Info su primo lavoro e come gestire più offerte

paco987

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Catia V5 , SolidWorks
Regione: Campania
#1
Salve a tutti, ho da poco conseguito la laurea magistrale in ingegneria meccanica e mi sto affacciando da pochissimo nel mondo del lavoro. Avrei un quesito per chi ha già superato questa fase. Nell'ultimo periodo sto facendo ed ho fatto alcuni colloqui in diverse aziende e ora sono in attesa di eventuali risposte. M'immagino che i tempi di risposta (qualora ci fossero) saranno differenti, come posso fare per aspettare tutte le eventuali risposte positive prima di prendere una decisione? Mi devo buttare subito sulla prima azienda che mi risponde? Mi sono posto questa domanda perché tra i vari colloqui che ho fatto ci sono alcune che mi hanno dato un impressione migliore a livello di professionalità e altre le ho trovate un po' "caserecce". Non vorrei che mi ritrovo ad accettare la "casereccia" perché penso che le altre non mi considereranno e invece dopo poco che ho firmato il contratto risulto idoneo in una che reputo più professionale.
Purtroppo i miei dubbi non finiscono qui!!! :D Un altro quesito che mi pongo è il seguente: " Se comincio a lavorare ad esempio come progettista meccanico e un giorno vorrei spostarmi come ingegnere di produzione, si può sempre fare?" La risposta che mi sono dato è NI! perché guardando gli annunci di lavoro noto che quasi sempre cercano gente con esperienza per quel settore. Bisognerebbe trovare qualcuno disposto a farti partire da zero cosa molto ma molto difficile.
Lo so forse mi sto facendo molte "pippe" però io penso che il primo impiego è molto importante perché credo che al 90% sarà quello che farò per tutta la vita quindi vorrei scegliere facendo meno danni possibili :biggrin: .
Voi che già avete superato questa fase, cosa ne pensate? :D
Grazie a tutti per eventuali risposte, vi auguro una buona serata. Ciaooo
 
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
#2
Ciao,premetto che non ho superato quella fase ma ho cambiato 3 lavori diversi in un anno e mezzo.. quindi credo di poterti essere utile...

La mia esperienza è: mai puntare a soluzioni "parziali" ed accontentarsi ,fintanto che hai il piano C ... se hai in ballo belle opportunità e ci rinunci per paura di perderne un altra meno allettante non fai altro che dilazionare il problema ad X mesi avanti...

Certo se non avessi alternative e quella è l'unica soluzione al momento meglio di niente!

Il mio consiglio è di chiedere un altro po di tempo alle aziende "casarecce" e vedere come si comportanto,in base alla loro risposta poi puoi renderti conto se hanno bisogno di uno "studentello" da sfruttare per colmare un picco di commesse (cantinari) o hanno intenzione di investire a "lungo termine". Nel secondo caso non credo che una settimana e mezza di ritardo cambino qualcosa ti pare? ;)

Discorso diverso se le realtà a cui rinunci ti sembrano comunque molto interessanti (del tipo meglio Lamborghini,Ferrari o Maserati?)

Ho visto che sei Campano come me,in tal caso stai attento a come ti muovi se hai deciso di restare ancorato alle tue origini ... è pieno di mascalzoni in zona...
 

paco987

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Catia V5 , SolidWorks
Regione: Campania
#3
Ciao,premetto che non ho superato quella fase ma ho cambiato 3 lavori diversi in un anno e mezzo.. quindi credo di poterti essere utile...

La mia esperienza è: mai puntare a soluzioni "parziali" ed accontentarsi ,fintanto che hai il piano C ... se hai in ballo belle opportunità e ci rinunci per paura di perderne un altra meno allettante non fai altro che dilazionare il problema ad X mesi avanti...

Certo se non avessi alternative e quella è l'unica soluzione al momento meglio di niente!

Il mio consiglio è di chiedere un altro po di tempo alle aziende "casarecce" e vedere come si comportanto,in base alla loro risposta poi puoi renderti conto se hanno bisogno di uno "studentello" da sfruttare per colmare un picco di commesse (cantinari) o hanno intenzione di investire a "lungo termine". Nel secondo caso non credo che una settimana e mezza di ritardo cambino qualcosa ti pare? ;)

Discorso diverso se le realtà a cui rinunci ti sembrano comunque molto interessanti (del tipo meglio Lamborghini,Ferrari o Maserati?)

Ho visto che sei Campano come me,in tal caso stai attento a come ti muovi se hai deciso di restare ancorato alle tue origini ... è pieno di mascalzoni in zona...
Ti ringrazio molto per la risposta. Dunque io ho la sensazione di essere a breve richiamato dall'azienda che mi è parsa meno professionale la quale non mi ha nemmeno dato informazioni sulla paga e sul tipo di contratto e questa cosa non mi è piaciuta affatto perché in tutte le altre in cui ho fatto il colloquio mi hanno subito messo nero su bianco. Quindi prima di fare passi avanti vorrei aspettare e vedere se qualcun'altra mi da un feedback. L'idea è fare tutti i colloqui e avere tutte le risposte e poi decidere. Immagino che non è facile gestire questa cosa, dovrò trovare una motivazione per guadagnare tempo.
Per mascalzoni intendi gente che non paga? Io per ora vorrei cercare qualcosa qui ma mi sono dato un tempo limite, oltre il quale, vedo fuori.
 
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
#4
Ti ringrazio molto per la risposta. Dunque io ho la sensazione di essere a breve richiamato dall'azienda che mi è parsa meno professionale la quale non mi ha nemmeno dato informazioni sulla paga e sul tipo di contratto e questa cosa non mi è piaciuta affatto perché in tutte le altre in cui ho fatto il colloquio mi hanno subito messo nero su bianco. Quindi prima di fare passi avanti vorrei aspettare e vedere se qualcun'altra mi da un feedback. L'idea è fare tutti i colloqui e avere tutte le risposte e poi decidere. Immagino che non è facile gestire questa cosa, dovrò trovare una motivazione per guadagnare tempo.
Per mascalzoni intendi gente che non paga? Io per ora vorrei cercare qualcosa qui ma mi sono dato un tempo limite, oltre il quale, vedo fuori.
Ti ho mandato un Messaggio Privato :finger:
 

ninfh

Utente Standard
Professione: meccanico?
Software: inventor, autocad, keyshot, mani
Regione: Lombardia
#5
Mi devo buttare subito sulla prima azienda che mi risponde?
dipende da quanto hai bisogno di soldi, se ti puoi permettere il lusso di stare ancora senza stipendio o no


Se comincio a lavorare ad esempio come progettista meccanico e un giorno vorrei spostarmi come ingegnere di produzione
certo che si puo' cambiare lavoro, i curriculum servono a quello
con tutto rispetto.... ma se una ditta assume un neolaureato senza esperienze lavorative per gestire la produzione.... scappa


la cosa piu' importante da trovare nelle prime ditte che uno gira, e' personale con esperienza che abbia voglia di insegnare, una volta trovate quelle e passatoci del tempo assieme si puo' puntare su ditte con buona reptazione per costuirsi un curriculum da usare per vendersi.

personalmente ho sempre preferito le piccole ditte, le poche volte che sono entrato in grosse aziende ho sempre trovato ambienti di lavoro pessimi e problemi a lavorare (ma con retribuzioni piu' alte)

nelle piccole aziende e' un terno al lotto... solitamente il lavoro e' piu' vario ed hai piu' mansioni/responsabilità (e paga piu' bassa), ma c'e' sempre il rischio di trovarci dentro il tuttologo di 60-70 anni che e' convinto di reinventare la ruota tutte le volte che deve spostare una vite; ma se trovi la persona giusta impari piu' in una piccola azienda in 6 mesi che in una multinazionale in 15 anni
 

paco987

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Catia V5 , SolidWorks
Regione: Campania
#6
certo che si puo' cambiare lavoro, i curriculum servono a quello
con tutto rispetto.... ma se una ditta assume un neolaureato senza esperienze lavorative per gestire la produzione.... scappa
Ti ringrazio per la risposta.Anche se una persona ha fatto sempre il progettista e poi si sposta in un settore per lui nuovo tipo produzione, riesce a cambiare senza grossi problemi? Inoltre come mai un neolaureato senza esperienza nel campo della produzione dovrebbe scappare? E' molto pesante come lavoro? Grazie ancora per la risposta e buona giornata.
 

ninfh

Utente Standard
Professione: meccanico?
Software: inventor, autocad, keyshot, mani
Regione: Lombardia
#7
ci sono ovviamente eccezioni, ma solitamente gestire la produzione e' un lavoro dove l'esperienza e' obbligatoria, errori nella gestione di produzione possono mettono mettere in ginocchio un'azienda in un attimo; e se una ditta assume una persona senza nessuna esperienza lavorativa per un ruolo simile, personalmente avrei seri dubbi ad andarci a lavorare.

cambiare lavoro e' sempre faticoso, ma si cambia.

anche restando sempre progettista ma cambiando lavoro ci si puo ritrovare a dover studiare cose completamente nuove mai affrontate prima, un progettista/disegnatore solitamente tende a specializzarsi in un determinato tipo di macchinari o settore; ma anche lavorando sullo stesso tipo di macchinario le competende di un progettista possono cambiare enormemente.

progettare qualcosa per realizzare 2-3 pezzetti puo' essere completamente diverso rispetto a doverne realizzare 10000 (ottimizzare il pezzo per la produzione, in caso passare a stampi/fusioni, cambiare il materiale per questioni di costi, tolleranze etc etc)


alcune aziende possono preferire persone giovani senza esperienza rispetto a persone con 10 anni nella mansione, altre il contrario, e non e' solo una questione economica (paga, tipo di contratto etc). Far cambiare il metodo con cui uno lavora dopo anni abituato a fare le cose in un particolare modo puo' essere molto difficile e si puo' preferire formare una persona senza esperienza, altre volte si vuole personale che puo' essere operativo fin da subito e non si puo'/vuole investire in formare chi non ha esperienza
 

paco987

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Catia V5 , SolidWorks
Regione: Campania
#8
ci sono ovviamente eccezioni, ma solitamente gestire la produzione e' un lavoro dove l'esperienza e' obbligatoria, errori nella gestione di produzione possono mettono mettere in ginocchio un'azienda in un attimo; e se una ditta assume una persona senza nessuna esperienza lavorativa per un ruolo simile, personalmente avrei seri dubbi ad andarci a lavorare.

cambiare lavoro e' sempre faticoso, ma si cambia.

anche restando sempre progettista ma cambiando lavoro ci si puo ritrovare a dover studiare cose completamente nuove mai affrontate prima, un progettista/disegnatore solitamente tende a specializzarsi in un determinato tipo di macchinari o settore; ma anche lavorando sullo stesso tipo di macchinario le competende di un progettista possono cambiare enormemente.

progettare qualcosa per realizzare 2-3 pezzetti puo' essere completamente diverso rispetto a doverne realizzare 10000 (ottimizzare il pezzo per la produzione, in caso passare a stampi/fusioni, cambiare il materiale per questioni di costi, tolleranze etc etc)


alcune aziende possono preferire persone giovani senza esperienza rispetto a persone con 10 anni nella mansione, altre il contrario, e non e' solo una questione economica (paga, tipo di contratto etc). Far cambiare il metodo con cui uno lavora dopo anni abituato a fare le cose in un particolare modo puo' essere molto difficile e si puo' preferire formare una persona senza esperienza, altre volte si vuole personale che puo' essere operativo fin da subito e non si puo'/vuole investire in formare chi non ha esperienza
Grazie per la risposta è tutto chiaro! Io da studente nasco come progettista però sono aperto anche ad altri scenari. Purtroppo per forza di cose non sarò io a scegliere il mio lavoro ma dovrò adattarmi al mercato, spero solo di trovare un settore che non è di nicchia.
Voi cosa ne pensate delle società di consulenza? Io dopo un primo periodo in cui le ho prese in considerazione, tendo ora a scartarle perché ho capito che non è il tipo di lavoro che fa per me.
 
Professione: Ingegnere
Software: Catia V5
Regione: Campania
#9
Grazie per la risposta è tutto chiaro! Io da studente nasco come progettista però sono aperto anche ad altri scenari. Purtroppo per forza di cose non sarò io a scegliere il mio lavoro ma dovrò adattarmi al mercato, spero solo di trovare un settore che non è di nicchia.
Voi cosa ne pensate delle società di consulenza? Io dopo un primo periodo in cui le ho prese in considerazione, tendo ora a scartarle perché ho capito che non è il tipo di lavoro che fa per me.
guarda io dopo 3 lavori (in tre settori diversi: Manutenzione,Qualità, Disegnatore) cambiati in un anno e mezzo mi trovo più o meno nella stessa tua situazione a decidere tra 3 proposte più o meno concrete
-Progettista meccanico piccola impresa (max 50 dipendenti)
-Progettista meccanico/tuttofare(controllo qualità,relazionarmi con clienti, gestione dei processi) piccolissima impresa (12 dipendenti)
-Una Specie di controllo qualità in una grossissima multinazionale però tramite società di consulenza ingegneristica
Praticamente retribuzione e contratto sono gli stessi in tutti e tre i casi.
Il dubbio che mi sorge è: meglio la piccola impresa in cui posso imparare di più o andare in una grande multinazionale come "consulente" rischiando di essere preso solo perchè al momento c'è un picco di lavoro su quel progetto ma avere un grande nome sul cv?
E poi meglio la piccolissima azienda in cui andrò a fare un progettista tutto fare rischiando di imparare tutto ma non specializzarmi in niente (magari anche venendo sfruttato) o quella da 50 in cui farò prettamente il progettista?
Sto praticamente vivendo con l'ansia
 

paco987

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: Catia V5 , SolidWorks
Regione: Campania
#10
guarda io dopo 3 lavori (in tre settori diversi: Manutenzione,Qualità, Disegnatore) cambiati in un anno e mezzo mi trovo più o meno nella stessa tua situazione a decidere tra 3 proposte più o meno concrete
-Progettista meccanico piccola impresa (max 50 dipendenti)
-Progettista meccanico/tuttofare(controllo qualità,relazionarmi con clienti, gestione dei processi) piccolissima impresa (12 dipendenti)
-Una Specie di controllo qualità in una grossissima multinazionale però tramite società di consulenza ingegneristica
Praticamente retribuzione e contratto sono gli stessi in tutti e tre i casi.
Il dubbio che mi sorge è: meglio la piccola impresa in cui posso imparare di più o andare in una grande multinazionale come "consulente" rischiando di essere preso solo perchè al momento c'è un picco di lavoro su quel progetto ma avere un grande nome sul cv?
E poi meglio la piccolissima azienda in cui andrò a fare un progettista tutto fare rischiando di imparare tutto ma non specializzarmi in niente (magari anche venendo sfruttato) o quella da 50 in cui farò prettamente il progettista?
Sto praticamente vivendo con l'ansia
Vorrei tanto aiutarti ma purtroppo non sono ancora in grado di dire la mia :wink:, però posso capire il tuo stato d'animo perché stiamo sulla stessa barca (più o meno). Stando a quello che dicono alcuni miei amici, nella piccola azienda dovresti imparare molto di più di una grande. Per quanto riguarda quelle di consulenza, non le considero più sia perché non mi piace fare la vita di chi sta sempre in trasferta (poi dipende dalla trasferta) sia perché cambi spesso progetto e questa cosa la trovo molto confusionaria e poi non mi va giù l'idea di essere "affittato" al cliente.
 

New Rider

Utente Standard
Professione: Impiegato Tecnico
Software: SWorks17s.p05 +Sworks2018s.p02+DrSight+SEdgeSt10
Regione: Veneto
#11
guarda io dopo 3 lavori (in tre settori diversi: Manutenzione,Qualità, Disegnatore) cambiati in un anno e mezzo mi trovo più o meno nella stessa tua situazione a decidere tra 3 proposte più o meno concrete
-Progettista meccanico piccola impresa (max 50 dipendenti)
-Progettista meccanico/tuttofare(controllo qualità,relazionarmi con clienti, gestione dei processi) piccolissima impresa (12 dipendenti)
-Una Specie di controllo qualità in una grossissima multinazionale però tramite società di consulenza ingegneristica
Praticamente retribuzione e contratto sono gli stessi in tutti e tre i casi.
Il dubbio che mi sorge è: meglio la piccola impresa in cui posso imparare di più o andare in una grande multinazionale come "consulente" rischiando di essere preso solo perchè al momento c'è un picco di lavoro su quel progetto ma avere un grande nome sul cv?
E poi meglio la piccolissima azienda in cui andrò a fare un progettista tutto fare rischiando di imparare tutto ma non specializzarmi in niente (magari anche venendo sfruttato) o quella da 50 in cui farò prettamente il progettista?
Sto praticamente vivendo con l'ansia
Io credo che alla fine si deva vedere a fine mese cosa arriva in tasca a prescindere da tutto...