dubbio su calcolo cerniere a perno

enros

Utente poco attivo
Professione: studente di ingegneria edile
Software: AutoCAD
Regione: Piemonte
ragazzi, mi aggrego alla discussione per chiedervi un pare.
L'EU3-1-8:2005 al prospetto 3.9 riporta i requisiti geometrici di "tipo A", per un dato spessore e di "tipo B", per una data geometria.
A vostro avviso vanno rispettate tutte le prescrizioni o se rispetto la "tipo A" e quindi magari maggioro lo spessore dei piatti, posso non rispettare la "tipo B"?
grazie dell'aiuto.
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Ma è una supercazzola brematurata con scappellamento biconvesso a destra? Come disse antani 3 per 4 come A su B entrambe o meglio una.

UNI EN 1993-1-8 paragrafo 3.9 parla di scivolamento delle giunzioni bullonate con viti per n classe 8.8 e 10.9 indicando formule delle forze, coefficienti di attrito e successivamente parla di bullonatura soggetta a trazione e taglio in modo misto.

La tabella 3.9 parla delle dimensioni dei piatti e dei perni sostituibili.
Molto chiaramente il tipo A lo usi se conosci lo spessore t. Il topo B lo usi se hai la geometria e devi trovare t.

Ma che è il "prospetto"? Ci sono immagini, tabelle e capitoli o punti.
 

enros

Utente poco attivo
Professione: studente di ingegneria edile
Software: AutoCAD
Regione: Piemonte
Non so nel file che ho io, viene chiamato "prospetto 3.9"...
Comunque so che la mia era una domanda la cui risposta era quasi scontata, ma essendo per me la mia prima progettazione di perni, volevo essere sicuro 100%.
grazie 1000 dell'aiuto.
 

Allegati

enros

Utente poco attivo
Professione: studente di ingegneria edile
Software: AutoCAD
Regione: Piemonte
Se posso vorrei approfittare ancora delle vostre conoscenze.
1) Solitamente come decidete lo spazio da lasciare tra i piatti "c"?
2) Una volte determinato "d" diametro del perno, "d0" diametro del foro di quanto è più grande?
grazie dell'aiuto
 

Allegati

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Lo spazio c è definito dal buon senso e da quanto il tuo sistema vuoi che possa traslare.
 

enros

Utente poco attivo
Professione: studente di ingegneria edile
Software: AutoCAD
Regione: Piemonte
Grazie,
per d0, fate riferimento alle indicazioni delle NTC cap. 4.2.8.1.1 -
"I fori devono avere diametro uguale a quello del bullone maggiorato al massimo di 1 mm, per bulloni sino a 20 mm di diametro, e di 1,5 mm per bulloni di diametro maggiore di 20 mm. Si può derogare da tali limiti quando eventuali assestamenti sotto i carichi di servizio non comportino il superamento dei limiti di deformabilità o di servizio. Quando necessario, è possibile adottare “accoppiamenti di precisione” in cui il gioco foro-bullone non dovrà superare 0,3 mm per bulloni sino a 20 mm di diametro e 0,5 mm per bulloni di diametro superiore, o altri accorgimenti di riconosciuta validità."

o ci sono indicazioni specifiche per i perni?

Il dubbio mi viene soprattutto perché la mia cerniera prevede un perno di 100-120mm quindi dimensioni bene diverse dai soliti bulloni....
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Fai la proporzione diametro/gioco dei valori di norma e lo estendi al tuo diametro.
 

GranCipo

Utente poco attivo
Professione: impiegato ufficio tecnico
Software: Catia, ProE
Regione: Toscana
Salve, ho trovato questa discussione interessantissima ma ho un dubbio su come interpretare una situazione particolare.
Guardando l'immagine in allegato: se la mia situazione è quella del disegno di destra, ossia se la flangia centrale è, ad esempio, una trave a C come nei cric a pantografo per auto, quanto vale la quota b? Inoltre per il rifollamento dovrò utilizzare 2*spessore della lamiera da cui la C è ricavata, giusto?Dimensioni collegamento.jpgCric.jpg