dimensionamento sistema biella manovella

zichino

Utente poco attivo
Professione: disegnatore
Software: autocad
Regione: abruzzo
Buongiorno colleghi, sono nuovo del forum e di conseguenza vi saluto tutti.
Mi trovo a progettare una macchina per lo spostamento assiale di alcuni contenitori dove, per alcuni problemi di sicurezza e costi non posso utilizzare componenti elettrici tipo motori, quadri ecc.
Lo scopo di questa macchina è quello di trasferire questi contenitori con una piattaforma mobile sempre sullo stesso asse da un punto X ad un punto X1 la cui corsa e' di 700 mm.
Siccome per problemi di spazi non posso utilizzare ne dei cilindri pneumatici con stelo ne quelli senza stelo la soluzione a mio avviso piu appropriata sarebbe quella di usare un cilindro rotante 0-180° o 0-360° e dimensionare a sua volta un meccanismo biella manovella per permettere al mio basamento di eseguire la dovuta corsa.
Il mio problema ora e' che non riesco a sapere le lunghezze e i vincoli dei componenti necessari per realizzare il cinematismo.

Qualcuno saprebbe essermi d aiuto?

Grazie
 

Allegati

ale_.93

Utente Junior
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Hypermesh-Nastran-NX-Solidworks-NX10-Autocad-Matlab-Simulink
Regione: Italia
Ciao! La vedo una soluzione alquanto laboriosa la tua, hai provato a dare un occhio ai cataloghi dei vari fornitori di sistemi di attuazione pneumatica? Secondo me ci sono molte soluzioni che fanno al caso tuo che sono semplici, affidabili, poco ingombranti e relativamente economiche!
Facci sapere!
Ciao
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: Mechanical engineer manager
Software: SolidWorks, FreeCAD, NanoCAD5, Me10, Excel, LibreOffice
Regione: Lombardia
Con una corsa così lunga e uno spazio così corto in altezza non si può fare nessun Biella manovella, visto che l'eccentrico deve avere raggio pari a metà corsa.
Direi che devi trovare un qualcosa di più sensato e una meccanica diversa.
Non si può sempre fare il braccino corto ed avere l'illusione e la presunzione di creare qualcosa che funziona se non ci sono i presupposti principali.
Pensa a montare funi e carrucole e montare cilindro pneumatico in verticale o in zona che può sviluppare la sua corsa. Non per forza deve tirare o spingere il cassetto.
 

ale_.93

Utente Junior
Professione: Ingegnere meccanico
Software: Hypermesh-Nastran-NX-Solidworks-NX10-Autocad-Matlab-Simulink
Regione: Italia
Concordo quanto detto da meccanicamg; andando ancora sul più semplice guarda i vari tipi di cilindri senza stelo, potrebbero fare al caso tuo ed essere applicati per movimentare i tuoi contenitori ;)
 

zichino

Utente poco attivo
Professione: disegnatore
Software: autocad
Regione: abruzzo
Buongiorno a tutti, vi ringrazio anticipatamente per la collaborazione.
Per quanto riguarda la discussione ho inserito nel progetto un cilindro senza stelo modificando la struttura della macchina.
 

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
Hai fatto molto bene !
Con biella e manovella per starci dentro negli ingombri lo avresti dovuto utilizzare su tutto l'arco di 180°, quindi con un cilindro rotativo all'inizio non parte mai, poi accelera e ti scappa via e verso il fine corsa lo spintore rallenta ma la cassa, se è appoggiata su dei rulli, non lo so....
Molto dipende dalle velocità e quindi dai tempi ciclo, ma non mi pare un lavoro da biella e manovella, sopratutto con un cilindro rotativo. Ripeto che hai fatto bene ad adottare un cilindro senza stelo, che almeno ha una cinematica lineare e con un paio di regolatori di flusso più o meno riesci a controllarlo.
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
Ciao,

Giusto per restare in argomento e per semplice "curiosità", una soluzione che ho visto adottare una volta (anche se si tratta di macchine parecchio datate,quando non esistevano i miracoli dell'elettronica/pneumatica di oggi) è la seguente :


Le ruote ellittiche servono a diminuire la velocità angolare della manovella quando quest'ultima , se ruotasse con velocità costante,sposterebbe il pignone con moto eccessivamente accelerato/ritardato.

Con tale dispositivo riusciresti a raddoppiare la corsa della tavola a moto alternativo (la velocità della cremagliera moobile è doppia di quella del piede di biella).

E' comunque una soluzione "inusuale" e non so se fa al caso tuo..comunque un po di "brainstorming" non fa mai male ..
 

welcome to the machine

Utente Junior
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
Credo, anzi sono abbastanza sicuro, che in questo caso gli ingranaggi ellittici servano per avere un tratto della corsa in un senso della cremagliera mobile con velocità costante e una velocità di ritorno maggiore. Una volta, tanti anni fa, ho fatto una cosa simile e gli ingranaggi, con varie leggi di moto, li produceva un artigiano di Zola che c'è ancora. L'azienda si chiama Nanni ingranaggi.
In realtà per cinematismi veloci si usano ancora. Se devi fare 1000 o più cicli minuto hai voglia a sbatterti con i brushless... Il problema è che qui i calcoli te li devi fare PRIMA, mentre con i motori in qualche modo ti arrangi anche dopo aver costruito e messo in moto. Comunque per chi ama la meccanica sono una soluzione davvero molto "elegante".
PS il tutorial del 1930 sul differenziale che appare alla fine del video è bellissimo: se uno il funzionamento del differenziale non lo capisce così, non lo capirà mai più!:)