La Crisi.

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
Gente che è alla frutta... precisamente A' FRAGOLA! :redface:
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
ok battuta pessima..comunque tornando alla crisi: primi dati sulle immatricolazioni auto del post-incentivi:-26% generale e fiat -36%:eek:

Allora guardando al sistema incentivi in generale e vedendo cosa ci è costato (ultima finanziaria) è palese che il sistema economico è in coma vegetativo, mantenuto in vita artificialmente.

Quanto durerà ancora la capacità di pagare questi ammortizzatori, col nostro debito? e chi ce la farà a far diminuire l'evasione, visto che l'unico governo vincente è quello votato dagli (aspiranti e non ) evasori?

Per me altro che ripresina:rolleyes:, meglio invece procedere (chi può) ad una robusta iperventilazione, perchè l'apnea che arriverà quella si che sarà da guinness..
 

cesius79

Utente Standard
Professione: Ingegere Meccanico Junior
Software: Quel che occorre!
Regione: Basilicata
Si che poi il sistema di finanziamento statale...ma io no ho capito, succede per caso nei momenti di produzione florida che le concessionarie si mettono a regalare auto ai cittadini???Mah...
La crisi ha ormai fatto il suo danno...che ci piaccia o no lo "pneumatico è forato..avoglia a rattopparlo, rimane sempre una rota bucata!!!)
 

vmirko

Utente Standard
Professione: legnamè
Software: alphacam
Regione: MB
Il mercato delle auto era già oltre misura di suo.

è ovvio che se tutti quelli che hanno una macchina mediamente la tengono almeno 5 o più anni mentre chi produce tutti gli anni pretende di aumentare la produzione alla fine si arriva al collasso.

penso che ormai l'obbiettivo di chi fa auto è cercare di andare a vendere in cina e india.
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Nella sola europa c'è una sovrapproduzione del 30%, valore riferito però al periodo pre-crisi, quindi ora la situazione è ulteriormente peggiorata per il mercato automobilistico.
Inoltre recentemente le case hanno ammesso di aver sostenuto fittiziamente il mercato facendo ampio ricordo all'autoimmatricolazione nell'ultimo anno...
 

michele81

Utente Standard
Professione: Progettista - Disegnatore
Software: Solidworks 2011 - Pro-E WF4 - Autocad LT09 - Cosmos - FEMM
Regione: Piemonte
Ad oggi gli unici mercati che effettivamente tirano e sono in forte crescita sono i settori relativi alla produzione dell'energia eolico e soprattutto solare; in Italia e in tutta l'Europa; le previsioni sono ancora buone per almeno un anno, poi dipenderà da incentivi e sviluppi conseguenti. Una forte ripresa di impianti di grosse dimensioni non è ancora prevedibile nell'immediato, non solo in qui ma anche in medio oriente (a oriente non saprei dire). In generale in zona sembra che si lavori ma a livelli inferiori al previsto e sono molte le aziende di piccole/medie dimensioni ancora in difficolatà.
 

PaoloColombani

Utente Standard
Professione: Progettista Industriale / R&D
Software: Rhino, Alias, SW, Inventor, Lisa, OpenFoam, altri
Regione: Emilia
La ripresa c'è, o meglio sarebbe dire che siamo usciti dalla crisi...
Questo è il reale livello dell'economia italiana dopo la crisi, ovvero siamo a un buon -30% rispetto al periodo pre-crisi, e non illudiamoci che le cose miglioreranno in futuro.
Per molte aziende questi ultimi due anni sono stati fatali.
Non necessariamente parliamo di aziende in crisi pre-esistente, ma anche e purtroppo di aziende che avevano investito molto sulla scia dei fatturati record del 2005-2007 e che si son ritrovate poi senza liquidità per andare avanti?
Risultato?
Aziende con macchinari nuovi di pacca comprati nel 2008 che nel 2009 hanno dichiarato fallimento...
Quasi tutte le aziende hanno ridimensionato gli organici, e anche qui si parla di un bel -30% quando va bene.
Ovviamente i primi a essere stati mandati via sono stati i "giovani", con contratti a tempo determinato e simili, alla faccia del rinnovo generazionale.
Le ditte che hanno retto a questa tempesta hanno sfruttato la situazione per fare "pulizia" e per migrare verso lidi più favorevoli dal punto di vista fiscale...
Però non si può nemmeno dare tutta la colpa agli imprenditori. Lo stato, con la sua tassazione a livello delinquenziale, ha la maggior responsabilità, su questo non vi sono dubbi. Invece di attrarre investitori ed investimenti li fa fuggire a gambe levate!.
Stendiamo un velo pietoso poi sulle varie organizzazioni sindacali italiane, occupate a gestire i propri interessi piuttosto che quelli dei lavoratori.
Concludendo la base produttiva italiana esce fortemente erosa da questa crisi, e le speranze che si possano ricostruire nuovi posti di lavoro secondo me è veramente piccola.
Per distruggere un'azienda e farla fallire basta 1 anno e meno, al contrario per crearne una nuova e portarla a livelli di autosufficienza ci possono volere anni.
Quoto e straquoto tutto ciò che hai scritto.


La ripresa c'è, o meglio sarebbe dire che siamo usciti dalla crisi...
Questo è il reale livello dell'economia italiana dopo la crisi, ovvero siamo a un buon -30% rispetto al periodo pre-crisi, e non illudiamoci che le cose miglioreranno in futuro.
Questo è inevitabile. Molti paesi del vecchio terzomondo che ora sono paesi emergenti hanno una economia in crescita. Inevitabilmente ci sarà un riassetto progressivo dell'economia a livello globale.



Lo stato, con la sua tassazione a livello delinquenziale, ha la maggior responsabilità, su questo non vi sono dubbi. Invece di attrarre investitori ed investimenti li fa fuggire a gambe levate!
Tassazione deliquenziale? I dazi e le imposte di re Luigi XIV erano un bluff in confronto. Organi statali, parastatali, istituti, commissioni, nuovi ministeri e agenzie statali prosperano e prolificano (almeno fin che c'erano i soldi).
I più opulenti stati della vecchia europa ora si trovano a concorrere con altri stati, e non tutti sono preparati a dover competere. In questo modo alcuni perdono redditi reali, altri li acquisiscono.


Per distruggere un'azienda e farla fallire basta 1 anno e meno, al contrario per crearne una nuova e portarla a livelli di autosufficienza ci possono volere anni.
Già, ma per queste categorie a rischio non sono previsti ammortizzatori sociali. Alcune ditte con cui collaboravo hanno ricevuto il colpo di grazia (una bella e onerosa multa) proprio l'anno scorso, mentre erano agonizzanti. Alle istituzioni mancavano soldi, così probabilmente hanno deciso di far cassa. ora per far realizzare certi lavori mi debbo spostare verso altri distretti industriali, e a volte ci rinuncio proprio.
 

PaoloColombani

Utente Standard
Professione: Progettista Industriale / R&D
Software: Rhino, Alias, SW, Inventor, Lisa, OpenFoam, altri
Regione: Emilia
Ad oggi gli unici mercati che effettivamente tirano e sono in forte crescita sono i settori relativi alla produzione dell'energia eolico e soprattutto solare;
Si, ma grazie al GSE. In pratica è una economia che trae ossigeno dalle imposte che tutti paghiamo sulle bollette all'ente elettrico. Non è proprio quel che si direbbe d'una "economia reale". Ad ogni modo è meglio che chiuda questo intervallo forumistico per tornare sui miei lavori, altrimenti il pil crolla. :wink:
 

yachtdesign

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: CATIA, SOLIDWORKS,AUTOCAD,MOLDFLOW, OPTIS
Regione: MARCHE
Dai giornali e tv si sente che è iniziata la ripresa anche se ancora è fragile??? Che ne pensate perchè si dice che la realta di più la tochiamo noi con le mani..........
 

Preparation-H

Utente Senior
Professione: Lavoro Monotono
Software: "Pala e Picco"
Regione: Piemonte
Dai giornali e tv si sente che è iniziata la ripresa anche se ancora è fragile??? Che ne pensate perchè si dice che la realta di più la tochiamo noi con le mani..........
Ti dico che in questi ultimi giorni è arrivato tanto di quel lavoro che non sappiamo più da che parte girarci :confused: :eek:... gli ordini però sono tutti con scadenze molto vicine, per cui stiamo a vedere se si tratta del solito "fuoco di paglia" :frown: o se in realtà ci sia davvero una ripresa... :smile:

Ciao!
P-H
 

stefanobruno

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione caotica e notturna
Software: Inventor 2021 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
.. gli ordini però sono tutti con scadenze molto vicine, per cui stiamo a vedere se si tratta del solito "fuoco di paglia" :frown: o se in realtà ci sia davvero una ripresa... :smile:

Ciao!
P-H
e quando ( e se ) pagheranno.
 

Lis

Utente poco attivo
Professione: Progettista
Software: Pro-E, Catia v5
Regione: Campania
Anche dalle mie parti si parla di "ripresina"...
il problema è che se ne parla solamente di concreto non ho visto niente.
Nell'attesa che si concretizza la mia azienda ha perso il 70% dei dipendenti!!!
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
Confermo la situazione schizofrenica...
Di lavoro ne ho, con ordini molto urgenti e improvvisi.
Dall'altra parte ho sentito che a settembre c'è stato un nuovo incremento nella richiesta di cassa integrazione quindi non so cosa pensare.
Sicuramente non siamo ancora fuori dal pantano, sicuramente la situazione è migliore rispetto a un anno fa però bisogna stare sempre in campana, soprattutto coi pagamenti.
E' proprio nei periodi post crisi che possono arrivare grandi fregature...:angry:
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
Si, ma non ti preoccupare, perchè la ripresa è a "macchia di leopardo" vuol dire solo che la tua azienda si è venuta accidentalmente a trovare in una macchia (buco) nera!

Basta spostarla.. (magari in polonia):mad:
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
stevie si è "frapposto" :smile:
 
Hai installato un sistema per bloccare i banner/annunci

Abbiamo capito, le pubblicità sono fastidiose!

Il software di blocco dei banner fa un ottimo lavoro nel bloccare gli annunci, ma blocca anche le funzioni utili del nostro sito web. Per una migliore esperienza sul sito, disabilita il tuo AdBlocker su CAD3D.it. Grazie!

Ho disabilitato AdBlock