Passaggio da 2d a 3d

luciano b

Utente poco attivo
Professione: operaio
Software: zw3d
Regione: LC
Salve, nella nostra azienda abbiamo sempre progettato in 2d.
Tuttoggi lavoriamo in 2d.
Ultimamente ho provato a utilizzare alcuni programmi come briscad e zw3d per valutare il passaggio al 3d.
Ho disegnato solo pezzi singoli, mai assiemi........
Non riesco a capire una cosa, la mia azienda si occupa di progettare e costruire macchinari, eravamo abituati a disegnare prima l'assieme (progetto) e poi da questo tirare fuori i particolari.
Mi sembra di capire che con il 3d non si possa fare.
Com'è il corretto procedimento di lavoro in 3d?
Bisogna sempre partire da una base 2d per poi fare i particolari in 3d?
Scusate la mia ignoranza :)
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
con un 3d puoi benissimo partire da un assieme e costruire i particolari oltretutto in modo che modificando determinate dimensioni i componenti circostanti si adeguino.
in base al tipo di cad si possono anche inserire layout 2d per avere traccia della modellazione o per usarlo come riferimento
 

luciano b

Utente poco attivo
Professione: operaio
Software: zw3d
Regione: LC
Grazie, non mi sono spiegato bene.
Devo iniziare un nuovo progetto da zero .
Per esempio mi chiedono una macchina che avvita il tappo di una bottiglia.
Procedura che faccio ora:
Apro un foglio cad e su questo foglio inizio il progetto di assieme(prototipo) costruendo base, nastro,l by-pass,avvitatore ecc... tutto su un foglio, controllo interferenze varie poi una volta finito il progetto a uno a no faccio tutti i pezzi......
con un cad 3d posso fare la stessa cosa?
Mi sembra che la gestione di più pezzi su uno stesso foglio sia gestibile solo se i pezzi sono fatti prima singolarmente.....

Per caso sapete se c'è qualche video da vedere?

Ripeto Scusate la mia ignoranza :)
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
si chiama modellazione top down. prova a cercare su you tube
ti parlo di solidworks, ma i cad di fascia media sono tutti più o meno simili.
puoi partire con un layout fatto di entità bidimensionali (linee, cerchi, assi...) oppure importare un dwg già fatto.
inizi modellando le parti direttamente all'interno dell'assieme usando se necessario i layout presenti. puoi collegare la parti una con l'altra sfruttando le geometrie esistenti oppure fare le parti a comparto stagno che vivono di vita propria.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Membro dello Staff
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Grazie, non mi sono spiegato bene.
Devo iniziare un nuovo progetto da zero .
Per esempio mi chiedono una macchina che avvita il tappo di una bottiglia.
Procedura che faccio ora:
Apro un foglio cad e su questo foglio inizio il progetto di assieme(prototipo) costruendo base, nastro,l by-pass,avvitatore ecc... tutto su un foglio, controllo interferenze varie poi una volta finito il progetto a uno a no faccio tutti i pezzi......
con un cad 3d posso fare la stessa cosa?
Mi sembra che la gestione di più pezzi su uno stesso foglio sia gestibile solo se i pezzi sono fatti prima singolarmente.....

Per caso sapete se c'è qualche video da vedere?

Ripeto Scusate la mia ignoranza :)
Non ti preoccupare ci siamo passati tutti.

Agli inizi si fa uno studio dettagliato in 2d, soprattutto se bisogna fare macchine rotative che penso sia il tuo caso, poi si passa alla modellazione 3d, e da questa si producono poi i disegni 3d.

La prima fase (studio 2d) diventa via via piu' breve man mano che si prende confidenza col cad 3d che si ha, fino a che si salta del tutto o diventa un mero schizzetto sul foglio a quadretti.

A volte si salta completamente quando la macchina che si sta progettando e' una rielaborazione di una esistente.

Quando si diventa proprio bravi lo studio 2d diventa un modello 3d semplificato: si diegnano nello spazio poisizioni e traiettorie occupate dal prodotto, e poi ci si disegna la macchina attorno.

Buon lavoro, vedrai che fra un anno del 2d non vorrai piu' saperne.
 

Emyl_Realmont

Utente poco attivo
Professione: Technical Development
Software: ZW3D - ZWSOFT - SOLIDWORKS - POLYBOARD - ESPRIT - AUTOCAD
Regione: Veneto
Condivido anch'io quanto scritto sopra: per un nuovo progetto parto sempre da una pianta 2D in modo da definire gli spazi e dare una dimensione in pianta alle macchine che dovrò costruire. Una volta definite le misure di massima del progetto inserisco il 2D nel software ZW3D (nel mio caso) e lo uso come riferimento per inserire eventuali modelli già esistenti disegnati in passato. In questo modo mi rendo conto degli spazi di passaggio e ingombro anche in 3D. Per le macchine di cui ancora non ho un progetto ne costruisco un solido/parte che simuli la dimensione grafica. Questo sistema lo uso anche per creare la singola macchina creando una sezione 2D e inserendo poi elementi 3D da catalogo come ingranaggi, bielle, cilindri pneumatici, nastri trasportatori....
 

spazialex

Utente poco attivo
Professione: progettista
Software: Autocad Architecture 2009 - ZWCad PRO 2010
Regione: Toscana
anche se all'inizio disorienta un po', i miglior passaggio dal DWG 2D al 3D semplice , si faccia con Sketchup versione a pagamento annuale
 

luciano b

Utente poco attivo
Professione: operaio
Software: zw3d
Regione: LC
Causa quarantena ho fatto un pò di pratica con la versione di briscad......
Ci sono ancora diverse difficoltà per me,
Volevo sapere come operavate voi.
Da una versione 2d ho disegnato un'assieme mantenendo tutte le parti come solidi per modificarle direttamente sull'assieme , solo alla fine le traformerò in blocchi .
Il problema è che quando saranno tutti blocchi non riuscirò più a modificarli direttamente dall'assieme ....
A meno che con il comando esplodi lo ritrasformo in un solido.......
Voi come operate?

Le cose che mi lasciano perplesso sono i fori, a parte il fatto che i fori filettati non si possono fare ma ogni volta copiare i fori da un solido all'altro diventa un'impresa....
Anche rilevare le quote da un'assieme 3d è un pò un problema......
Briscad mi piace più di zw3d perchè i disegni su zw3d avevano una sorta di cronologia.
Per disegnare il pezzo singolo non è male.
Ma per disegnare assiemi e soprattutto per fare i fori zw mi sembrava molto meglio.
cosa ne pensate...grazie
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Altra alternativa è quella di modellare le singole unità o gruppi di macchina con i componenti principali, assemblarli e avere una bozza 3d da muovere e provare. Poi si affina, si fanno forature e vari, si monta tutta la componentistica.
Sono procedi che vengono automatici solo con la pratica. Altri lavori invece conviene farli in assieme con schizzi di layout e su questo costruire tutto in solido.
La soluzione migliore è assumere un giovane in gamba al quale spiegate la meccanica e lui vi spiega il 3d.
Poi fare i corsi dei vari moduli, fare o tutorial e respirare a pieni polmoni.
 

wert

Utente Junior
Professione: Manufacturing Design
Software: NX - Inventor - Thinkdesign - Cimatron
Regione: Emilia Romagna
Ciao Luciano, tutti questi dubbi li ebbi anche io più di 20 anni fa.... oggi, se dovessi pensare di fare in 2D anche solo un gruppetto composto da 3 pezzetti, non saprei nemmeno come fare... Poi l'approccio al 3D potrebbe cambiare a seconda del CAD che sceglierete, ma, una volta presa su la mentalità "3D", riuscirai a muoverti con facilità sia con l'approccio bottom-up (quello che preferisco) che Top-down. Altra cosa che ti raccomanderei è di fare corsi ufficiali; imparare da autodidatta ti porterà sicuramente a non utilizzare pienamente lo strumento. Piuttosto, stai attento con la scelta del prodotto... io i nomi di quelli che hai provato non li ho mai sentiti nominare (ma io sono abbastanza vecchio ed ormai fuori dal giro...). In ogni caso ti consiglio di stare sui più conosciuti: Solidworks, Solidedge e Inventor, per i mid range. NX e Creo Parametric per i top.