• This site uses cookies. By continuing to use this site, you are agreeing to our use of cookies. Leggi altro.

diventare un progettista meccanico CAD/CAM

Professione: studente
Software: Autocad, Solidworks, nozioni di Catia, Inventor, Mastercam.
Regione: campania
#1
Salve a tutti amici del forum,
E' da un po purtroppo che non scrivo in questa community, ho fatto una rilettura del regolamento, per tanto spero che con questo topic, non lo abbia infranto in qualche modo. In tal caso vi chiedo scusa in anticipo. Quest' oggi vorrei farvi presente alcuni miei dubbi riguardanti questa meravigliosa professione e in particolar modo il percorso ''formativo'' necessario al suo raggiungimento. Premetto che come avete gia capito, vorrei intraprendere questo tipo di carriera professionale, ma prima di porvi le mie domande ritengo sia doveroso fare un piccolo preambolo sulla mia formazione attuale, le mie attitudini ecc. posseggo un diploma di maturita' tecnico meccanico ed un innata passione per la progettazione, in modo particolare per il CAD ed il CAM. Mi sono approcciato a questo mondo gia' all' eta' di 15 anni in maniera autonoma ed amatoriale, utilizzando Autocad, e contemporaneamente Solidworks, muovendo i primi passi, per poi migliorare a scuola grazie alle lezioni dedicate all' argomento, ottenendo anche ottimi risultati in alcuni concorsi di progettazione per le scuole. Da lì sono passato ad assaggiare un po altri software come Catia, Inventor, Ptc CREO, e infine sono passato anche per il CAM con Mastercam, sempre grazie alla scuola. Detto questo mi ritrovo il mio bel diploma in meccanica, una gran passione e voglia di imparare, ma qui le mie conoscenze si fermano. So che in questo forum siete tutti professionisti e vorrei chiedervi: cosa fare ora? Mi spiego meglio. Vorrei diventare un progettista meccanico, ma per farlo occorre frequentare un corso CAD o CAM che sia, perche occorre una certificazione vera e propria per progettare? O basta anche il mio diploma e le adeguate conoscenze? E qui mi sorge un altro dubbio. Un progettista che magari lavora in CAD, con adeguate conoscenze puo' anche proseguire elle fasi successive al progetto occupandosi del CAM? oppure sono due professioni e ruoli diversi all' atto pratico? Altro dubbio nel caso il precedente dia esito positivo:rolleyes: :, esistono corsi di formazone che preparano parallelamente al CAD e al CAM per formare una figura completa? Ultimo dubbio (per adesso:finger:) promesso. Prezzo indicativo di questi corsi ( so che la domanda è molto relativa perche dipende dal corso, ma è per farmi un' idea approssimativa) e se ce ne fosse qualcuno in particolare che mi potreste consigliare. Vi ringrazio tutti in anticipo, e mi scuso se mi sono dilungato un po' troppo.
grazie dell' attenzione e della mia possibile ignoranza in materia.

saluti, Massimo.:redface:
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#2
Capiamoci....un perito un professionale può fare il disegnatore, il progettista (dopo anni di esperienza), lavorare alle macchine utensili, fare cad/cam e percorsi fresatura ecc.
Non serve niente riconosciuto da nessuno, tranne che hai fatto le superiori e ti abbiano rilasciato il diploma.
Se fai l'ingegnere puoi fare tutto quanto detto, aspirare a fare il vero progettista e altre cose, con una visione più tecnica e realistica specializzata.
Tutto il resto son chiacchiere.

Se ti sbatti, fai, impari e provi, ti sporchi le mani....allora fai bene il tuo lavoro, altrimenti resti uno che fa chiacchiere e non si conclude niente.

Corsi veri per imparare a progettare non ce ne sono. Sono scarsi anche i corsi universitari.....figurati se esiste qualcosa di mirato per imparare a progettare.
Occorre sapere di tecnologia, di materiali, scienza delle costruzioni, progettazione di organi meccanici, cinematica, dinamica e statica, reazioni ecc....conoscere le normative di progettazione, stare aggiornati, sperimentare ecc
 

JacopoDesall

Utente registrato
Professione: Community Manager - Desall.com
Software: SolidWorks
Regione: Veneto
#3
Ciao Massimo, se vuoi provare ad approfondire le tue conoscenze nell'ambito della progettazione penso possa essere un ottimo strumento l'esercizio su casi pratici, concreti, partendo dalle necessità reali delle aziende. Un modo per farlo può essere partecipare a concorsi internazionali o call for entries - attualmente su Desall abbiamo una collaborazione attiva con Urmet ATE per il design di un dispositivo per la teleassistenza. Se sei interessato trovi tutte le info qui: https://desall.com/Contest/Smart-Telecare-HUB/Brief (il bando è anche in Italiano - trovi il link al PDF nella pagina del sito). In bocca al lupo per i prossimi progetti!
 

IronMike87

Utente Junior
Professione: Ufficio Tecnologie
Software: Solidworks 2017
Regione: Lombardia
#4
Dipende da moltissime cose caro Massimo, ed in primis dalle esperienze lavorative che si fanno.

Da neo-laureato (triennale) ho iniziato a lavorare per un'azienda che produceva impiantistica industriale (miscelatori) proprio come progettista. Di CAM purtroppo non ne proprio visto l'ombra dato che le lavorazioni venivano completamente fatte eseguite da terzisti, e ci si occupava "solo" del montaggio.
Al completamento della laurea magistrale ho cambiato completamente lavoro finendo a fare responsabile di produzione per un'azienda di verniciatura.
Poi ho cambiato ancora e son finito a fare quello che un po' desideravo fare (e che ho studiato): tecnologo di processo.

Però ecco, lavorando a stretto contatto con la produzione ci si rende conto come la carta sia solo carte. Si riesce a far tutto sulla carta. Replicarlo nel reale invece è un altro paio di maniche. E vedo come anche progettisti coi fiocchi (R&D, Reparti Corse, etc...) alle volte non abbiano proprio la percezione di cosa implichino certe richieste.

Se hai in mente di specializzarti nel CAM, esistono corsi dedicati.
Per la progettazione, come dice meccanicamg (che ha molta più esperienzadi me) ci possono essere molti percorsi. Di certo il titolo universitario aiuta (principalmente per le conoscenze tecniche che uno dovrebbe acquisire ... uso il condizionale perché mi sono più volte imbattuto in situazioni dove il titolo di studio pareva essere solo un foglio di carta) ed in molti sensi non averlo preclude diverse opportunità