Dimensionamento serbatoio impianto oleodinamico

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#1
E' una semplice curiosita', ma chi avesse voglia di spiegarmelo, riceverebbe un mio sincero ringraziamento.

Sugli impianti oleodinamici delle macchine operatrici (tipo scavabietole, caricatori idraulici, bracci decespugliatori, etc), specie quelle a guida e trazione idraulica (con variatore e motori idraulici) ci sono degli immensi serbatoi da quintali d'olio. Non mi sembra siano proporzionati solo secondo il ritorno dell'olio dai pistoni idraulici (la differenza tra le camere non mi sembra cosi' tanta). Potrebbe essere il raffreddamento del fluido, ma quasi la totalita' di questi ha radiatori di raffreddamento.

Qualcuno sa risolvermi l'arcano? Grazie.:smile:
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#2
Potrebbe essere il raffreddamento del fluido, ma quasi la totalita' di questi ha radiatori di raffreddamento.

Qualcuno sa risolvermi l'arcano? Grazie.:smile:
Secondo me e' propio quello il motivo. Se hai tanto olio hai anche tanta inerzia termica, per cui se l'impiego no e' continuo ci stai dentro.
Po se hai tanto olio lo ricircoli di meno in mezzo alle pompe, per cui probabilmente durera' di piu'.
infine poi trattandosi di macchine agricole forse cosi' si diluisce lo sporco che inveitabilmente entra.

Ma parlo da non specialista.
 
Ultima modifica:

Stefano_ME30

Guest
#3
E' una semplice curiosita', ma chi avesse voglia di spiegarmelo, riceverebbe un mio sincero ringraziamento.

Sugli impianti oleodinamici delle macchine operatrici (tipo scavabietole, caricatori idraulici, bracci decespugliatori, etc), specie quelle a guida e trazione idraulica (con variatore e motori idraulici) ci sono degli immensi serbatoi da quintali d'olio. Non mi sembra siano proporzionati solo secondo il ritorno dell'olio dai pistoni idraulici (la differenza tra le camere non mi sembra cosi' tanta). Potrebbe essere il raffreddamento del fluido, ma quasi la totalita' di questi ha radiatori di raffreddamento.

Qualcuno sa risolvermi l'arcano? Grazie.:smile:
Per non dimensionare i radiatori ai picchi di "termica" si cerca di aumentare la massa del fluido per aumentare l'inerzia termica e dimensionare il radiatore alla potenza media.
Il problema e' che la macchina operatrice ha cicli di lavoro molto variabili con impulsi di potenza "teriboli" dove il rendimento cala drammaticamente.

saluti
 

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#4
Grazie a tutti delle risposte!
In effetti nelle macchine agricole idrostatiche (in cui tutti i movimenti sono fatti mediante motori idraulici, compresa la trazione) i sebatoi sono imponenti e costantemente arroventati. In quelle in cui ci sono pistoni idraulici a minori sollecitazioni (vengono usati poche volte all'ora, piu' che altro come posizionamento in lavoro) i serbatoi sono minimi (differenza di capacita' delle camicie dei cilindri).
 

egy

Utente Junior
Professione: genio, progettista
Software: Cervello, Inventor
Regione: Emilia
#5
Il serbatoio grande serve per due motivi: il primo è appunto quello più gettonato di dissipare potenza termica, visto che in questo genere di macchine gli ingombri a cui bisogna sottostare spesso non consentono di montare radiatori che dissipino la potenza richiesta (in genere un terzo della potenza installata); il secondo, che è un po più fine ma altrettanto importante, e riguarda specialmente macchine con pompe di grande portata, è che l'olio, quando viene scaricato pùo contenere aria, e comunque è in perenne moto turbolento. A queste pompe, piace solo aspirare olio privo di bolle d'aria e in condizioni quasi statiche nei pressi della bocca di aspirazione sul serbatoio (pena la cavitazione della pompa), quindi ecco che serve un grande volume per dare modo all'olio di rallentare e rimescolarsi.
 

Oldwarper

Moderatore Solidworks
Staff Forum
Professione: Progettista
Software: Solidworks, Cimatron IT, Cimatron E, Rhino, AutoCAD, Logopress, Solidcam
Regione: Emilia Romagna
#6
Vero. A quest'ultima caratteristica (degasaggio olio) non avevo pensato.
Infatti e' un grosso problema anche quando l'aria va nelle valvole o nei cilindri (contraccolpi alle valvole, pistoni a "scatti" e pompe "rumorose" (cavitanti).
I radiatori ormai non sono cosi' grossi e nelle macchine agricole e movimento terra di posto ce n'e' in abbondanza... molte volte sono piu' grandi quelli del condizionatore della cabina...