Contratti per p.iva

nino66

Utente Junior
Professione: EX Progettista p.iva, ora progettista dipendente
Software: SolidWorks 2010/2012, Catia V5
Regione: Lombardia
#1
Salve a tutti,
Sono un professionista CAD da circa 2 anni e fino ad ora ho lavorato per aziende ma senza nessun tipo di contratto, cioè mi pagano quanto lavoro.
Siccome ho avuto collaborazini abbastanza continuativa da molti mesi o comunque in futuro vorrei cercare aziende con cui collaborare in maniera più continuativa ma senza essere assunto, ovviamente.
Vorrei cercare di capire come impostare un contratto di collaborazione da proporre. Qualcuno può dirmi se esiste qualche fac-simile o darmi qualche suggerimento anche alla luce dell'ultima riforma Fornero?
Grazie a chi può darmi qualche dritta o è già in situazioni del genere.
 

davide_r

Utente Standard
Professione: ...
Software: OOA-MCAD
Regione: Lombardia
#2
La riforma del lavoro in vigore da pochi giorni ha introdotto alcune novità per quanto riguarda la Partita Iva.
Vengono, infatti, considerate collaborazioni coordinate e continuative tutte quelle collaborazioni che soddisfano almeno due dei seguenti requisiti:

1. La collaborazione dura più di otto mesi nell’arco temporale di un anno.
2. Il reddito da collaborazione annuale costituisce più dell’80% del reddito del collaboratore.
3. Il collaboratore ha una postazione fissa di lavoro presso la sede del datore di lavoro.

Quindi se si verificano almeno due delle condizioni sopra elencate, il datore di lavoro dovrà ricorrere a un’assunzione a tempo determinato o indeterminato, direttamente o attraverso un’ Agenzia per il lavoro.

Esiste anche la possibilità del contratto a progetto anche se questo è stato fortemente ridimensionato dalla nuova riforma.

A mio parere la P.I. ha un senso solo a livello di azienda o di collaboratori che cooperano con più imprese nell’arco dell’anno ma è sconsigliata per tutte quella società che hanno la necessità di disporre di personale in esclusiva durante tutto l’anno.
 

nino66

Utente Junior
Professione: EX Progettista p.iva, ora progettista dipendente
Software: SolidWorks 2010/2012, Catia V5
Regione: Lombardia
#3
Grazie per la risposta davide_r.
Concordo con te che ed in parte anche con la riforma Fornero che bisogna cobattere le varie forme di false partite iva (imprese di pulizie, cooperative fasulle, ecc..).
Ed il fatto di lavorare solo per un commintente non sarebbe più un problema da quanto ho capito dalla riforma stando sopra una certa cifra o se si è un lavoratore "professionalizzato", non si rientra nell'obbligo di assunzione... e io non ho intenzione di farmi assumere :smile:
Ma la mia domanda era se io volessi rimanere come consulente ma se mi offrono una collaborazione per un anno o più perchè non dovrei accettarla? e poi continuare successivamente o nello stesso periodo a fatturare anche per altri? Quello che mi chiedevo si che tipo tipo di contratto o scrittura dovrei proporre in questo caso? ....o lasciare alla fiducia reciproca?
Grazie ancora a chi può darmi quelche suggerimento.
 

davide_r

Utente Standard
Professione: ...
Software: OOA-MCAD
Regione: Lombardia
#4
Se la collaborazione come consulente dura più di otto mesi nell’arco di un anno, può essere eseguita solo se non si verifica nemmeno una delle altre due condizioni sopra elencate, nel caso contrario si rientra nella collaborazione coordinata e continuativa.