Magistrale ing. meccanica: Bologna o Sapienza?

Kelko

Utente poco attivo
Professione: Studente
Software: SolidWorks
Regione: Italia
Buongiorno,
vorrei gentilmente esporvi un dubbio, anche se non so se sia la sezione giusta.
Ho fatto la triennale in ingegneria meccanica a Bologna e quindi mi appresto a proseguire gli studi con la magistrale, sempre in ing. meccanica.
Senza girarci intorno: vorrei proseguire alla Sapienza di Roma ma ci sono dei dubbi che mi attanagliano e per questo vorrei un vostro parere e/o esperienze personali sulla qualità della didattica, sull'organizzazione, su come un datore di lavoro potrebbe vedere il titolo magistrale conseguito alla Sapienza ed informazioni di questo tipo.
Ringrazio tutti coloro che vorranno aiutarmi.
 

haga78

Utente Junior
Professione: progettista meccanico
Software: SolidWorks, SolidEdge, AutoCAD
Regione: Italy
... su come un datore di lavoro potrebbe vedere il titolo magistrale conseguito alla Sapienza ed informazioni di questo tipo.
Ringrazio tutti coloro che vorranno aiutarmi.
Alla maggior parte dei datori di lavoro, degni rappresentanti della mediocrità umana, non interessa dove ti sei laureato (nei tanti colloqui che ho fatto solo qualcuno mi ha chiesto in merito).
La prima domanda che ti fanno è: sei sposato? Hai figli? (per la serie, puoi portarti il letto qui da noi?)
Poi cercano esperienza pluriennale nel settore e inglese fluente (anche se non ne hanno bisogno) e disponibilità a trasferte.
Contratto? Retribuzione? Per loro vale il concetto: io ti do il lavoro, i soldi fatteli dare da qualcun'altro.

Questa è esperienza vissuta da me negli ultimi 2 anni.

Non fossilizzarti troppo sulla sede, cerca invece di laurearti il prima possibile e impara bene una o più lingue, ti saranno necessarie se deciderai di andare all'estero, dove forse potrai essere valorizzato meglio.
Entra nel mondo del lavoro, impara con avidità e poi vendi cara la pelle.
 

PierArg

Moderatore
Staff Forum
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
..
Entra nel mondo del lavoro, impara con avidità e poi vendi cara la pelle.
Ciao haga78...non hai fatto in tempo a quotarmi nell'altra discussione che adesso ti straquoto io.

"impara con avidità e poi vendi cara la pelle"

Bellissima! :finger:

Soprattutto al giorno d'oggi sto vedendo una mediocrità imbarazzante. Non solo nell'industria ma in tutti i settori. E vi posso portare anche le prove di eventi vissuti personalmente.
Negli ultimi 20 anni c'è stata un'involuzione sociale e culturale importante...almeno il lato positivo è che basta essere "normali" per sembrare fenomeni.