Protezione viti dalla ruggine

Luca862

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Inventor
Regione: Lombardia
Buonasera, ho una domanda da sottoporvi.

In ditta usiamo proteggere dalla ruggine la filettatura di ogni vite in 8.8 con del grasso alla grafite.
I nostri macchinari, vengono installati in impianti petrolchimici. Le viti in questione possono essere soggette a spruzzi d'acqua e sono completamente verniciate insieme al resto del macchinario
Considerate che siamo una ditta piccola, produciamo 15-20 macchine all'anno e ogni macchina ha circa 50 viti.

In questi giorni mi sono cambiato i dischi freno dello scooter e smontando qua e là ho notato che loro non usano applicare del grasso sulle viti.
Ora mi chiedo, se una grande casa motociclistica blasonata non usa questa procedura, ha senso che noi la applichiamo?

Voi usate proteggere le viti dalla ruggine? E in che modo?
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
Ciao, innanzitutto vi sono diversi tipi di corrosione e l'effetto/stato dipende da vari fattori,tra i quali la differenza di potenziale tra i materiali che si interfacciano.
Detto questo,suppongo siano state usate viti zincate e la zincatura non basti dico bene?..provato ad utilizzare viti inox ? In passato in un azienda che ho visitato ,se ben ricordo ,risolsero cosi un problema simile al tuo e trattavano grosse valvole...ma non sono un esperto in corrosione...magari qualcun altro potrà dirti di più. Ad ogni modo magari fornisci qualche informazione in più su applicazione/materiali degli elementi da collegare etc ;)..
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
@Luca862

Noi non applichiamo mai grasso con funzione anticorrosione: lo applichiamo - sulle viti particolarmente critiche, in cui il corretto serraggio è determinante per una buona resistenza a carici affaticanti - per ridurre i coefficienti di attrito durante il serraggio stesso, e quindi migliorare la "trasformazione" della coppia conferita con la dinamometrica in precarico (che in ultima analisi è quello che mi serve). Serve anche per facilitare il successivo smontaggio di quelle parti soggette a manutenzione ordinaria.
Utilizzando viti zincate, non dovresti avere problemi fino a classi di corrosione C3/C4 (anche se dipende dalla durata che vuoi dargli): per applicazioni sulle coste oppure offshore abbiamo sempre impiegato o inox (attenzione alle sollecitazioni) oppure viti rivestite (es. geomet).
Come ti ha detto antonio_sc, la scelta è però influenzata da numerosi parametri, e quanto sopra è relativo alla mia esperienza diretta.
ciao
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge20 / AutoCadLt / ProgeCAD
Regione: Veneto
Buonasera, ho una domanda da sottoporvi.

In ditta usiamo proteggere dalla ruggine la filettatura di ogni vite in 8.8 con del grasso alla grafite.
I nostri macchinari, vengono installati in impianti petrolchimici. Le viti in questione possono essere soggette a spruzzi d'acqua e sono completamente verniciate insieme al resto del macchinario
Considerate che siamo una ditta piccola, produciamo 15-20 macchine all'anno e ogni macchina ha circa 50 viti.

In questi giorni mi sono cambiato i dischi freno dello scooter e smontando qua e là ho notato che loro non usano applicare del grasso sulle viti.
Ora mi chiedo, se una grande casa motociclistica blasonata non usa questa procedura, ha senso che noi la applichiamo?

Voi usate proteggere le viti dalla ruggine? E in che modo?
Io ho lavorto nel settore chimico dove la corrosione o comunque la resistenza alla stessa è fondamentale.
Il grasso viene applicato di solito per evitare che tra vite e madrevite nascano problematiche ( ingranamenti strani,impasti, filetto puntato in modo non corretto) facilitando il montaggio e lo smontaggio futuro. Utilizzavamo tutte viti in A4 (aisi316). Con il grasso non crei sicuramente una protezione assoluta.
 

Luca862

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: Inventor
Regione: Lombardia
Infatti noi lo usiamo come protezione "blanda" dalla ruggine per facilitare futuri smontaggi.
Lo applichiamo anche sulle centrature e sui piani di contatti tra pezzi che devono essere montati uno con l'altro.
Esempio classico: riduttore avente albero cavo con albero di comando. Qua è previsto dagli stessi costruttori di riduttore, addirittura alcuni forniscono una busta con del grasso da applicare tra i due pezzi.
Anche sui freni a disco delle auto si dovrebbe applicare un grasso al rame tra il mozzo e il disco del freno.

In queste applicazioni lo trovo più sensato perché effettivamente se uno smonta pezzi in acciaio al carbonio dopo anni trova il piano di contatto tra i due tutto arrugginito e quindi di difficile smontaggio.

Per le viti lo trovo semplicemente un'esagerazione
 

bip

Utente Junior
Professione: faccio funzionare le cose
Software: un grosso martello
Regione: un po' tutto il mondo
Se serve massima resistenza alla corrosione, utilizzare viteria inox è la miglior soluzione.
Il grasso (o meglio pasta al rame) sui filetti serve a facilitare lo smontaggio, specie nel caso di viti inox su madrevite inox.
Ad esempio, nel caso di raccordi conici in acciaio inox, se non si mette un velo di grasso il grippaggio é assicurato.
 

bip

Utente Junior
Professione: faccio funzionare le cose
Software: un grosso martello
Regione: un po' tutto il mondo
Il grasso sulle pinze freno è da utilizzare sempre con attenzione, se finisce sui dischi è pericoloso.
Comunque le viti delle pinze e pastiglie dei freni sono tra le più soggette a grippaggio, specie su mezzi che vanno anche fuoristrada. Personalmente sporco sempre il filetto di pasta al rame per evitare il grippaggio.