Pdm windchill

Giaco76

Utente poco attivo
Professione: Progettista designer
Software: CREO THINKDESIGN RHINO3D KEYSHOT
Regione: Piemonte
Buona sera a tutti.... Domanda un po' complicata.. Devo inserire un oring in un assembly.. Ma la sua forma non è quella classica circolare ma ovale perchè la sede ha quella forma lì problema come faccio gestire due forme diverse con lo stesso codice? Per esigenza devo archiviare oring sia in forma classica che nella variante. Mi spiego si può associare a una butipart due modelli differenti avente lo stesso codice con windchill? Ho pensato di lasciare un modello in forma parte e importare la variante come step e salvarlo come assembly. In questo modo ho due modelli anche se per tipologia differenti con la stessa anagrafica.... Consigli?
 

francescodue

Utente Junior
Professione: operaio tecnico
Software: Creo2 / Proe Wildfire 2.0
Regione: Veneto
Premetto che non ho mai usato windchill, o altro programma simile.
La mia domanda è: perché disegnare un o-ring rotondo se lo usi sagomato? Mi è capitato in qualche caso di usare un o-ring su una sede particolare, ma in quel caso disegnavo una forma sagomata. E usavo il nome file per indicare che era un o-ring commerciale, con tanto di misure. Per me rientrano nella categoria guarnizioni, sottocategoria oring (se ne hai molti di un tipo e dell'altro).
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Hai 2 possibilità, o usi le family table e cambi ad esigenza le forme degli oggetti che hanno lo stesso codice, oppure gestisci modelli differenti con lo stesso parametro di codice (ma a questo punto non ci sarà più corrispondenza biunivoca tra parametro codice e nome file).
Windchill è come tutti i PDM (e PLM) un gestionale di database, ma le regole CAD rimangono quelle basi, quindi 2 oggetti, non possono avere lo stesso nome.

Ci sono tantissime strategie di gestione di file che hanno forme diverse, ma usano lo stesso codice di BOM, ma sono regole che non possono essere variate nel tempo, vanno decise a monte di tutto, prima ancora di installare un PDM.

La soluzione dell' assembly in questo caso, te la sconsiglio vivamente, risolvi adesso, ma con il tempo peggiorerà la gestione.
 

calacc

Utente Standard
Professione: Product Development Engineering Specialist
Software: CREO Parametric 6.0.5.1
Regione: Emilia Romagna
Ci sono tantissime strategie di gestione di file che hanno forme diverse, ma usano lo stesso codice di BOM, ma sono regole che non possono essere variate nel tempo, vanno decise a monte di tutto, prima ancora di installare un PDM.
Io per questi componenti uso la flessibilità
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Io per questi componenti uso la flessibilità
Questo ti aiuta (giustamente), finchè puoi variare quote esistenti, ma se devi cambiare completamente forma (tipo un tubo flessibile in gomma), di cui hai un codice unitario, le cose vanno gestite diversamente purtroppo.
 

freexf

Utente Junior
Professione: progettista
Software: PROE
Regione: salento
oltre flessibilita', c'i sono le simp rep con limitazioni d'uso.
c'è anche l'OMX (option modeler extension) che va installato con creo.
 

AndreaTerzi

CEO PLM4U s.r.l.
Professione: CAD/PDM/PLM Manager
Software: ProEngineer, Creo Parametric, Intralink, Windchill PDMLink
Regione: Emilia Romagna
Se si parla di oggetti semplici la flessibilità è perfetta perchè ti permette, partendo da un modello neutro (oring rotondo), di dargli lafforma che vuoi modificando le dimensioni o sopprimendo/recuperando le feature. Per oggetti più complessi, vedi tubo flessibile, devi mantenere la stessa wtpart creare tanti modelli prt diversi come forma che andrai a linkare come image.
 

marcok625

CAD & PLM
Professione: Gestione del CAD e PLM aziendale - Progettista meccanico Automazione
Software: Windchill 11.0 Creo Elements/Direct modeling 19
Regione: Lombardia
Ciao, perché non alleghi il nuovo oring ovale sotto la stessa WTpart come immagine? cosi avresti la WTpart con legato 2 o più cad. Il codice del cad deve essere diverso, noi aggiungiamo un .1, nel nostro caso la BOM che passa all' ERP viene generata con i codici delle WTpart.
 

Allegati

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
Se si parla di oggetti semplici la flessibilità è perfetta perchè ti permette, partendo da un modello neutro (oring rotondo), di dargli lafforma che vuoi modificando le dimensioni o sopprimendo/recuperando le feature. Per oggetti più complessi, vedi tubo flessibile, devi mantenere la stessa wtpart creare tanti modelli prt diversi come forma che andrai a linkare come image.
Se però hai quantità di utilizzo diverse (metri, metri quadri, chilogrammi), con il link "image" si combina la gestione?