Quasi macchina: quale targhetta posso mettere?

pollo

Utente Standard
Professione: libero professionista
Software: vari
Regione: Toscana
#21
Rispondo solo per le parti che mi hai chiesto, lasciando stare quelle di pertinenza degli altri.

Questione "aggravano le responsabilità"
Se tu sei fabbricante di una cosa che è macchina e la dichiari QM, vendi una cosa che non è conforme alla direttiva (al di là degli accordi commerciali): il D.Lgs.17/2010 all'art.15 definisce le sanzioni (salvo che non sia presente un reato).
Poi dal momento che la tua macchina diventerà attrezzatura di lavoro, entra in gioco il D.Lgs.81/08, che all'art. 23 indica gli obblighi dei fabbricanti. cito (ed. maggio 2018): "Sono vietati la fabbricazione, la vendita, il noleggio e la concessione in uso di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuali ed impianti non rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.". Sanzione penale arresto da 3 a 6 mesi.
Ora, vendi una macchina che falsamente hai dichiarato QM, qualcuno si fa male, a te fabbricante 3-6 mesi, solo per questo punto (non entro nel merito degli altri).

Questione "chi decide cosa è"
Decide la direttiva, non io, non tu fabbricante, non lui datore di lavoro. Se quello che fabbrichi e vendi è macchina, devi marcarlo CE. Se è QM devi fare l'incorporazione.
Siamo tecnici: non interpretiamo, applichiamo le regole.
In caso di dubbi ci sono le ottime linee guida della comunità (nell'ultima versione sono in inglese, affari tuoi se non lo capisci, non vorrai la pappa pronta anche lì). Se poi il fabbricante continua a rompere perché vuole fare una QM per non assumersi responsabilità (ripeto, le aggravano), c'è sempre l'INAIL che oltre a svolgere la funzione di controllo di mercato, è anche ente certificatore e quindi può essere interpellato (scelgano i tuoi legali in che forma: se preventivamente come "consulente qualificato" o di seguito come organo di controllo, che in caso di non conformità è costretto a fare denuncia secondo le modalità descritte nella direttiva ed a farti mettere fuori servizio le macchine prodotte, con ritiro dal mercato). Il nastro trasportatore, come indicavano già i miei colleghi, è considerato come macchina.
Se invece tu vendi solo carpenteria (occhio che anche qui c'è il regolamento comunitario da rispettare) e qualcun altro la usa per creare una macchina, sarà il fabbricante della macchina che deve marcare CE (la direttiva e le linee guida individuano chiaramente chi è il fabbricante)
Il datore di lavoro utilizzatore ha tra i suoi obblighi quello di mettere a disposizione dei lavoratori attrezzature conformi alle specifiche direttive di prodotto: attenzione che si dice conformi e non marcate o peggio ancora certificate CE, quindi se tu compi un reato vendendo volontariamente una macchina per QM, ed al datore di lavoro va bene, poi vi farete compagnia (magari per durate diverse).

Quindi, per concludere, la risposta è sì: se fabbrichi una macchina sei obbligato a marcarla CE dalla direttiva e dal d.lgs.17/2010 (oltre che dall'81) e non ci sono cavilli, contratti commerciali o latinorum per uscirne. Non puoi per contratto compiere un reato.

Per la tua domanda iniziale: art.15, comma 5 del D.Lgs.17/10
"Salvo che il fatto non costituisce reato, chiunque appone o fa apporre marcature, segni ed iscrizioni che possono indurre in errore i terzi circa il significato o il simbolo grafico, o entrambi, della marcatura CE ovvero ne limitano la visibilità e la leggibilità è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 euro a 6.000 euro."
 

pollo

Utente Standard
Professione: libero professionista
Software: vari
Regione: Toscana
#22
PS: prendi la norma armonizzata di tipo C specifica, applicala, marca CE il tuo nastro e sei a posto. In caso di infortunio, hai fatto quello che dice la legge, applicando una norma armonizzata di tipo C che dà già la presunzione di conformità. Se non la applichi, ti toccherà dimostrare che il livello di sicurezza raggiunto dalla tua macchina è almeno pari a quello richiesto dalla direttiva (in bocca al lupo)
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#23
Vi ringrazio nuovamente, apprezzo veramente, ma se facciamo che non rispondete alle mie varie domande quotate sopra, esplicite e implicite, se non mi guardate il video linkato, e passate ad aggiungere altri commenti non ci salto fuori ... sob ...
Avrei altre domande/commenti sui vs ultimi commenti, ma se continuo a specificare/domandare senza aver definito le domande precedenti, io non riesco a seguire il ragionamento ... esempio banale "Riduttori": marchiati CE = MACCHINE? (io ne uso a centinaia ma mai visto un marchietto CE, mai sentito l'odore di un certificato da Bonfigl, Motovar, Chiarava, ... a Sew non ho mai chiesto) oppure COMPONENTI? (tutta un altra cosa mi risulta), vedete che anche su questo punto non trovate accordo interpretativo?
la questione è che stai facendo troppe domande e forse (permettimi) serve studiare un po'.
Non è che su un forum possiamo darti tutto in 4 post in croce.
Comunque tutti d'accordo che i nastri, così come hai chiesto, sono macchine!

I riduttori non sono macchine, sono componenti.
Si dice marcare CE non marchiare!
Se prendi SEW con motore forse alcuni li vedrai con la DdI (sol loro sito ricordo che mettevano tutta la documentazione). Ma non CE a meno che non siano CE per la LVD (quello potrebbe starci).
Vedi qui sui riduttori....
https://euro-trans.org/fileadmin/fm...cal/Eurotrans_position_paper_final_100112.pdf
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#24
Vi ringrazio nuovamente, apprezzo veramente, ma se facciamo che non rispondete alle mie varie domande quotate sopra, esplicite e implicite, se non mi guardate il video linkato, e passate ad aggiungere altri commenti non ci salto fuori ... sob ...
Avrei altre domande/commenti sui vs ultimi commenti, ma se continuo a specificare/domandare senza aver definito le domande precedenti, io non riesco a seguire il ragionamento ... esempio banale "Riduttori": marchiati CE = MACCHINE? (io ne uso a centinaia ma mai visto un marchietto CE, mai sentito l'odore di un certificato da Bonfigl, Motovar, Chiarava, ... a Sew non ho mai chiesto) oppure COMPONENTI? (tutta un altra cosa mi risulta), vedete che anche su questo punto non trovate accordo interpretativo?
Guarda l'etichetta sul riduttore che ha il Ce
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#26
Quelli grossi ce l'hanno tutti.... Non so perché ma i VF hanno ancora la targa vecchia