Consiglio fissaggio mozzo su albero passante

Daniel13

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2016 SP.3
Regione: Veneto
#1
Buongiorno,
ho provato a guardare nel forum ma non ho trovato nulla di simile.
Spero di aver scritto il quesito nella sezione corretta, altrimenti scusatemi.
Vorrei sapere, secondo voi, guardando il disegno schematico in allegato, qual'è il miglior modo per bloccare l'elemento circolare sull'albero in modo che non si muova longitudinalmente. L' albero dovrebbe girare a 2500 rpm.

Spero di essere stato chiaro e scusatemi se magari la domanda sembrerà banale a molti di voi ma solitamente non mi occupo di queste cose.
Grazie.

. Disegno schematico.jpg
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014
Regione: Friuli Venezia Giulia
#2
per elemento circolare quale intendi dei 3? supporto? mozzo? puleggia?
se è la puleggia l'ideale sarebbe interporre deli distanziali e bloccare di testa con rosetta e vite. ma potrebbero bastare anche dei seeger
 

Daniel13

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2016 SP.3
Regione: Veneto
#3
per elemento circolare quale intendi dei 3? supporto? mozzo? puleggia?
se è la puleggia l'ideale sarebbe interporre deli distanziali e bloccare di testa con rosetta e vite. ma potrebbero bastare anche dei seeger

Intendevo il mozzo.
Per la puleggia pensavo di bloccarla usando la bussola conica.
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014
Regione: Friuli Venezia Giulia
#4
il mozzo lo fissi con delle viti alla parete di sinistra.
errata corrige.
il mozzo deve ruotare con l'albero?
si allora uno o più grani
no allora seeger
 
Ultima modifica:

Daniel13

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2016 SP.3
Regione: Veneto
#5
il mozzo lo fissi con delle viti alla parete di sinistra.
errata corrige.
il mozzo deve ruotare con l'albero?
si allora uno o più grani
no allora seeger
Si, ruota con l'albero.
Sinceramente avevo pensato anchio a l'uso dei grani ma pensavo non fossero sufficenti a tenere fermo il mozzo.

Intanto grazie per la risposta.
 
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
#6
Ciao, se può esserti utile ecco un prospetto con qualche valore quantitativo (per stare piu tranquillo):

1542204232354.png

Basta convertire i valori in Newton e metri per ottenere i valori massimi di coppia e carico assiale. Adotta un coeffficiente di sicurezza dinamico di 4-8 (per applicazioni dinamiche ) oppure 1.5-2 (applicazioni statiche) e considera che nella pratica si sceglie in genere una lunghezza pari alla metà del diametro dell'albero (o almeno cosi è scritto nel manuale).Questa ti servirà per dimensionare lo spessore della parete tubolare del mozzo.
 

Daniel13

Utente poco attivo
Professione: Disegnatore
Software: SolidWorks 2016 SP.3
Regione: Veneto
#7
Ciao, se può esserti utile ecco un prospetto con qualche valore quantitativo (per stare piu tranquillo):

View attachment 51578

Basta convertire i valori in Newton e metri per ottenere i valori massimi di coppia e carico assiale. Adotta un coeffficiente di sicurezza dinamico di 4-8 (per applicazioni dinamiche ) oppure 1.5-2 (applicazioni statiche) e considera che nella pratica si sceglie in genere una lunghezza pari alla metà del diametro dell'albero (o almeno cosi è scritto nel manuale).Questa ti servirà per dimensionare lo spessore della parete tubolare del mozzo.
Grazie mille.
Adesso vedo come procedere in quanto mi è stato anche consigliato di usare un calettatore andando ovviamente a modificae il mozzo per tale predisposizione.
Penso possa essere una buona soluzione rispetto l'uso dei grani.
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014
Regione: Friuli Venezia Giulia
#8
Anche quella è una soluzione.
Più dispendiosa e più vantaggiosa.
Entrambe richiedono in ogni caso dei calcoli.
Certamente con dati maggiori rispetto a quel disegno si può ragionare meglio.
 
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#9
Fissaggio con grani. Spinatura radiale. Due cordoni di saldatura.
Tutto dipende dalle forze in gioco.
 
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
#10
Mi sembrava chiaro dall'inizio che, dei tre, l' "elemento circolare" da bloccare longitudinalmente dovesse essere quel grosso tamburo in mezzo ai supporti, per il semplice motivo che...è scritto sullo schizzo.:)

Non ci sono dimensioni indicate ma sembra avere un volano importante rispetto alle altre masse in rotazione, ammesso che lo schizzo abbia delle proporzioni. A 2500 rpm, con l'asse neutro spostato rispetto alla flangia del mozzo, io non solo di un grano non mi fiderei mai, ma avrei paura anche di un calettatore se non c'è una buona parte del mozzo che si centra sull'asse. E' vero che tale Newton diceva che ruotando, " l' "elemento circolare" tende a mantenere il piano di rotazione, ma non si sa mai...
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#11
Senza conoscere gli sforzi applicati, il momento di inerzia e le accelerazioni, non ha molto senso dire se basti un grano o serva una saldatura di tutto il pezzo (che potrebbe avere 30 mm di diametro o magari 3 metri).

Aprendo il disegno mi sembra di vedere due linguette che trasmettono il moto tra puleggia e albero e tra albero e elemento circolare. Non vedo del resto come ci si potrebbe accontentare di meno per una qualsiasi struttura simile.

Mi pare anche che venga richiesto come bloccare "longitudinalmente", quindi assialmente l'elemento circolare (che risulta già bloccato radialmente dalla linguetta). Anche in questo caso, senza conoscere gli sforzi e l'eventuale gioco accettabile, è impossibile dare una risposta certa, ma due anelli Seeger ai due lati del mozzo sono certamente la scelta più logica.
 
Ultima modifica:

stefanobruno

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione caotica e notturna e Seguace Anonimo di Shiren :)
Software: Inventor 2018 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
#12
ma due anelli Seeger ai due lati del mozzo sono certamente la scelta più logica.
Mai mettere seeger in mezzo all' albero, così l' albero si spezza in due.
Metti un calettatore anche sotto al mozzo.
Non vedo perché mettere un calettatore sulla puleggia, dove basterebbe appoggiarla alla sfacciatura a sx della stessa puleggia bloccandola con una rondella e vite di testa, e non usarlo anche sotto al mozzo.
Se hai bisogno di un riferimento di posizione assiale, metti un distanziale dal lato opposto a dove ci sono le viti del calettatore, solo per andarci contro quando fanno il montaggio.
Una volta che il calettatore è correttamente chiuso, non lo sposti manco con un camion.
Tamburo.jpg
 
Professione: project leader
Software: Kubotek
Regione: Lazio
#13
domanda OT : esistono dei CAD che non sezionano gli alberi?
Assolutamente non vuole essere una critica al disegno, del quale condivido la soluzione con il calettatore.
 

exxon

Utente Junior
Professione: engineer
Software: inventor
Regione: veneto
#14
Mai mettere seeger in mezzo all' albero, così l' albero si spezza in due.
Affermazione un po' drastica, ma in principio condivisibile. L'ho visto fare più vote e l'ho fatto anch'io (senza spezzamenti di alberi, per fortuna).

Ti riferisci ovviamente alla concentrazione dei momenti di taglio in corrispondenza degli spigoli (dato che la riduzione di sezione è sempre ridicola). Vorrei sapere se in particolare fai riferimento alle vibrazioni trasversali o ai momenti trasmessi lungo l'albero.

La differenza dei due casi sarebbe sul possibile posizionamento di Seeger in posizioni intermedie tra pulegge motrici e resistenti, ma in posizioni vicine a supporti che impedirebbero di fatto le vibrazioni.

Ripensando ai progetti passati nei quali ho utilizzato questa soluzione, mi chiedevo se un particolare disegno delle gole (sezione a "U") con l'utilizzo di anelli in filo (tipo DIN 7993) oppure con sovrapposizione di un Seeger a un anello in filo potrebbe rendere la soluzione accettabile anche dal punto di vista formale.
 

stefanobruno

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione caotica e notturna e Seguace Anonimo di Shiren :)
Software: Inventor 2018 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
#15
Sarà drastica, ma io sulle mie macchine non lo farò mai.

Una ventina di anni fa, un mio socio lo ha fatto.
Io gli ho detto : " fai attenzione ".
Lui : " ma cosa vuoi che sia, non trasmette nulla ".
L' albero : " crack ! "
Noi : " Che figura di cappa "

Chiaro che dipende anche dalle misure ma, visto che in questo caso non le conosciamo, meglio andare cauti.
Nel caso della storiella eravamo proprio come nello schizzo proposto, con una cinghia che tirava su quello che qua viene chiamato " elemento circolare ".
E non andavamo a 2500 rpm :eek:
 

stefanobruno

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione caotica e notturna e Seguace Anonimo di Shiren :)
Software: Inventor 2018 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
#16
domanda OT : esistono dei CAD che non sezionano gli alberi?
Assolutamente non vuole essere una critica al disegno, del quale condivido la soluzione con il calettatore.
Non lo so !
Ma a che pro ?

In realtà ho visto che, su un progetto che mi hanno passato fatto con Inventor, l' albero non veniva sezionato.
Mi son chiesto come mai, ma non ho approfondito.
Forse, dichiarandolo come parte del centro contenuti e settando il programma per non sezionare il c.c., si ottiene quello chiedi.
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014
Regione: Friuli Venezia Giulia
#17
se esistono già delle chiavette si può pensare di usare quelle con nasello come da immagine. se si è pignoli dietro il nasello si mette un pezzo di chiavetta forato e filettato da bloccare con grano
1543045589137.png
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014
Regione: Friuli Venezia Giulia
#18
sarebbe carino che anche Daniel13, che ha aperto la discussione, partecipasse riportando le sue soluzioni o almeno le sue considerazioni/valutazioni
 

stefanobruno

Moderatore
Staff Forum
Professione: Progettazione caotica e notturna e Seguace Anonimo di Shiren :)
Software: Inventor 2018 - Autocad ( read only ) - Rhino un pochino
Regione: Piemonte,Torino
#20
Ha ceduto perché bastava guardarlo, era veramente un obbrobrio.
Comunque è durato pochissimo, tipo qualche settimana e, per fortuna, non lo hanno diffuso su tanti pezzi.
Hanno poi messo un distanziale di qua ed uno di la della puleggia, trascinata in rotazione dalla linguetta, senza calettatore.
Parliamo di una applicazione ridicola ma sottovalutata.
Purtroppo, come con le mogli dove è inutile stare a discutere anche se hai ragione ( questo lo pensi tu ! ), anche con qualche collega a volte non la si spunta.
Poi passa il cadavere dell' albero nel fiume.