Patran - Domanda concettuale

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Salve a tutti.
Vi pongo una domanda di base.
Dunque, io provengo da Hypermesh, ma da alcuni giorni sono stato indirizzato verso l'utilizzo di Patran. Non avendo avuto la possibilità di partecipare a corsi o di leggere delle guide, trovandomi praticamente a partire da zero, mi viene da porvi questo quesito.
A fronte di un modello mediamente complesso, caratterizzato da più parti collegate tra loro, Hypermesh si basa sulla logica di creare un insieme di collector "comps" (uno per ogni parte presente nel modello) più altri per i collegamenti (ad esempio gli RBE2/3 a simulare collegamenti rigidi, o i WELD per le saldature, ecc.).
Anche Patran si basa su questa logica? Cioè se io parto da un modello complesso, non so come suddividerlo.... In hypermesh inizio col creare un comp per ognuna delle parti e con l'infilargli dentro le relative superfici, il materiale ecc. Con Patran non so come iniziare.... come si inizia?

Grazie.
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
La logica dell'organizzazione di patran è basata sui gruppi.
Le entità geometriche e FEM si raccolgono in gruppi.
le entità geometriche sono:
punti
linee
superfici
solidi
vettori
piani
sistemi di coordinate
Le entità fem sono:
nodi
elementi
A differenza di hypermesh, l'appartenenza ad un gruppo non è esclusiva, significa che la stessa entità può comparire in quanti gruppi vuoi.
In ogni caso la tecnica di dividere il modello in gruppi è la stessa che utilizzeresti con Hypermesh.
Puoi fare operazioni con i gruppi (somma, sottrazione ecc.)
visualizzare a schermo uno o più gruppi.
Ogni operazione che compi inserisce l'elemento creato nel gruppo attivo.
quindi devi sempre pensare a quale gruppo hai attivo prima di fare qualsiasi operazione.
Se ad esempio dividi una linea in due linee, le due nuove linee formate si troveranno nel gruppo attivo e non nel gruppo originale della linea di partenza.
Onda
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Ogni operazione che compi inserisce l'elemento creato nel gruppo attivo.
quindi devi sempre pensare a quale gruppo hai attivo prima di fare qualsiasi operazione.
Se ad esempio dividi una linea in due linee, le due nuove linee formate si troveranno nel gruppo attivo e non nel gruppo originale della linea di partenza.
Onda
Sì, questo vale anche per Hypermesh. Occorre cambiare nel "global" il collector in cui stai agendo.
Su Patran, per cambiare semplicemente gruppo come si fa? Group ---> Plot e selezioni il tuo?
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Una domanda sulle unità di misura...... Hypermesh ragiona sui N, mm e tonnellate.
Patran che unità di misura utilizza? Lo chiedo perchè mi son ritrovato in un tutorial una proprietà da inserire con materiale alluminio E = 10E6.......... Stando al sistema di riferimento di Hypermesh [N/mm^2], è invece E = 6,6E4........
Grazie Onda delle utilissime delucidazioni
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Qualsiasi sistema di unità di misura congruente.
ricordati che se usi N e mm le masse vanno in tonnellate o se preferisci le masse in kg devi settare il parametro WTMASS=1e-3
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Altre tre domandine....

1) Cosa vuol dire "Fringe"? me lo ritrovo un po' ovunque, in particolare nelle mappe dei Results

2) E' obbligatorio cancellare tutta la geometria, mantenendo solo gli elementi finiti, prima di mandare in run il calcolo? E' invece possibile tenerla ed imporre carichi e vincoli sulla geometria anziché sugli elementi finiti? Che differenza fa in termini di risultati del calcolo tenere o meno la geometria/applicare carichi e vincoli su geometria anziché sugli elementi?

3) Che tipo di carico è il "Total Load"? Conosco il "Force", il "Distributed Load", ma questo "Total Load".... mi sfugge....


Grazie a tutti in anticipo.
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
La fringe è appunto la "mappa" dei risultati. Nulla più!
Non devi cancellare nessuna geometria, per eseguire un run!
Puoi imporre i carichi sulle geometrie, a patto che ci siano degli elementi associati. questo lo fai normalmente quando modelli dei solidi che sono sempre associati alle geometrie.
Quando modelli a shell o a beam, spesso gli elementi si dissociano dalle geometrie di partenza. Applicare i carichi alle geometrie in questo caso può portare a risultati errati.
In generale, a livello di risultati applicare i carichi alla geometria o al fem non fa nessuna differenza. Se lo facesse vorrebbe dire che hai sbagliato qualcosa.
Il Total load. . . su due piedi ... non so. dovrei aprire il manuale di patran. ma è a lavoro!. Ti assicuro che in parecchi anni ne ho fatto a meno.
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Grazie Onda, sempre molto esaudiente.

Faccio altre due domandine del giorno........ Chiedo scusa se rompo le scatole, ma.... essendomi messo da autodidatta da pochi giorni, le domande mi sorgono quotidianamente :)

Due piccole domandine...

1) Che tipo di condizione di carico è il Buckling?

2) Se mi passano un modello complesso, ad esempio un telaio automobilistico e mi viene richiesto di sottoppore ad analisi solamente una parte (ad esempio un duomo sospensioni), come è piu consono agire? E' possibile in qualche modo tenere solo quella parte cancellando tutto il resto del telaio? Se sì come e come vincolare le "estremità"?

Grazie infinite.

Massimiliano.
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Ma che domanda è!! il carico di buckling non c'entra nulla con Patran. e se sei un ingegnere lo dovresti sapere!! Comunque sia per buckling si intende il fenomeno dell'instabilità, in italiano si dice carico di punta per il fenomeno dell'instabilità globale ad esempio un asta snella caricata in compressione. Oppure instabilità locale , ad esempio una lattina di coca cola.

Per quanto riguarda la seconda domanda: certo che è possibile, devi semplicemente mettere in equilibrio la parte.
Normalmente facendo un'analisi statica si suppone che ogni corpo sia in equilibrio, quindi la somma delle forze (e dei momenti) deve portare 0. Se tu scolleghi una parte da un assieme, poi la devi caricare con tutte le forze che l'assieme trasmette alla parte, comprese le inerziali..
un sistema è quello del 3-2-1 support. . dai un occhiata a questo link.
http://www.roshaz.com/images/FEA_best_and_worst_practice.pdf

buona notte
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Molto utile, ti ringrazio. Sì, ovviamente so cos'è il buckling... Semplicemente l'ho sempre solo chiamato con la sua denominazione italiana.

Avrei altre due cavolatine da chiedere al volo....

- Non trovo il comando "find" per cercare elementi/nodi by ID.
- Come si fa a creare nodi dando le coordinate? (ho trovato di tutto. Dal project, all'intersect per la creazione di nodi, ma non ho trovato il comando per disegnarli tramite coordinate)
- Per saldare due componenti modellati a solidi e a diretto contatto tra loro come si fa? A ragionamento mi viene da pensare che, non potendo inserire dei "rigid" tra le mesh, occorra far combaciare perfettamente le due mesh nella zona di contatto in modo da avere in questa zona di interfaccia dei nodi "collassati".

So che sono domande elementari, ma non ho trovato questi comandi e mi sono arrangiato in altre maniere dovendo terminare il lavoro in un tempo abbastanza ristretto... E quando capitano questi piccoli inghippi, non potendo chiedere a nessuno (poiché nessuno in ufficio si occupa di calcoli su Patran) è una bella perdita di tempo.......sicuramente incompatibile con le tempistiche aziendali.

Sarebbe anche utile avere un piccolo promemoria di consigli su come eseguire una corretta mesh, più che altro sui valori dei parametri da garantire (Aspect, Skew, Warpage, ecc).

Una cosa fastidiosa è il fatto che pur non salvando il file .db prima di chiudere Patran, quando lo riapri ti compare nelle stesse identiche condizioni di quando lo hai chiuso (pur non salvandolo). Quindi compresi gli errori che volevi bypassare non effettuando il salvataggio. Per ovviare a questo, ho preso l'abitudine di salvarlo con un altro nome ogni volta che arrivo ad un punto cruciale, prima di compiere operazioni potenzialmente errate.


Onda se non te la senti piu di rispondere, lo capisco benissimo ed in ogni caso ti ringrazio molto perché in buona sostanza mi hai introdotto tu a Patran.


Buona serata.

Massimiliano.
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Molto utile, ti ringrazio. Sì, ovviamente so cos'è il buckling... Semplicemente l'ho sempre solo chiamato con la sua denominazione italiana.

Avrei altre due cavolatine da chiedere al volo....

- Non trovo il comando "find" per cercare elementi/nodi by ID.
- Come si fa a creare nodi dando le coordinate? (ho trovato di tutto. Dal project, all'intersect per la creazione di nodi, ma non ho trovato il comando per disegnarli tramite coordinate)
- Per saldare due componenti modellati a solidi e a diretto contatto tra loro come si fa? A ragionamento mi viene da pensare che, non potendo inserire dei "rigid" tra le mesh, occorra far combaciare perfettamente le due mesh nella zona di contatto in modo da avere in questa zona di interfaccia dei nodi "collassati".

So che sono domande elementari, ma non ho trovato questi comandi e mi sono arrangiato in altre maniere dovendo terminare il lavoro in un tempo abbastanza ristretto... E quando capitano questi piccoli inghippi, non potendo chiedere a nessuno (poiché nessuno in ufficio si occupa di calcoli su Patran) è una bella perdita di tempo.......sicuramente incompatibile con le tempistiche aziendali.

Sarebbe anche utile avere un piccolo promemoria di consigli su come eseguire una corretta mesh, più che altro sui valori dei parametri da garantire (Aspect, Skew, Warpage, ecc).

Una cosa fastidiosa è il fatto che pur non salvando il file .db prima di chiudere Patran, quando lo riapri ti compare nelle stesse identiche condizioni di quando lo hai chiuso (pur non salvandolo). Quindi compresi gli errori che volevi bypassare non effettuando il salvataggio. Per ovviare a questo, ho preso l'abitudine di salvarlo con un altro nome ogni volta che arrivo ad un punto cruciale, prima di compiere operazioni potenzialmente errate.


Onda se non te la senti piu di rispondere, lo capisco benissimo ed in ogni caso ti ringrazio molto perché in buona sostanza mi hai introdotto tu a Patran.


Buona serata.

Massimiliano.
Per trovare un elemento/nodo dal suo ID semplicemente vai sul plot/erase form, cancelli tutto il fem poi digiti, ad esempio per l'elemento 123: elm 123
o per il nodo 45: node 45

puoi anche chiedere di numerarli dall'apposito tasto.
Per creare dei nodi dalle coordinate basta che in create node edit
scrivi le coordinate racchiuse tra parentesi quadre ad esempio [0 100 200]
mette un nodo in x=0 y=100 z=200
pìPer saldare due solidi se non usi MD patran devi fare l'imprinting delle facce e avere i nodi congruenti. non si dice collassati, il termine inglese è equivalence. C'è un comando apposito in patran.
Il consiglio migliore che ti posso dare per fare una mesh in patran è di . . . . .usare Hypermesh. Altrimenti ne possiamo parlare a lungo, ci sono tanti trucchi e sistemi, ma Hypermesh è 10 volte più potente.
In ogni caso, basta che fai una verifica alla mesh e non fai fallire NESSUN elemento secondo i suoi parametri standard.

Patran non ha undo (1 solo) per cui ogni comando che fai salva su disco. Se sei incerto fai una copia. io le ho fatte per ANNI. Ora non le faccio più, perchè da ogni pasticcio torni sempre indietro. però incominciando, prima di fare ogni operazione nuova fai una copia.
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Per saldare due solidi se non usi MD patran devi fare l'imprinting delle facce e avere i nodi congruenti. non si dice collassati, il termine inglese è equivalence. C'è un comando apposito in patran.
Imprinting delle facce...ossia è un'azione da eseguire sulla geometria anziché sugli elementi, giusto? Il comando apposito è proprio chiamato Imprinting? Sotto che menù si trova?

Esiste una verifica dei rigids ed RBE2/RBE3 come in Hypermesh, per verificare che siano tutti connessi? In hypermesh era sotto il menu 1-d, ricordo. E si poteva fare il "find attached". In patran non ho trovato nulla di simile....

Ora che ho finito il modello ed è quasi pronto per il calcolo mi viene un dubbio........ All'inizio di tutto, quando ho scelto il nome da dare al file .db, per quanto riguarda la Tolerance ho scelto il valore di default (0,005) anziché dargli la dimensione massima approssimativa del componente in mm. Anche nel fare la mesh il valore che usciva fuori si vedeva palesemente che non era in mm...... Ora..... ciò vuol dire che è in contrapposizione con le u.d.m. (N, mm, t) che ho scelto per il materiale e con cui vorrei che fossero i miei risultati? Se sì, c'è un modo per sistemare le cose dando un global edge agli elementi che sia in mm, senza dover buttare via tutto il mio lavoro?

Altra domanda. Ho diviso il mio modello in groups, per ognuno ho fatto la relativa mesh ed assegnato le proprietà. Alla fine di tutto ho messo a video tutti i groups creati e sotto uno di questi ho creato i rigids rappresentanti le saldature. Alla fine ho creato un nuovo group chiamato "saldature" ed ho fatto il movy dei soli rigidi dal gruppo originale in cui li ho creati al gruppo "saldature". A questo punto su tale modello ho intenzione di mettere carichi e vincoli corretti per poi lanciare il run. E' il modo corretto di procedere? O era invece necessario prima di eseguire le saldature, salvare tutti i group a video come un unico group "complessivo" e su questo eseguire le saldature? O ancora... è invece corretto fare come ho fatto io ma prima di inserire carichi/vincoli devo creare un group complessivo di tutti gli altri group comprese le saldature?

Le viti con che elementi si simulano??

Come si fa a mettere in trasparenza gli elementi di un solo componente? (Utile quando devo mettere dei rigids tra due componenti molto vicini per non impazzire a ruotare il modello decine di volte...)

Ci sono tasti rapidi del mouse per ruotare/traslare/zoomare come avviene per qualsiasi sistema CAD? Perchè finora ho usato semplicemente solo il tasto centrale per tutti e tre, andando a selezionare l'apposito tastino sulla finestra di lavoro. Ma quando devi fare frequenti rotazioni/traslazioni consecutive, è veramente poco agile come metodo.



Sono troppe domande e soprattutto domande da principiante, me ne rendo conto.... Ma una volta chiariti dubbi anche banali, si velocizza molto di più il tutto!!

Grazie infinite.
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Imprinting : Edit-> Solid->Imprint
RBE 2/3: Spiega meglio che verifica dici non capisco
Patran e nastran non accettano unità di misura. sei tu che le devi inserire congruenti. la tolleranza .005 di default serve per le geometrie e per la tolleranza dell'equivalence. Se hai fatto il modello in mm, esprimi le masse in tonnellate e le forze in Newton sei a posto.
La dimensione degli elementi la scegli tu. non dipende dalla tolleranza impostata.

Per i gruppi. .. fai come ti pare. non c'è un modo solo di procedere. tra i gruppi puoi fare booleane, puoi fare i gruppi dalle proprietà, per tipo di elemento. ecc.
L'importante è tenere le cose in ordine!!!

Per le viti il discorso può essere lunghissimo, dipende dal livello di dettaglio al quale vuoi arrivare. così su due piedi non ti posso rispondere. puoi usare una beam. puoi usare un Cbush. Dipende.

Per la trasparenza che intendi? hai modo di passare da modalità render a modalità wireframe. Poi isoli le zone con il plot/erase. non ci sono grossi problemi per selezionare nodi o altro.
Da non molto (credo versione 2005)
Ctrl + tasto centrale mouse: Zoom
Shift + tasto centrale mouse: Pan
Tasto centrale : rotate
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Imprinting : Edit-> Solid->Imprint
RBE 2/3: Spiega meglio che verifica dici non capisco
Patran e nastran non accettano unità di misura. sei tu che le devi inserire congruenti. la tolleranza .005 di default serve per le geometrie e per la tolleranza dell'equivalence. Se hai fatto il modello in mm, esprimi le masse in tonnellate e le forze in Newton sei a posto.
La dimensione degli elementi la scegli tu. non dipende dalla tolleranza impostata.

Per i gruppi. .. fai come ti pare. non c'è un modo solo di procedere. tra i gruppi puoi fare booleane, puoi fare i gruppi dalle proprietà, per tipo di elemento. ecc.
L'importante è tenere le cose in ordine!!!

Per le viti il discorso può essere lunghissimo, dipende dal livello di dettaglio al quale vuoi arrivare. così su due piedi non ti posso rispondere. puoi usare una beam. puoi usare un Cbush. Dipende.

Per la trasparenza che intendi? hai modo di passare da modalità render a modalità wireframe. Poi isoli le zone con il plot/erase. non ci sono grossi problemi per selezionare nodi o altro.
Da non molto (credo versione 2005)
Ctrl + tasto centrale mouse: Zoom
Shift + tasto centrale mouse: Pan
Tasto centrale : rotate
Verifica degli RBE2/3/rigids intendo la verifica delle connessioni ai rispettivi nodi. Puo' capitare che un rigid non sia connesso ai rispettivi nodi e per controllare, ora non ricordo bene, mi sembra che su hypermesh si andava sotto il menù 1-d e c'era un qualcosa come "free 1-d" che ti mostrava quelli che erano scollegati. Poi uno metteva a video solo questi rigids che avevano fallito il test "by ID" e facendo "find attached" riusciva a capire in che zona erano e ristabiliva la connessione.
Su Patran non so come tutto ciò si possa fare.
Altra utile verifica sarebbe quella che ti mostra gli RBE2/3 connessi in maniera errata (ad esempio un Master al posto di uno Slave), invertire di conseguenza l'ordine e ricordo che anche questo su Hypermesh si poteva fare.

Per quanto riguarda la mesh, facendo diverse prove "visive", mi sembrava che un buon compromesso per rendere fitta la mesh il giusto, corrispondesse a un Global Edge Length di 0.007. Se avessi messo un valore in mm (che so, 5 ad esempio), mi avrebbe incasinato tutta la mesh. E' ovvio che tuttavia lo 0.007 non è di una misura in mm, ma ormai tutto il mio modello è tarato su questa Global Edge Length. Ora....ho sbagliato in qualcosa? Dove sta l'errore e come porvi rimedio?

Per le viti si possono unire i nodi dei due componenti da avvitare direttamente tramite beam, o queste beam dovrebbero unire due nodi che sono i master di due RBE2 che vanno direttamente sui 4 rispettivi nodi di un elemento?

Ancora grazie infinite.
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Normalmente la verifica degli RBE2/3 la la faccio visivamente.
i nodi dipendenti li riconosci dal pallino, gli indipendenti non lo hanno.
poi li puoi modificare e aggiungere o togliere dei nodi.
ci sono delle buone utilities: utilities FEm-General-Modify RBE2/3 etc.

Per quanto riguarda la mesh, non ti capisco.
se il global edge length che dici tu si trova in Create->Mesh control->Surface
questo influenza solo la creazione di mesh paver. leggi questo pdf:
http://www.scribd.com/doc/19554868/PATRAN-Tutorial?secret_password=&autodown=pdf
Comunque ti confermo che io uso patran in mm enon ho nessun problema.

Per la domanda sulle viti dipende dalla dimensione della mesh rispetto alla dimensione del perno. se un elemento corrisponde circa alla rondella allora unisci i 4 nodi.

+in generale comunque non è una buona pratica unire una beam ad un singolo nodo della shell in quanto a questa manca il grado di rotazione nel piano (drilling). Per cui è sempre meglio unire quattro nodi con un rbe2 e poi mettere la beam.
Può anche capitare di unire i singoli nodi ad esempio per incollaggi:
guarda questo link:http://femci.gsfc.nasa.gov/adhesive/index.html
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Per quanto riguarda la mesh, non ti capisco.
se il global edge length che dici tu si trova in Create->Mesh control->Surface
questo influenza solo la creazione di mesh paver. leggi questo pdf:
http://www.scribd.com/doc/19554868/PATRAN-Tutorial?secret_password=&autodown=pdf
Comunque ti confermo che io uso patran in mm enon ho nessun problema.
Sì, io la mesh l'ho fatta in maniera "automatica". Ossia ho semplicemente selezionato Elements --> Create --> Mesh ed ho selezionato la funzione Paver (in quanto la Isomesh mi diceva che non era possibile farla) e come superfici gli ho dato tutte quelle presenti a schermo. Così facendo mi dava quel Global Length di circa 0,004 da me poi modificato in 0,007 perché meno fitta visivamente.
Poi vabbé, dato che elementi di superfici contigue non avevano nodi coincidenti, sono andato a modificare io localmente le mesh spostando i nodi od in alcuni casi rifacendo completamente la mesh di alcune superfici dopo una mesh seed locale.
Pero' appunto mi da sempre questa dimensione "strana" dell'ordine di 0,003-0,008 come Global Edge Length, pur essendo a video una dimensione accettabile per gli elementi....... Non so proprio come spiegarmela...

La mesh control non l'ho mai usata
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Ma sei sicuro che per sbaglio non hai portato dentro il modello in metri? verifica la distanza tra due punti!!

Onda
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Ma sei sicuro che per sbaglio non hai portato dentro il modello in metri? verifica la distanza tra due punti!!

Onda
Esattamente, mi è venuto lo stesso dubbio oggi senza aver letto la tua risposta ed è proprio in metri. Purtroppo nemmeno per sbaglio, poiché andando sotto Preferences --> Geometry --> il Geometry scale factor è "1.0 (meters)", e non permette di modificarlo. Non ne conosco il motivo. Probabilmente, avendo a disposizione una licenza limitata alle funzioni principali (basti pensare che può importare solo ed esclusivamente i Parasolid, nient'altro. E che molti comandi utili non sono disponibili, tipo la Midsurface), mi viene da pensare che io possa importare solo in metri. Se poi c'è un altro metodo per poter importare in mm che non sia da Preferences --> Geometry, se puoi dirmelo te ne sono grato. Tu come fai ad importare in mm? Te lo fa in automatico o lo setti da Geometry --> Preferences? Avendo identificato l'inghippo ho naturalmente modificato le u.d.m. per il material, quindi E in [N/m2] e densità in [kg/m3] ed anche la property Thickness in [m]. Quindi si spera che ora vengano fuori risultati plausibilmente realistici.

Tra l'altro dov'è la funzione per misurare in automatico la distanza tra due nodi? attualmente la calcolo io per differenza di coordinate...

Un'altra cosa su cui non mi trovo è il fatto che quando cerco un elemento, sì, va bene fare l'erase del FEM e cercare l'elmXXX, ma viene visualizzato lui da solo, non riesco a capire in che zona sia questo elemento... Su hypermesh cliccando piu volte su find attached riuscivi a capire di che zona si trattava; qui su patran come si fa a capirlo?

Con Nastran si possono fare Ottimizzazioni topologiche?
 

Onda

Moderatore
Staff Forum
Professione: Ingegnere Meccanico settore Navale
Software: SolidWorks 2019, Rhino v6, Autocad 2008, Patran 2019, Nastran 2019, Apex,
Regione: Italia
Esattamente, mi è venuto lo stesso dubbio oggi senza aver letto la tua risposta ed è proprio in metri. Purtroppo nemmeno per sbaglio, poiché andando sotto Preferences --> Geometry --> il Geometry scale factor è "1.0 (meters)", e non permette di modificarlo. Non ne conosco il motivo. Probabilmente, avendo a disposizione una licenza limitata alle funzioni principali (basti pensare che può importare solo ed esclusivamente i Parasolid, nient'altro. E che molti comandi utili non sono disponibili, tipo la Midsurface), mi viene da pensare che io possa importare solo in metri. Se poi c'è un altro metodo per poter importare in mm che non sia da Preferences --> Geometry, se puoi dirmelo te ne sono grato. Tu come fai ad importare in mm? Te lo fa in automatico o lo setti da Geometry --> Preferences? Avendo identificato l'inghippo ho naturalmente modificato le u.d.m. per il material, quindi E in [N/m2] e densità in [kg/m3] ed anche la property Thickness in [m]. Quindi si spera che ora vengano fuori risultati plausibilmente realistici.

Tra l'altro dov'è la funzione per misurare in automatico la distanza tra due nodi? attualmente la calcolo io per differenza di coordinate...

Un'altra cosa su cui non mi trovo è il fatto che quando cerco un elemento, sì, va bene fare l'erase del FEM e cercare l'elmXXX, ma viene visualizzato lui da solo, non riesco a capire in che zona sia questo elemento... Su hypermesh cliccando piu volte su find attached riuscivi a capire di che zona si trattava; qui su patran come si fa a capirlo?

Con Nastran si possono fare Ottimizzazioni topologiche?
Per ritrasformare tutto in mm, fai un gruppo con tutto il FEM e tutte le geometrie e poi scalalo di 1000 sui tre assi. (Fai prima una copia). Patran non ha un sistema di unità di misure, per cui basta che queste siano congruenti tra loro.
Sei sicuro che puoi importare solo i parasolidi? normalmente è una la licenza supplementare. prova a modificare nella scheda di import dove è scritto parasolid a mettere iges.
Le unità di misura si cambiano sempre dalla scheda import dal tasto dove è scritto 'parasolid xmt option'
Comunque cambiare le unità di misura o scalare il modello all'interno di patran è la stessa cosa.

Per misurare la distanza sotto Elements->Show->Node->Distance

Per visualizzare più elementi collegati al primo plottato vai sotto utilities->Display->Auto Plot/Erase Fem
attenzione che questa utility aggiunge gli elementi al gruppo, ti consiglio di usarla da un gruppo dove hai tutto il fem
La sol 200 fa ottimizzazioni.
 

max83m

Utente Junior
Professione: progettista - analista strutturale
Software: Catia V5 - UG - SolidWorks - Hypermesh - Patran - Abaqus - Nastran - Optistruct
Regione: Piemonte
Per ritrasformare tutto in mm, fai un gruppo con tutto il FEM e tutte le geometrie e poi scalalo di 1000 sui tre assi. (Fai prima una copia). Patran non ha un sistema di unità di misure, per cui basta che queste siano congruenti tra loro.
Sei sicuro che puoi importare solo i parasolidi? normalmente è una la licenza supplementare. prova a modificare nella scheda di import dove è scritto parasolid a mettere iges.
Le unità di misura si cambiano sempre dalla scheda import dal tasto dove è scritto 'parasolid xmt option'
Comunque cambiare le unità di misura o scalare il modello all'interno di patran è la stessa cosa.

Per misurare la distanza sotto Elements->Show->Node->Distance

Per visualizzare più elementi collegati al primo plottato vai sotto utilities->Display->Auto Plot/Erase Fem
attenzione che questa utility aggiunge gli elementi al gruppo, ti consiglio di usarla da un gruppo dove hai tutto il fem
La sol 200 fa ottimizzazioni.
Grazie mille. Sti consigli per me sono ORO.
Esiste un modo per allineare i nodi a quelli precedenti? Su hypermesh c'era "align node" che ti permetteva, selezionando dapprima due nodi (il che ti dava la direzione da te voluta), di proiettare il terzo sulla loro direzione.



Dopo aver convertito tutto in metri, dato che il modello era in metri, avendo lanciato il calcolo questo si è bloccato dandomi il seguente fatal message:

RUN TERMINATED DUE TO THE EXCESSIVE PIVOT RATIOS IN MATRIX KLL.
USER ACTION: COSTRAIN MECHANISM WITH SPCI OR SUPORTI ENTRIES OR SPECIFY PARAM, BAILOUT, -1 TO CONTINUE THE RUN WITH MECHANISMS.

Aggiungo che ho visto dei valori di suddetta matrice che sono negativi o che eccedono l'e07......


Non ci ho capito molto....... in cosa consiste l'errore e come porvi rimedio?
Intuisco sia legato al fatto che avendo tutto in metri il solutore si trova in difficoltà con il numero di decimali...... ma non riesco a inquadrare bene il problema nè so come risolverlo........