La Crisi.

Preparation-H

Utente Senior
Professione: Lavoro Monotono
Software: "Pala e Picco"
Regione: Piemonte
posso dimostrare il contrario. A meno che per "produzione" non intendi cellulari, microprocessori e scarpe.

Ti faccio una domanda, sembra semplice, ma non lo è.

Se Fiat costruisce la Punto in Polonia, chi produce la Punto? L'Italia o la Polonia?
La FIAT!!!!
E chi guadagna è la FIAT!!!! (visto che la macchina "Punto" costa uno sproposito rispetto ai costi di fabbricazione!)

E ti giro la domanda, chi ci smena, l'operaio italiano in cassa integrazione a rischio licenziamento, o l'operaio Polacco che lavora anche di notte???

Ciao
P-H
 

Fulvio Romano

Utente Senior
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
Alcune considerazioni:

- si e' instaurato una industria della politica (che e' come un tumore che sta portando alla morte il corpo senza accorgersene) la quale assorbe tutte le risorse.

- di conseguenza non siamo agili come i nostri competitors indiani o cinesi, sulle nostre spalle di sicuro abbiamo come minimo un'altra persona.

- l'italia e' un paese vecchio, ha solo bisogno di badanti e operatori sanitari (vedi annunci di lavoro) e non di progettisti e gente che abbia idee e volglia di fare.

- il mondo produttivo si e' spostato in India e Cina e a noi rimangono le briciole sulle quali ci scanniamo.
Se Fiat costruisce la Punto in Polonia, chi produce la Punto? L'Italia o la Polonia?
La FIAT!!!!
E chi guadagna è la FIAT!!!! (visto che la macchina "Punto" costa uno sproposito rispetto ai costi di fabbricazione!)

E ti giro la domanda, chi ci smena, l'operaio italiano in cassa integrazione a rischio licenziamento, o l'operaio Polacco che lavora anche di notte???
Ecco dimostrato che l'Italia NON è un paese vecchio, NON è poco competitiva e NON è fuori mercato.

L'Italia, come tanti altri paesi, sfrutta manodopera a basso prezzo, resa disponibile da governi per lo più dispotici, e continua a produrre. Naturalmente chissenefrega del cassaintegrato con due figli, Produci-Consuma-Crepa.

Per dargli il contentino, il grosso imprenditore dice "eh si, c'è crisi, in Italia non si fa più niente, le aziende chiudono, dobbiamo spostarci in Cina, ora è la Cina che comanda e che ci guadagna". La Punto però non è prodotta da una ditta cinese.

Sono stato provocatorio, è uscito esattamente quello che volevo dire. Naturalmente il discorso è molto più complesso di così, ma come principio ci siamo capiti.
 

yachtdesign

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: CATIA, SOLIDWORKS,AUTOCAD,MOLDFLOW, OPTIS
Regione: MARCHE
Come è la situazione, si sta sblocando qualchecosa oppure siamo nella stessa situazione? Di sicuro non è quella ripresa forte che era previsto.....
 

yachtdesign

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: CATIA, SOLIDWORKS,AUTOCAD,MOLDFLOW, OPTIS
Regione: MARCHE
Come è la situazione, si sta sblocando qualchecosa oppure siamo nella stessa situazione? Di sicuro non è quella ripresa forte che era previsto.....
 

Preparation-H

Utente Senior
Professione: Lavoro Monotono
Software: "Pala e Picco"
Regione: Piemonte
Come è la situazione, si sta sblocando qualchecosa oppure siamo nella stessa situazione? Di sicuro non è quella ripresa forte che era previsto.....
Secondo me si è sbloccato poco per non dire un caiser... :frown:

Ciao
P-H
 

Fulvio Romano

Utente Senior
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
l'impressione è che si stia muovendo qualcosa, nel senso che la gente non è più terrorizzata dal muoversi ed inizia a guardarsi attorno, a chiedere preventivi...

solo preventivi però...
 

tenerone

Utente Standard
Professione: Project engineer per gioco e per diletto...
Software: Creo 2.0 + Windchill
Regione: Ticino - Svizzera
l'impressione è che si stia muovendo qualcosa, nel senso che la gente non è più terrorizzata dal muoversi ed inizia a guardarsi attorno, a chiedere preventivi...

solo preventivi però...
Sì confermo...preventivi a valanga ma non solo, ore da dedicare alle richieste del cliente e messe generalmente in offerta ufficiale così se il cliente se ne va da un'altra parte a farsi fare il progetto almeno paga le ore di progettazione...:wink:
L'impressione è che qualcosa si smuova, ma per tornare ai livelli perlomeno accettabili produttivi del solo 2008 ce ne vuole ancora...:cool:
 

PaoloColombani

Utente Standard
Professione: Progettista Industriale / R&D
Software: Rhino, Alias, SW, Inventor, Lisa, OpenFoam, altri
Regione: Emilia
Anche io vedo che arrivano alcune commesse; da un mese circa alcune ditte hanno ripreso a lavoricchiare, poca roba, ma almeno si lavora.
Seguendo la filiera produttiva mi accorgo che i comittenti della subfornitura alla fine vendono in Brasile, Angola, India, Romania, Colombia, Filippine e via dicendo.
Non so ancora come interpretare questo fatto.
 

michele81

Utente Standard
Professione: Progettista - Disegnatore
Software: Solidworks 2011 - Pro-E WF4 - Autocad LT09 - Cosmos - FEMM
Regione: Piemonte
La progettazione per grossi impianti è completamente ferma, ma credo sia normale in quanto settori che si occupano di impianti con tempi di progetto e realizzazione 2 anni sentono le crisi necessariamente in ritardo. Infatti fino a ottobre si è lavorato bene.
La produzione per impianti medi e piccoli invece ha ripreso decentemente, soprattuto nei settori delle energie rinnovabili (solare specialmente). Sicuramente dopo un 2009 difficile adesso alcuni clienti attraversano un momento migliore. Speriamo non sia solo per questi primi tre mesi...
 

yachtdesign

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: CATIA, SOLIDWORKS,AUTOCAD,MOLDFLOW, OPTIS
Regione: MARCHE
Si vedono in questo periodo i segni di ripresa, le aziende iniziano a produrre e a prendere via, cè solo un problema , che le offerte di lavoro non aumentano, anziil contrario diminuiscono e per di più nel settore della progettazione...........Può darsi la ripresa io lo vedo in quelle poche aziende che conosco io, tutti possono dare la loro opinione per capire come siamo messi come paese, cè veramente la ripresa oppure è qualcosa sporadica.............
 

myface

Utente Senior
Professione: Progettista-designer free lance
Software: Inventor 2013,maxwell render 2.7.2
Regione: veneto
boh io adesso vedo solo il vuoto spinto attorno a me...

Le persone che conoscono girano molto, ma è solo per andare in giro a cercare di recuperare i soldi che avanzano:frown:
 

Tequila

Utente Senior
Professione: teorico del paleocontatto
Software: Solid Edge ST7, scarabocchi su carta
Regione: Veneto (PD)
anche dalle mie parti c'è vuoto. La crisi è passata solo a casa di Silvio, visto che dice che siamo in forte ripresa, però dovrebbe specificare in quali settori.

La gente comunque va in vacanza ugualmente, fanno debiti ma vanno in vacanza perchè se ne strafregano se non hanno soldi dopo
 

Er Presidente

Moderatore
Staff Forum
Professione: Moderatore
Software: ND
Regione: Italia
La ripresa c'e', e' innegabile.
Il problema e' che abbiamo perso il 30% (personalmento penso il 50) della produzione e anche andando come i treni per un anno non si riuscirà a recuperare il livello precrisi.
Presupponendo che la ripresa resti stabile per almeno 24 mesi (cosa possibile, ma non certa) per il primo anno le aziende cercheranno di "fare" senza spendere e quindi niente occupazione.
Contemporaneamente stiamo vedendo che si sta approfittando per fare le "pulizie" di casa.
I grandi gruppi (uno per tutti) dovendo riattivare gli impianti preferisce farseli regalare dalla Croazia e "risistemare" quelli Italiani con un nuovo contratto, uccidendo "an passant" il sindacato, impastoiato in caxxate da regolameto.
Lo scenario generale e' di grande smobilitazione, chi puo' da una "ripulita" all'officina e la mette in vendita per realizzare pecunio da investire altrove.
Era il rischio principale a cui nessuno a messo pensiero, una volta che ti sei fermato rifletti e se devi ripartire, cogli l'occasione per farlo meglio e dove meglio ti pare.
Ho la netta sensazione, personale, che l'imprenditoria italiana abbia perso fiducia nel sistema, se la prende con il sindacato ma vorrebbe menare alla politica, alla fine stanno rimpiangendo il mortadella, ma ormai e' tardi, stiamo perdendo i pezzi e nessuno nemmeno piu' li raccoglie.
 

radio

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettista (credevo...)
Software: Solid Edge ST7
Regione: Lombardia
La ripresa c'e', e' innegabile....
Lo dicono tutti, deve proprio essere così (caso strano a luglio le cose vanno sempre meglio che a settembre; ma non credo che la Emma, il Silvio e compagnia briscola ci spingano così ad andare in villeggiatura...giusto?); ma a questo punto forse è meglio che iniziamo a chiedereci cosa si intende per ripresa, se ci limitiamo a misurare l'aumento dei volumi di produzione dei bulloni, senza tener conto dell'aumento della gente che non riesce più a pagare le bollette; oltre alle produzioni credo che anche i produttori di bulloni convenga delocalizzarsi.

Detto questo (io sono molto pessimista circa il futuro), continuo a vedere gente che fa debiti per comprarsi cavolate, sento espertoni alla radio magnificare i vantaggi delle carte revolving per pagarsi le vacanze (!), abbiamo leggi che agevolano, dal punto di vista burocratico, la cessione del quinto dello stipendio, in modo che quasi ci si dimentichi del debito contratto, che ci si dimentichi del fatto che compiri uno e paghi tre; è come se la gente non sia più in grado di nemmeno pensare alla possibilità vivere un periodo di (vere) ristrettezze, e quindi non cerca di attrezzarsi di conseguenza.

Vabbè, me ne vado a letto, accompagnato da sinistri presagi.

Ciao a tutti.
 

numero1

Utente Senior
Professione: Non lo sò + nemmeno io
Software: Tavoletta cuneiforme ....... ACAD, MStation, PDS/PDMS, Autoplant ed un poco di NX
Regione: Da qualche parte
La ripresa c'e', e' innegabile.
Il problema e' che abbiamo perso il 30% (personalmento penso il 50) della produzione e anche andando come i treni per un anno non si riuscirà a recuperare il livello precrisi.
Presupponendo che la ripresa resti stabile per almeno 24 mesi (cosa possibile, ma non certa) per il primo anno le aziende cercheranno di "fare" senza spendere e quindi niente occupazione.
Contemporaneamente stiamo vedendo che si sta approfittando per fare le "pulizie" di casa.
I grandi gruppi (uno per tutti) dovendo riattivare gli impianti preferisce farseli regalare dalla Croazia e "risistemare" quelli Italiani con un nuovo contratto, uccidendo "an passant" il sindacato, impastoiato in caxxate da regolameto.
Lo scenario generale e' di grande smobilitazione, chi puo' da una "ripulita" all'officina e la mette in vendita per realizzare pecunio da investire altrove.
Era il rischio principale a cui nessuno a messo pensiero, una volta che ti sei fermato rifletti e se devi ripartire, cogli l'occasione per farlo meglio e dove meglio ti pare.
Ho la netta sensazione, personale, che l'imprenditoria italiana abbia perso fiducia nel sistema, se la prende con il sindacato ma vorrebbe menare alla politica, alla fine stanno rimpiangendo il mortadella, ma ormai e' tardi, stiamo perdendo i pezzi e nessuno nemmeno piu' li raccoglie.
Sono d'accordo su tutto eccetto che per il primo passaggio.
La ripresa non c'è ancora, è per questo che molti stanno smobilitando e cercando di ripartire (forse) da un'altra parte.
Altri non ripartiranno +
Omsa se ne và all'est (da Faenza) per esempio, la Bialetti è sull'orlo del *****.... questi sono simboli dell'italian style.
Ho brutti presagi anch'io.
Ciao
 

yachtdesign

Utente Junior
Professione: Progettista
Software: CATIA, SOLIDWORKS,AUTOCAD,MOLDFLOW, OPTIS
Regione: MARCHE
Come ho capito dai discorsi, la crisi cè anche siamo nella prima fase di ripresa, ci sono dei sviluppi sporadici che si vedono intorno a qualchuno però non si vede come era prevvisto e come lo dicono nei giornali, importante è che le imprese non perdono la fiducia se no sarebbe micidiale in questo periodo della crisi....
 

stevie

Utente Standard
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Solidedge, Cosmos
Regione: Lombardia
La ripresa c'è, o meglio sarebbe dire che siamo usciti dalla crisi...
Questo è il reale livello dell'economia italiana dopo la crisi, ovvero siamo a un buon -30% rispetto al periodo pre-crisi, e non illudiamoci che le cose miglioreranno in futuro.
Per molte aziende questi ultimi due anni sono stati fatali.
Non necessariamente parliamo di aziende in crisi pre-esistente, ma anche e purtroppo di aziende che avevano investito molto sulla scia dei fatturati record del 2005-2007 e che si son ritrovate poi senza liquidità per andare avanti?
Risultato?
Aziende con macchinari nuovi di pacca comprati nel 2008 che nel 2009 hanno dichiarato fallimento...
Quasi tutte le aziende hanno ridimensionato gli organici, e anche qui si parla di un bel -30% quando va bene.
Ovviamente i primi a essere stati mandati via sono stati i "giovani", con contratti a tempo determinato e simili, alla faccia del rinnovo generazionale.
Le ditte che hanno retto a questa tempesta hanno sfruttato la situazione per fare "pulizia" e per migrare verso lidi più favorevoli dal punto di vista fiscale...
Però non si può nemmeno dare tutta la colpa agli imprenditori. Lo stato, con la sua tassazione a livello delinquenziale, ha la maggior responsabilità, su questo non vi sono dubbi. Invece di attrarre investitori ed investimenti li fa fuggire a gambe levate!.
Stendiamo un velo pietoso poi sulle varie organizzazioni sindacali italiane, occupate a gestire i propri interessi piuttosto che quelli dei lavoratori.
Concludendo la base produttiva italiana esce fortemente erosa da questa crisi, e le speranze che si possano ricostruire nuovi posti di lavoro secondo me è veramente piccola.
Per distruggere un'azienda e farla fallire basta 1 anno e meno, al contrario per crearne una nuova e portarla a livelli di autosufficienza ci possono volere anni.
 

cesius79

Utente Standard
Professione: Ingegere Meccanico Junior
Software: Quel che occorre!
Regione: Basilicata
.... continuo a vedere gente che fa debiti per comprarsi cavolate, sento espertoni alla radio magnificare i vantaggi delle carte revolving per pagarsi le vacanze (!), abbiamo leggi che agevolano, dal punto di vista burocratico, la cessione del quinto dello stipendio, in modo che quasi ci si dimentichi del debito contratto, che ci si dimentichi del fatto che compiri uno e paghi tre; è come se la gente non sia più in grado di nemmeno pensare alla possibilità vivere un periodo di (vere) ristrettezze, e quindi non cerca di attrezzarsi di conseguenza.

Vabbè, me ne vado a letto, accompagnato da sinistri presagi.

Ciao a tutti.
Che l'italiano medio sia un grosso mulo che si piange addosso lo si sa dai tempi dei romani...E' troppo difficile da superare l'idea di non poter sboroneggiare con il nuovo cellulare da 500 euro (il 70% delle sue funzioni non saranno mai utilizzate) o con il nuovo macchinone da 10 euro a rifornimento visto che la moneta non c'è!
D'altronde la classe politica da decenni non fa altro che rispecchiare in modo limpido e cristallino il popolo....sporco, senza scrupoli, egoista, ignorante, menefreghista, bugiardo, vigliacco e chi più ne ha....
 

banda bassotti

Utente Standard
Professione: RESP.TECNICO/PROGETTISTA
Software: SOLID/INV/AUTOCAD/ME10
Regione: BRESCIA
Che l'italiano medio sia un grosso mulo che si piange addosso lo si sa dai tempi dei romani...E' troppo difficile da superare l'idea di non poter sboroneggiare con il nuovo cellulare da 500 euro (il 70% delle sue funzioni non saranno mai utilizzate) o con il nuovo macchinone da 10 euro a rifornimento visto che la moneta non c'è!
D'altronde la classe politica da decenni non fa altro che rispecchiare in modo limpido e cristallino il popolo....sporco, senza scrupoli, egoista, ignorante, menefreghista, bugiardo, vigliacco e chi più ne ha....
cesius79 non è collegato Aggiungi alla reputazione di cesius79 Segnala messaggio Rispondi citando
evviva l'ottimismo,:biggrin:
NB il nuovo iphone 32 GB costa 760€ adesso vado a farmi fare un prestito alla finfregatura e me lo compro...tanto fra poco cambia il governo ed allora si che potrò permetterlo questo ed altro.:finger::tongue:
 

cesius79

Utente Standard
Professione: Ingegere Meccanico Junior
Software: Quel che occorre!
Regione: Basilicata
Dai su, fatemene dire un'altra...le foto dai balconi vicin al crollo della palazzina a Napoli...in vendita con tanto di tariffario....solo un italiano può fare tali schifezze!!
Che vergogna, quanto sono amareggiato....
:angry:
 
Hai installato un sistema per bloccare i banner/annunci

Abbiamo capito, le pubblicità sono fastidiose!

Il software di blocco dei banner fa un ottimo lavoro nel bloccare gli annunci, ma blocca anche le funzioni utili del nostro sito web. Per una migliore esperienza sul sito, disabilita il tuo AdBlocker su CAD3D.it. Grazie!

Ho disabilitato AdBlock