consigli cambio lavoro ing. meccanico

IngExp

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere
Software: Ansys
Regione: Lombardia
#1
Buonasera membri del forum, vi scrivo per chiedervi un consiglio sulla mia situazione lavorativa, magari essendo più esperti di me potete darmi qualche dritta.
Sono una giovane ingegnere meccanico, ho 25 anni e lavoro da 1 anno presso un' azienda che si occupa di macchine industriali dove però non sto imparando tantissimo, o meglio imparo cose pratiche riguardanti le lavorazioni meccaniche ma niente di calcolo e elementi finiti.
Ho un buon stipendio, da 1400 euro, ma non sono soddisfatta, mi mancano moltissime le cose fatte all'università che sono la mia passione.
Ora mi si presenta una bella opportunità dove potrei imparare tantissimo di calcolo e analisi computazionali, visti i progetti, però l'offerta è in partita iva e quindi guadagnerei meno rispetto ad ora.

Sono molto combattuta sul da farsi...potete darmi qualche consiglio?
 

meccanicamg

Utente Senior
Professione: ♔ Technical manager - Mechanical engineer ♚
Software: SolidWorks, DraftSight, Me10, Freecad, KissSoft, Excel
Regione: Lombardia
#2
Seguire le proprie passioni é importante però è anche importante avere un buon lavoro, stabile, pagato e che serva a formarti a 360° perché in università si fa tanta teoria ma in azienda se si fa il 3% é tanto.

Facendo impianti e macchinari, c'è più preponderante progettazione di organi meccanici, analisi fem strutturale sulle carpenterie e alberi o pezzi particolari (se in azienda ti lasciano fare, puoi decidere di auto formarti o richiedere dei corsi alla tua azienda). In alcuni casi si riesce a fare CFD se si parla di aria ventilata o succhiata...
Però in queste aziende dove il FE non è molto presente per tradizione antica, potrebbe portare ad ottimizzazioni e quindi a recupero costo.

Ti dico questo perché nelle aziende dove ho lavorato, la situazione é che chi c'è di storico non usa il FE perché non sanno cosa sia però hanno le licenze.
Quindi dove i titolari mi lasciavano lavorare in modo autonomo facevo FEM e CFD ottenendo buoni risultati sul prodotto finito.

La tua inclinazione, a differenza della mia é rivolta principalmente su FE e meno su progettazione di meccanica, processi produttivi ecc, quindi in teoria dovresti seguire le nuove opportunità di lavoro che ti permettono di fare quello che ti piace. Tieni presente che ovviamente a piva si guadagna meno, hai le tasse e zero ferie ecc....se ti garba fallo....altrimenti cerca una opportunità migliore.

Se ti piace fem/cfd ecc cerca le aziende della Lombardia che fanno valvole e prodotti settore petrolifero.
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#3
Buonasera membri del forum, vi scrivo per chiedervi un consiglio sulla mia situazione lavorativa, magari essendo più esperti di me potete darmi qualche dritta.
Sono una giovane ingegnere meccanico, ho 25 anni e lavoro da 1 anno presso un' azienda che si occupa di macchine industriali dove però non sto imparando tantissimo, o meglio imparo cose pratiche riguardanti le lavorazioni meccaniche ma niente di calcolo e elementi finiti.
Ho un buon stipendio, da 1400 euro, ma non sono soddisfatta, mi mancano moltissime le cose fatte all'università che sono la mia passione.
Ora mi si presenta una bella opportunità dove potrei imparare tantissimo di calcolo e analisi computazionali, visti i progetti, però l'offerta è in partita iva e quindi guadagnerei meno rispetto ad ora.

Sono molto combattuta sul da farsi...potete darmi qualche consiglio?
C'è una legislazione particolare per le partite iva, attenzione che se chi ti offre ciò è unico committente, si rischia grosso perché si ricade nelle finte partite iva.
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#4
Essendo così giovane probabilmente puoi correre qualche rischio perché forse non hai figli e mutuo, quindi ti direi di andare dove ti porta il cuore. Con la p.iva se riesci a farti dare 25/h + iva potresti viverci decentemente (se non devi pagarti il software e l'ufficio). Considera che al momento la tua figura professionale è ricercatissima quindi non penso faticheresti a trovare altro se le cose non dovessero andare bene. Piuttosto sei sicura di voler fare l'analista fem? Non è un po' noioso fare tetraedri tutto il giorno?
 

IngExp

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere
Software: Ansys
Regione: Lombardia
#5
Passo le giornate a mettere quote sui disegni, fare fotocopie ecc. Mi pare di aver studiato tanto per niente... Va bene fare anche queste cose, però non possono essere la parte principale del mio lavoro...almeno secondo me..
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#6
cerchiamo di definire meglio cosa fai in modo da capire se dopo un anno (che non è molto) il ruolo che copri sia effettivamente stretto per le tue capacità.
metti solo ed esclusivamente quote oppure completi dei disegni aggiungendoci viste mancanti e magari estrapoli il particolare da complessivi?
i disegni ti vengono dati già fatti (ti viene dato un 2d già definito) o devi farli tu (ti viene dato un modello 3d già finito e devi ricavarne la tavola)?
i disegni che fai sono sempre o quasi sempre corretti o contengono errori? questi errori sono veniali (manca qualche quota secondaria) o importanti (tolleranze mancanti o sbagliate, proiezioni errate, viste deficitarie)?
quale ritieni sia il tuo grado di autonomia?
sei in grado di disegnare o modellare autonomamente?
partendo da uno studio preliminare sei in grado di completarlo o avanzare una linea di fattibilità per il suo sviluppo?
 

ceschi1959

Utente Standard
Professione: progettista
Software: UG 11 - NX11 TC10
Regione: veneto
#7
Ribadisco il concetto: chiedere di aprire partita iva da parte di un committente è puro sfruttamento, è illegale, perché se hai obblighi di orario, usi dotazioni del committente e prendi una paga inferiore alle tue mansioni, cadi dritta dritta nelle FALSE partite iva.
Un professionista non ha obblighi di orario, può avere dotazioni proprie, può avere più clienti.
Non firmare patti di non concorrenza, perché ti taglieresti le gambe da sola.
Una volta che non gli servi più tanti saluti e grazie.
Ciao
 

cacciatorino

Moderatore SolidEdge
Staff Forum
Professione: Ingegnere meccanico
Software: SolidEdge CoCreate Salome-Meca
Regione: Porto Recanati, ma con l'appennino nel cuore
#8
Passo le giornate a mettere quote sui disegni, fare fotocopie ecc. Mi pare di aver studiato tanto per niente... Va bene fare anche queste cose, però non possono essere la parte principale del mio lavoro...almeno secondo me..
Per diventare progettisti si passa dal fare i disegnatori, devi avere umilta' e pazienza. Ogni tanto mi capitano sotto gli occhi degli A4 con una rondella quotata, poi vai a vedere la firma e vedi che adesso quell'umile disegnatore fa il project manager su commesse da milioni di euro.
 

Pralek

Utente Junior
Professione: Progettazione ottica e R&D
Software: solid edge
Regione: Emiliaromagna
#9
Buonasera membri del forum, vi scrivo per chiedervi un consiglio sulla mia situazione lavorativa, magari essendo più esperti di me potete darmi qualche dritta.
Sono una giovane ingegnere meccanico, ho 25 anni e lavoro da 1 anno presso un' azienda che si occupa di macchine industriali dove però non sto imparando tantissimo, o meglio imparo cose pratiche riguardanti le lavorazioni meccaniche ma niente di calcolo e elementi finiti.
Ho un buon stipendio, da 1400 euro, ma non sono soddisfatta, mi mancano moltissime le cose fatte all'università che sono la mia passione.
Ora mi si presenta una bella opportunità dove potrei imparare tantissimo di calcolo e analisi computazionali, visti i progetti, però l'offerta è in partita iva e quindi guadagnerei meno rispetto ad ora.

Sono molto combattuta sul da farsi...potete darmi qualche consiglio?
Ciao Ing
per me è un errore nella tua situazione: hai poca esperienza del lavoro (per me ce ne vogliono almeno 5 se non 10 anni per proporsi come autonomo), hai poca esperienza nel contrattare con clienti (ogni volta che finisci il progetto vorranno lo sconto e non puoi alzare la tariffa di anticipo perchè ci saranno altri studi esterni che si propongono a meno), hai poca esperienza per sposare le due figure tecnico/commerciale che non sembra ma sono di due galassie opposte; io per esempio ho sposato solo la galassia tecnica dove 2+2 fa 4.0.

Ti consiglio comunque di cercare qualcuno che ti offra di più a parità contrattuali (oggi soprattutto un contratto è vitale), non ti fermare mai di cercare anche perchè non è che troverai contratti migliori tutti i giorni anzi...l'esperienza te la farai comunque.

In bocca al lupo!
 

IngExp

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere
Software: Ansys
Regione: Lombardia
#10
Ma dopo 1 anno non dovrei aver già iniziato a fare qualcosa di sostanziale? I lavori che faccio li potrebbe fare benissimo un magazziniere in alcuni casi...l unica cosa positiva del lavoro è lo stipendio...
 
Professione: disegnatore
Software: autocad 2013; solidworks 2014 e 2017
Regione: Friuli Venezia Giulia
#11
nessuno ha ancora capito quali siano effettivamente le tue mansioni né soprattutto quali siano le tue capacità.
a volte capita che ci siano lavori che per farli è sufficiente avere il pollice opponibile eppure capita che vengano sbagliati ugualmente per distrazione, superficialità, oppure per leggerezza; questo significa che non ci sono lavori non degni di essere fatti con il maggior impegno possibile
 

Sergio_V

Utente poco attivo
Professione: Aspirante Progettista
Software: Thinkdesign
Regione: Marche
#12
Ciao Ing, ti capisco perfettamente in quanto reduce da una situazione molto simile (per la cronaca.. a me hanno fatto fare anche il magazziniere ed il corriere :sneaky: ) ... secondo me fino a quando riesci a migliorare sotto quell'aspetto (Disegnatore Meccanico) non puoi che gioire della cosa ... se però senti di aver acquisito una certa sicurezza nella materia,svolgere mansioni ripetitive senza cenni di miglioramento/apprendimento forse c'è qualcosa che non va...quando ti accorgi di "dare" piu di quanto ricevi (sottoforma di stipendio,benefits o consocenza/apprendimento) è ora di guardarsi intorno...dopo un anno secondo il mio modesto parere non si è ancora in grado di "progettare",ma se si passa tutta la vita a mettere quote,fare fotocopie e pallinature sulle distinte (col capo che ti pressa ,a ritmi che non ti permettono di concentrarti su quello che fai) , non credo ne sarai mai in grado...per me un ottimo progettista deve essere anche un bravo disegnatore,ma non basta...come si può pretendere di sviluppare delle skills se si fanno attività in cui tali skills non sono contemplate (se non in maniera mooolto marginale)?:LOL:...certo è che nessuno ti impedisce di studiare molte cose per conto tuo,per quanto ostico possa sembrare,oltre a fare il mero esecutore...
 

oliofrusto

Utente Junior
Professione: studente ing
Software: inventor
Regione: emilia
#13
se non ti piace il lavoro li cerca un altro posto ma non come partita iva.
non hai mai fatto analisi elemeti finiti in totale autonomia all'università e ancora meno nel mondo del lavoro. mi pare un salto nel vuoto
devi cercare una ditta dove tu possa lavorare su queste cose ma con a fianco qualcuno che ti insegna o chiarisce i dubbi secondo me.
 

IngExp

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere
Software: Ansys
Regione: Lombardia
#14
E se lavoraste come dipendenti ma ricevete lo stipendio ogni due mesi o in più tranches perchè i titolari non pagano o non vogliono pagare, boh non so più che pensare...preferireste ancora questo lavoro dipendente a una p. iva da un'altra parte pagata regolarmente?
 

antonio_sc

Utente Junior
Professione: Ingegnere Meccanico
Software: PTC Creo Parametric
Regione: Campania
#15
Mi dispiace per la tua situazione...ma credo sia meglio trovare un lavoro regolare,pagato regolarmente...voglio dire ..personalmente ho sempre visto in questa forma di assunzione (p.iva) un qualcosa di Italiano ed amorale alla base...ma può anche darsi che mi sbagli..ad ogni modo,solo tu puoi valutare cosa sia meglio per te in questo momento della tua carriera professionale.. vacci coi piedi di piombo,a volte è meglio pazientare ed aspettare nuove opportunità , anzichè "accontentarsi" del primo treno che ti porta via dall' "incubo" (poi se quel treno è l'occasione della tua vita accomodati pure, ripeto solo tu puoi saperlo)...
 

IngExp

Utente poco attivo
Professione: Ingegnere
Software: Ansys
Regione: Lombardia
#16
Grazie mille per la risposta...si non è una bella situazione...uno fa tanti sacrifici, studia, si laurea regolarmente e poi resta senza stipendio per mesi..grazie per il supporto :D
 

paulpaul

Utente Standard
Professione: Macchinista
Software: Solid Edge, Autocad, Matlab
Regione: Parma
#17
Grazie mille per la risposta...si non è una bella situazione...uno fa tanti sacrifici, studia, si laurea regolarmente e poi resta senza stipendio per mesi..grazie per il supporto :D
Ciao
come ti hanno detto altri, un anno è ancora molto poco per trarre certe conclusioni: certo è che se anche gli stipendi latitano...direi che sia ora di guardarsi seriamente in giro, a prescindere da quello che fai!

Quali sono le tue mansioni? Quali sono le competenze, le responsabilità ed il grado di autonomia che hai acquisito in quest'anno trascorso a lavorare? Quali sono le tue aspirazioni? Senza questi elementi viene difficile darti un consiglio un po' più articolato...