Disegni grandi assiemi

tanticapelli

Utente Standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: DraftSight e SolidWorks 2019 SP 3.0 Professional
Regione: Piemonte
#41
"il progettista deve mettere quello che serve" è sacrosanto!

Ma quella frase non è per nulla sciocca.
Molte volte il problema non sono le parti a disegno, ma i commerciali.
Io ho visto cose che voi umani (etc. etc.) come cuscinetti con tutte le sfere e viti coi filetti elicoidali. In più con "qualità dell'immagine" (la tassellazione, questa sconosciuta) sparata a palla. O gruppi motore importati con quindicimila superfici senza nemmeno un tentativo di ripulire l'input.

Riguardo alla qualità dell'immagine, ricordo che una qualità più grezza dei gruppi superiori non ha influsso sulla precisione dei disegni e/o dei file esportati, né su quella di sottogruppi e parti.

Questo non per dare sempre la colpa all'utente (anche perché l'utente di solito - se ha fatto il corso - applica quello che gli insegna il rivenditore!) ma vi assicuro che spesso gli inciampi sono quelli, e una volta che si è sistemato l'assieme le cose vanno MOLTO meglio.

Tutto questo è vero più meno per tutti i CAD 3D, con forme diverse ma sostanza ricorrente.

Per quanto riguarda SolidWorks, conviene approfondire i comandi "Visualizzazione d'assieme" e "Valutazione prestazioni", con un occhio alle proprietà "Grafica-triangoli" e "Totale triangoli".

Una volta identificate le zone critiche, si può capire dove ha senso intervenire.
Perché anche sulle parti e i gruppi a disegno, spesso è sufficiente semplificare (anche a posteriori) solo pochi gruppi particolari.
Il corso grandi assiemi io ora posso dire di averlo fatto e tra le altre cose mi hanno fatto fare alcune esercitazioni di "ottimizzazione" di assiemi disastrati fatti da altri clienti.
Sui miei lavori ho applicato lo stesso approccio ma devi riconoscere che durante le fasi di progettazione (argomento che non viene tenuto al centro dei corsi solitamente) capita sovente di dover accendere e spegnere sottoassiemi sia graficamente che tramite sospensioni. Queste operazioni richiedono comunque il loro tempo e servono null'altro che per avere un disegno di assieme "funzionante" senza troppe pretese.
Poi ci metti anche le magagne di windows dove ogni tanto di chiede di salvare tutto quando hai lanciato solo il disegno di assieme e hai aggiunnto qualche quota...
Se si gestiscono assiemi di certe dimensioni si possono certamente adottare degli utili accorgimenti per "limitare i danni" ma le tribolazioni non macano, garantito.
E do comunque per scontato l'utilizzo di una workstation di ultima generazione (mannaggia a queste cpu...).

tanticapelli
 

tanticapelli

Utente Standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: DraftSight e SolidWorks 2019 SP 3.0 Professional
Regione: Piemonte
#42
Ciao a tutti,

giorno per giorno capisco qualcosa in più relativamente al funzionamento di Solidworks.
Vorrei solo segnalare che quando si chiede a Solidworks di generare un disegno di un grande assieme la lentezza è dovuta maggiormente al numero di corpi e di linee da calcolare più che dalla complessità delle matematiche.
Infatti pur avendo un grande assieme (ben fatto con tutti gli accorgimenti necessari per far sì che il modello funzioni in modo fluido e tuttavia privo di configurazioni a scopo di alleggerimento) costituito da parti non semplificate e anche configurate piuttosto pesantemente con tanto di riferimenti esterni attivi, se genero una o più viste (anche sezioni) di disegno originate da uno stato di visualizzazione in cui sono visibili pochissimi oggetti il disegno è molto veloce.

Per cui ne deriva che lo sforzo di calcolo è basato non tanto dalla complessità delle matematiche presenti nell'albero delle features ma dagli elementi grafici da proiettare che, curiosamente, non mettono tanto sotto pressione la scheda grafica ma la cpu.

Detto ciò a mio avviso non vale molto la pena di trasformare la lamiera in un cubo (per fare un esempio) perchè ai fini della velocità di disegno converrebbe molto più nasconderla semplicemente.

Peccato che il 90% ciò non sia possibile per esigente di carattere progettuale.

Ciao

tanticapelli
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
#43
se è possibile, nel caso si lavori su una vista alla volta, le altre si possono mettere in modalità ombreggiato senza bordi e senza linee nascoste e tangenze si guadagna qualcosa in prestazione.
una possibilità è anche di nascondere le viste che al momento non sono necessarie.
inoltre togliere la spunta ad aggiornamento automatico della vista (pulsante estro sul nome disegno in alto nel feature manager)
 

tanticapelli

Utente Standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: DraftSight e SolidWorks 2019 SP 3.0 Professional
Regione: Piemonte
#44
se è possibile, nel caso si lavori su una vista alla volta, le altre si possono mettere in modalità ombreggiato senza bordi e senza linee nascoste e tangenze si guadagna qualcosa in prestazione.
una possibilità è anche di nascondere le viste che al momento non sono necessarie.
inoltre togliere la spunta ad aggiornamento automatico della vista (pulsante estro sul nome disegno in alto nel feature manager)
Questi consigli li avevi già dati in altri post ed ho cercato di applicarli dal primo giorno e qualcosa hanno giovato.
Pensa che nei corsi ufficiali di Solidworks mi sono sentito dire che disattivare "Sposta i componenti trascinando" non serve per velocizzare il disegno. Evidentemente non hanno mai veramente avuto a che fare con un un disegno di un grande assieme.

L'unico stratagemma che devo ancora tentare è un disegno senza disegno.

Nel senso che c'è la squadratura, lo stampi e poi dentro ci disegni quello che vuoi.

tanticapelli (almeno per adesso)
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, solidworks cam, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
#47
Ciao a tutti,

giorno per giorno capisco qualcosa in più relativamente al funzionamento di Solidworks.
Vorrei solo segnalare che quando si chiede a Solidworks di generare un disegno di un grande assieme la lentezza è dovuta maggiormente al numero di corpi e di linee da calcolare più che dalla complessità delle matematiche.
Infatti pur avendo un grande assieme (ben fatto con tutti gli accorgimenti necessari per far sì che il modello funzioni in modo fluido e tuttavia privo di configurazioni a scopo di alleggerimento) costituito da parti non semplificate e anche configurate piuttosto pesantemente con tanto di riferimenti esterni attivi, se genero una o più viste (anche sezioni) di disegno originate da uno stato di visualizzazione in cui sono visibili pochissimi oggetti il disegno è molto veloce.

Per cui ne deriva che lo sforzo di calcolo è basato non tanto dalla complessità delle matematiche presenti nell'albero delle features ma dagli elementi grafici da proiettare che, curiosamente, non mettono tanto sotto pressione la scheda grafica ma la cpu.

Detto ciò a mio avviso non vale molto la pena di trasformare la lamiera in un cubo (per fare un esempio) perchè ai fini della velocità di disegno converrebbe molto più nasconderla semplicemente.

Peccato che il 90% ciò non sia possibile per esigente di carattere progettuale.

Ciao

tanticapelli
Ciao a tutti grazie delle precisazioni e delle info; volevo aggiungere però una cosa, forse per molti scontata forse per molti polemica ma tante è.....
per me non ce la raccontano tutta.

Non è possibile che quando solid "si blocca per pensare" tu vai a vedere le prestazioni della cpu e te la trovi al 9% o al massimo al 20%; c'è qualcuno che si trova la cpu usata al 100%, per non parlare dei vari core.....

Io sono convinto che per qualche strano motivo la cpu viene sfruttata dai programmi che usiamo si e no al 30%, non solo da solid.
Quando vedremo la cpu usata al 100% forse i problemi di lentezza spariranno per non parlare della GPU.....
ciao
 

drake

Utente Standard
Professione: Ingegnere strutturista
Software: SW 2017 sp5.0
Regione: Marche
#48
Ciao a tutti grazie delle precisazioni e delle info; volevo aggiungere però una cosa, forse per molti scontata forse per molti polemica ma tante è.....
per me non ce la raccontano tutta.

Non è possibile che quando solid "si blocca per pensare" tu vai a vedere le prestazioni della cpu e te la trovi al 9% o al massimo al 20%; c'è qualcuno che si trova la cpu usata al 100%, per non parlare dei vari core.....

Io sono convinto che per qualche strano motivo la cpu viene sfruttata dai programmi che usiamo si e no al 30%, non solo da solid.
Quando vedremo la cpu usata al 100% forse i problemi di lentezza spariranno per non parlare della GPU.....
ciao
Assolutamente concordo con te! Non ho mai trovato le prestazioni al limite, quando le monitoravo. Solo il disco HD si vedeva che soffriva un po, poi presi ssd, e non ho più controllato questi dati. Il mio assistente informatico mi ha detto che non è sempre legato a quello che si legge direttamente nei dati di utilizzo...Mistero, ma mica tanto in fondo, del resto basta fare un confronto con quello che facevamo con le vecchie macchie e con le versioni precedenti e con le ultime... Dal mio punto di vista non è assolutamente cambiato nulla, anzi! Queste cose le ho sempre dette qui sul forum...
 

tanticapelli

Utente Standard
Professione: Impiegato tecnico
Software: DraftSight e SolidWorks 2019 SP 3.0 Professional
Regione: Piemonte
#49
Assolutamente concordo con te! Non ho mai trovato le prestazioni al limite, quando le monitoravo. Solo il disco HD si vedeva che soffriva un po, poi presi ssd, e non ho più controllato questi dati. Il mio assistente informatico mi ha detto che non è sempre legato a quello che si legge direttamente nei dati di utilizzo...Mistero, ma mica tanto in fondo, del resto basta fare un confronto con quello che facevamo con le vecchie macchie e con le versioni precedenti e con le ultime... Dal mio punto di vista non è assolutamente cambiato nulla, anzi! Queste cose le ho sempre dette qui sul forum...
Purtroppo Solidworks ha un metodo di calcolo sequenziale il che di fatto sfrutta solo e sempre un core alla volta (il multicore è di fatto non sfruttabile in quanto le operazioni eseguibili in parallelo sono veramente poche e non sono peraltro quelle di più frequente utilizzo).

Questa affermazione è indubbia visto che sono i primi docenti dei corsi (avanzati) di Solidworks che ci tengono a puntualizzarla.
Per cui è molto importante incastellare le funzioni in modo tale da evitare inutili loops.
Il discorso vale anche per Autocad se lo si sfrutta a fondo, ma ce ne si accorge di meno poiché nell'utilizzo più comune la cpu non è molto stressata per cui non se ne avverte il "collo di bottiglia".
Il calcolo delle viste di un disegno di assieme è tanto più lungo quanti sono i bordi da rappresentare/sezionare ed è un'operazione pressoché completamente a carico della cpu.
Quindi in questo senso anche la "semplificazione dei corpi" non ha molto utilità.
Se il modello 3D del grande assieme funziona in modo fluido (se la macchina in uso è proporzionata alle esigenze) e se non ci sono avvertenze rilevanti nell'analisi prestazioni dell'assieme significa che stiamo lavorando nella direzione giusta.
Per velocizzare al massimo le prestazioni prendete a nota i consigli di settaggio scritti innumerevoli volte da MassiVonWeizen.
Per quanto riguarda il fatto che da "gestione attività" di windows si vede un sfruttamento della cpu molto lontano dal 100% è dovuto al multicore, ma anche questo aspetto è stato trattato ampiamente in vecchi posts di questo forum.

Ciao!

tanticapelli
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, solidworks cam, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
#50
Purtroppo Solidworks ha un metodo di calcolo sequenziale il che di fatto sfrutta solo e sempre un core alla volta (il multicore è di fatto non sfruttabile in quanto le operazioni eseguibili in parallelo sono veramente poche e non sono peraltro quelle di più frequente utilizzo).

Questa affermazione è indubbia visto che sono i primi docenti dei corsi (avanzati) di Solidworks che ci tengono a puntualizzarla.
Per cui è molto importante incastellare le funzioni in modo tale da evitare inutili loops.
Il discorso vale anche per Autocad se lo si sfrutta a fondo, ma ce ne si accorge di meno poiché nell'utilizzo più comune la cpu non è molto stressata per cui non se ne avverte il "collo di bottiglia".
Il calcolo delle viste di un disegno di assieme è tanto più lungo quanti sono i bordi da rappresentare/sezionare ed è un'operazione pressoché completamente a carico della cpu.
Quindi in questo senso anche la "semplificazione dei corpi" non ha molto utilità.
Se il modello 3D del grande assieme funziona in modo fluido (se la macchina in uso è proporzionata alle esigenze) e se non ci sono avvertenze rilevanti nell'analisi prestazioni dell'assieme significa che stiamo lavorando nella direzione giusta.
Per velocizzare al massimo le prestazioni prendete a nota i consigli di settaggio scritti innumerevoli volte da MassiVonWeizen.
Per quanto riguarda il fatto che da "gestione attività" di windows si vede un sfruttamento della cpu molto lontano dal 100% è dovuto al multicore, ma anche questo aspetto è stato trattato ampiamente in vecchi posts di questo forum.

Ciao!

tanticapelli
Ciao

Posso essere d'accordo con te ma sta di fatto che noi abbiamo macchine sfruttate si e no al 30%; ora mi chiedo perchè non si svegliano ed invece di mandarci ogni anno un sacco di fuffa che non funziona tra l'altro.. un anno o due o quanti diavolo gliene servono e non risolvono sto problema che secondo me è il problema......

ciao
 

drake

Utente Standard
Professione: Ingegnere strutturista
Software: SW 2017 sp5.0
Regione: Marche
#51
Le software house vivono sulle versioni che rilasciano ogni anno, tutte indistindamente. E' chiaro che x noi è solo uno sborzare soldi, ma comunque loro lo fanno xchè ci sono utenti che vogliono sempre l'ultimo prodotto e che godono quando hanno hardware "prestazionale". Come x i telefonini soprattutto, ma anche x tanti altri prodotti. Rimanendo in casa sw, ogni anno escono sempre le versioni nello stesso identico modo, non come accadeva ormai diversi anni fa quando si aggiornava proprio x avere una vera versione nuova. Iniziano a consigliarti di aggiornare hardware ogni 3 anni, ed ogni nuovo aggiornamento di win si nota sempre una maggiore rallentamento generale del pc.... La cosa è voluta.
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, solidworks cam, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
#52
Beh penso che hai centrato l'obiettivo.....certo questa puo sembrare una discussione futile perchè tanto niente cambierà o meglio si cambiera a favore loro.......certo che è triste invece di andare avanti questi ci costringono ad andare indietro pensate solo per un attimo ad avere un pc sfruttato al 100%; come ci semplificherebbero il lavoro...come potremmo lavorare meglio e forse anche un po meno.....ma questo è un altro discorso......
ciao
 

strudeldemele

Utente registrato
Professione: Progettista
Software: autocad mechanical, solidworks 2017
Regione: veneto
#53
ciao a tutti
sto consegnando i progetti con la tavola d'assieme fatta solo in parte, appena aggiungi qualche sezione, è impossibile anche solo spostarsi all'interno della tavola, ho fatto vari test, non conta la rete, non conta la GPU che (eccetto che per lavori di rendering) viene sfruttata al minimo (quadro o gaming danno pochissima differenza).
il PROBLEMA è SW, in ufficio utilizziamo anche inventor, Creo e SolidEdge e hanno anche loro gli stessi problemi anche se molto ridotti.
a mio parere SW ha il problema che ad ogni movimento rigenera le viste, e non credo che riusciranno a risolvere.
non si possono usare viste bozze o speed pack, non selezionare il nascosto ecc.... in questo modo non si riesce a lavorare; inoltre se non posso usare le funzionalità del cad 3d, allora non so cosa farmene.
devono smetterla di raccontare "balle " i venditori e compagni.
 

strudeldemele

Utente registrato
Professione: Progettista
Software: autocad mechanical, solidworks 2017
Regione: veneto
#55
ciao MassiVonWeizen
si ho disabilitato tutto ciò che può creare problemi, inoltre sono passati in azienda uno dei soci di Ready2Works con un tecnico suo ed uno di SW ma non sono venuti a capo di niente.... le tavole sono lentissime e non utilizzabili, inoltre ho letto vari post ed ho visto che negli anni (dal 2015) in molti hanno sto problema....vedo che di anno in anno si lasciano sempre più da parte le tavole.
Ma io devo consegnare progetti "pronti all'uso" con tavole con tutti i dettagli e così non poso farlo.
il Sig Callegaro mi dovrà rimborsare due anni di contratto
grazie
ciao
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
#56
a prescindere che senza vedere effettivamente la tipologia di modello, la sua complessità e come è gestito più di quello che si è detto c'è poco da aggiungere, io farei questo tentativo:
immagino tu abbia tante sezioni e dettagli, se è così per la definizione di questi li spalmerei su più fogli in modo che in ogni singolo ci siano meno entità da gestire.
ho fatto una prova , ma essendo un modello fatto alla buona non permette di valutare con accuratezza le prestazioni, comunque mi ha dato la sensazione di essere più fluido. fare un tentativo non credo costi grandi sacrifici.

inoltre sono passati in azienda uno dei soci di Ready2Works con un tecnico suo ed uno di SW ma non sono venuti a capo di niente.
giusto per curiosità, quali sono le verifiche che hanno fatto?
 

strudeldemele

Utente registrato
Professione: Progettista
Software: autocad mechanical, solidworks 2017
Regione: veneto
#57
ciao
han controllato le cose base (opzioni ecc) poi si sono messi sul server con un loro programma sia per controllare le prestazioni (registrava dei messaggi ogni volta che le prestazioni scendevano sotto una soglia), han pure valutato la costruzione dell'assieme (se ci sono riferimenti, soprattutto annidati, tipo vincoli o legami su istanze di parti ripetute; han lavorato un po su VBA (almeno sembrava) credo per controllare alcuni punti che "intoppavano" il pc.
ma sostanzialmente non avevano grandi novità o soluzioni....alla fine han detto di non usare schede GTX ma QUADRO, che era quello il problema....allora gli abbiamo fatto rifare alcune prove sul pc in parte (ultimo acquisto, con una P2000)....poi han finitodicendo che nella 2019/2020 sarà tutto a posto...ma vedo già lamentele.
ciao, buona giornata
 

teseo

Utente Standard
Professione: Cantinaro
Software: solidworks2019 sp0.4, solidworks cam, autocad2017, pochino solidedge st7, nanocad,
Regione: Lombardia
#58
E' inutile girarci in tondo solid è pesante da far girare, ed ogni anno la situazione peggiora......bisogna avere dei pc super performanti, se vuoi far girare gli assiemi complessi e una p2000 la vedo scarsina almeno per solid.....secondo me è così altrimenti non si spiegherebbero tutte ste lamentele....
ciao
 

320i S

Utente Standard
Professione: Progettista
Software: Catia V6, Creo 3.0, Pro-e (serie Wildfire 3÷5), Solidworks 2016 - 2018
Regione: Friuli Venezia Giulia
#59
I grandi e grandissimi assiemi, vanno approcciati in modi molto ben oculati, sia per la gestione che ne consegue (BOM e derivati), sia anche in base al programma che si ha (sbaglia clamorosamente chi asserisce che sia il cad che DEVE sempre adattarsi alla tipologia produttiva) e già su questo se ne potrebbe discutere parecchio.

In azienda dove sono io, superiamo abbondantemente le 4500 parti, ma con l'approccio che stiamo dando, arriveremo alle 7-8000 nel giro di qualche anno con molte parti importate da fornitori ecc..
A me è stato dato il ruolo di trovare soluzioni anche con consulenti solidworks, per velocizzare quanto più possibile l'ambiente di lavoro e devo dire che dopo 2 anni di lavoro, stiamo lavorando più velocemente con circa il 25-30% di componenti in più (viterie comprese), rispetto a quando ho iniziato.

A livello generale posso dire che:
-ci sono diverse impostazioni in solidworks che se mixate bene tra loro, velocizzano non poco
-solidworks è influenzato parecchio dalla velocità di clock del processore della workstation, non dal numero di core, cache interna o quantità elevata di ram, quindi meglio un processore di clock elevato anche quad core, che un octacore con cache elevata (come uno xeon o similari).
-la struttura di assieme è FONDAMENTALE, più un progetto è grande, più va suddiviso in sottoassiemi sapientemente
-i riferimenti esterni tra geometrie di file, rallentano in maniera devastante le rigenerazioni, specie se i file in questione sono modificabili, solidworks ha la malsana abitudine di rigenerarli o volerli rigenerare spesso
-pesantissimi per il sistema sono le parti composte da solo superfici, avere tutto in solido è più leggero per l' intero sistema
-parti importate con funzioni necessarie alla sola visualizzazioni (cioè che il componente non subisce lavorazioni interne, ma arriva così e basta), conviene esportarle come parasolid e reimportarle così da avere solo corpi fine a se stessi (persino la dimensione del file ne risente in positivo)
-le scritte non necessarie (sia di importati che di modellati), andrebbero limitate, se non addirittura evitate
-ottima la funzione di valutazione prestazioni, ma va ricordato che riduce il numero di triangoli, NON il numero di superfici, quindi parti molto definite, rimangono pesanti comunque
-sottoassiemi molto complessi internamente, varrebbe la pena di trasformarli in parti singole composte da body, è un file in più in archiviazione, ma sgrava parecchio in assiemi
-assiemi flessibili, molti sconsigliano di usarli, personalmente li uso, ma non oltre il secondo livello, se è necessario andare oltre il secondo, meglio le configurazioni
-poco usati sono gli stati di visualizzazione, ma sono estremamente utili per "spezettare" l'assieme e lavorare su rami più piccoli
-viterie/minuterie per chi può farne a meno, meglio (non concordo con questa mentalità), chi le deve/vuole usare, devono essere il più semplici possibili, ovviamente niente filetti solidi, niente "raccordini fighetti"
-texture: evitare
-stati superficiale dei materiali, belli da vedere, ma vanno evitati, i colori base pesano niente e lasciano comunque una buona presentazione su complessivi così grandi
-assiemi non totalmente definiti, schizzi non totalmente definiti, è la regola base che rallentano, ma è non è mai sbagliato ricordarlo.
 

strudeldemele

Utente registrato
Professione: Progettista
Software: autocad mechanical, solidworks 2017
Regione: veneto
#60
Ciao 320i S
molto d'accordo, lo stesso avevo dedotto..... workstation con i7 veloci vanno molto meglio di Xeon (oltre che per uno xeon performante i prezzi lievitano eccessivamente), in ogni caso vedo che se non si fa rendering la parte più "stressata" è il processore che deve continuare a scrivere (se c'è il server peggio ancora)
il problema è che, chi fa montaggi, particolari ecc può risolvere in vari modi (nessun riferimento, reimportare le parti ecc); il mio problema è che sviluppo progetti da zero di lineeindustriali che occupano un capannone, un assieme piccolo ha circa 5000 pz, se devo lavorare senza riferimenti o altri strumenti del 3d, allora è meglio se torno ad autocad mechanical, ho bisogno di disegnare in modo da poter stravolgere il progetto in poco tempo e con pochi passaggi, e con gli strumenti che mi danno fino ad ora non ci sono riuscito.