Consiglio per passaggio a contratto tempo indeterminato

Professione: Progettista
Software: Solidworks
Regione: Lombardia
#21
Ma davvero ti fai tante paranoie per una cosa, le detrazioni, che non decidi tu, ma lo stato?
Ta l'altro per uno stipendio, ammesso che accettino la tua proposta, che un disegnatore percepirebbe forse dopo 20 anni di esperienza, mente tu hai appena iniziato e hai già avuto una botta di culo pazzesca a prendere 1500€ nell'attuale situazione lavorativa italiana
Buon massi, non so cosa ti spinga ad essere cosi aggressivo ad ogni risposta che dai :)

Gia dalla prima riga della tua prima risposta ho notato un po di diffidenza e non capisco il perchè.

Poi per uno stipendio di 1800 per un disegnatore/progettista ti stupisci, e la chiami botta di culo , non so :ROFLMAO:
solitamente da noi si usa retribuire il giusto per quello che uno fa , niente regala niente a nessuno...( ma sicuramente c'è qualcosa sotto :unsure:)

Ad ogni modo, mi sono iscritto per informarmi di meglio su cosa mi aspetta, io ho avuto la sfortuna di non nascere già imparato purtroppo.

@ceschi1959

do un occhio al sito.

Grazie a tutti
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2019
Regione: Friuli Venezia Giulia
#22
la mia diffidenza è data dal fatto che un disegnatore, se questo è il tuo contratto, dopo 3 anni di lavoro come apprendistato prenda 1500€.
questo non perché penso che tu non li valga, non ti conosco, ma perché il contratto commercio inquadra il disegnatore (non apprendista) come un 3° livello con una retribuzione lorda di 1.793,12€.
questa è la norma e le realtà che pagano in base al merito sono purtroppo la minoranza; quindi si, per me prendere dopo 3 anni di apprendistato è da considerarsi una botta di culo.
tu ti sei qualificato come disegnatore e io traggo le conclusioni da questo, se invece sei inquadrato come ingegnere responsabile di elaborazione e realizzazione progetti (1° livello) la cosa è differente.
 

ragnol

Utente registrato
Professione: geometra
Software: autocad 2012, Dietrich's, Sema
Regione: trentino
#23
Per spezzare una lancia a favore di Maurizio, anche nel mio caso non c'è nessuna correlazione (e non c'è stata nemmeno quando sono stato assunto) tra il mio inquadramento e quanto percepisco.
Idem per l'azienda in cui ho lavorato prima (per 10 anni).
E' una cosa che in certe realtà (sopratutto piccole, inteso sia come azienda che come territorio) succede spesso.
Esplicito: un mio collega d'ufficio ha il mio stesso inquadramento, ma prende 400€ netti in meno al mese. E' anche vero che in realtà non svolgo la mansione per la quale sono inquadrato, lui più o meno si.
Non scandalizzarti Massi, qua in zona funziona così. Anche i miei colleghi, ex colleghi e colleghi di altre aziende (ci si conosce tutti) si trovano nella stessa situazione. Alla fine interessa quello che si porta a casa. Se dovessi cambiare azienda (come ho fatto 6 anni fa) le altre aziende sanno chi sei, cosa fai, o si informano facilmente sulle tue capacità. Non guardano ne mi chiedono che inquadramento avevo.
Questo non significa che io sia un fenomeno, anzi, in realtà non sono granché, dico solo come funziona qua intorno.
Ed il fatto di non aver mai dovuto fare un curriculum e/o di non avere un profilo linkedin, non significa che magari in futuro mi troverò a rimpiangere amaramente di non averlo fatto.