Parere montaggio cuscinetti 7208BE

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019
Regione: Veneto
#42
@New Rider

Riguarda BENE quei disegni.
in effetti nei disegni del post #38 c'è la presenza dei distanziali.(o sull'anello interno o sull'anello esterno)
Nel mio caso il vincolo di distanza creato dai suddetti distanziali è dato dai spallamenti sul corpo sull'anello esterno. Adesso quando ho tempo, forse domani mattina, rimodello il tutto e vediamo cosa ne esce. Stà di fatto che ''teoricamente'' non riesco ad apprendere come posizionare correttamente questi cuscinetti.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#43
in effetti nei disegni del post #38 c'è la presenza dei distanziali.
No, non ci sono distanziali: nel disegno in A, l'albero è libero rispetto all'anello interno del cuscinetto di destra; nel disegno in B, l'anello esterno del cuscinetto di destra è libero rispetto alla carcassa. In definitiva, il cuscinetto di destra è sempre libero assialmente.

A e B sono esempi di montaggio con cuscinetti senza precarico, mentre il primo disegno dello stesso post mostra il caso di cuscinetti correttamente precaricati (a breve distanza). Nota che nel primo caso sono stati utilizzati cuscinetti obliqui contrapposti, mentre negli altri due casi sono stati utilizzati cuscinetti radiali, proprio perché non precaricati.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019
Regione: Veneto
#44
Ecco qui come dovrebbe venire...
Che ne pensate?

Grazie
 

Allegati

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#45
Sì, così sono montati correttamente.

Non vedo spazio tra l'albero e la carcassa sul lato sinistro, immagino sia una parte in fase di revisione. La ghiera ha il blocco con un grano radiale, ma in quella posizione sarebbe inaccessibile. Esistono ghiere con grano assiale o rosette con denti di incastro.

Hai pensato alla lubrificazione e alla schermatura dei cuscinetti? Questo tipo di montaggio permette l'adozione di schermi striscianti sul solo lato esterno dei cuscinetti (che è lo stesso per entrambi), e l'inserimento del lubrificante nell'intercapedine tra i due cuscinetti tramite un nipplo montato in posizione opportuna sulla carcassa. E' un metodo molto efficace.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
#46
Sì, così sono montati correttamente.

Non vedo spazio tra l'albero e la carcassa sul lato sinistro, immagino sia una parte in fase di revisione. La ghiera ha il blocco con un grano radiale, ma in quella posizione sarebbe inaccessibile. Esistono ghiere con grano assiale o rosette con denti di incastro.

Hai pensato alla lubrificazione e alla schermatura dei cuscinetti? Questo tipo di montaggio permette l'adozione di schermi striscianti sul solo lato esterno dei cuscinetti (che è lo stesso per entrambi), e l'inserimento del lubrificante nell'intercapedine tra i due cuscinetti tramite un nipplo montato in posizione opportuna sulla carcassa. E' un metodo molto efficace.
Ormai la tendenza generale, anche a livello commerciale ed ecologico, è di avere cuscinetti lubrificati a vita.
Inutile indicare la classica "lubrificare ogni X ore di funzionamento" perchè comunque sai già che nel 90% delle aziende nessuno lubrificherà mai nulla.
A meno che non sia un'applicazione particolarmente critica (e non mi pare il caso se il dispositivo in questione fa solamente qualche oscillazione) io opterei per la classica schermatura "2Z" o "2RS" se c'è pericolo di infiltrazioni e buonanotte.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Technical manager - Mechanical engineer 🔩📐
Software: SolidWorks, FreeCAD, Nanocad, Me10, Excel
Regione: Lombardia
#47
Ecco qui come dovrebbe venire...
Che ne pensate?

Grazie
Speriamo che a nessuno venga in mente di chiudere la ghiera più del dovuto, altrimenti i tuoi cuscinetti sentiranno la precarica tra sfere e piste coniche e mangi fuori tutto.
Per come è, ora la durezza del sistema è data dalla forza della ghiera proprio perché gli anelli interni dell'albero non sono uniti da un distanziale. Nelle applicazioni importanti non si lascia ad una ghiera decidere la forza di contatto delle sfere sulle piste, comunque funzionerà se montato bene.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge2019
Regione: Veneto
#48
Speriamo che a nessuno venga in mente di chiudere la ghiera più del dovuto, altrimenti i tuoi cuscinetti sentiranno la precarica tra sfere e piste coniche e mangi fuori tutto.
Per come è, ora la durezza del sistema è data dalla forza della ghiera proprio perché gli anelli interni dell'albero non sono uniti da un distanziale. Nelle applicazioni importanti non si lascia ad una ghiera decidere la forza di contatto delle sfere sulle piste, comunque funzionerà se montato bene.
Il mio dubbio è proprio questo. Quindi mi stai dicendo che una possibile soluzione è quella di interporre tra gli anelli interni un distanziale, che andrà rettificato sulla lunghezza in base al precarico?



Sì, così sono montati correttamente.

Non vedo spazio tra l'albero e la carcassa sul lato sinistro, immagino sia una parte in fase di revisione. La ghiera ha il blocco con un grano radiale, ma in quella posizione sarebbe inaccessibile. Esistono ghiere con grano assiale o rosette con denti di incastro.

Hai pensato alla lubrificazione e alla schermatura dei cuscinetti? Questo tipo di montaggio permette l'adozione di schermi striscianti sul solo lato esterno dei cuscinetti (che è lo stesso per entrambi), e l'inserimento del lubrificante nell'intercapedine tra i due cuscinetti tramite un nipplo montato in posizione opportuna sulla carcassa. E' un metodo molto efficace.
La parte è appunto in revisione. Ad ogni modo il cuscinetto che andrò a montare sarà sicuramento schermato quindi non dovrei avere contaminazioni. Lubrificazione non prevista. (ordini superiori)..
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Technical manager - Mechanical engineer 🔩📐
Software: SolidWorks, FreeCAD, Nanocad, Me10, Excel
Regione: Lombardia
#49
Il mio dubbio è proprio questo. Quindi mi stai dicendo che una possibile soluzione è quella di interporre tra gli anelli interni un distanziale, che andrà rettificato sulla lunghezza in base al precarico?





La parte è appunto in revisione. Ad ogni modo il cuscinetto che andrò a montare sarà sicuramento schermato quindi non dovrei avere contaminazioni. Lubrificazione non prevista. (ordini superiori)..
Io ce lo metterei un distanziale rettificato.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#50
Et voilà, al post #50 siamo tornati a pagina 1...

Se l'assemblaggio è problematico, nel senso che sussiste il rischio che l'operatore non abbia la preparazione o la manualità necessarie a precaricare correttamente i cuscinetti, questa condizione diventa un parametro di progetto, in grado di modificare anche la struttura meccanica della macchina. E' necessario tenerne conto sin dall'inizio.

In questo caso, la soluzione è quella di includere nella catena di precarico la famosa molla a tazza, e avere la ghiera che chiude a pacco su un opportuno risalto. A questo punto, l'operatore può assemblare anche usando un avvitatore da gommista, ottenendo sempre il precarico stabilito a progetto.