disegnatore macchine CNC oppure automazione alimentare?

Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#21
io non dico che l'università è inutile, ma dico che potrebbe essere svolta in modo molto migliore integrando teoria ad applicazioni pratiche presso ditte della zona, oppure laboratori seri come in Germania o svizzera appunto.

a riprova di quello che dico, provi a chiedere ad un neolaureato triennale di eseguire dimensionamento motori per movimentare una macchina utensile... io non ero capace ed ho imparato (per macchine semplici) durante lo stage, non grazie all'università.

altri compagni di università ad esempio mi raccontavano che durante i colloqui l'esaminatore chiedeva svariate domande tipo:
perchè in una pressa idraulica ho i pistoni idraulici di sezione maggiore che lavorano per compressione della pressa e quelli di arretramento della pressa con sezione minore ? lui non lo ha saputo, io si perchè sono appassionato e perchè ho lavorato come autoriparatore.

gli ha chiesto dove si rompe una vite se si raggiunge la sollecitazione massima a trazione? lui non lo sapeva, io lo avrei saputo grazie al ragionamento e al lavoro di autoriparatore che ho svolto.

potrei fare molti altri esempi.

nella seconda ditta infatti avevano un neolaureato ingegnere con 5 anni magistrale, preso in prova per 3 mesi e lasciato a casa per totale incapacità di ragionare... tra le tante cose sbagliate ha visto che sul disegno c'era un foro da 5 mm allora ha ordinato un raccordo M5 (anche abbastanza costoso) senza valutare che il foro da 5 mm vuole un filetto M6.
io grazie al lavoro da autoriparatore so queste cose.
poi magari lascerà a casa anche me, ma su quelle cose un minimo di esperienza la ho.


i disegni manuali sono sicuro utili per piccoli pezzi e di veloce realizzazione, ma poi vanno affiancati da un sistema software oppure diventa difficile catalogarli... soprattutto dopo svariati anni, per replicare un particolare della macchina che si trova a centinaia di km.
in ogni caso non ho criticato il modo di lavorare di questo ottimo tecnico.
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#22
provi a chiedere ad un neolaureato triennale di eseguire dimensionamento motori per movimentare una macchina utensile... io non ero capace ed ho imparato (per macchine semplici) durante lo stage, non grazie all'università.
quindi anche tu come neolaureato prima di fare esperienza eri nella stessa situazione di chi vorresti fosse posta la domanda. cosa cambia fra voi due?
perché questo fantomatico neolaureato messo in uno studio tecnico dove viene affiancato nel lavoro non dovrebbe saperlo fare dopo qualche tempo?
sporcarsi le mani aiuta ad imparare certe nozioni pratiche che servono ad evitare sviste madornali, ma non significa che chi parte dall'ufficio tecnico non possa raggiungere buoni livelli in breve tempo. tutto quello che serve in ogni campo lavorativo all'inizio della carriera è qualcuno che segua, che spieghi e che corregga.
se tu fossi stato lasciato a te stesso non avresti imparato nulla perché non è fissando 10 ore al giorno un tornio che capisci come calcolarne la motorizzazione.
potresti spiegarmi cos'è un raccordo M5?
le cose che citi a discapito dei neolaureati le impari anche senza fare l'autoriparatore e l'unica cosa che denotano è che gli ignoranti si trovano dappertutto e che solo l'esperienza è la prima maestra, che tu stia usando una chiave inglese come un cad tridimensionale
 
Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#23
va be vedo che non capite in molti quel che voglio dire...

ok l'università italiana è il top... contenti?

chi ha parlato di guardare un tornio? chi ha parlato di imparare il software facendo l'autoriparatore? chi ha detto che uno appena uscito dall'università deve essere un campione sul lavoro?

ripeto per l'ennesima volta... l'università dovrebbe essere svolta in altro modo, soprattutto per chi segue indirizzo professionale.
questo è il mio parere...
per lo stipendio che prende un disegnatore si poteva benissimo fare altro e si guadagnava di più e lavorerei già da anni.

questo raccordo M5 non lo ho visto, me lo ha detto il titolare della ditta. M5 è la misura della filettatura. se è sbagliata la filettatura non mi interessa cosa c'è dopo, non lavoro io a quel progetto.

al giorno d'oggi è difficile trovare una ditta in cui ti seguono e spiegano passo a passo.
tant'è che anche allo stage io sono andato a prendermi dei fascicoli nell'archivio in cui erano stati fatti conti inerenti al dimensionamento motori e me li sono studiati da solo.


va be comunque chiudiamola qua con la questione università... son 2 pagine che se ne parla ormai. ognuno ha le sue idee.
 
Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#24
comunque sono scelte.. io mi son voluto mettere avanti anche con la pratica, gli altri no e adesso ne pagano le conseguenze...
non è che io sono avvantaggiato rispetto a questo altro ragazzo per una casualità... sono avvantaggiato perchè mi sono impegnato. nessuno mi ha regalato nulla.

forse se avesse avuto la mia esperienza pratica che tanto snobbate lo avrebbero preso
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#25
a me sembra che tu stia facendo della tua esperienza la pietra miliare della situazione lavorativa delle persone.
a te è andata in questa maniera quindi tutti dovrebbero comportarsi come te perché i risultati saranno gli stessi. non importa quante variabili possano esserci in gioco: nelle persone, nei posti di lavoro, nei percorsi che uno fa e negli ambienti in cui si trova, alla fine tutto convergerà nel tu punto zero.
questa per me è presunzione.
 

PierArg

Moderatore
Staff Forum
Professione: ingegnere meccanico
Software: i miei neuroni
Regione: Emilia Romagna
#26
Secondo il mio parere:

- il fatto di fermarsi alla triennale, soprattutto per ingegneria, non è visto in modo positivo perché è come se non si fosse "completato" un percorso

- parli come dei miei vecchi compagni di corso, che hanno abbandonato dopo 6 mesi l'università, che in modo presuntuoso dicevano che loro erano più avanti rispetto agli altri perché a 14 anni stavano nel garage a smanettare sui motorini.

- l'Università ti deve dare dei concetti e conoscenze. La pratica può venire dopo.
Tieni bene in mente che la pratica la possono fare tutti, la teoria invece non la trovi in officina.

P.S: tutti quei miei colleghi che si sono fermati alla triennale o sono finiti in officina oppure hanno cercato di recuperare facendo un master.
 

rero

Utente Junior
Professione: Progettista meccanico
Software: Solid Edge / Inventor / Catia V5 / Autocad / Creo 3.0
Regione: Emilia Romagna
#27
Esperienza personale: (anche io bazzico tra PC e PR e conosco i bene settori) le aziende di macchine utensili sono le prime ad andare in crisi quando manca la possibilità di fare investimenti, il packaging e l'alimentare in generale bene o male tirano sempre. non sottovalutare nemmeno , vista la zona, l'oil & gas se ti capita qualcosa, anche se adesso non è un periodo fantastico.
 
Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#28
a me sarebbe piaciuto appunto anche settore oil & gas ma purtroppo qui alcune ditte del settore sono passate da 200 operai a 50 nel giro di due anni.
mi ingolosiva il fatto dello stipendio alto per le trasferte e i lunghi peridi di riposo tra una trasferta e l'altra ma non ho mai cercato visto che in pratica non ho avuto tempo tra esami e impegni vari.

a questo punto cedo che andrò sicuramente sulla ditta alimentare in quanto è vicino a casa, collaboro insieme al proprietario che è una persona molto appassionata della meccanica e si vede che vuole farmi imparare.

credo sia la ditta dove posso imparare di più in breve tempo e poi lo stage è di solo 3 mesi (dopo non so come mi assumerebbe, devo parlargli lunedi).
 
Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#29
ho accettato il tirocinio nella ditta che produce impianti di confezionamento alimenti.
trocinio di 3 mesi per prendere praticità con i software e se vado bene futura assunzione.
mi pare onesto anche lo stipendio di 750 euro puliti.

inoltre utilizzerò Inventor 2015 con cui mi trovo abbastanza (sono a livello universitario) bene avendolo studiato il primo anno di università e inoltre me lo stò ripassando a casa sul mio pc.
poi utilizzano anche QS17 se ho ben capito che è un programma 2D che da quel che ho capito è creato e venduto da una ditta di Parma.



Avete qualche link dove spiega un pò gli assiemi? ne abbiamo fatti pochissimi in università. vanno bene sia per disegno manuale che 3d.
 

oliofrusto

Utente Junior
Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#30
comunque anche in questa ditta di realizzazione macchine per automazione alimentare si usa solo il 2D ahah