Insegnanti e preparazione degli studenti

Sleepers

Utente Junior
Professione: Disegnatore
Software: Inventor 2010, Inventor 2019, ACAD, GBG
Regione: Lombardia
Non so se l'argomento (generale) sia in-topic in questa sezione; lo scrivo qui perché ho un gatto nello stomaco e devo dirlo a qualcuno.

Il disegno allegato riporta un esercizio tratto da un libro di testo; un'amica lavora come insegnante di sostegno in un istituto tecnico; il disegno non è la sua materia, ma deve aiutare un ragazzo in quasi tutte le materie, tra cui disegno tecnico, quindi cerca di imparare dal libro e di seguire le lezioni dell'insegnante titolare; questa amica mi diceva spesso di avere difficoltà a capire come svolgere correttamente le proiezioni, io le spiegavo come fare e lei continuava a non capire e fare confusione.

Ora mi ha mandato dei disegni, e finalmente ho capito perché; il libro di testo riporta tutti gli esempi e esercizi in proiezione europea, mentre l'insegnante fa disegnare ai ragazzi le tavole (tutte, sempre!) in proiezione americana (e no, non è voluto). L'altro allegato è lo svolgimento dell'esercizio (ho ripassato io i contorni del pezzo, perché non si capiva, il tratto era tutto uguale), copiato dalla lavagna dove lo ha svolto l'insegnante.

Questo è un insegnante che dice ai ragazzi "scendiamo le linee" per le proiezioni, "facciamo un quadrato" e disegna un triangolo (giuro!), ha una laurea in architettura che deve avere trovato nelle patatine, altrimenti non mi spiego.

Mi viene male se penso che i ragazzi vengono "formati" da queste persone, e che potrei ritrovarmeli come colleghi un domani. Noi ci lamentiamo spesso degli studenti che scrivono qui e hanno le idee confuse, ma a volte può anche non essere tutta colpa loro.

Scusate lo sfogo.
 

Allegati

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
Se mi dici la marca delle patatine provo anche io, che una laurea fa sempre comodo visto che ormai è considerata requisito minimo anche per tirare giù una tavola da un solido fatto da altri...
Un saluto anche al gatto
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
Ora la tua amica ha le competenze per andare da chi dirige l'istituto e spiegare che l'insegnamento che viene fatto è sbagliato.
Forse è ancora in tempo per rimediare agli errori e orrori che sono stati fatti.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Membro dello Staff
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Non è detto che lo studente abbia riportato tutto correttamente, sia pure in buona fede.
 

MassiVonWeizen

Utente Senior
Professione: disegnatore
Software: solidworks 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
Rileggendo il resoconto mi chiedo una cosa: il libro riporta esercizi con proiezione europea, l'insegnante li fa fare contrari, ma a nessun studi è venuto il dubbio che qualcosa non torna? Come fa un libro ad essere completamente sbagliato? Io ad un certo punto avrei chiesto - a proffesso' ma che c'è stai a cojona'?-
 

Sleepers

Utente Junior
Professione: Disegnatore
Software: Inventor 2010, Inventor 2019, ACAD, GBG
Regione: Lombardia
Non è detto che lo studente abbia riportato tutto correttamente, sia pure in buona fede.
Vero, però lo studente aveva di fianco la mia amica come sostegno, e di lei posso fidarmi ciecamente: infatti lei aveva giustamente chiesto all'insegnante, nella vista in alto a dx, di aggiungere una linea orizzontale tra le due esistenti per rappresentare lo spigolo, secondo il metodo europeo.

Comunque, alla prossima lezione di disegno mi intrufolo in incognito nel collegamento video alla DAD e assisto alla spiegazione, sono troppo curioso di vedere di persona questo campione di ignoranza.
 

PierArg

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
Hai aperto un argomento sul quale potrei scrivere un libro o un trattato.

Mia madre insegna alle superiori ed è abilitata su più discipline (matematica, informatica, economia aziendale), quindi diciamo che è la "formatrice" di potenziali nostri colleghi.

Quello che sono riuscito a percepire io è un degrado "irreversibile" da ambo le parti.
Mi spiego meglio.

Ai ragazzi di oggi (almeno il 95%) non interessa una beneamata mazza di quello che si può apprendere a scuola.
Spesso il problema principale sono i loro genitori, sempre pronti a difendere a spada tratta i figli e dare sempre colpa agli insegnanti a prescindere.
Io quando andavo a scuola e la maestra/professore mi metteva una nota, o mi faceva anche solo un richiamo, i miei genitori mi davano il resto a casa e il giorno dopo venivano a scuola a scusarsi per eventuali mie mancanze.
Ovviamente non ero uno scapestrato.

Oggi i professori devono stare attenti anche a come parlano perché se "richiami" qualche alunno c'è il rischio che ti denuncino pure per "offesa" (accaduto realmente ad una collega di mia madre che ovviamente è andata in causa e si è fatta anche risarcire per diffamazione...ma a che prezzo????).
Diciamo che viviamo in una epoca in cui il "politicamente corretto" ci ha letteralmente mangiato il cervello...per non dire altri termini poco eleganti.

Dall'altro lato la figura dell'insegnante si è ridotta semplicemente ad un mero "mestiere".
Prima fare l'insegnante era una sorta di "vocazione" o "missione" che una persona sentiva dentro.
Adesso sei l'ultima ruota del carro di una società mentalmente malata.
Oggi molti insegnanti hanno perso la passione e vanno a scuola non per insegnare ma per tirare alla pensione.
E non perché sono fannulloni, ma perché molti di loro, se dovessero prendere sul serio il proprio lavoro, rischierebbero seri problemi mentali.

La cosa più grave dei ragazzi di oggi è la maleducazione unita all'ignoranza.
Quando eravamo giovani noi avevamo sempre il bulletto o l'indisciplinato in classe ma ti posso garantire che la maleducazione che regna oggi nelle classi è sconvolgente.

Tranne qualche eccezione (sicuramente ci sarà) la scuola è didatticamente morta. Non perché i professori sono incapaci ma perché il sistema famiglia che sta dietro gli alunni è marcio.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Membro dello Staff
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Non so, qui' da me in studio negli ultimi tre anni sono passati tre neodiplomati ITIS, provenienti da tre diversi istituti della regione, e sia come preparazione che come educazione mi sono sembrate tre persone valide.
 

Sleepers

Utente Junior
Professione: Disegnatore
Software: Inventor 2010, Inventor 2019, ACAD, GBG
Regione: Lombardia
Ora la tua amica ha le competenze per andare da chi dirige l'istituto e spiegare che l'insegnamento che viene fatto è sbagliato.
Forse è ancora in tempo per rimediare agli errori e orrori che sono stati fatti.
In realtà lei non ha le competenze sufficienti per mettere in discussione l'operato del collega sull'argomento "disegno tecnico", e capisco anche la sua posizione, che non è facile: assistendo trasversalmente (in molte materie) gli studenti a cui fornisce il sostegno (in presenza, è lì fianco a fianco con i ragazzi) si accorge di tutti gli strafalcioni e delle incongruenze nell'insegnamento degli altri colleghi, ma non può sempre contestare apertamente l'operato altrui, sputtanan... ehm, screditando più o meno pubblicamente l'operato dell'insegnante in questione.
 

Sleepers

Utente Junior
Professione: Disegnatore
Software: Inventor 2010, Inventor 2019, ACAD, GBG
Regione: Lombardia
Rileggendo il resoconto mi chiedo una cosa: il libro riporta esercizi con proiezione europea, l'insegnante li fa fare contrari, ma a nessun studi è venuto il dubbio che qualcosa non torna? Come fa un libro ad essere completamente sbagliato? Io ad un certo punto avrei chiesto - a proffesso' ma che c'è stai a cojona'?-
I dubbi sono venuti immediatamente alla mia amica, che inizialmente prendeva per buone le spiegazioni dell'insegnante, ma poi andava in confusione (ovviamente) quando si confrontava con me; infatti mi raccontava "abbiamo iniziato le proiezioni ortogonali, ma non riesco a capirle".
A quanto ho capito il libro di testo viene usato solo come base per gli esercizi, che poi vengono eseguiti in classe.

Ora, i concetti-base delle proiezioni ortogonali sono abbastanza semplici e intuitivi, però se vengono spiegati male e mischiando metodi diversi andrei in palla pure io (questo vale per qualsiasi argomento, certo).
 

PierArg

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
Non so, qui' da me in studio negli ultimi tre anni sono passati tre neodiplomati ITIS, provenienti da tre diversi istituti della regione, e sia come preparazione che come educazione mi sono sembrate tre persone valide.
Magari sarai stato fortunato a beccare il restante 5% di cui parlavo nel mio post :ROFLMAO:
 

PierArg

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
Non so, qui' da me in studio negli ultimi tre anni sono passati tre neodiplomati ITIS, provenienti da tre diversi istituti della regione, e sia come preparazione che come educazione mi sono sembrate tre persone valide.
Nell'Azienda dove lavoro è capitato che uno studente universitario in fase di stage alla domanda "cosa ne pensi di restare a lavorare qui" rispose direttamente alla figlia del proprietario:
"Ma sei pazza? Qui ci verrei solo se proprio non dovessi trovare nulla in giro dopo la laurea"

Oltre che poco gentile si è mostrato arrogante e poco intelligente.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Concordo con PierArg, frequento la 4ª di un istituto tecnico ed a livello di professori penso che siamo messi da cani. La cosa che poi mi da più fastidio è che siano quelli delle materie tecniche i peggiori, dato che vado a scuola apposta per imparare quelle materie. In generale mi sembra che molti facciano i prof tanto per fare qualcosa: non ci mettono un minimo di impegno, fanno il meno possibile e per giunta spesso sono talmente ignoranti che anche quel poco lo fanno malissimo...
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Membro dello Staff
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Concordo con PierArg, frequento la 4ª di un istituto tecnico ed a livello di professori penso che siamo messi da cani. La cosa che poi mi da più fastidio è che siano quelli delle materie tecniche i peggiori, dato che vado a scuola apposta per imparare quelle materie. In generale mi sembra che molti facciano i prof tanto per fare qualcosa: non ci mettono un minimo di impegno, fanno il meno possibile e per giunta spesso sono talmente ignoranti che anche quel poco lo fanno malissimo...
Intanto e' gente che quanto meno si e' presa una laurea, cosa che tu sei ancora lontanissimo dal fare.

Comunque fra 15 anni rileggerai quello che hai scritto qui' e ti vergognerai della tua arroganza.
 

Mattymecc

Utente standard
Professione: studente
Software: Autocad/Inventor
Regione: Emilia Romagna
Non voglio essere arrogante, purtroppo a volte è così, non voglio sminuire l'attività di tutti i professori, ho avuto professori che sono stati dei "fari" per me, altri purtroppo per nulla, penso che per insegnare ci si debba mettere un minimo di impegno ed avere tanta conoscenza. E se mancano questi ingredienti, chi deve apprendere, lo studente, se ne accorge...
 

PIETRO2002

Utente Junior
Professione: PROGETTISTA MECCANICO
Software: INVENTOR
Regione: LOMBARDIA
Penso che se vogliamo dei professori in gamba dobbiamo anche mettere mano al sistema scuola! Un bravo ingegnere secondo voi va ad insegnare a scuola dove rimane precario per tutta la vita, dove prende uno stipendio da fame, dove e' preso in giro da studenti e genitori . Quindi la maggioranza di quelli che non riescono a trovare una buona collocazione nel mondo del lavoro come ultima spiaggia accettano il ruolo di "insegnante" con le conseguenze che abbiamo tutti sotto gli occhi!
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 / Sworks18s.p03 / DSight / SEdge20 / AutoCadLt / ProgeCAD
Regione: Veneto
Penso che se vogliamo dei professori in gamba dobbiamo anche mettere mano al sistema scuola! Un bravo ingegnere secondo voi va ad insegnare a scuola dove rimane precario per tutta la vita, dove prende uno stipendio da fame, dove e' preso in giro da studenti e genitori . Quindi la maggioranza di quelli che non riescono a trovare una buona collocazione nel mondo del lavoro come ultima spiaggia accettano il ruolo di "insegnante" con le conseguenze che abbiamo tutti sotto gli occhi!
Gli insegnanti migliori li trovi alle Serali.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Membro dello Staff
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
Penso che se vogliamo dei professori in gamba dobbiamo anche mettere mano al sistema scuola! Un bravo ingegnere secondo voi va ad insegnare a scuola dove rimane precario per tutta la vita, dove prende uno stipendio da fame, dove e' preso in giro da studenti e genitori . Quindi la maggioranza di quelli che non riescono a trovare una buona collocazione nel mondo del lavoro come ultima spiaggia accettano il ruolo di "insegnante" con le conseguenze che abbiamo tutti sotto gli occhi!
Dipende, in passato era abbastanza semplice coniugare l'insegnamento con la libera professione. Adesso con l'aumento delle ore che la scuola richiede diventa piu' complesso.
 

PierArg

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
..Un bravo ingegnere secondo voi va ad insegnare a scuola dove rimane precario per tutta la vita...
Concordo in pieno.
Io ho sempre sostenuto che un ingegnere che insegna nelle scuole ha semplicemente sbagliato mestiere.
 

PierArg

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
Dipende, in passato era abbastanza semplice coniugare l'insegnamento con la libera professione. Adesso con l'aumento delle ore che la scuola richiede diventa piu' complesso.
E lo facevano solo per "arrotondare" lo stipendio.
Poi, alcuni di loro, nelle discipline come Fisica erano molto più bravi dei docenti "normali"