Progetto carrello su binari

leonardo000333

Utente standard
Professione: tornitore
Software: solidworks
Regione: veneto
l'ennesima soluzione forse sarebbe...motoriduttore idraulico...che ne pensate? Io non ne so molto ma credo garantisca più precisione...verro smentito sicuramente.
In ogni caso, con quali formule riesco a progettare le ruote in modo che non pattinino?
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: System Engineer
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
ok è troppo complicato per la mia applicazione, cio che non capisco è se spazio e tempo li imposto io...dopo nella relta sara realmente cosi??'
Ti rendi conto che questa domanda è imbarazzante per chiunque faccia il progettista di mestiere? Se ti imponi dei vincoli e definisci il tuo sistema su quei vincoli, il sistema nella realtà dovrà rispettarli. Altrimenti non sai progettare.

senza partita iva
ho ancora una settimana per pensarci
costi certificazione 0
Io spero vivamente che tu stia scherzando.. un profilo di velocità trapezoidale è “troppo complicato per te” e poi vuoi definire un progetto del genere in una settimana ? E senza certificazione ? Ammazzerai qualcuno.. o ti ammazzerai tu dato che vuoi anche fabbricartelo da solo.
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Ti rendi conto che questa domanda è imbarazzante per chiunque faccia il progettista di mestiere? Se ti imponi dei vincoli e definisci il tuo sistema su quei vincoli, il sistema nella realtà dovrà rispettarli. Altrimenti non sai progettare.







Io spero vivamente che tu stia scherzando.. un profilo di velocità trapezoidale è “troppo complicato per te” e poi vuoi definire un progetto del genere in una settimana ? E senza certificazione ? Ammazzerai qualcuno.. o ti ammazzerai tu dato che vuoi anche fabbricartelo da solo.
Magari e' meglio meditare un po'... ai tempi di diceva va bene che la carta prende tutto.. ma vi e' un limite! :)
 

leonardo000333

Utente standard
Professione: tornitore
Software: solidworks
Regione: veneto
non ho la pretesa di definirlo in una settimana, intendevo trovare il sistema per muoverlo in una settimana poi ho molti mesi davanti, comunque per quanto riguarda quei parametri il mio ragionamento è questo
accellerazione= a=v-v0/t
ma il tempo lo imposto io....ok ma io lo imposto poi se nella realtà è maggiore o minore solo dio lo sa...cioè come si fa ad assumere un valore che non si conosce, si va a caso?
 

Stefano_GS

Utente standard
Professione: Application engineer
Software: Solidworks 2016
Regione: Piemonte
No scusa se progetti bene il tempo che imposti e tutto il resto sarà così nella realtà, altrimenti hai progettato male.
Ci sono cose che sono più "difficili" da considerare in fase di progetto, ma un tempo di fermata non rientra tra queste e se dichiari che in 2 secondi si ferma il 2 secondi il sistema di deve fermare, se dichiari precisione di 5mm quella la devi rispettare.
Da cliente se il progetto non è funzionante e non rispetta le specifiche dichiarate in capitolato mi sentirei molto risentito
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: System Engineer
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
ma il tempo lo imposto io....ok ma io lo imposto poi se nella realtà è maggiore o minore solo dio lo sa...cioè come si fa ad assumere un valore che non si conosce, si va a caso?
Mi dispiace ma dimostri di non avere la più pallida idea di come si progetti un azionamento. Meccanicamg ti ha descritto molti dei passaggi progettuali necessari e ti ha anche ribadito che la loro realizzazione richiede una somma di competenze che probabilmente neanche lui ha. Ti ha citato più volte la necessità di pilotare il motore tramite inverter.. sai cos è? Sai quali sono i metodi di controllo di una macchina elettrica? Sai cos è una modulazione pwm? Il motore lo controlli in corrente o in coppia?
Vuoi determinate prestazioni dinamiche, nonostante il tuo carico non sia costante.. devi per forza controllare in anello chiuso il tuo sistema. Che sensoristica usi? Che scheda compri? La sai programmare? Eventuali sovraccarichi, emergenze, come li gestisci?

Tu pensi di attaccare il motore alla 220 e quando sei arrivato lo stacchi e si ferma.

Non è cosa per un ventenne da solo.

@PIETRO2002 non ho capito se era una critica..?
 

leonardo000333

Utente standard
Professione: tornitore
Software: solidworks
Regione: veneto
certo capisco che la parte di elettronica sia necessaria in questa applicazione, ma mi chiedo se pure solo con la meccanica non ci sia un modo per arrivarci.
Il problema principale del posizionamento è che il motore una volta spento continua a girare per un po e quindi anche il carrello continua per un po il movimento.
Quindi l'ideale sarebbe trovare un sistema per mettere in 'folle' il carrello, e quindi per esempio l'asse del pignone che va a ruotare sulla cremagliera, quando arrivo a posizione dovrei riuscire a trovare un modo per spostarlo dalla cremagliera in modo che non ingrani più(in questo modo il motore puo fermarsi come e quando vuole tanto gira a vuoto). Per fare questo ho pensato agli innesti frontali, gli stessi che vengono utilizzati nelle moto.
 

Stefano_GS

Utente standard
Professione: Application engineer
Software: Solidworks 2016
Regione: Piemonte
certo capisco che la parte di elettronica sia necessaria in questa applicazione, ma mi chiedo se pure solo con la meccanica non ci sia un modo per arrivarci.
Il problema principale del posizionamento è che il motore una volta spento continua a girare per un po e quindi anche il carrello continua per un po il movimento.
Quindi l'ideale sarebbe trovare un sistema per mettere in 'folle' il carrello, e quindi per esempio l'asse del pignone che va a ruotare sulla cremagliera, quando arrivo a posizione dovrei riuscire a trovare un modo per spostarlo dalla cremagliera in modo che non ingrani più(in questo modo il motore puo fermarsi come e quando vuole tanto gira a vuoto). Per fare questo ho pensato agli innesti frontali, gli stessi che vengono utilizzati nelle moto.
Anche se tu stacchi in un qualche modo il motore come dici tu il carrello non si ferma "istantaneamente", hai tutte le inerzie da tenere comunque in considerazione
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: System Engineer
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
Quindi l'ideale sarebbe trovare un sistema per mettere in 'folle' il carrello, e quindi per esempio l'asse del pignone che va a ruotare sulla cremagliera, quando arrivo a posizione dovrei riuscire a trovare un modo per spostarlo dalla cremagliera in modo che non ingrani più(in questo modo il motore puo fermarsi come e quando vuole tanto gira a vuoto).
Questa è l’esatta procedura per NON avere controllo su uno spazio e un tempo di arresto.
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2016
Regione: lombardia
più che altro partirei da:

1) decidi una volta per tutte la velocità del carro
2) decidi il tempo di fermata
3) valuta la tolleranza sullo spostamento sei sicuro di 5 mm????

con i dati che stai fornendo tu, si tratta di dimensionare un asse molto pesante.
ho seri dubbi che al cliente servano prestazioni così spinte, perchè se gli serviva una roba del genere senza offese non chiedeva a te...
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Mi dispiace ma dimostri di non avere la più pallida idea di come si progetti un azionamento. Meccanicamg ti ha descritto molti dei passaggi progettuali necessari e ti ha anche ribadito che la loro realizzazione richiede una somma di competenze che probabilmente neanche lui ha. Ti ha citato più volte la necessità di pilotare il motore tramite inverter.. sai cos è? Sai quali sono i metodi di controllo di una macchina elettrica? Sai cos è una modulazione pwm? Il motore lo controlli in corrente o in coppia?
Vuoi determinate prestazioni dinamiche, nonostante il tuo carico non sia costante.. devi per forza controllare in anello chiuso il tuo sistema. Che sensoristica usi? Che scheda compri? La sai programmare? Eventuali sovraccarichi, emergenze, come li gestisci?

Tu pensi di attaccare il motore alla 220 e quando sei arrivato lo stacchi e si ferma.

Non è cosa per un ventenne da solo.

@PIETRO2002 non ho capito se era una critica..?
Non era critica la mia.. ho messo un sorriso alla fine, avrei voluto mettere una faccina in lacrime! Leggo delle risposte sensate ed esaurienti per aiutare a risolvere il problema, ma non vi e' peggior sordo di chi non vuol sentire! Conviene lasciare fare come vuole, sbagliera', poi dall'esperienza capira' e si correggera'! :-(
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
io prevedo che con 7000 euro ce la faccio, il problema delle ruote è sempre quello che pattinano sulla superficie quando è scarico, che ho circa 2500N per ruota se va bene, quando ne ho anche 10000 a carico.
Chi l'ha detto che pattinano?
Vuoi risolvere? Metti un blocco di cemento che fa zavorra e il carro a vuoto pesa 5ton....e pieno 15ton. I trattori dei camion hanno i blocchi per aumentare l'aderenza .....anche sull'ape car si fa d'inverno quando ghiaccia.
Se fai le ruote temprate non si consumano.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
l'ennesima soluzione forse sarebbe...motoriduttore idraulico...che ne pensate? Io non ne so molto ma credo garantisca più precisione...verro smentito sicuramente.
In ogni caso, con quali formule riesco a progettare le ruote in modo che non pattinino?
Assolutamente no. Il motore idraulico non è preciso per niente, non ha encoder e devi montare dopo aver dimensionato correttamente la centrale idraulica....sei capace?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
certo capisco che la parte di elettronica sia necessaria in questa applicazione, ma mi chiedo se pure solo con la meccanica non ci sia un modo per arrivarci.
Il problema principale del posizionamento è che il motore una volta spento continua a girare per un po e quindi anche il carrello continua per un po il movimento.
Quindi l'ideale sarebbe trovare un sistema per mettere in 'folle' il carrello, e quindi per esempio l'asse del pignone che va a ruotare sulla cremagliera, quando arrivo a posizione dovrei riuscire a trovare un modo per spostarlo dalla cremagliera in modo che non ingrani più(in questo modo il motore puo fermarsi come e quando vuole tanto gira a vuoto). Per fare questo ho pensato agli innesti frontali, gli stessi che vengono utilizzati nelle moto.
Usa una frizione ad innesto elettrico. Poi però il carro continua ad andare per inerzia ...a meno che il pavimento vada in salita.

Ma è senza senso.
 

leonardo000333

Utente standard
Professione: tornitore
Software: solidworks
Regione: veneto
Usa una frizione ad innesto elettrico. Poi però il carro continua ad andare per inerzia ...a meno che il pavimento vada in salita.

Ma è senza senso.
ultima domanda, se io vado a utilizzare una madrevite (che sia a sfere o non) se ho un passo piccolo chessò 2mm girerà ad una velocità molto elevata e lo spostamento sara molto ridotto quando spengo il motore, ovvero se in 1 secondo si ferma l'avanzamento sarebbe minimo
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
ultima domanda, se io vado a utilizzare una madrevite (che sia a sfere o non) se ho un passo piccolo chessò 2mm girerà ad una velocità molto elevata e lo spostamento sara molto ridotto quando spengo il motore, ovvero se in 1 secondo si ferma l'avanzamento sarebbe minimo
Peccato che per andare a 30m/Min non ci può andare perché va in risonanza. Poi passo 2 mm con quale inerzia? Strappa il filetto dal nocciolo.
Ascolta....lascia fare il lavoro di progettista a chi lo sa fare, è abilitato e lo fa di mestiere.
Dopo tutti questi post non hai ancora le idee chiare e non hai ancora focalizzato tutte le cose che ti ho detto.
Non sai nemmeno le prestazioni che devi raggiungere....non ci hai manco detto cosa fa sto carro....
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Peccato che per andare a 30m/Min non ci può andare perché va in risonanza. Poi passo 2 mm con quale inerzia? Strappa il filetto dal nocciolo.
Ascolta....lascia fare il lavoro di progettista a chi lo sa fare, è abilitato e lo fa di mestiere.
Dopo tutti questi post non hai ancora le idee chiare e non hai ancora focalizzato tutte le cose che ti ho detto.
Non sai nemmeno le prestazioni che devi raggiungere....non ci hai manco detto cosa fa sto carro....
Che' pasenzia...
 

leonardo000333

Utente standard
Professione: tornitore
Software: solidworks
Regione: veneto
Mi sto un po informando sull'elettronica, sugli inverter e sui motori in generale per iniziare a capire come funzionano.
Da quello che ho capito con un inverter io posso controllare la frequenza del mio buon motore elettrico, impostandone la massima e la minima. Inoltre con un potenziometro io posso andare a variare il numero di giri. Anche volendo collegarci un plc davvero le rampe sarebbero infinite e non prevedibili tutte dato che il carico non va a step(esempio: prima ho 20 quintali poi 50 ecc) ma è un carico variabile e completamente casuale nell'arco del tempo.
Quindi mi vedo costretto ragionare in un altra maniera, queste son le mie considerazioni:
essendo il carico varibile il controllo del movimento deve essere manuale(nel senso che sono io ad azionare e spegnere il motore)
Dato che allo spegnimento c'è la famosa decelerazione io potrei collegare al motore l'inverter cosi da andare ad utilizzare il potenziometro per le movimentazioni, quando sono in prossimità della posizione corretta vado a diminuire il numero di giri.
Inoltre mi vedo costretto a aumentare lo spazio di incertezza della posizione da 10 a 20 mm.
(se non volete rispondermi non fatelo nessuno obbliga nessuno, chiedo solo di evitare commenti poco costruttivi, è il mio primo approccio alla progettazione non penso nessuno nasca imparato)
 

brn

Utente Junior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2016
Regione: lombardia
ma sei cosciente che se sto benedetto carro non rispecchia le aspettative del cliente o qualcuno si fa del male ne dovrai rispondere TE? nel primo caso perchè non te lo paga e ai buttato migliaia di euro, nel secondo penalmente
 

leonardo000333

Utente standard
Professione: tornitore
Software: solidworks
Regione: veneto
il cliente è la stessa azienda per cui gia lavoro, diciamo che ci sto facendo un progetto per l'officina dove lavoro quindi l'atrezzatura poi la vado ad usare io, e sicuramente sarà meno pericolosa di quella attualmente utilizzata con cui mi son fatto 3 giorni di ospedale...quindi si ne sono cosciente