Piegatura lamiera: tabella gage

SMIRRO

Utente standard
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
Buongiorno, dove sto lavorando adesso non hanno mai usato gli strumenti dell'ambiente lamiera di SE. Andando ad utilizzarli io per primo mi sono reso conto che non c'è o non è compilata la tabella con i valori per la piega.
Qualcuno sa quale documento deve essere compilato e dove si trova? Così da andare a colpo sicuro senza perdere la giornata.
Ed ancora più difficile: so che i valori variano, anche se non dovrebbero, da studio a studio e da lamierista a lamierista, e che sono contornati da un alone di magia e mistero, ma qualcuno avrebbe dei valori attendibili da inserire in tabella?
Grazie in anticipo a tutti.
 

SMIRRO

Utente standard
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
Mi correggo, ho trovato la posizione del file:
C:\Program Files\Siemens\Solid Edge 2019\Preferences\Gagetable.xls
cerco ancora i valori
 

Be_on_edge

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione
Software: Solid Edge
Regione: Emilia Romagna
Ciao,

i valori da inserire come già sai non sono univoci; il motivo è dovuto dal fatto che ci sono tante variabili di cui tenere conto. Primo fra tutti è capire il piegatore quali coltelli\cave utilizza per eseguire la piega. Questo è il parametro che più fa differenza in quanto va a modificare il raggio di piega. Per quanto riguarda il fattore neutro (se è questo il metodo che decidi di utilizzare per il calcolo dello sviluppo delle zone plastiche) è invece influenzato dal tipo di materiale (da non sottovalutare anche l'invecchiamento) dallo spessore e dalla piegatrice.

Un punto di partenza può essere:

raggio di piega = spessore +20%
fattore neutro = 0,33 per spessori fino 10 mm

Naturalmente i valori andranno poi verificati ed aggiustati

Ciao
 

SMIRRO

Utente standard
Professione: Progettista meccanico
Software: Solidworks, Solid Edge, Top Solid
Regione: Toscana
Ciao,
sì, so che dipende da quanto a disposizione del piegatore.
Però nello studio dove lavoravo prima le tabelle che utilizzavamo, frutto di lavoro consolidato negli anni, ci permettevano di lavorare con e per chiunque senza doverci ogni volta confrontare per discutere degli utensili e delle cave.
Chiedevo infatti se qualcuno avesse voluto condividere i valori legati appunto alla linea media ed al fattore k, perché al momento mi dovrei rifare da capo
 

Onyx68

Utente standard
Professione: progettista meccanico carpenteria
Software: solid works; solid edge
Regione: Emilia Romagna
ciao, parzialmente d'accordo con be_on_edge. ha importanza anche la piegatrice. Il k 0.33 e di default in ogni software ma per esperienza e eccessivo. Serve lama, cava, spessore, ed un dato dal plc della piegatrice. E ti calcolo il fattore k. attenzione.. in fase di piegatura (nel mio metodo) devi eliminare il calcolo automatico della piegatrice (nel plc) diversamente lo applica due volte... . Ma inserisci direttamente la misura lembo come dal mio calcolo. Il fattore k per chi lavora con massima precisione non e una tabella da scaricare che si applica universalmente... :)