Differenza RES "applicati" e "applicabili" nella Direttiva macchine

Elet88

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: AutoCad 2014
Regione: Emilia-Romagna
#1
Buongiorno a tutti,
nella creazione di Fascicoli tecnici (FT) e Documentazioni tecniche pertinenti (DTP) mi sto imbattendo in una rogna che ha bisogno di questo ragionamento per essere spiegata:

FT:
La mia macchina deve rispettare insindacabilmente tutti i RES (All. I) prescritti dalla Direttiva? La risposta è "sì", o la direttiva perde di validità. Tuttavia la mia macchina non è dotata di sedili: come fare con il RES 1.1.8 "Sedili"?
Non è applicabile ma non perché non voglia, ma perché non esiste il sedile. E lo indico nel FT.

DTP:
Progetto la mia macchina in accordo con l'installatore finale; essa deve rispettare insindacabilmente tutti i RES (All. I) prescritti dalla Direttiva? La risposta è "no", perché il costruttore delle macchina di destinazione si occupa dei RES che io non ho applicato perché incapace di rispettarli per ovvi motivi di progettazione.
La dichiarazione di incorporazione conterrà l'elenco dei RES applicati (e non applicabili , perché con la quasi-macchina sono io a decidere quali rispettare e quali no).

Sperando che il mio ragionamento sia corretto, cerco la conferma alla seguente domanda 1 e una possibile risposta alla domanda 2:

1. La Macchina (FT) può non rispettare solo i RES che non le possono essere applicati (non applicabili). Vero?

2. La Quasi-macchina (DTP) può non rispettare qualsiasi RES perché io lo dichiaro nella Dichiarazione e l'installatore si occuperà di colmare i RES mancanti. Ma quindi, in una quasi-macchina, il RES "1.7.4.2 Contenuto delle istruzioni" non è mai applicato in quanto non è presente la dichiarazione di conformità ma quella di incorporazione?

Grazie!
 

pollo

Utente Standard
Professione: libero professionista
Software: vari
Regione: Toscana
#2
1.vero. È anche vero che se non hai sedili, il relativo rischio non c'è, così come se non hai laser il rischio non c'è ed il punto non è applicabile.
2. Più che decidere tu, devi vedere quali rischi si applicano alla tua qm. Se ci sono rischi, o li risolvi come da res, e scrivi nella dichiarazione che è conforme al res, o scrivi nel manuale come risolvere il problema e nella dichiarazione non metti quel res. Hai l'obbligo di elencare solo i res conformi
 

gerod

Moderatore
Staff Forum
Professione: Libero professionista
Software: Solid Edge, Ansys DS, e altri ancora
Regione: Veneto
#3
1. quante negazioni!!!! I RES non applicabili. lo sono per definizione e pertanto come fai a ottemperarli? Non li applichi e lo giustifichi.
2. Aspetta.... mi pare che tu stia facendo confusione.
Tu devi indicare nella dichiarazione di incorporazione i RES ottemperati, quelli conformi alla tua quasi-macchina. Il contenuto delle istruzioni vale, secondo me, anche per la quasi macchina! E' vero che dicono che deve essere fornita con le istruzioni anche la dichiarazione di conformità e pertanto non la dichiarazione di incorporazione .... io ho sempre fatto una similitudine tra macchina e quasi macchina.
 

Elet88

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: AutoCad 2014
Regione: Emilia-Romagna
#4
Ciao e grazie per le risposte.

Il fulcro della questione era anche nel titolo del thread: RES "applicati" e RES "applicabili". Mi pare che questa distinzione esista appunto fra M e QM, ma non ne vedo traccia nella Direttiva e mi è capitato solamente una volta di sentire discutere su questo aspetto (secondo me molto importante).

Il RES 1.7.4.2 lo trovo molto ambiguo per una lacuna semplice da colmare (bastava indicare che il punto c. non si applica alle QM).
 

franzi fabio

Utente registrato
Professione: artigiano
Software: autocad 2018
Regione: emilia romagna
#5
perché il costruttore delle macchina di destinazione si occupa dei RES che io non ho applicato perché incapace di rispettarli per ovvi motivi di progettazione.La dichiarazione di incorporazione conterrà l'elenco dei RES applicati (e non applicabili , perché con la quasi-macchina sono io a decidere quali rispettare e quali no).

Sei sicuro? Fai attenzione perché sulle quasi macchine è facile scivolare.
Se la tua è una macchina da inserire in una linea e per questo è priva di alcune protezioni o sicurezze (tipicamente succede) è comunque una macchina, secondo me, ma non puoi rilasciare dichiarazione di conformità e CE.
Per la D.M. gli accordi tra le parti hanno meno valore di una goccia d'acqua nel deserto.
Un consiglio valuta bene ed informati .
 

pollo

Utente Standard
Professione: libero professionista
Software: vari
Regione: Toscana
#6
Aspetta
se è una macchina, allora ha una destinazione d'uso e deve avere la dichiarazione CE di conformità, indipendentemente dal fatto che sia da mettere in un insieme o meno.
Viceversa, la quasi-macchina non ha una destinazione d'uso ben specificata.
Se la macchina con altre macchine (o quasi-macchine) forma un insieme, allora chi le assemblerà dovrà valutare interfacce fisiche e logiche e fare un'unica dichiarazione CE di conformità (dell'insieme), ma la macchina iniziale tale resta.
E' vero che "tipicamente succede", ma è sbagliato, è una falsa scappatoia da Azzeccagarbugli, le Linee Guida alla direttiva sono chiare, è la destinazione d'uso a dirmi se è macchina o quasi-macchina, non la scelta del costruttore.
 

Elet88

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: AutoCad 2014
Regione: Emilia-Romagna
#7
Be' se è QM ovvio che non ha la dichiarazione CE, non penso di avere scritto il contrario. Quando vendo una QM il compratore ha l'elenco dei RESS applicati (qui era il punto: applicati o applicabili?) e sarà sua cura colmare i restanti RESS.

Non sono sicuro di nulla a questo mondo... :) ... ma se non è così, allora com'è?
 

Elet88

Utente poco attivo
Professione: Impiegato
Software: AutoCad 2014
Regione: Emilia-Romagna
#8
2 estratti dalla direttiva macchine:


- 1.

Allegato II, Dichiarazioni. B: DICHIARAZIONE DI INCORPORAZIONE DI QUASI-MACCHINE.

Punto 4, recita:

"un'indicazione con la quale si dichiara esplicitamente quali requisiti essenziali della presente direttiva sono applicati e rispettati [...]"


- 2.

ALLEGATO VII. A: Fascicolo tecnico per le macchine.

Recita:

i) un elenco dei requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute applicabili alla macchina [...]


Quindi direi che il mistero è stato sciolto.
 
Professione: Ingegnere
Software: Alcuni, ma non tutti
Regione: Campania
#9
FT:
La mia macchina deve rispettare insindacabilmente tutti i RES (All. I) prescritti dalla Direttiva? La risposta è "sì", o la direttiva perde di validità. Tuttavia la mia macchina non è dotata di sedili: come fare con il RES 1.1.8 "Sedili"?
Non è applicabile ma non perché non voglia, ma perché non esiste il sedile. E lo indico nel FT.
Ok, qui abbiamo capito che i RES non applicabili vengono ignorati dimostrandone il motivo.

DTP:
Progetto la mia macchina in accordo con l'installatore finale; essa deve rispettare insindacabilmente tutti i RES (All. I) prescritti dalla Direttiva? La risposta è "no", perché il costruttore delle macchina di destinazione si occupa dei RES che io non ho applicato perché incapace di rispettarli per ovvi motivi di progettazione.
La dichiarazione di incorporazione conterrà l'elenco dei RES applicati (e non applicabili , perché con la quasi-macchina sono io a decidere quali rispettare e quali no).
Parliamo di fabbricante della macchina e non di installatore. In una quasi macchina se non ottemperi ad un RES non lo fai perché lo hai scelto a caso, ma perché dimostri che non è possibile ottemperare.

2. La Quasi-macchina (DTP) può non rispettare qualsiasi RES perché io lo dichiaro nella Dichiarazione e l'installatore si occuperà di colmare i RES mancanti. Ma quindi, in una quasi-macchina, il RES "1.7.4.2 Contenuto delle istruzioni" non è mai applicato in quanto non è presente la dichiarazione di conformità ma quella di incorporazione?
Assolutamente no. Le quasi macchina hanno eccome le istruzioni di uso e manutenzione. Hai mai visto un robot essere venduto senza manuale?
E comunque il fabbricante della macchina deve essere messo in condizione di rispettare tutti i RES. Il fabbricante della quasi macchina deve scrivere quali sono i RES mancanti che devono essere ottemperati.

E poi, come diceva il mio mentore, "le quasi macchine non esistono". :)
 
Ultima modifica: