Gestione della codifica.

giacomoerre

Utente Junior
Professione: disegnatore/progettista
Software: solidworks - rhinoceros
Regione: veneto
Buongiorno a tutti,

spero di aver scelto la categoria corretta del forum!

Vorrei, nella gestione dell’archivio dell’azienda nella quale lavoro, implementare un sistema di codifica e gestione della stessa che sia definitivo.

Allo stato attuale delle cose, il nome dei file di parte e di assieme è descrittivo (SUPPORTO DX, LEVA DOPPIO FULCRO,..) mentre i disegni, pdf, dxf vengono nominati nel seguente modo: COD – DESCRIZIONE per fare un esempio: 05061501A – SUPPORTO DX f.Ø20.

Oltre ad un nuovo sistema di codifica c’è l’intenzione di implementare un gestionale. Quindi il nuovo sistema di codifica andrebbe pensato con l’utilizzo di un gestionale (si accettano consigli anche su quest’ultimo).

Detto ciò, mi farebbe piacere sentire come questo aspetto dell’ufficio tecnico sia gestito nelle vostre aziende.

Grazie, Giacomo.

Ps. Per errore ho inserito la discussione in una sezione non corretta. Come la sposto?? Grazie.
 

giacomoerre

Utente Junior
Professione: disegnatore/progettista
Software: solidworks - rhinoceros
Regione: veneto
Nessuno che abbia esperienza in questo contesto? o che almeno possa aiutarmi a spostare la discussione in una sezione più adeguata?

Grazie, Giacomo.
 

MBT

Utente Senior
Professione: tiro righe, compilo tabelle...
Software: non serve un software per fare quel che faccio...
Regione: nella Terra di Mezzo
Ps. Per errore ho inserito la discussione in una sezione non corretta. Come la sposto?? Grazie.
Non la sposti.
Solo i moderatori hanno questa facoltà
Buongiorno a tutti,

spero di aver scelto la categoria corretta del forum!

Vorrei, nella gestione dell’archivio dell’azienda nella quale lavoro, implementare un sistema di codifica e gestione della stessa che sia definitivo.

Allo stato attuale delle cose, il nome dei file di parte e di assieme è descrittivo (SUPPORTO DX, LEVA DOPPIO FULCRO,..) mentre i disegni, pdf, dxf vengono nominati nel seguente modo: COD – DESCRIZIONE per fare un esempio: 05061501A – SUPPORTO DX f.Ø20.

Oltre ad un nuovo sistema di codifica c’è l’intenzione di implementare un gestionale. Quindi il nuovo sistema di codifica andrebbe pensato con l’utilizzo di un gestionale (si accettano consigli anche su quest’ultimo).

Detto ciò, mi farebbe piacere sentire come questo aspetto dell’ufficio tecnico sia gestito nelle vostre aziende.

Grazie, Giacomo.
guarda... ci sono filosofie su filosofie dietro alla codifica degli elementi
A mio modesto parere, il più efficace è quello del codice progressivo.
Il codice è composto da un numero asettico. Una tabella compara i codici con le descrizioni. Se hai un gestionale, questo è semplificato perchè ti permette ricerche bidirezionali
 

tartufon80

Moderatore
Membro dello Staff
Professione: Volevo fare il tecnico....
Software: Solidworks 2016 SP5, Creo 2.0+PDMLink 10.1 (ricordi)
Regione: Abruzzo
guarda... ci sono filosofie su filosofie dietro alla codifica degli elementi
A mio modesto parere, il più efficace è quello del codice progressivo.
Il codice è composto da un numero asettico. Una tabella compara i codici con le descrizioni. Se hai un gestionale, questo è semplificato perchè ti permette ricerche bidirezionali

Quoto!

A tal proposito ti linko una discussione di un po' di tempo fa, dove si parlava anche di questo.
Dagli un'occhiata, ma attento a non confonderti di più le idee! :redface::tongue:
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
Discorso lunghissimo appunto, e mai definitivamente risolto! Non posso però che concordare con chi mi ha preceduto: codice progressivo tutta la vita, diffida sempre dei codici parlanti, che possono avere qualche senso per un prodotto con molte configurazioni ma standardizzate.
Per quanto riguarda i disegni costruttivi, suggerirei di tenere separato il codice articolo dal codice di disegno, per facilitare la gestione delle revisioni (dove una nuova revisione è per me intercambiabile totalmente con la precedente, tanto da poter essere teoricamente mescolata con la vecchia a magazzino). Se la nuova "revisione" è in realtà una modifica che ne va a compromettere l'intercambiabilità con la precedente (geometrica o funzionale) ha senso codificare un nuovo articolo.
Ciao!
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Io ti consiglio la gestione tramite PDM e PLM con codifica progressiva alfanumerica.
All'interno dei file ci saranno le proprietà di descrizione e quant'altro, mentre il PDM ti indica dove viene usato il prezzo o l'assieme.
La codifica parlante aiuta invece i casinisti però é vecchia e la si usa se non hai PDM.
Poi ci sono i tradizionalisti che si ostinano a usare la seconda con il PDM e cosi si complica la vita e la programmazione per gli automatismi.
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ex ingegnere meccanico autodeclassatosi a disegnatore
Software: Creo Parametric 6.0, Solidworks 2019
Regione: -
Noi tendiamo ad usare codici "parlanti" per prodotti finiti che sono a catalogo. Più per aiutare i clienti che noi. Poi tendiamo a far parlare anche i codici figli di quei padri parlanti ma non tentiamo di diventare scemi. Fa sempre fede il gestionale.
Se mandiamo in revisione un codice e non è totalmente intercambiabile con la revisione precedente gestiamo le rimanenze in magazzino. Una volta esaurite siamo a posto. Se gestire le rimanenze diventa troppo lungo o pesante cambiamo codice e la vecchia revisione rimane in vita attaccata al vecchio codice.
 

xxfast

Utente Standard
Professione: Disegnatore-Progettista meccanico-perito industriale
Software: SolidWorks 2017-2020 -CATIA V5 r19- Autocad
Regione: abruzzo
Secondo me il sistema migliore è il codice progressivo con il primo numero che rappresenti la tipologia del prodotto.
Esempio:
6145214 dove il 6 sta per il prodotto finito
5001254 dove il 5 sta per i commerciali
4155454 dove il 4 sta per i gruppi
3145545 dove il 3 sta per le parti ottenute da lavorazioni meccaniche
 

folle76

Utente Standard
Professione: Ex ingegnere meccanico autodeclassatosi a disegnatore
Software: Creo Parametric 6.0, Solidworks 2019
Regione: -
Nel sistema di codifica comunque è importante non far capire al cliente quali sono i prodotti che commercializzi e quelli invece che produci. Cercherei di rendere il codice parlante solamente in relazione alle sue funzionalità e alle sue proprietà intrinseche, non relativamente ad origine o alla sua posizione nella distinta base.