Norme di riferimento ruote dentate

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Salve a tutti, è la prima volta che scrivo su questo forum, sono uno studente di un istituto tecnico, scrivo questo 3d dato che nello studio delle ruote dentate mi è sorto un dubbio: per il dimensionamento ci è stato detto di usare le formule di lewis (per la flessione) e quelle per il dimensionamento a pressione superficiale del dente, del manuale di meccanica dell hoepli, mentre per la verifica non ho capito come si procede, ho visto che ci sono varie norme che si possono/devono seguire, la uni 8669 (riportata nel manuale) e la iso 6336, ma basterebbe anche il solo dimensionamento con lewis senza la verifica con tali norme? Ho provato a leggere varie discussioni ma mi risulta poco chiaro il procedimento di verifica, forse per la mia inesperienza. Grazie anticipatamente
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ciao. Il problema è più semplice di quello che tu credi.

Dimensionamento: metodo per determinare a priori una possibile dimensione e parametri preliminari. Puoi usare qualunque metodo. Sparare a caso, usare Lewis, usare Hertz, usare le mie curve (che ne ho parlato dappertutto).

Verifica: una volta impostato i dati si deve vedere se i denti durano o si rompono. Ecco che qui entrano in gioco le normative. La ISO 6336 è la norma di riferimento internazionale più completa per ruote cilindriche. Però si può usare anche la DIN 3990 anche se si è fermata e ha perso le ultime evoluzioni oppure puoi usare la UNI 8862 che è sperimentale ma ferma al 1987. Esistono anche le norme americane ANSI/AGMA 2001-D04 che sono un po'il primordio del calcolo degli ingranaggi con un po'di considerazioni ma non più sviluppate nel dettaglio.
Un po'dipende dallo stato di verifica degli ingranaggi e un po' cosa vuoi verificare.

Gli studenti vanno spesso in crisi perché gli insegnano due formule e gli fanno credere che Lewis ed Hertz bastino per determinare la capacità di un ingranaggio....non è così perché ci sono un sacco di parametri che entrano in gioco: lubrificazione, finitura superficiale, numero cicli, durezza materiali, tipo di trattamento ecc.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Buongiorno, la ringrazio per le informazioni che mi ha dato, mi hanno chiarito in modo semplice ed esaustivo un paio di mesi di lezioni e formule. Saprebbe dove posso reperire delle dispense che spiegano l'applicazione delle norme che ha citato o le norme stesse? Grazie di nuovo
 

Mito125

Utente Junior
Professione: Disoccupato
Software: SolidWorks,Creo,Autocad
Regione: Emilia
Se sei studente le norme le puoi prendere gratis grazie all'università (sicuramente la tua ha una convenzione, probabilmente saranno in inglese ma non è un problema, troverai la versione inglese con unità di misura SI). Le norme basta leggerle che spiegano tutto, come fare la verifica, come controllare i valori, sono a prova di errore.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Salve la ringrazio per l'informazione ma sono studente in un istituto tecnico industriale....
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
siccome la ricerca interna del forum, che pochi usano, è un po' dispersiva fai una ricerca su google inserendo questa stringa in corsivo site:cad3d.it "ISO 6336"
site:cad3d.it specifica ricerche effettuate solo in quello specifico sito
"ISO 6336" specifica di ricerca esattamente questo testo; togliendo le virgolette verranno restituite anche pagine in cui è presente la sola parola ISO o il solo numero 6336. va da se che senza lo spazio fra le due parole si potrebbero avere altri risultati nel caso la norma fosse stata scritta tutta attaccata, come a volte capita.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Scusate se rompo ancora, online e qui sul forum ho guardato alcune cose sulle norme di cui avete parlato, e ho visto che ci sono un sacco di coefficienti e fattori che non sempre si capisce come vanno calcolati, di solito in ambito professionale le verifiche si eseguono a mano o con l'uso di programmi? Il dimesionamento invece, che è semplice? Grazie a tutti anticipatamente
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Scusate se rompo ancora, online e qui sul forum ho guardato alcune cose sulle norme di cui avete parlato, e ho visto che ci sono un sacco di coefficienti e fattori che non sempre si capisce come vanno calcolati, di solito in ambito professionale le verifiche si eseguono a mano o con l'uso di programmi? Il dimesionamento invece, che è semplice? Grazie a tutti anticipatamente
A livello industriale, ogni azienda ha i propri strumenti di calcolo. Normalmente sono dei fogli excel dove, a seconda della capacità di chi lo ha preparato, c'è il sistema per dimensionare ma soprattutto per verificare.
Chi fa ingranaggi di mestiere, usa KissSoft o programmi equivalenti, molto specializzati, che lavorano solo seguendo le norme e in modo abbastanza automatico propongono soluzioni sia per il dimensionamento che la verifica.
Se prendi la ISO6336 non è molto complessa da usare, a patto di conoscere tutte le formule di geometria che comunque è la base di tutto. Occorre saper lavorare con spostamento di profilo e altre cose.
Per partire conviene farai le basi con dei buoni libri, come i tre volumi del Niemann che ho citato molte volte proprio per gli ingranaggi.
Per aiutarsi puoi anche usare le guide KHK Gear che son fatte molto bene e per avere tutti i parametri geometrici sono i migliori appunti disponibili.
 

Calender

Utente attivo
Professione: Impiegato tecnico
Software: Inventor
Regione: Friuli Venezia Giulia
Ciao,ricorda che dipende in larga parte da ciò che stai verificando e dallo scopo finale del tuo lavoro , una cosa è un ingranaggio di un differenziale di un autoveicolo ,un altra quello di un contachilometri o di un macina-caffè..non sempre conviene spingersi oltre certi limiti computazionali,altrimenti si dovrebbero fare le analisi FEM ed applicare le NTC anche ai carter delle sale motori e dimensionare tutte le rondelle dell'impianto :D .. detto ciò Lewis ed Hertz costituiscono una buona base di partenza .. poi per chi parte da zero le guide della KHK Gear sono veramente fatte bene,come ti hanno suggerito ..ad ogni modo buono studio ;)
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Innanzitutto grazie a tutti per le risposte, mi sono state utili per avere un'idea di come, praticamente, nelle aziende si svolge la progettazione. Ora mi studierò le guide della KHK Gear, e vedrò di procurarmi i Niemann. Altra domanda: le ruote coniche a che norma si fa riferimento?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Per quanto riguarda le ruote coniche si parte con ANSI/AGMA 2003-B97 oppure ISO 10300 più completa.
Un libro che va bene per farsi una infarinatura, in italiano, gratis è Il manuale del motoriduttore della Bonfiglioli. Lo si trova online...e ne ho già parlato in altri post.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ci sono molte conversazioni interessanti, dove nei miei interventi spiego più o meno quello che chiedevi al primo post. Qui lo trovi.
Ci sono poi molti progetti risolti, studiati e analizzati, come questo....qui....oppure qui.
C'è solo l'imbarazzo della scelta. Cerca bebè e scoprirai un mondo.
Ci sono pure gli esempi e i disegni di alcuni riduttori come qui....e soprattutto qui.
Se hai un po'di tempo ti consiglio di girare bene il nostro forum perché è una miniera di informazioni.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
La ringrazio di nuovo meccanicamg, ho guardato un pochino in giro, e ho già trovato il manuale della bonfiglioli, che sto iniziando a leggere, al posto del manuale della KHK Gear, che è in inglese e mi risulta complicato. Avrei l'intenzione di creare un foglio di calcolo, dopo aver studiato come ricavare i coefficienti con il manuale bonfiglioli, solo che di excel ho a malapena le basi. Avreste qualche guida da consigliarmi? E lo spostamento di profilio in cosa consiste e quando si usa?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
La ringrazio di nuovo meccanicamg, ho guardato un pochino in giro, e ho già trovato il manuale della bonfiglioli, che sto iniziando a leggere, al posto del manuale della KHK Gear, che è in inglese e mi risulta complicato. Avrei l'intenzione di creare un foglio di calcolo, dopo aver studiato come ricavare i coefficienti con il manuale bonfiglioli, solo che di excel ho a malapena le basi. Avreste qualche guida da consigliarmi? E lo spostamento di profilio in cosa consiste e quando si usa?
Mi fa piacere che ti stia avventurando in questo mondo di ingranaggi.
Lo spostamento di profilo è una modifica della forma standard del dente e serve principalmente per due motivi:
- aumentare la base del dente per gli ingranaggi con pochi denti per eliminare il sottotaglio e quindi dare una base molto robusta
- modificare gli ingranaggi per arrivare all'interesse desiderato

In modo secondario ma importante, lo spostamento di profilo porta in una coppia di ingranaggi a:
- rumorosità diversa
- velocità relativa di strisciamento uguale o diversa
- pressione di contatto uguale o diversa

Lo spostamento di profilo lo abbiamo trattato diverse volte sul forum. Su KHK Gear trovi le formule passo passo per avere consistenza degli ingranaggi. Su altri libri e manuali la cosa è dispersiva e non ci sono tutte le formule. Sul Niemann invece c'è spiegato bene a cosa serve lo spostamento di profilo.

Per quanto riguarda excel diciamo che se non ti addentri in programmazione in VBA viene tutto semplice con le formule, con la guida alle formule e qualche tutorial. Puoi aggiungere qualche pulsante per fare le scelte da un elenco e quindi creasti un piccolo database di materiali o di opzioni dal quale pescare. Ricorda che gli elenchi, se usi la funzione =cerca(cosa;vettore ricerca;vettore risultato) devono essere messi in ordine alfabetico per la colonna di ricerca.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
La ringrazio, scusi se è l'ennesima domanda, volevo chiederle se il metodo C della ISO 6336 è quello normalmente usato o se ne vengono usati altri. Il metodo C va bene per tutti gli ingranaggi?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
La ringrazio, scusi se è l'ennesima domanda, volevo chiederle se il metodo C della ISO 6336 è quello normalmente usato o se ne vengono usati altri. Il metodo C va bene per tutti gli ingranaggi?
Non preoccuparti, è normale chiedere se si vuole sapere...unica cosa non darmi del lei per favore.
Normalmente viene usato il metodo B. Il metodo C spesso è derivato da B con delle semplificazioni.
Tutti i metodi sono validi nel loro campo di applicazione....e haimè occorre leggersi tutte le norme per capire le eccezioni.