costruttore in base alla sua esperienza ed alle attrezzature che ha a disposizione parte dal diametro opportuno al fine di arrivare al risultato che tu chiedi!
Si è vero, l'ho colpevolmente tralasciato.
Resto dell'idea che debba essere indicato anche quello di rullatura.
 

biz

Utente attivo
Professione: disegnatore-progettista
Software: Solid Edge,PTC
Regione: Lombardia
@MassiVonWeizen se hai una zigrinatura incavata il diametro iniziale e quello finale per forza di cose non possono essere uguali,in quanto la deformazione plastica indotta dall'utensile porta ad una variazione del diametro comunque,anche se di entità esigua
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
Se sai chi ti costruira' i pezzi puoi chiedere al fornitore la quota di partenza... ma se poi per enne motivi cambi fornitore, cosa fai una revisione di disegno per ogni terzista?
in allegato un'immagine di un pdf che non riesco ad allegare
 

Allegati

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
in allegato un'immagine di un pdf che non riesco ad allegare
Non mi piace fare la figura del professore, parlo per esperienza, ho visto un po' di pezzi fatti su torni plurimandrino con delle lavorazioni di filettature rullate con teste della ditta Fette, ti assicuro che per trovare il giusto diametro di prerullatura dovevamo fare qualche prova, e quando cambiava il materiale, la storia si ripeteva, quindi le formule teoriche ti danno una base di partenza, ma poi le devi verificare sul campo. E' giusto che un progettista conosca le lavorazioni, ma non puoi pretendere che sappia tutti i trucchi di chi magia il tornio dalla mattina alla sera!
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
Non mi sembra che sia fare la figura del professore dire la propria opinione o avvalorare la propria tesi.
Ritengo che il disegno generico, inteso come disegno che non ha uno specifico fornitore o esecutore di riferimento, debba avere oltre le informazioni costruttive e funzionali anche quelle aggiuntive per facilitare lo sviluppo; quindi a me non piace indicare le norme che definiscono le gole di scarico, punte da centro, seeger...., ma preferisco disegnare e dimensionare; certo, investo del tempo, ma lo tolgo a chi prenderà successivamente in mano il disegno col rischio che possa commettere un errore*.
Questo anche perché ho lavorato sulle macchine utensili per una decina d'anni e so che la situazione raramente ti permette di aprire un vademecum o catalogo per vedere di quanto è la gola del seeger per un albero da 35, informazione che invece il disegnatore poteva dare in 5 minuti.
Purtroppo gli anni da tornitore sono lontani e anche quella vota godronature ne ho fatte poche, quindi la memoria mi fa difetto e l'avrò fatta sembrare più semplice di quanto è.

*Ad ogni passaggio che si fa il rischio di errore aumenta; Se, ad esempio, invece di dare direttamente un fle step a fornitore dò un pdf ad un ufficio tecnico esterno che ci farà un dxf che poi girerà a sua volta ad un suo fornitore a cui però serve un 3d e quindi lo dovrà rimodellare tutti questi passaggi possono portare piccoli errori di distrazione che sommati fanno un disastro (un po' la logica del telefono senza fili che si faceva da bambini); questo è un esempio estremo ovviamente, ma era per spiegare la mia tesi.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Non mi sembra che sia fare la figura del professore dire la propria opinione o avvalorare la propria tesi.
Ritengo che il disegno generico, inteso come disegno che non ha uno specifico fornitore o esecutore di riferimento, debba avere oltre le informazioni costruttive e funzionali anche quelle aggiuntive per facilitare lo sviluppo; quindi a me non piace indicare le norme che definiscono le gole di scarico, punte da centro, seeger...., ma preferisco disegnare e dimensionare; certo, investo del tempo, ma lo tolgo a chi prenderà successivamente in mano il disegno col rischio che possa commettere un errore*.
Questo anche perché ho lavorato sulle macchine utensili per una decina d'anni e so che la situazione raramente ti permette di aprire un vademecum o catalogo per vedere di quanto è la gola del seeger per un albero da 35, informazione che invece il disegnatore poteva dare in 5 minuti.
Purtroppo gli anni da tornitore sono lontani e anche quella vota godronature ne ho fatte poche, quindi la memoria mi fa difetto e l'avrò fatta sembrare più semplice di quanto è.

*Ad ogni passaggio che si fa il rischio di errore aumenta; Se, ad esempio, invece di dare direttamente un fle step a fornitore dò un pdf ad un ufficio tecnico esterno che ci farà un dxf che poi girerà a sua volta ad un suo fornitore a cui però serve un 3d e quindi lo dovrà rimodellare tutti questi passaggi possono portare piccoli errori di distrazione che sommati fanno un disastro (un po' la logica del telefono senza fili che si faceva da bambini); questo è un esempio estremo ovviamente, ma era per spiegare la mia tesi.
Si sono d'accordo con te che bisogna mettere l'operatore nelle migliori condizioni per eseguire il proprio lavoro. Ma alcune cose le fa proprio l'operatore in base alla sua esperienza e alle sue attrezzature/macchine. Altrimenti oltre al disegno gli si dovrebbe dare tutto il ciclo di lavoro, con tutte le fasi ecc. ecc. Questo lo si fa in aziende strutturate dove si hanno le lavorazioni in casa e dove esiste un ufficio dedicato!
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
È come quando si fanno lamierati da piegare; si indica in raggio e si mette la dimensione spianata, ma poi chi fa lo sviluppo usa il raggio della sua piegatrice e corregge lo sviluppo. Comunque queste informazioni vanno date.
Restando sul pezzo godronato io il diametro di rullatura lo metterei, magari come ausiliaria, poi il fornitore lo correggerà secondo le sue conoscenze.
 
Hai installato un sistema per bloccare i banner/annunci

Abbiamo capito, le pubblicità sono fastidiose!

Il software di blocco dei banner fa un ottimo lavoro nel bloccare gli annunci, ma blocca anche le funzioni utili del nostro sito web. Per una migliore esperienza sul sito, disabilita il tuo AdBlocker su CAD3D.it. Grazie!

Ho disabilitato AdBlock