Estrazione modello distorto

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#1
In una simulazione FE (in particolare con Inventor), è possibile estrarre il modello distorto dall'applicazione di un carico?
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#2
I fem di fascia alta (abaqus , Ansys ) lo permettono sempre, tramite salvataggio in .stl .
In inventor o altri cad non lo so. Magari non supportano una esportazione diretta tramite comando dalla GUI del tuo software, ma dei file di pre e post processing da qualche parte deve scriverli per forza.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#3
Confermo: da Inventor non si può fare. Ci sono molte richieste da parte di utenti che sembrano destinati a restare a bocca asciutta.

Io mi sono impestato in un lavoro che sembrava semplice e invece appare essere una rogna: si tratta di progettare una clip a scatto che deve agganciarsi su un tondo. In figura si vede solo metà della clip, l'altra è simmetrica.

Clip.png

La clip viene premuta dal basso, si allarga e poi scatta in posizione.

Il problema è che devo progettare la forma per ottenere una forza con incremento costante nel tratto tra il primo e il secondo disegno, ma gli angoli di contatto variano in funzione alla deformazione della clip...

I tre casi qui sopra li ho ottenuti per via grafica catturando lo schermo, ma per un modello decente servirebbero centinaia di passi intermedi e la via grafica è improponibile.

Qualche idea?
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#4
“incremento costante” sembra una di quelle figure retoriche tipo “silenzio rumoroso”... intendi che la forza di contatto tra clip e cilindro deve crescere linearmente (cioè avere un incremento costante) nel tratto di clip lineare ? E perché vuoi che accada questo ?
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#5
Comunque, a prescindere dai tuoi intenti progettuali, se il tuo scopo a livello di analisi è tirare fuori la forza di contatto io procederei così:
- Modellerei cilindro e clip;
- li assemblerei e legherei con dei parametri l’angolo di apertura della clip con la profondità di inserimento del cilindro nella clip, in modo che nell’assieme sia sempre garantita la tangenza al variare di uno dei due parametri;
- importerei l’assieme in un fem capace di gestire i parametri, vincolerei a terra il cilindro e imporrei una forza nella parte inferiore della clip, modellerei il contatto tra cilindro e clip;
Imposterei una parametrica che a parità di carichi e vincoli, variando il parametro importato (posizione cilindro / apertura clip) tiri fuori la forza di contatto nel punto di tangenza;
Questo è fattibilissimo con l’accoppiata creo+Ansys. In questo modo bypassi il dover simulare che la clip si allarga ( e quindi il punto di contatto cambia ) perché il cilindro esercita una reazione, ricadendo semplicemente nel caso di una lunga serie di analisi statiche. Secondo me l’approssimazione tiene.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#6
“incremento costante” sembra una di quelle figure retoriche tipo “silenzio rumoroso”...
Mah...

intendi che la forza di contatto tra clip e cilindro deve crescere linearmente (cioè avere un incremento costante) nel tratto di clip lineare ?
No. Intendo che la forza applicata alla clip per agganciarla deve crescere proporzionalmente allo spazio percorso dalla stessa.

E perché vuoi che accada questo ?
Non lo voglio io, è una specifica.

... Imposterei una parametrica che a parità di carichi e vincoli, variando il parametro importato (posizione cilindro / apertura clip) tiri fuori la forza di contatto nel punto di tangenza...
Non si tratta di variare uno o pochi parametri, come l'apertura iniziale della clip. Il problema è stabilire la forma generale dell'elemento elastico.

Le due raggiature inferiori, ad esempio, modificano sostanzialmente il "k" della molla, mentre la forma della forchetta di ingresso varia l'andamento del rapporto tra la forza applicata e quella utilizzata per la deformazione.

La parte trigonometrica del modello si può risolvere facilmente una volta ottenuta la posizione del centro della raggiatura più alta in funzione alla forza applicata, ma serve un metodo per ottenere questa informazione in modo automatico a ogni variazione della forma iniziale.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#7
Perdonami ma tra “crescere proporzionalmente” e “crescere linearmente” che differenza c’è ? Sottintendevo anche io all’aumentare della “corsa” di inserimento ovviamente.

Forse intendi che può crescerti anche esponenzialmente, basta che cresce ... secondo me è una cosa che va specificata meglio.. il concetto di proporzionalità diretta non è matematicamente abbastanza preciso.
In ogni caso le analisi parametriche, con parametri definiti a step discreti per ovvi motivi, possono avere qualsiasi numero di parametri e potranno essere interrogate su ogni combinazione: fai la roba che ti ho detto io, moltiplicata per n clip con raggiature e parti di imbocco diverse. Da qualcosa di simile penso che sarà possibile partire.. prendi quella e varia di un tot in più e in meno i parametri che ti sembrano rilevanti
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#8
Crescita proporzionale e linearità sono concetti diversi.

Se poi proporzionale diventa anche esponenziale allora arriviamo alla matematica creativa.
Meglio lasciar stare altrimenti l'amministratore deve intervenire di nuovo.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#9
Crescita proporzionale e linearità sono concetti diversi.
8FEBF9A2-C63D-4972-B45B-26C721BD228E.png

Quella mi sembra una linea ....

6B151FB0-0140-4566-81E5-5675CAAB8869.png

E nella definizione di linearità mi sembra si parli di proporzionalità diretta ......

ah già ma tu sei un essere superiore che percepisce il mondo quadrimensionalmente
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#10
Quella mi sembra una linea ....



E nella definizione di linearità mi sembra si parli di proporzionalità diretta ......

ah già ma tu sei un essere superiore che percepisce il mondo quadrimensionalmente
Sicome siamo ingegneri e non matematici direi che il concetto che si voleva esprimere e' chiarissimo.

In campo ingegneristico e' lineare tutto cio' che ' descrivibile da un polinomio di primo grado, direi di lasciar perdere il voler spaccare il capello in quattro e andare all'obbiettivo.
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#11
Ciao cacciatorino! Ti prego di notare che mi stai dando ragione aldilà di vederla in maniera pratica o nozionistica.

Infatti in entrambe le definizioni porta un esempio di una linea.. e guarda caso nell’immagine della PROPORZIONALITÀ cita come esempio la funzione y = c*x che a casa mia è un polinomio di primo grado. Guarda caso esattamente ciò che tu associ al concetto di LINEARITÀ ..... sarà che le due cose sono collegate ? 🤔
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#12
In campo ingegneristico e' lineare tutto cio' che ' descrivibile da un polinomio di primo grado
Ma neanche per sogno.

Ho un gentleman agreement con l'amministratore per non alimentare le polemiche, e quindi termino qui.

Invito però gli studenti che capitassero per caso su questo thread ad approfondire con attenzione l'argomento: in particolare la differenza (sostanziale) tra linearità e crescita proporzionale (quest'ultima equivalente al concetto di derivata o pendenza costante).
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#13
...
C’e Evidentemente da correggere una pagina Wikipedia allora

A questo punto cado dal pero: Exxon cosa intendi tu per linearità ?
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#14

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#15
Guardate che io mi sto seriamente preoccupando ..
+forte, quindi secondo te la “crescita proporzionale” (? Forse sarebbe meglio dire proporzionalità diretta.. le piante nell’orto crescono) è il caso particolare di funzione lineare passante per l’origine ?

Ah no aspe ma exxon ha detto che i polinomi del primo grado non sono lineari, quindi, aldilà della mia considerazione, avevi già torto alla prima formula che hai scritto
 

+forte

Utente registrato
Professione: astronauta , mi piace "spaziare"
Software: inventor solidworks hypermill camworks spaceclaim meshcam adams kisssoft 3dsmax zbrush sketchup rhino thinkdesign zw3d geomagic photomodeler dialux microstation autocad ele mep pid plant3d mech rasterdesign magicad transmagic sw gewiss daikin schneider
Regione: asgard
#16
trattengo la mia ilarità
non leggo quasi mai wikipedia,c'ho un zacco di libri,le immagini del mess 9 sono matematica spiegata male
posto immagini tratte dal v2 di 5 dello zwirner per superiori:
funzionelineare.JPG
proporzionalitàdiretta.JPG
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#17
Ma neanche per sogno.

Ho un gentleman agreement con l'amministratore per non alimentare le polemiche, e quindi termino qui.

Invito però gli studenti che capitassero per caso su questo thread ad approfondire con attenzione l'argomento: in particolare la differenza (sostanziale) tra linearità e crescita proporzionale (quest'ultima equivalente al concetto di derivata o pendenza costante).
Intendevo dire che in qualunque U.T. o officina di assemblaggio i due concetti sono sinonimi, ossia di una legge del tipo y = kx (eventualmente +c), anche se magari a livello teorico sono cose diverse. Poi non capisco bene il riferimento al gentleman agreement con l'amministratore: puoi serenamente dissentire dall'opinione di altri membri del forum, purche' tu lo faccia senza trascendere nei toni.

****

comunque ritornando all'argomento: quello che vuole il tuo cliente e' una relazione del tipo:
F = k * L, dove F e' la forza resistente al moto e L e' lo spostamento lineare del punto di vincolo della molla, giusto?
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#18
+forte guarda che nella prima foto da te postata c’e scritto papale papale che tutte le funzioni del tipo : y = mx + q sono dette funzioni lineari, anche se q=0.

Mettetela come volete, ma qualsiasi fonte guardiamo, quando si parla di linearità, ci viene proposta l’immagine di una retta e l’equazione di un polinomio di primo grado.

Per Exxon la cosa non è vera “neanche per sogno” . Però il suo chiarimento tarda ad arrivare.. sti poveri studenti che cercano il concetto di linearità e lo trovano sbagliato sia su google che sui libri dove caspita dovranno guardare ?
 

volaff

Utente Senior
Professione: Studente
Software: Solidworks 2014,Ansys APDL
Regione: Campania
#19
Ma neanche per sogno.

Ho un gentleman agreement con l'amministratore per non alimentare le polemiche, e quindi termino qui.

Invito però gli studenti che capitassero per caso su questo thread ad approfondire con attenzione l'argomento: in particolare la differenza (sostanziale) tra linearità e crescita proporzionale (quest'ultima equivalente al concetto di derivata o pendenza costante).
Sono curioso d sapere pure io a sto punto.
"Ho un gentleman agreement con l'amministratore per non alimentare le polemiche" ... chissà perchè!
 

Stan9411

Utente Junior
Professione: Studente
Software: PTC Creo parametric, Matlab
Regione: Lombardia
#20
Addirittura la crescita proporzionale è “equivalente al concetto di derivata costante” ... e la linearità no ?! 🤔